Scuola delle Arti Contemporanee

Corsi Triennali e Post Diploma - Como

Come operare oggi nell’arte contemporanea? Il Corso Triennale della Scuola di Arti Contemporanee mira a formare le principali figure professionali del cosiddetto Sistema dell’Arte, dagli Artisti di ogni disciplina ai Curatori, dagli Organizzatori di eventi, fino agli Addetti stampa e ai Direttori Artistici.
Il corso si concentra sulla disamina delle principali correnti nella recente Storia dell’Arte, ma anche sullo studio dei sistemi di relazione economica, culturale e sociale che caratterizzano un settore in continua evoluzione. Alle discipline pratiche e teoriche fondamentali, si affianca, infatti, l’acquisizione di strumenti di Marketing, Comunicazione e Nuovi media e, infine di Economia dell’Arte.

Il piano curricolare prevede tre orientamenti: Curatorship, Marketing & Communication e Contemporary Arts, i quali sviluppano in particolare lo studio degli elementi di analisi e comunicazione legati alla curatela di eventi, con focus specifici sulla redazione di testi critici, la progettazione e l’allestimento di mostre, la comunicazione in e off line, la composizione e realizzazione di prodotti editoriali.


Figure professionali formate: Al termine del corso, lo studente può lavorare come Artista Professionista oppure ricoprire ruoli nell’ambito dell’organizzazione, comunicazione e promozione di eventi nel settore delle arti contemporanee presso Fondazioni. Musei, Gallerie d’arte, U.ci Stampa e Case editrici con mansioni di Art Director, Art Assistant, Art Registrar, Art Advisor, Art Critic & Curator, Event Manager, Marketing Manager, Press Office e Editor.

 

  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

Il Triennio della Scuola delle Arti Contemporanee,  fornisce una buona formazione e una adeguata preparazione umanistica e scientifica nel campo della produzione, organizzazione e comunicazione delle arti visive. In particolare le attività del corso mirano a sviluppare una solida conoscenza complessiva delle nozioni fondamentali della storia dell'arte - dall'età moderna al contemporaneo - e delle metodologie di progettazione e comunicazione delle arti visive, a partire da un impianto di sapere storico, letterario e artistico che costituisce la premessa culturale indispensabile per ogni adeguato approfondimento specialistico.

Gli insegnamenti mirano a presentare le materie in termini di progetto e di sistema ponendole in relazione con le dinamiche e i nuovi valori che alimentano il mercato dell’arte contemporanea. La figura professionale che emerge è quella di un professionista in grado di coprire ruoli diversi all’interno del suo ambito estetico e sociale. Accanto alle competenze strettamente artistiche, vengono quindi sviluppate nello studente la capacità di progettazione e di auto-promozione, per facilitarne l’inserimento sul mercato e la consapevolezza critica del proprio operare. I corsi sono strutturati per fornire adeguate conoscenze teoriche e pratiche per le figure professionali del cosiddetto Sistema dell’Arte (Artisti, Curatori, Organizzatori di eventi, Addetti stampa e Direttori Artistici), con preparazione specifica, ma sufficientemente elastica, che possa assolvere alla comunicazione e all'organizzazione del materiale artistico relativo all'arte contemporanea nell'ambito delle diverse strutture preposte a questi compiti: dall’istituzione museale alla galleria privata, dall'editoria alle biblioteche specializzate, dai ruoli di responsabilità e competenza artistico-culturale degli enti locali alle case d'asta, alla comunicazione d'arte.

Uno degli aspetti fondamentali del corso è il suo carattere operativo, volto a trarre da tutte le materie di studio un vero e proprio addestramento, per affrontare con flessibilità i reali problemi inerenti le diverse occasioni di lavoro. Gli sbocchi professionali sono molto estesi e vanno dal vero e proprio Curatore d’arte a quello di coadiutore nell'ambito dell'organizzazione museale pubblica o privata, dall’organizzatore e allestitore di manifestazioni artistiche all’ addetto all'ufficio stampa e pubbliche relazioni, dal coordinatore di attività didattiche di supporto a manifestazioni artistiche al compilatore di cataloghi per mostre, dal curatore di biblioteche e videoteche specializzate in arte al redattore per editoria e riviste d'arte fino al collaboratore qualificato per conduzione di gallerie d'arte private.

Il corso fornisce inoltre sufficiente preparazione specifica per l'avvio di attività professionale autonoma relativa agli ambiti sopra citati. Nel corso del triennio gli studenti avranno l'opportunità di partecipare ad un ampio ventaglio di progetti di laboratorio e di entrare direttamente in contatto con gli artisti e i professionisti del sistema dell’arte. Inoltre, parteciperanno a una serie di attività interdisciplinari attraverso lezioni, workshop, seminari e mostre allo scopo di produrre modelli espressivi nel campo dell'arte contemporanea.

 

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Attilio Tono

Attilio Tono
Vive a lavora a Milano. Diplomatosi in Scultura nel 1998, il suo percorso formativo prosegue attraverso numerosi workshops sulla lavorazione del marmo, ceramica, vetro. Attualmente la sua attività si articola tra arti visive e design, unitamente a quella di docente presso l’Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como per il corso di "Tecniche Scultoree". Dal 2003 ha iniziato a collaborare con l’artista Veronique Pozzi, insieme hanno presentato sculture, installazioni site specific e interattive.

Paolo Filippo Galli

Paolo Filippo Galli
Laureato in Filosofia e Lettere Classiche e specializzato in Storia dell'Arte all'Università  Cattolica di Milano. Si è occupato di arte medievale e moderna, teoria dell'arte, storia della critica, ontologia dell'immagine ed estetica, con particolare riferimento all'antichità  classica, ed ha insegnato Iconografia e Iconologia, Storia e metodologia della critica d'arte ed Estetica all'Accademia S. Giulia di Brescia. Oggi è docente di Teoria della percezione e Psicologia della forma all'Accademia Aldi Galli di Como, inoltre è cultore alla cattedra di Estetica dell'Università  Cattolica di Milano.

Gabriella Mondelli

Gabriella Mondelli
Industrial Designer freelance muove i suoi primi passi specializzandosi con il Master in Comunicazione Multimediale realizzando il piano di comunicazione Start-up di un nuovo studio di design. Completa la sua formazione lavorando per 6 anni in due studi di Design come Grafica, Arredatrice di Interni ed Exhibition Designer. Dal 2011 intraprendere l’esperienza dell’insegnamento come Docente.

Angelo Crespi

Angelo Crespi
Angelo Crespi ha insegnato Storia del giornalismo all'Università Cattolica di Milano fino al 2013. Nel 2004 ha pubblicato "Contro la Terza pagina" (BvS edizioni). Dal giugno 2002 al novembre 2009 ha diretto il settimanale di cultura Il Domenicale. Dal giugno 2008 al marzo 2011 è stato consigliere del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Sandro Bondi. Dal dicembre 2009 al febbraio 2012 è stato Presidente del MAGA, Museo d'Arte moderna e contemporanea di Gallarate. Dal maggio 2011 è presidente del Centro internazionale d'arte e cultura di Palazzo Te di Mantova. Attualmente collabora alle pagine "Commenti e Opinioni" del Corriere della Sera e alle pagine culturali de il Giornale. Nel 2013 ha pubblicato "Ars attack. Il bluff del contemporaneo" (Johan & Levi editore).

Ivano Pezzoli

Ivano Pezzoli
Professionista IT nel settore telecomunicazioni, ha avuto decennali esperienze come sviluppatore di applicazioni client-server e web. Negli ultimi 5 anni, ha subito il fascino del settore mobile e si è dedicato allo sviluppo di applicazione per dispositivi mobili (principalmente iOS). Ha dedicato ad esso gran parte dei suoi sforzi professionali con gran patimento di amici e parenti pi๠o meno stretti. Nel corso della sua vita professionale ha avuto la possibilità  di sviluppare decine di applicazioni business in diversi campi: assicurativo, finanziario, bancario ed industriale. Le diverse esperienze nei settori pubblico e privato, gli hanno dato la possibilità  di incontrare decine di persone professionalmente abilissime. Oggi, raggiunta quasi la pace dei sensi, fa il Project Manager in una primaria azienda del settore informatico italiano.

Michael Rotondi

Michael Rotondi
Michael Rotondi nato a Bari nel '77 , vive e lavora a Milano. Invitato alla Biennale di Praga (2009) ed ad una residenza a Londra per l'Università della perfomance; espone a Berlino e Valona in due collettive (2010) ad un progetto collettivo a New York per Scope Art Fair (2011) alla Biennale Italia-Cina a Villa Reale di Monza (2012);  una personale a Mumbai, India, dopo aver vinto una residenza per il Laguna Art Prize di cui è finalista (2013);  un'altra personale a Varsavia (2014). Dal 2014 è nella collezione internazionale Apt Global e Benetton. Ha esposto alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo per la collezione d'arte “Imago Mundi” di  Bennetton (2015). Nel 2016 una mostra ed una performance al Museo d'Arte Contemporanea di Lissone dal nome “Rumore Rosso”. Oggi è docente di pittura all'Accademia di Belle Arti “Aldo Galli” di Como.

Massimiliano Porro

Massimiliano Porro
Nato nel 1977, laureato in Lettere moderne con indirizzo storico - artistico all'Università Cattolica di Milano dove ha conseguito anche l'abilitazione all'insegnamento della disciplina. E' docente di Storia dell'Arte al Liceo Artistico Luini di Cantù e di Storia dell'Arte medievale e moderna all'Accademia Galli. Collabora con riviste e siti di informazione per quanto riguarda il settore culturale. Cura, inoltre, la presentazione di mostre di pittura e scultura in ambito locale.  

Chiara Canali

Chiara Canali
Chiara Canali (Piacenza, 1978) è critico d’arte, giornalista e curatore indipendente. Dottoranda di ricerca in “Scienze Umane” presso l’Università degli Studi di Perugia. Ideatrice e promotrice di eventi e iniziative dedicate alle nuove tendenze dell’arte contemporanea, è attiva talent scout di giovani artisti. È stata curatore del Premio Cairo, del Premio Maretti – Valerio Riva Memorial, del Celeste Prize, del Premio Italian Factory per la giovane pittura italiana ed è tra i curatori-tutor del Premio Artivisive San Fedele. Nel 2010 ha curato la seconda edizione della Biennale di Scultura della Val Gardena mentre nel 2013 collabora come curatore al progetto BRERART. Dal 2007 è curatore dell’Associazione culturale Art Company (www.artcompanyitalia.com), associazione culturale nata a Milano nel 2007, con sede a Milano e Parma, che si occupa della ideazione, realizzazione e organizzazione di eventi artistici ed espositivi sul territorio nazionale e internazionale. Dal 2012 cura annualmente l’evento di arte urbana StreetScape nell’ambito dell’iniziativa ComON, nelle piazze, nei cortili e nei luoghi pubblici di Como. Attualmente insegna presso l’Accademia di Belle Arti Aldo Galli – IED Como e presso l’Accademia del Lusso a Milano. In qualità di corrispondente scrive per la rivista Espoarte dove tiene una rubrica di New Media Art.

Giovanni Cuoghi

Giovanni Cuoghi
Nato a Genova nel 1966 vive e lavora a Milano. Si diploma in Decorazione Pittorica presso l' Istituto Statale d' Arte di Chiavari (Ge) e in Scenografia presso l'Accademia di Belle Arti di Brera , Milano. Tra il 1989 e il 1992 lavora per alcune riviste italiane come illustratore e frequenta l'Accademia Disney. Fino al 2002 decora e affresca interni ed esterni di chiese e palazzi nobiliari reinterpretando gli stilemi della grande decorazione barocca. Negli anni successivi partecipa a numerose esposizioni ricevendo ampi consensi. Dall'ottobre del 2015 è titolare della cattedra di Tecniche Pittoriche presso l' Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como.

Michele Bollini

Michele Bollini
Nasce a Como nel Febbraio del 1972. Il primo giudizio sulla sua attività artistica è riportato nella pagella scolastica ritirata dalla madre, in prima elementare, nel Giugno del 1978 : ”spiccate doti artistiche nel disegno e nella rappresentazione”. Sono queste brevi parole ha segnare il percorso formativo che porteranno i suoi genitori ad iscriverlo nel 1987 presso il Liceo Artistico A. Frattini di Varese dove, da giovane studente, frequenta appassionatamente i corsi e i laboratori di Pittura e Scultura dei maestri d’Arte Piero Cicoli, Segio Fiucci ed Ermanno Cristini. La passione per il disegno e la sensibilità artistica, lo portano alla scoperta e alla conoscenza di numerose tecniche di rappresentazione come la Pittura Acrilica, l’Incisione, la  Serigrafia e la Litografia. Diventeranno per lui, parte integrante del suo lavoro e bagaglio prezioso di esperienza negli anni seguenti. Successivamente frequenta la Facoltà di Architettura presso il Politecnico di Milano. Da sempre appassionato di Viaggi e Montagna, decide di svolgere la tesi di laurea presso l’E.A.G., Ecole d’Architecture de Grenoble, Francia.  

Ivan Quaroni

Ivan Quaroni
Critico d’arte, curatore e giornalista. Nel 2008 ha pubblicato il volume Laboratorio Italia. Nuove tendenze in pittura (Johan & Levi). Nel 2009 ha curato la sezione «Italian Newbrow» alla IV Biennale di Praga. Nel 2010 ha pubblicato il libro Italian Newbrow (Giancarlo Politi editore), seguito, nel 2012, da Italian Newbrow. Cattive Compagnie (Allemandi editore). Nel 2012 ha curato la Biennale Italia "“ Cina alla Villa Reale di Monza. Dal 2012 è curatore del Premio Griffin, promosso da Colart Italia, holding che raccoglie i marchi Windsor & Newton, Conté à  Paris e Liquitex. E’ corrispondente di "Flash Art" (Giancarlo Politi editore) e collaboratore della rivista online "AD Today" (edizioni Condé Nast). Ha curato oltre 150 mostre, tra cui le monografiche di Allen Jones, Ronnie Cutrone, Ben Patterson, Victor Vasarely, Gary Baseman, Clayton Brothers, Paolo Icaro, Luciano Bartolini, Marco Lodola, Salvo e Arcangelo.

Pierpaolo Perretta - Mr. Savethewall

Pierpaolo Perretta - Mr. Savethewall
Mr. Savethewall è un artista comasco che agisce secondo il metodo della deriva e del détournement situazionista per proporre opere che interpretano temi e costumi della società contemporanea in chiave ludica o polemica, ironica o dissacrante. Una “decostruzione e ricostruzione dei codici linguistici” che Mr. Savethewall opera attraverso le modalità e le tecniche di intervento della Street Art, in primis l’utilizzo dello stencil su supporti di derivazione urbana e di largo consumo come cartone, carta da pacchi, legno, metallo, materiale di riciclo.

Fabiola Viti

Fabiola Viti
Esperta di Coaching Linguistico e Docente di lingua inglese consegue un BAHons Business Administration e la certificazione CELTA (Cambridge English Language Teaching to Adults). Per oltre 15 anni ha lavorato in Italia e all'estero in contesti multinazionali. Inizia la sua collaborazione con il mondo accademico seguendo la sua passione per il mondo dell'Arte e della Moda applicando le metodologie di insegnamento Communicative Language Teaching e Task-Based Learning. Sito personale.

Arianna Beretta

Arianna Beretta
Cultural project manager e direttrice di Circoloquadro, spazio per l’arte contemporanea di Milano. Ha svolto per qualche anno l’attività di giornalista; dal 2003 si occupa di didattica e di progettazione culturale nell’ambito BB.CC. e arte contemporanea. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati e ha pubblicato per Allemandi. Per Circoloquadro, di cui è membro fondatore, si occupa dell’organizzazione e della curatela delle mostre e della ideazione e realizzazione della didattica in ambito contemporaneo.

Giuseppe Veneziano

Giuseppe Veneziano
Giuseppe Veneziano nasce a Mazzarino (CL) il 22 febbraio del 1971. Si  laurea in architettura nel 1996 presso l’Università di Palermo. Dal 2000 al 2002 è Direttore Didattico e Docente di Storia dell’arte presso l’Accademia di Belle Arti “Giorgio de Chirico” di Riesi. Nel 2006 realizza la sua prima mostra nella Galleria “Luciano Inga Pin” a Milano. Nel 2007 partecipa alla VI Biennale di San Pietroburgo; nel 2008 alla mostra “Artâthlos” in occasione dei XXXIX Giochi Olimpici di Pechino; nel 2009 alla IV Biennale di Praga; Nel 2011 viene invitato al Padiglione Italia alla 54ª Biennale di Venezia. Nel 2012 alla Biennale d'Arte Contemporanea Italia-Cina, Monza; nel 2015 alla mostra “Tesori d'Italia”, EXPO 2015, Milano. Dalla critica e dalle riviste di settore è riconosciuto come uno dei massimi esponenti della “New Pop italiana” e del gruppo “Italian Newbrow".​

Nicoletta Castellaneta

Nicoletta Castellaneta
E' organizzatrice di mostre e direttrice responsabile della Fondazione Rivoli2 di Milano, polo creativo con lo scopo di promuovere, documentare e sperimentare, nell’ambito delle realtà culturali, il percorso di artisti e curatori.

Arianna Baldoni

Arianna Baldoni
Critico d'arte, Curatore e Giornalista, collabora con la rivista ARTE (Cairo Editore) ed è responsabile organizzativa del Premio Cairo. È stata Project Coordinator del Padiglione Iran alla Biennale di Venezia del 2015 e ha coordinato le attività della Commissione Cultura dell'Accademia di Belli Arti di Brera. Si è inoltre occupata del coordinamento di numerose mostre, volumi monografici e cataloghi ragionati. Autrice di articoli, interviste e saggi per varie case editrici tra cui Silvana Editoriale e Johan&Levi.

Giancarlo Lacchin

Giancarlo Lacchin
Insegnante di  Estetica all’Università Statale di Milano.  E’ presidente di Fondazione Club Lombardia e Responsabile Attività Culturali Fondazione Collegio delle Università Milanesi.

Flavio Arensi

Flavio Arensi
Flavio Arensi (Milano, 1975) è giornalista, critico d’arte. Dal 2003, quando dedica una retrospettiva a Giovanni Testori (insieme a quella a Palazzo reale di Milano), al 2012 dirige gli Spazi Espositivi della città di Legnano dove cura più di oltre venti mostre monografiche dedicate ai grandi maestri, da Goya a Kollwitz, da Matta a Rodin, di cui cura la prima mostra mai organizzata dedicata al periodo della formazione. Nel 20013 cura una seconda retrospettiva dedicata al maestro francese a Palazzo Reale di Milano e alle Terme di Diocleziano a Roma. Del 2012 è anche la grande antologica di Mimmo Paladino sempre a Palazzo Reale. Del maestro cura diverse personali e alcune monografie. è stato responsabili delle installazioni contemporanee al Vittoriale degli Italiani e direttore del settore arti visive per tre anni al Festival di Ravello, dove cura le monografiche di Paladino, Cragg e Perez fino al 2015. Collabora con enti pubblici e privati per i quali ha curato mostre e pubblicazioni (circa un’ottantina di titoli monografici) lavorando con alcune importanti case editrici, fra cui Allemandi, Electa, Giunti, Skira, Silvana editoriale. Ha collaborato con testate di settore e fino al 2013 con alcuni quotidiani nazionali per le pagine culturali. Dal 2015 ha fondato con Francesco Mandressi Meetmuseum, nata dal Bando Innovazione Culturale della Regione Lombardia. Con la sua società ha curato le prime videoguite smart per il turismo e le mostre temporanee. Dirige dallo stesso anno il quadrimestrale Sofà edito da Editalia - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

Micaela Acquistapace

Micaela Acquistapace
E' coordinatrice editoriale e manager per l’editore Johan & Levi, una tra le più attive e riconosciute case editrici indipendenti italiane nel settore delle Arti.

Alessandra Pellegrini

Alessandra Pellegrini
Socio fondatore e presidente di Arts Council, opera nel campo del non profit culturale e nel settore del fund raising da oltre trent’anni. E’ stata per dieci anni responsabile dell’ufficio Eventi Speciali del FAI, realizzando nel 2000 la start up di Friends of FAI, fondazione americana privata nata con l’obiettivo di sviluppare la raccolta fondi a favore del FAI negli Stati Uniti. Dal 2010 siede nel Consiglio di Amministrazione di Friends of FAI.

Marina Nelli

Marina Nelli
Responsabile Ufficio Stile e Prodotto, con esperienza più che trentennale nel campo tessile svolge principalmente un’attività di consulenza per le principali aziende nazioniìali ed internazionali del settore tessuti e accessori, abbigliamento e arredamento. Consulente creativa ma anche tecnica e commerciale delle più prestigiose griffes di moda. È inoltre Consulente per alcuni tra i più importanti studi di ricerca ed elaborazione delle tendenze del setore.

Roberto Pacella

Roberto Pacella
Roberto Pacella nasce nel 1978. Inizia i suoi studi artistici al Liceo Artistico "A. Frattini" di Varese. Si diploma in Pittura nel 2005, presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, sotto la guida dei Docenti Augusto Bernardi e Francesco Porzio. Nel 2009 consegue l’abilitazione all’insegnamento nelle discipline grafiche e pittoriche. Dal 2011 è Docente di Discipline Figurative e Storia dell’Arte presso i Licei della provincia di Varese e Milano. "Un’opera d’arte è buona s’è nata da necessità " Lettere a un giovane poeta, R. M. Rilke

Fabio Pini

Fabio Pini