News

Roma

Febbraio 20, 2017

Da Roma a New York. Diventare gallerista con IED

Organizzare una mostra d’arte, seguendone tutti gli aspetti dall’installazione delle opere alle azioni di comunicazione. Sperimentare il ruolo di assistente curatore, art handler  e autore di testi critici. Collaborare con realtà come il Premio Roma Centro Storico, il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, il Talent Prize, e poi Inside Art Magazine, RoutesAgency, West of Rome Public Art fino alla Galleria Lorcan O’Neill di Roma.

Vasco Forconi, dopo il master in Curatore Museale e di Eventi presso IED Roma, ha collezionato queste e molte altre esperienze nel mondo dell’arte.

Oggi Vasco vive a New York e lavora alla Galleria d’arte Alexander and Bonin a Tribeca, proprio come aveva sempre sognato.

Silvia Pagliuca ha recentemente pubblicato su La Nuvola del Lavoro di Corriere della Sera, un’intervista a Vasco Forconi, che racconta così la sua esperienza presso l’Istituto Europeo di Design: «Ero scettico e invece è stata l’unica realtà che mi ha davvero formato a 360 gradi: non solo attraverso i libri, ma con la pratica. Se oggi posso proseguire in questo settore, è grazie a loro».

IED dedica molti dei suoi percorsi formativi al mondo dell’arte: corsi di alta specializzazione che si avvalgono di prestigiose collaborazioni, come Peggy Guggenheim Collection,  Fondazione Palazzo Strozzi e Wunderkammern Gallery, e che permettono di acquisire la giusta professionalità per lavorare all’interno di istituti culturali, musei e gallerie private, per aprire una propria attività, per gestire un progetto di settore.

Fra questi il Corso di Formazione Avanzata Curatore Museale e di Eventi e i Master in: Arts Management, Contemporary Art Conservation, Curatorial Practice e Business for Arts and Culture.