Food Design

Corso Formazione Avanzata - Roma

Scarica la brochure

Obiettivi formativi:

Il cibo è ormai considerato un’esperienza sensoriale. Le aziende operanti nel settore alimentare riconoscono la necessità di una nuova figura professionale che funga da punto di riferimento per i diversi soggetti coinvolti nella complessa attività di progettazione dei nuovi prodotti. Il Corso di Formazione Avanzata in Food Design prepara un professionista in grado di lavorare con esperti di marketing, ingegneri operanti nell’area tecnica, consulenti di mercato, l’unità creativa di graphic design, persone responsabili del communication design e della creazione di siti. Il Food Designer è capace di progettare tutte le situazioni in cui il cibo si produce, si vende, si consuma, si comunica.

Sbocchi professionali:

Il Food Designer può lavorare come libero professionista e fornire consulenze a catene alimentari, gestori di locali, inventori di format, studi di comunicazione dedicata. La sua formazione gli consente di trovare una posizione anche nelle aziende che operano nella filiera agroalimentare a livello industriale, sia in Italia sia nel mondo.

  • Partenza
    Gennaio 2017
  • Durata
    7 mesi
  • Frequenza
    weekend
  • Lingua
    Italiano

A chi è rivolto:

Il Corso di Formazione Avanzata in Food Design è rivolto a Professionisti, laureati nei settori Architettura, Industrial Design, Interior Design, Product Design, Manager d’impresa, Responsabili Prodotto azienda (alimentare, visual, allestitivo), Responsabili punto vendita (Store Promotion), Responsabili organizzazione di eventi legati al Food, Chef, Scuole di Formazione Alimentare.

Requisiti d’accesso:

Lauree di primo o secondo livello; esperienze professionali nel settore.

Indirizzi di specializzazione:

Il Corso di Formazione Avanzata in Food Design si propone di formare referenti per il design innovativo e per i progetti di comunicazione riguardanti il contenuto/la forma e il packaging/packing del cibo così come delle aree in cui il cibo è venduto e consumato. I Food Designer, professionisti attenti alle nuove tendenze di consumo, sono in grado di spiegare l’esperienza dell’alimentazione attraverso principi estetici, di valore e di performances che caratterizzano il punto di vista attuale. Coinvolti nel complesso meccanismo che regola il settore dell’alimentazione sia a livello di produzione sia di utilizzo finale, sono in grado di comunicare con gli Interior Designer, i Graphic Designer e gli addetti alla comunicazione.

Struttura e metodologia:

Il percorso formativo utilizza una metodologia dinamica ed efficace che comprende lezioni teoriche, esercizi pratici individuali o di gruppo, attività laboratoriali, partecipazioni a fiere, visite presso aziende operanti nel campo dell’alimentazione, a studi di design e a realtà legate alla ristorazione, seminari e interventi di esperti che lavorano nel settore, e un esame finale.

Il corso prevede una prima fase propedeutica e d’introduzione al concetto di cibo. Si esamina il rapporto tra cibo e design, tra cibo e cultura. Lo studente affronta diverse tematiche inerenti alla sociologia dei consumi e del comportamento collettivo in relazione al cibo e al tasting dei prodotti.

Molta attenzione è dedicata ai princìpi della comunicazione e al marketing. Si affronta il giornalismo enogastronomico, si analizzano i media e le fiere più importanti dedicate al settore.

La seconda fase del percorso didattico è dedicata alla progettazione e al design del cibo: prodotto industriale, ristorazione, estetica del cibo,Tea & Chocolate experience. Si studiano le tipologie e i materiali nell’ambito del packaging design, in particolare la metodologia e la progettazione del packaging strutturale e grafico.

La didattica stimola l’analisi critica delle modalità della fruizione, dell’ergonomia e della sostenibilità. Si studia il design dei luoghi del consumo del cibo (princìpi, tipologie e materiali) e il sound design per il Food.

Completano il percorso di studi i seminari su Design e Territorio, Excellence Food 1 (Chef da stelle), Innovazione di prodotto, Packaging over the world, Excellence Food 2 (Chef da stelle), Color Food (tutti i colori del cibo).

Al termine del Corso di Formazione Avanzata in Food Design è previsto un project work finale.

  • Introduzione al concetto di cibo

    • Introduzione al Food Design

      Il design ed mondo del food // Il design ed mondo dell’alimentazione

    • Cibo e cultura

      La cultura del cibo // Sociologia dei consumi e del comportamento collettivo in relazione al cibo

    • Comunicazione e Marketing di Settore

      Il tasting dei prodotti e delle esperienze legate al cibo // Principi e leve di marketing // Il giornalismo enogastronomico // I media e i saloni dedicati al settore // Marketing e comunicazione

  • La progettazione per il cibo

    • Il progetto del cibo

      La comunicazione del prodotto alimentare // Design del cibo: il prodotto industriale // Design del cibo: la ristorazione // Estetica del cibo // Tea & Chocolade experience

    • Packaging

      Analisi critica della modalità della fruizione // Packaging Design: principi, tipologie e materiali // Progettazione Packaging strutturale – Metodologia // Progettazione Packaging grafico – Metodologia

    • Luoghi del consumo del cibo

      Analisi critica delle modalità della fruizione - Ergonomia e sostenibilità // Design dei luoghi: principi, tipologie e materiali // Design dei luoghi – Metodologia // Sound Design per il Food

    • Project work finale

      Progettazione finale

  • Seminari

    • Design e Territorio

    • Excellence Food 1 (Chef da stelle)

    • Innovazione di prodotto

    • Excellence Food 2 (Chef da stelle)

    • Packaging over the world

    • Color food: tutti i colori del cibo

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Nerina Di Nunzio - Coordinatore Del Master

Nerina Di Nunzio - Coordinatore Del Master
Esperta di comunicazione e marketing digitale, ha lavorato nelle TLC, in banca e nella formazione, si è specializzata sui temi dell’eno-gastronomia, è stata per 7 anni Marketing Manager di Gambero Rosso rinomata casa editrice food. Fondatrice di Food Confidential, insegna e progetta corsi per IED, e altre scuole di alta formazione post universitaria. Ha pubblicato per Coldiretti un libro sulla vendita diretta dei prodotti biologici in Italia. Parla inglese, spagnolo, francese.

Francesco Subioli - Coordinatore del Master

Francesco Subioli - Coordinatore del Master
Designer, laureato all'Isia di Roma nel 1989. Art director e Project manager nel campo della progettazione, Industrial design, Graphic design, Exhibition design, prima come socio dello Studio Random e ora come libero professionista e socio dello Studio Kromosoma Attività  di docenza e formazione professionale in vari Istituti e Università  e Coordinatore del Master in Food Design allo Ied. Attualmente è Presidente di Adi Umbria.

Paolo Barichella

Paolo Barichella
Conosciuto come uno dei più importanti Food designer italiani è fondatore di Food Design Advisory and Management società di consulenza che si occupa di Brand Building e  Service deign per il mondo HORECA. www.barichella.it  www.cucinaefficace.it  

Ilaria Legato

Ilaria Legato
Professionista FERPI, consulente in design della comunicazione. www.ilarialegato.com

Paolo Zaccaria

Paolo Zaccaria
Nato a Udine nel 1961, Paolo Zaccaria si è laureato in Filosofia presso la cattedra di Estetica all’Università  "La Sapienza" di Roma. La passione per vino, birra e cibo di qualità  è nata durante gli studi universitari: negli anni ’80 segue i tre corsi AIS per diventare sommelier, gestisce la birreria "Tusitala" e lavora in diversi locali romani. Nel 1990 si trasferisce a Bruxelles, dove è ricercatore al Centre Européen pour L'Étude de l'Argumentation dell'Université Libre de Bruxelles, insegna filosofia alla Scuola Europea e insieme a Benoà®t Timmermans cura e traduce in francese l'Estetica di Hegel (Le Livre de Poche, 1997). Dal suo rientro a Roma nel 2001 collabora con il Gambero Rosso, sia per le guide Vini d’Italia e BereBene che scrivendo numerosi articoli sul mondo del vino e della birra sull'omonima rivista mensile. àˆ docente principale per i corsi sul vino alle Scuole della Città  del Gusto a Roma. Nel 2011 crea insieme a Erica Battellani www.viadeigourmet.it.

Gabriele Zanatta

Gabriele Zanatta
Giornalista milanese, 40 anni tondi tondi, una laurea in filosofia, è autore e caporedattore della presente Guida dalla prima edizione e, da maggio 2011, del sito bilingue identitagolose.it. Scrive/ha scritto per Amica, Apicius, Capital, GQ, Il Giornale, Monsieur, Spirito di Vino e Zagat. Tiene lezioni di gastronomia ai master di Gambero Rosso e Ied.

Luca Maria De Nardo

Luca Maria De Nardo
Luca Maria De Nardo, 50 anni, vive e lavora a Milano come giornalista, editore e consulente aziendale (Elledଠsrl). Da 18 anni si occupa di packaging in tutti i suoi principali aspetti, da quelli legati alla comunicazione (design & marketing) fino a quelli tecnici (materiali e macchine) e normativi. Gestisce e promuove il sito web www.packagingobserver.com, pubblica il bimestrale cartaceo COM.PACK, è coordinatore editoriale per Imballaggi & Riciclo (organo di informazione di Assoimballaggi, Conlegno e Rilegno).

Virginio Briatore

Virginio Briatore
Virginio Briatore, 1955, Piemonte, è un filosofo del design e un osservatore dei linguaggi contemporanei. Su questi temi ha tenuto seminari e workshop in Italia e all’estero, pubblicato 11 libri, 480 articoli, coordinato ricerche ed e-competition per Lavazza, Epson, Samsung, Citroà«n, Martini&Rossi, JVC, Dainese, Guzzini, Safilo, Panasonic, Lago. Dal 1996 tiene la rubrica Giovani Designer su INTERNI . Scrive per Casamica, D.La Repubblica delle Donne, DAMn° (Bruxelles), Casa Vogue Brasil. Lavora a Milano e vive a Ravenna, con la moglie Rita e i figli Luigi, 1996 e Valentino, 1998.

Federico De Cesare Viola

Federico De Cesare Viola
Giornalista enogastronomico ed esperto di comunicazione, è collaboratore fisso del quotidiano Il Sole 24 Ore per le pagine di Stile e Tendenze e per i portali Luxury24 e Moda24. Collabora inoltre, per i temi di food, wine e travel, con altre autorevoli testate, tra cui: La Repubblica, Vanity Fair, L’Uomo Vogue, AD e Identità  Golose. In passato ha lavorato diversi anni nella redazione guide del Gambero Rosso. àˆ coordinator e lecturer dei corsi "Food and Culture" e "Food and Media" per UIUC - University of Illinois at Urbana Champaign. Insegna "Aspetti culturali e psicosociali della ristorazione nel mondo", "Storia della Gastronomia" e "Food Advertising" al Master in Food and Wine Communication dello IULM di Milano. Nel 2012 ha vinto il premio "giovani stelle" della guida internazionale Identità  Golose come giornalista enogastronomico dell’anno. Ha curato la comunicazione delle due campagne "Integration Day" e "#DammiPià¹Voce" realizzate dalla Saatchi & Saatchi per CoorDown, premiate con 7 leoni d’oro, 2 argenti e 2 bronzi al Festival Internazionale della Creatività  di Cannes.

Marika Aaksson

Marika Aaksson
Industrial Designer, nata in Svezia, ha lavorato a livello internazionale nel product, packaging, graphic, furniture, lighting e medical design. Insegna progettazione e dal 2009 coordina i corsi in Product Design a IED Roma.

Marco Pietrosante

Marco Pietrosante
Marco Pietrosante designer, si è laureato all’ISIA di Roma. Tra i fondatori dello Studio Random, si è occupato di progettazione industriale, grafica, allestimento di spazi culturali e commerciali, collaborando con le pi๠alte Istituzioni Pubbliche ed enti privati. Si occupa della progettazione industriale legata al mondo del food e della sostenibilità . Produce eventi culturali legati al design con ADI. Insegna presso la Scuola di Design di IED Roma.

Umberto Giraudo

Umberto Giraudo
Front of the House Quality Manager at the Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotels & Resorts since beginning 2013, responsible for brand performance in luxury service for the Front desk , concierge and guest relations. Born in Rome in 1972, he graduated from the hospitality management institute and meanwhile began to gain work experience on board of the Costa Cruises. He then moved to England followed by a long period in France, where he worked for 8 years in Alain Ducasse’s restaurants in Monte Carlo and Paris. In 1999 he landed in the court of Heinz Beck at La Pergola for the past 13 years. Best Maà®tre for Guida l’Espresso in 2001 and Premio Veronelli in 2008. He was honoured as Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana in 2005, concluding his carrier in Food and Beverage being awarded Gran Prix de l’Art de la Salle 2011 from the « Académie Internationale de la Gastronomie »

Mauro Olivieri

Mauro Olivieri
Si occupa di design, visual design, comunicazione, interior design, food design. Studioso e progettista di Brand dei Sistemi Territoriali e comunicazione sul territorio. Membro del Dipartimento Progettisti dell’Associazione ADI e responsabile scientifico del gruppo food design dello stesso. Responsabile corsi di formazione sul design e l’interior design, comunicazione visual design e food design. DSi occupa della direzione artistica e/o immagine grafica di diverse aziende.Premiato con menzione d’onore alla ventitreesima edizione del Premio Compasso d’Oro ADI con il progetto Campotti, formato di pasta prodotto dal Pastificio dei Campi.