Product Design

Specializzazione in Product Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Milano

Scarica la brochure

Il Corso di Product Design forma una figura professionale in grado di occuparsi dal concept alla progettazione di prodotti per il sistema industriale. Il Product Designer ha la prerogativa di veicolare l’innovazione sotto tutti i profili: creativo, estetico, sociale e tecnologico.

Il suo compito è comprendere e anticipare le esigenze del mercato, mediarle con le intenzioni aziendali e tradurle in un progetto concreto da realizzare su scala industriale. La sua cultura progettuale deve essere trasversale, coprendo aspetti teorici e competenze tecniche più specifiche.

Il Corso di Product Design forma una figura professionale in grado di comunicare con l’intero sistema del progetto – l’officina, il marketing, la grafica e l’ingegneria – ovvero un designer capace di coordinare e di intervenire, con competenze specialistiche, in tutte le fasi esecutive della progettazione di artefatti industriali di varia complessità.

Sbocchi professionali: Product Designer, Concept Designer, Art Director, Assistenti nella ricerca di materiali, componenti, dispositivi tecnici.

Il Corso è riconosciuto dal MIUR come Diploma Accademico di I Livello equipollente ai diplomi di laurea universitari e pertanto riconosciuto in tutto il mondo.

Scopri le pagine delle professioni creative: Product Designer

  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Inglese

Il corso è rivolto a studenti interessati ad acquisire competenze specialistiche nella progettazione e realizzazione di prodotti, servizi, design di sistemi, per operare in qualità di libero professionista o presso la piccola e media azienda manifatturiera, o ancora presso altre istituzioni, pubbliche o private.

Il Product Designer è responsabile della definizione di tutte le componenti del prodotto che interagiscono fisicamente ed emozionalmente con il consumatore e che ne rendono possibile la fruizione finale.

Il percorso formativo permette di sviluppare conoscenze storiche, teoriche e pratiche del sistema industriale, degli strumenti tecnologici, dei processi produttivi e dei materiali (caratteristiche fisiche e morfologiche, capacità espressive) fino ai fondamenti del marketing e avvicina lo studente al confronto con le imprese e con il mercato.

Il percorso di studi parte dall’acquisizione della formazione di base, dei riferimenti culturali, degli strumenti e delle regole che distinguono e caratterizzano un atteggiamento progettuale.

Lo studente affronta diversi argomenti: dalla storia dell’arte contemporanea e del design alla progettazione grafica, dallo studio della modellistica alla teoria della percezione e psicologia della forma.

Acquisisce consapevolezza e competenza nelle specifiche aree professionali attraverso esperienze pratiche guidate, lo studio di discipline tecniche, insegnamenti di carattere culturale, con particolare attenzione all’evoluzione dei contesti, dei mercati, dei linguaggi.

Ai corsi più tecnici si affiancano materie come Design Management e Sociologia dei processi culturali.

Lo studente si dedica alla progettazione avanzata e alla simulazione professionale, affrontando le tematiche progettuali di competenza delle figure professionali dei vari settori.

Impara a utilizzare i software per la foto-renderizzazione (Rendering 3D) in grado di ricreare oggetti, materiali, luci, in modo simile a uno scatto fotografico.
Il progetto di tesi, complesso e articolato, viene svolto da gruppi di lavoro in collaborazione con Enti e aziende che interagiscono con l’Istituto Europeo di Design con intenti di ricerca di soluzioni originali e innovative.

Nell’arco del triennio vengono proposti workshop progettuali, seminari culturali, partecipazione a concorsi, cicli di conferenze, progetti speciali, visite ad aziende e stabilimenti di produzione.

Lo studente è stimolato ad acquisire autonomia operativa, effettuare scelte coerenti e argomentate, rapportarsi con un committente: un’esperienza semi-professionale che lo aiuta molto nell’ingresso nel mondo del lavoro.

La partecipazione a queste attività è parte integrante del piano didattico strutturato, così come lo sono le attività di esercitazione individuale, svolte nei laboratori in Sede.

Il corso ha valore riconosciuto dal MIUR come Diploma Accademico di I Livello.

  • 1 Anno

    • Storia Dell'arte Contemporanea 1

      La conoscenza dei principalimovimenti artistici e dei loroprotagonisti nella modernità e nell’era contemporanea. Accanto allo sviluppo storico dell’arte, approfondisce la comprensione critica dei codici artistici e dell’opera d’arte come testo visivo complesso e come fenomeno che racconta le evoluzioni culturali, sociali ed estetiche, colto in particolar modo nelle sue relazioni con altre forme di espressione e comunicazione (la fotografia, la pubblicità, il cinema etc.). Il corso si focalizza su alcuni dei movimenti e artisti di rilievo, dall’Impressionismo a oggi utili alla comprensione e all’analisi delle tendenze attuali.

    • Metodologia Della Progettazione

      Il corso fornisce allo studente gli strumenti analitici per esaminare il rapporto tra il prodotto e i processi che stanno alla base della sua realizzazione. I fondamenti teorici consentiranno allo studente di comprendere quali fattori, scientifici e culturali, intervengano nel progetto e di gestire le discipline che partecipano alla costruzione dell’opera. Nella progettazione confluiscono aspetti di natura funzionale, tecnologica e formale. L’insegnamento percorre le differenti fasi, dalla formulazione dell’idea allo sviluppo dell’oggetto, e consente sia l’individuazione degli strumenti corretti, sia la gestione degli aspetti che intervengono nella formazione,
      costruzione e rappresentazione dell’attività creativa.

    • Tipologia Dei Materiali 1

      La conoscenza del comportamento dei materiali fornisce gli strumenti per tradurre l’idea in opera e comprendere le potenzialità espressive delle diverse materie, tradizionali e sperimentali. L’insegnamento è affrontato dal punto di vista tecnicoscientifico e della storia della tecnologia. Il corso fornisce la conoscenza dei processi produttivi e delle caratteristiche dei materiali, sia fisiche che morfologiche, e le relative tecnologie di trasformazione, oltre agli strumenti per effettuare una ricerca e una selezione adeguata dei materiali in funzione delle esigenze progettuali. Il corso si alterna in lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche, si analizzano materiali e il dettaglio architettonico, attraverso la lettura di progetti esemplificativi.

    • Storia Del Design 1

      Il corso analizza i principali movimenti della cultura del progetto, italiani e internazionali. In un percorso ragionato, attraverso una serie di esempi, il corso sintetizza la formazione di archetipi tipologici e formali, nonché l’evoluzione di tecniche costruttive e rituali d’uso. Il corso affronta la conoscenza dei linguaggi del design per sviluppare una cosciente attitudine critica, fornendo gli strumenti base per comprendere e saper leggere un’opera architettonica o un oggetto di design. Il corso si articola in lezioni frontali sui principali argomenti storici e in una serie di esercitazioni volte a sviluppare capacità e autonomia di ricerca negli studenti. L’intenzione del corso è l’acquisizione di una cultura del Product Design, ma anche l’apprendimento del metodo di ricerca storica come premessa propedeutica e complementare all’azione di progetto.

    • Disegno Tecnico e Progettuale

      La conoscenza del disegno tecnico fornisce allo studente gli strumenti di base per comunicare l’opera e rappresentarne il percorso progettuale. Lo studente apprende il linguaggio grafico necessario per acquisire autonomia espressiva; dalla rappresentazione a mano libera agli schizzi preparatori per lo studio delle proporzioni della figura, fino al disegno tecnico per una corretta rappresentazione progettuale dell’abbigliamento.

    • Modellistica 1

      La modellistica è il percorso progressivo di conoscenza delle tecniche di realizzazione delle collezioni nelle componenti particolari e nella loro interezza. Il corso fornisce allo studente gli strumenti teorici e pratici per la costruzione di modelli realizzati nei materiali più adatti alla scala del progetto e alle differenti fasi di studio. La visione tridimensionale permetterà di esaminare l’idea e di verificarne la consistenza rispetto alle leggi fisiche e alle tecniche di lavorazione. Il modello consentirà altresì di controllare le proporzioni e, di conseguenza, di modificare linee e volumi. Il corso pone l’accento sulla natura pratica e sensoriale dell’esperienza, sviluppando una capacità di visione tridimensionale. Una parte del percorso prevede un primo approccio con la modellistica dell’accessorio e di borse e piccola pelletteria attraverso un’esperienza laboratoriale e la realizzazione di prototipi.

    • Progettazione Grafica

      Gli strumenti di disegno tradizionali e l’alfabetizzazione informatica attraverso i programmi di composizione grafica facilitano l’espressione dell’idea e consentono di correlare gli strumenti di rappresentazione con le nozioni di percezione visiva. L’insegnamento dei principali software per l’elaborazione delle immagini, facilita la valorizzazione dei concept, la gestione delle immagini bidimensionali e la modifica dei contenuti. Il corso di progettazione grafica fornisce allo studente gli strumenti per presentare in modo chiaro e personale la propria creatività e competenza.

    • Product Design 1

      Il corso applica i fondamenti delle metodologie della progettazione e delinea il percorso di realizzazione dell’opera, dal concept all’ipotesi di sviluppo tecnologico e funzionale, con le relative tecniche di comunicazione. Il corso di Product Design 1 è diviso in due moduli: Progettazione Ergonomica e Progettazione 1. Il primo ha l’obiettivo di introdurre lo studente alla conoscenza delle tematiche ergonomiche e degli effetti che esse possono avere sulla progettazione. Nel laboratorio progettuale del modulo di Progettazione 1 lo studente affronta il suo primo progetto, sviluppando un oggetto a bassa complessità, utilizzando metodologia, strumenti e conoscenze tecnologiche acquisite in precedenza.

    • Teoria Della Percezione E Psicologia Della Forma

      Un percorso nel mondo delle percezioni sensoriali e nei processi cognitivi. Il corso illustra le teorie scientifiche che spiegano il funzionamento dei nostri sensi e lo correla alle ricerche della psicologia della forma. Sono affrontati principi di teoria del colore (armonie dei colori, accordi e contrasti cromatici, colori complementari, contrasti di qualità e di quantità) e, attraverso le scienze applicate sono fornite le tecniche per analizzare il rapporto tra oggetto, spazio e persona.

    • Fondamenti Di Marketing Culturale

      Il marketing è inteso come elemento analitico per l’individuazione di nuovi valori che determinano nuovi bisogni applicati agli scenari produttivi e comunicativi. Il corso affronta il suo ruolo nella definizione della strategia di prodotto e la sua relazione con il design. Si approfondisce il concetto di mercato, inteso come segmentazione e come luogo della competizione tra le aziende e la conseguente necessità della ricerca di mercato. Si insegnano le tecniche per le ricerche di posizionamento al fine di impostare strategicamente il valore di marca e di prodotto. Viene affrontato il concetto di target inteso come consumatore e come persona che innesca il processo d’acquisto influenzando il mercato. Infine si affronta il marketing mix, che studia il prodotto in relazione al prezzo e quindi al mercato, per definire tutte le azioni di promozione e pubblicità necessarie per l’affermazione del prodotto.

  • 2 Anno

    • Tipologia Dei Materiali 2

      Il corso approfondisce alcuni argomenti affrontati attraverso un’attività laboratoriale al fine di ampliare le capacità analitiche e la comprensione dei materiali all’interno di un progetto. Si esaminano le caratteristiche fisico-meccaniche di alcune famiglie di materiali in rapporto alle possibili tecnologie di lavorazione, ai relativi vantaggi e rischi. In particolare, l’insegnamento affronta la relazione tra progetto e qualità espressive della materia, includendo anche gli aspetti costruttivi e strutturali. Il corso fornisce le conoscenze tecniche relative all’organismo edilizio con particolare attenzione alle nuove tecnologie e ai sistemi per la riduzione dell’impatto sull’ambiente. Il corso affronta argomenti relativi alle tecnologie, ai materiali, alle soluzioni strutturali e alle fasi lavorative del cantiere.

    • Tecniche E Tecnologie Del Disegno

      A partire dalle tecniche di base apprese in Disegno tecnico e progettuale, il corso implementa le pratiche rappresentative, dal disegno a mano libera agli strumenti multimediali, per favorire la velocità e l’efficacia comunicativa nella presentazione dell’opera. Il progetto è così descritto nelle sue fasi con la modalità più idonea: bozzetti preliminari a mano libera, tecnica pantone,affinamenti di stile con software digitali e realizzazione di rendering e fotorealismi.

    • Storia Del Design 2

      Il corso tratta le principali vicende, movimenti e personaggi del design dal Dopoguerra a oggi con particolare attenzione al design italiano e al fenomeno Made in Italy. Obiettivi sono l’acquisizione e lo sviluppo della capacità di interpretazione critica del progetto di design del passato per imparare a scoprire le tendenze del futuro.

    • Modellistica 2

      L’approfondimento nelle pratiche della modellistica è di supporto ai corsi di progettazione, per i quali sono necessari modelli di studio e di presentazione, fino alla definizione di prototipi. La natura laboratoriale del corso implica l’apprendimento diretto delle tecniche e favorisce la comprensione di geometrie e volumi nonché lo sviluppo di un linguaggio personale.

    • Product Design 2

      Il Corso approfondisce le conoscenze apprese durante il primo anno. Con la guida del docente, lo studente realizza progetti con un maggiore livello di complessità e con una più approfondita definizione di particolari formali e tecnici. Il corso di Product Design 2 è diviso in due moduli: Design Sostenibile e Food Design. Nel laboratorio progettuale Design Sostenibile lo studente si misura con il tema dal punto di vista ambientale e sociale, affrontando problemi di attualità e sviluppando soluzioni innovative attraverso l’utilizzo del metodo Design Thinking. Invece nel laboratorio progettuale Food Design lo studente viene introdotto al vasto, complesso ed interessante settore del Food Design, che comprende la progettazione e ideazione di nuove proposte per le aree di produzione, presentazione, vendita e consumo del cibo e delle bevande.

    • Design 1

      Obiettivo del corso è mettere in pratica i fondamenti delle metodologie della progettazione e delineare il percorso di realizzazione dell’opera, dal concept all’ipotesi di sviluppo tecnologico e funzionale, con le relative tecniche di comunicazione. I laboratori di Interior Design consentono di comprendere il rapporto tra individuo e spazio costruito e verificare quanto la composizione dell’ambiente influisca sulla percezione e le risposte sensoriali degli utenti. Lo studente, a partire da un brief, è chiamato a definire i dettagli costruttivi del progetto.

    • Tecniche Di Modellazione Digitale - Computer 3d

      L’insegnamento comprende l’insieme dei saperi relativi al trattamento digitale delle immagini in ambiente 3D. Durante il corso sono approfonditi i principali software per l’elaborazione delle immagini tridimensionali. Il corso permette l’acquisizione della conoscenza dei modellatori solidi e di rendering 3d utilizzando il software Rhinoceros, finalizzata alla realizzazione di immagini fotorealistiche statiche, postproduzione con fotoritocco e ambientazione del progetto nel contesto, generazione automatica di prospettive, creazione di prospetti e sezioni, ombreggiatura e rendering. La seconda parte del corso è dedicata al rendering con V-Ray e 3D Studio Max e fornisce gli strumenti per visualizzare e verificare ambientazioni tridimensionali con tecniche di illuminazione e applicazione di materiali (texturing) fotorealistiche.

    • Sociologia Dei Processi Culturali

      Si illustrano i principi fondamentali della Sociologia per illustrare le origini storiche della disciplina, le diverse scuole e le differenti metodologie e approcci di analisi. Il corso approfondisce la riflessione sugli stili di vita in cui si generano gruppi affini e sulle dinamiche d’interazione sociale con i relativi processi di diffusione, codici e linguaggi comunicativi.

    • Design Management

      Il corso fornisce le competenze di programmazione, promozione e gestione di attività culturali e progettuali, con particolare riferimento al mercato delle arti applicate e della comunicazione. I principi strategici del marketing, che mirano all’individuazione, allo sviluppo e al lancio di ogni prodotto, sono adattati alle specificità dell’industria creativa. L’insegnamento approfondisce sia gli strumenti di marketing strategico legato all’opera (fasi e modalità di realizzazione, tempistiche, costi e benefici), sia i meccanismi del mercato e dei consumi, del contesto sociale e dei target, destinatari finali del lavoro del progettista.

    • Storia Dell'architettura Contemporanea

      Il corso ha l’obiettivo di sviluppare capacità analitico - critiche finalizzate alla ricerca del proprio linguaggio espressivo progettuale. Il corso teorico - pratico fornisce tutti gli strumenti metodologici per l’analisi, la comprensione e l’interpretazione del linguaggio dei maestri del design e dell’architettura. La ricerca parte dallo studio di un progettista, un periodo o uno stile, mediante analisi di materiale opportunamente schedato, prosegue con un approfondimento conoscitivo delle opere e della filosofia progettuale, fino all’individuazione dei caratteri architettonici e formali, finalizzata alla comprensione del linguaggio espressivo.

  • 3 Anno

    • Product Design 3

      Lo studente è chiamato a misurarsi con un progetto di difficoltà maggiore e ad affrontarlo in autonomia, al fine di ricercare e sviluppare il proprio linguaggio espressivo. Il corso è dedicato alla progettazione avanzata e alla simulazione professionale, affrontando tematiche progettuali in vari settori. Lo studente deve dimostrare di aver acquisito autonomia operativa e capacità di effettuare scelte coerenti e argomentate. Il corso di Product Design 3 è diviso in due moduli: Design per l’Abitare e Robotica e Smart Technologies. Design per l’Abitare: laboratorio di progettazione di oggetti e sistemi per abitare lo spazio, con particolare attenzione agli utilizzi innovativi dei materiali e dei processi produttivi. Robotica e Smart Technologies: il laboratorio progettuale approfondisce la conoscenza dei campi di applicazione della robotica e delle tecnologie di base, applicate alla progettazione.

    • Rendering 3d

      Si approfondiscono le Tecniche della Modellazione Digitale – Computer 3D focalizzandosi sulla produzione di rendering con gli appositi software. Lo studio delle potenzialità espressive e progettuali di tali strumenti digitali conferisce la metodologia necessaria per la modellazione tridimensionale e la gestione dell’intero processo comunicativo dell’opera. Si acquisisce autonomia espressiva e d’interpretazione, dal concept all’animazione dei particolari, alla produzione di video interattivi e flessibili, al foto-inserimento in un contesto reale.

    • Fenomenologia Delle Arti Contemporanee

      Obiettivo principale del corso è fornire allo studente un adeguato background culturale riguardante le iconografie e le estetiche delle arti visive intese in tutte le accezioni più attuali, dal video alla performance, dalla net art all’arte installativa. In tal modo il percorso di studi sul design e la moda potrà essere integrato tramite le suggestioni derivanti dall’immaginario contemporaneo. Uno sguardo critico particolare verrà proposto sulla rappresentazione del corpo.

    • Antropologia Culturale

      Il corso intende identificare le forme e le relazioni simboliche dell’immaginario collettivo, in rapporto a concezione, fruizione e comunicazione dei beni materiali e immateriali nella cultura postindustriale. In particolare, l’insegnamento pone attenzione sulle recenti ibridazioni del design con le pratiche sociali emergenti, i flussi comunicativi, l’ambiente, lo sviluppo tecnologico e la sfera dell’esperienza, scorrendo in parallelo l’evoluzione del senso di territorio e di identità culturale e sociale, che ha modificato la percezione del corpo e dell’abitare lo spazio.

    • Layout E Tecniche Di Visualizzazione

      Il corso conferisce l’insieme di operazioni, metodi e processi per la progettazione visiva orientata alla comunicazione del progetto. Si acquisiscono i diversi strumenti multimediali, offline e online, con particolare riferimento alle tecniche grafiche digitali per la realizzazione, visualizzazione, presentazione e comunicazione del progetto grafico.

    • Design 2

      Lo studente deve dimostrare di aver acquisito una metodologia progettuale nella realizzazione di progetti con un maggiore livello di complessità, affinando la capacità di elaborare concept d’interniall'interno dei laboratori. Il corso si articola in due moduli: Shop Design e Furniture Design. Il modulo di Shop Design affronta il tema progettuale degli spazi destinati alla vendita di prodotti e servizi, attraverso l’ideazione di spazi funzionali ed evocativi allo stesso tempo. Il modulo di Furniture Design mira a formare dei progettisti in grado di rapportarsi con la progettazione a piccola scala, con i processi produttivi legati alla realizzazione di arredi industriali/artigianali e con la progettazione di ambienti complessi in cui la caratterizzazione degli ambienti e delle specifiche funzioni richiede una progettazione mirata.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Davide Angeli

Davide Angeli
Diplomato allo IED di Milano, inizia nel 2004 la propria carriera accanto al maestro Michele De Lucchi. Con lui sviluppa in questi anni progetti nel campo dell’immagine coordinata, del design di prodotto, ma anche dell’architettura e degli allestimenti. Collabora con Ferrari, Intesa Sanpaolo, La Triennale di Milano,  Kartell, Guzzini, Riva 1920 etc. Parallelamente collabora con altre importanti realtà della comunicazione italiana tra le quali Oliviero Toscani Studio e Trivio Quadrivio.  Sito Web: www.amdl.it

Valentina Anzoise

Valentina Anzoise
Laureata in Sociologia, ha conseguito il Dottorato di ricerca in una Società dell'Informazione presso l'Università di Milano-Bicocca. Attualmente è assegnista di ricerca presso lo European Centre for Living Technology (Università Ca' Foscari di Venezia). Interessi di ricerca: Metodologie qualitative, Studi visuali e culturali, Società della conoscenza, Innovazione e sostenibilità.  Linkedin: http://it.linkedin.com/pub/valentina-anzoise/10/39b/258  

Enrico Azzimonti

Enrico Azzimonti
Laureato in Architettura nel 1993 al Politecnico di Milano, dal 1994 si occupa di progettazione architettonica e di Industrial Design. Affianca l'attività didattica alla collaborazione con aziende quali: TVS, Lavazza, Fratelli Guzzini, Coop, Jvc, Diamantini&Domeniconi, Bilumen, Risolì, Bosa, Pavoni Italia. Sito Web: www.enricoazzimonti.it LInkedin: http://www.linkedin.com/pub/enrico-azzimonti/

Marina Botta

Marina Botta
Architetto PhD (Politecnico, Milano e KTH, Stoccolma) ed Environmental Designer (MIT, Boston). Ricercatrice sulla riqualificazione edilizia ed urbana nel rispetto dell’esistente e della sostenibilitá. Ha collaborato con diverse universitá, Istituti di edilizia pubblica ed il Comune di Stoccolma. Propone agli studenti IED un approccio al design che parta dalla consapevolezza delle questioni ambientali. Sito Web: www.marinabotta.se Linkedin: http://www.linkedin.com/pub/marina-botta/12/650/16b

Davide Dell'Orto

Davide Dell'Orto
Diplomato in Product design presso lo IED Milano, ha conseguito un Master in Product design presso IED Milano. Modellista, docente di modellistica, specializzato nella realizzazione prototipi e nella gestione di gruppi per brainstorming. Ha collaborato con gli studi Giallo 108 e Elaboratorio. Collabora con Ied Design Milano in qualità  di docente e assistente di laboratorio.

Stefano Moscatelli

Stefano Moscatelli
Si è laureato al Politecnico di Milano nel 2008 in architettura. Nel 2010 ha conseguito un master in Territorio e Architettura sostenibile al Politecnico di Milano. Ha collaborato con lo studio EMBT di Barcellona. Dal 2011 è docente presso lo IED Milano. it.linkedin.com/in/stefanomoscatelli/ www.studiomoscatelli.com

Mattia Parlangeli

Mattia Parlangeli
Ha conseguito una Laurea in Disegno Industriale e un Master in graphic design management presso l’Istituto Europeo di Design di Milano.Fondatore di Bureaucracy.ws lavora in svariati campi della comunicazione visiva come brand identity, typography, web design per marchi come IED Master, FMI, San Carlo, Red Bull. Web site: www.bureaucracy.wsFB Fan Page: www.facebook.com/Bureaucracy.ws.page

Ruggero Prandi

Ruggero Prandi
Laureato in Design System Product Service, Ruggero Prandi ha sempre collegato la passione per il design industriale, con l'interesse per il marketing. Esperto nella gestione di progetti sia nel settore media e comunicazione su scala internazionale, al giorno d'oggi ha il coordinamento di progetti di marketing integrato per i migliori giocatori del settore assicurativo italiano.

Sergio Antonio Salvi

Sergio Antonio Salvi
Architetto e designer, inizia la sua carriera lavorando nel campo dell’ingegneria, e poi, nel ruolo di project manager, nella ricerca sui polimeri e i nuovi materiali (ENI), fino a quando si rivolge al design. Ora la sua attività è principalmente orientata al design del packaging strutturale e all’alta formazione. E’ l’autore di “Plastica Tecnologia Design”. Linkedin: http://www.linkedin.com/pub/sergio-antonio-salvi/10/881/a8a

Valerio Sommella

Valerio Sommella
Si laurea con lode in Disegno Industriale al Politecnico di Milano. Lavora con Stefano Giovannoni, Marcel Wanders e nel 2009 apre a Milano il suo studio di progettazione. Lavora per clienti italiani ed internazionali allo sviluppo di prodotti di varia natura, dall'arredamento all’illuminazione all'elettronica di consumo. linkedin: http://it.linkedin.com/in/valeriosommella Sito Web: www.sommella.com

Giacomo Sugliano

Giacomo Sugliano
Designer, ha studiato presso lo IED come Industrial Designer. Ha conseguito la borsa di studio per il Master RSP in Industrial Design IED. Dopo alcuni anni di esperienze lavorative presso studi di Design, ha aperto la suo studio nel 2010, lavorando con varie aziende e studi come 3M, Ferrero, Pulse Innovation, Atelier Biagetti, BM Group. Sito Web: www.suradesign.it

Gabriel Weirich

Gabriel Weirich
Laureato in Fashion Design (HAW Hamburg, Germania), ha conseguito un Master alla Domus Academy. Il suo studio è specializzato in product design, trend research, innovation management and design strategy. Riconoscimenti: DAAD, Marlborough Design Award, Red Dot Design Award “Best of the Best”. Linkedin  

Paula A. Callejas Greiffenstein

Paula A. Callejas Greiffenstein

Matteo Moscatelli

Matteo Moscatelli
Matteo Moscatelli è Architetto. I suoi progetti legati al rinnovo ed alla riqualificazione urbana gli hanno fruttato numerosi premi ad importanti concorsi. Si occupa di formazione universitaria in Italia e all'estero. Ha pubblicato la monografia "Zurigo. La ricerca dell'essenziale" (Venezia, 2006) e "Senso e forma dell'architettura contemporanea. Le tecniche del comporre" (Milano, 2009). Scrive per la rivista "Area", per la quale ha curato gli itinerari di architettura contemporanea di Zurigo, Siviglia, Monaco di Baviera e Amburgo.

Diana Larisa Rosioru

Diana Larisa Rosioru
Laureata in Disegno Industriale, lavora come Interior Designer. Ha conseguito un Master in Interior Design nel 2012 presso lo IED, specializzandosi nella comunicazione dei progetti, insegnando ora per il Master stesso nel corso “Communication Lab”, trasmettendo la metodologia progettuale e le competenze nella comunicazione di un progetto.

Filippo Protasoni

Filippo Protasoni
Ha studiato in Italia ed in Norvegia, dove ha sviluppato una metodologia distintiva che applica a scale di progetto differenti: nel 2009 ha aperto il suo studio a Milano. Il suo lavoro è focalizzato su Product ed Interior Design: realizza progetti, per hotellerie, retail, spazi commerciali; prodotti industriali, di light design e piccole edizioni limitate al confine tra arte e design. Insegna allo IED di Milano ed allo IED Management Lab.

Giulia Tacchini

Giulia Tacchini
Laurea Magistrale in Product Design al Politecnico di Milano con una tesi sull’introduzione di nuove proteine nella nostra alimentazione, ovvero insetti come nuova fonte alimentare. Mi sono sempre occupata di progettazione. Ho iniziato come industrial & product designer per poi concentrarmi sul food design. Ho una vera passione per la fase di ricerca progettuale, per questo appena posso leggo, studio e mi aggiorno sui nuovi metodi legati al design thinking e human centred design. La cucina ha sempre fatto parte della mia crescita, dal mercato di Spezia, all’ orto di mio nonno fino alla cucina di mamma a Milano. Oggi unisco progettazione e food con l'intento di comunicare e raccontare delle storie. Ho scritto per Essen A taste magazine, leifoodie e Dispensa, ho lavorato nel mondo del food event e come food stylist, credo fermamente che oggi il cibo sia il veicolo più forte per poter consapevolizzare le persone.

Filippo Tazzari

Filippo Tazzari
Diplomato in Arte, dal 1997 si occupa, nel proprio studio, di progettazione e realizzazioni legate a mosaico, design e elaborazioni virtuali. Oltre a numerose collaborazioni con studi d'architettura, atelier artistici ed importanti designer, partecipa a varie mostre a Milano,Parigi,Strasburgo,Miami. Dal 2001 è docente presso vari centri di formazione ed istituti privati in Lombardia e dal 2007 è docente presso lo I.E.D Design Milano. linkedin: it.linkedin.com/pub/filippo-tazzari/32/422/7a3/ website: http://www.tazzaridesign.com