News

Milano

Giugno 26, 2017

I 100% IED sono pronti a volare in California

Beatrice, Simone, Carolina, Antonio, Paolo e Giovanni sono i vincitori della terza edizione del premio 100% IED Students of the Year Award, l’iniziativa aperta a tutti gli studenti più meritevoli che frequentano i corsi triennali e hanno l’opportunità di vincere un viaggio di formazione.

I 100% IED si sono contraddistinti per creatività, studio, impegno e passione. I direttori delle Scuole (Design, Moda, Arti Visive e Comunicazione), unitamente ai coordinatori e agli assistenti dei corsi, hanno selezionato una prima rosa di nomi fra i candidati che rispettano, a loro giudizio, i requisiti richiesti; gli studenti indicati hanno avuto l’opportunità di accedere alla selezione finale. Il 29 maggio, una giuria ha decretato un vincitore per ogni Scuola.

Tra le mete proposte, i 100% IED hanno scelto di volare negli USA per un viaggio alla scoperta della Silicon Valley che si terrà dal 20 al 26 agosto 2017.

Conosciamo meglio i vincitori:

Beatrice Marini_ Design del Gioello II anno

Solare, tenace e precisa. Beatrice si riempie la vita di impegni e si divide tra due grandi passioni: il gioiello e l’attività sportiva. Il gioiello, oltre ad essere oggetto del suo corso di studi, è la sua più grande passione che porta avanti lavorando sul campo, ha un piccolo laboratorio orafo dove ha iniziato a realizzare le commissioni dei suoi primi clienti. Beatrice inoltre, fa parte di un team di Majorette con le quali ha vinto tre titoli italiani, parteciperanno anche ai campionati europei 2017. Progetti futuri? Il suo obiettivo è fare esperienza in azienda per poi aprire il suo studio personale, sogna di diventare una designer di gioielli contemporanei.

Simone Matrone_ Interaction Design III anno

Simone ama l’arte e la tecnologia, è affascinato dal modo in cui questi due mondi interagiscono in particolare è interessato al settore digitale, app, siti, giochi e hardware. Si definisce Entusiasta, Ambizioso, Determinato. Per descriversi si riassume con una frase: a personality in a body fueled by equal parts adrenaline, caffeine, creativity and ambition. Come si vede in futuro? Al momento ha creato una piccola startup con tre compagni di corso, il suo obiettivo è rendere la sua digital agency, un punto di riferimento all’interno del panorama tecnologico e di innovazione.

Carolina Valaguzza- Comunicazione Pubblicitaria con specializzazione in copywriting III anno

Dopo il liceo classico, Carolina ha scelto IED per valorizzare il suo talento e per avere l’opportunità di esprimere la propria creatività: è convinta che le parole siano il mezzo migliore per raccontare un’idea.

Ha scelto di partecipare al viaggio nella Silicon Valley perché sogna un futuro lavorativo in California. I suoi sogni? Carolina è piena di idee e progetti, vuole fare tante esperienze per capire quale sarà il suo futuro.

Antonio D’Addio_ Fashio Design_III anno

Gli studi classici di Antonio, hanno fondato le basi della sua ricerca creativa. Da sempre vicino al disegno e al mondo digitale, oggi il suo obbiettivo è quello di indagare nuovi modi per far collidere questi due mondi. Il 20 di Giugno nel corso della sfilata LA FORMA (IN)FINITA, DÉFILÉ IED che si è tenuta al Belvedere Enzo Jannacci – palazzo Pirelli, ha ricevuto Il Premio in onore di Franca Sozzani, consegnato da Sara Sozzani Maino, Senior Editor di Vogue Italia e Head of Vogue Talents. Si definisce una persona estremamente curiosa, in continua sperimentazione e progettazione di nuove modalità e metodologie di linguaggio artistico e visuale.

Paolo Pennati_ Corso di Product Design III anno

Fin da piccolo appassionato di biciclette, Paolo ha coltivato la sua passione che tuttora è rimasta nell’ambito delle due ruote ma ha preso la via dei motori. In un primo tempo si è iscritto ad ingegneria meccanica, ha deciso poi di cambiare strada e seguire il suo sogno iscrivendosi al corso di design. Passione ed entusiasmo lo hanno, da sempre spinto a dare il massimo e cercare di migliorarsi, si definisce un sognatore pragmatico. I suoi progetti? In futuro spera di viaggiare molto e trovare sempre stimoli nuovi nel settore lavorativo.

Giovanni Soggiu_ Sound Design  II anno

Preciso, creativo e dinamico, Giovanni suona la batteria e si diverte a sperimentare svariati strumenti. Il suo musicista preferito? Il silenzio. Giovanni ama l’arte, in particolare la corrente del dadaismo. In futuro vorrebbe progettare un software che permetta a chiunque di comunicare esclusivamente con il suono. Nel frattempo, in questi anni lavora per riuscire a unire i mondi che più lo affascinano: musica e tecnologia.