Design del Gioiello

Specializzazione in Design del Gioiello

Corsi Triennali e Post Diploma - Roma

Scarica la brochure

Il Designer del Gioiello sviluppa e gestisce il progetto di una collezione di gioielli, di orologi o di occhiali, diventando interprete delle tendenze e degli stili del consumo, delle esigenze del mercato, delle dinamiche sociali. Il Designer del Gioiello è capace di esprimere una risposta progettuale creativa, innovativa e coerente con i requisiti economici, ergonomici, produttivi, materici, di rappresentazione e modellazione nei settori dell’alta gioielleria, del gioiello moda e degli accessori, di orologi e occhiali. Tra impresa e creatività, il suo lavoro unisce competenze progettuali e tecniche ad un’ampia cultura del design, della moda e dell’arte.

Opportunità professionali - Jewelry Designer, Fine Jewelry and Watches Designer, 3D Modelling Designer, Product Developer, Eyewear Designer, Trend Researcher.

Titolo rilasciato - Il corso è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai titoli di Laurea di I Livello rilasciati dalle Università.
 
Scopri le pagine delle professioni creative: Designer del Gioiello
 

Il corso è erogato anche presso la sede di: Milano -  Torino - 
  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

Contesto – Il Designer del Gioiello ha una forte preparazione tecnica, a cui si sommano una ampia preparazione sulla cultura del design, della moda e dell’arte. Possiede capacità di interpretare le tendenze e gli stili del consumo, le esigenze del mercato, le dinamiche sociali, i linguaggi formali, filosofia e la cultura dell’azienda che diventano matrice indispensabile nell’esprimere una risposta progettuale creativa ed innovativa. 

Metodologia e struttura – Il percorso formativo è strutturato per fornire allo studente un’approfondita preparazione tecnica, una forte capacità di ricerca e analisi, una corretta metodologia per affrontare efficacemente la progettazione di una collezione di gioielli e la realizzazione concreta di prototipi.

Materie come storia della moda, del design e del gioiello, permettono di sviluppare una solida formazione culturale che contribuisce alle capacità di osservare la società e l’ambiente circostante, evidenziarne i segni e i simboli fondamentali e tradurli in prodotti innovativi

Al centro del percorso, l’acquisizione di un’efficace metodologia di progettazione e la conoscenza di strumenti e tecniche fondamentali per il design dei gioielli come il disegno, attività laboratoriali, modellazione 3D rhinoceros, rendering. A disposizione degli studenti, un Iaboratorio orafo perfettamente attrezzato in cui poter sperimentare diverse tecniche grazie agli strumenti di prototipazione 3D più avanzati.

Per poter interagire con diverse figure professionali e per poter curare l’intera filiera produttiva, dall’idea alla distribuzione, nel corso viene affrontato l’approfondimento delle dinamiche economiche, delle logiche industriali e delle strategie di marketing e comunicazione di settore. 

  • I anno

    • Storia dell’Arte Contemporanea

      Obiettivo del corso è la conoscenza dei principali movimenti artistici e dei loro protagonisti nella modernità e nell’era contemporanea; accanto allo sviluppo storico dell’arte, si intende approfondire la comprensione critica dei codici artistici e dell’opera d’arte come testo visivo complesso e come fenomeno che racconta le evoluzioni culturali, sociali ed estetiche, colto in particolar modo nelle sue relazioni con altre forme di espressione e comunicazione quali la fotografia, la pubblicità, il cinema.

    • Metodologia della Progettazione

      Come nasce un’idea e come la si trasforma è materia di studio di Metodologia della progettazione. Il corso fornisce gli strumenti analitici per esaminare il rapporto tra il prodotto e i processi alla base della sua realizzazione. L’insegnamento percorre le differenti fasi, dalla formulazione dell’idea allo sviluppo dell’oggetto, e consente sia l’individuazione degli strumenti corretti, sia la gestione degli aspetti che intervengono nella formazione, costruzione e rappresentazione dell’attività creativa. 

    • Tipologia dei Materiali 1

      La conoscenza del comportamento dei materiali fornisce gli strumenti per tradurre l’idea in opera e comprendere le potenzialità espressive delle diverse materie, tradizionali e sperimentali. Le caratteristiche fisiche, chimiche e morfologiche dei materiali sono esaminate con lezioni teoriche, in cui si verificano anche le tecniche di trasformazione e i processi di lavorazione, industriali e artigianali. 

    • Disegno Tecnico Progettuale

      Il corso fornisce il linguaggio grafico necessario per acquisire autonomia espressiva. Si prevede anche il disegno del vero, inteso come rappresentazione a mano libera e schizzi preparatori per la comunicazione delle proporzioni. I contributi di Disegno Tecnico sono finalizzati all’acquisizione della consapevolezza spaziale, ovvero la capacità di scomporre le geometrie e i volumi, reali e immaginati, e alla sperimentazione delle tecniche grafiche per la rappresentazione bi e tridimensionale. 

    • Storia del Design

      Il corso offre un percorso ragionato e documentato per evidenziare movimenti, scuole, istituzioni, aziende e progettisti che hanno delineato l’evoluzione e le tendenze del design del gioiello in Italia e nel mondo. Si stimola una lettura critica delle espressioni progettuali con l’obiettivo di fornire strumenti conoscitivi e metodologici per collocare le opere non soltanto all’interno di un quadro cronologico, ma soprattutto nel più ampio panorama sociale, economico e culturale.

    • Modellistica 1

      Il corso fornisce gli strumenti teorici e pratici per la costruzione di modelli, realizzati nei materiali più idonei alla tipologia del progetto. La visione tridimensionale permette di esaminare l’idea e di verificarne la fattibilità rispetto alle tecniche di lavorazione. Il corso pone l’accento sulla natura pratica e sensoriale dell’esperienza, sviluppando una capacità di visione tridimensionale. 

    • Progettazione Grafica

      L’alfabetizzazione informatica, attraverso i programmi di composizione grafica, facilita l’espressione dell’idea e consente di correlare gli strumenti digitali di rappresentazione con le nozioni di percezione visiva. L’insegnamento dei principali software per l’elaborazione grafica faciliterà la valorizzazione dei concept, la gestione delle immagini e la modifica dei contenuti. 

    • Design del Gioiello 1

      Il corso analizza le componenti del gioiello, attraverso l’osservazione diretta di ogni dettaglio e l’applicazione delle tecniche di lavorazione. Contributi di ergonomia sono introdotti per una più corretta progettazione. Esercitazioni grafiche consentono di acquisire le prime conoscenze sulle forme e a condurre una ricerca sui materiali, il mercato orafo e i relativi strumenti di comunicazione. Lo studio presuppone un percorso di conoscenza progressivo, attento alle specificità merceologiche, tecnologiche, commerciali e della committenza. 

    • Semiotica dell’Arte

      Finalità del corso è imparare a leggere i rapporti fra contenuto, testi, immagine e i processi narrativi, adottati dalle diverse forme della comunicazione visiva e dall’universo mediale. L’apprendimento metodologico consiste nell’esame dell’unità fra forma e contenuto, degli effetti estetici e dei regimi di fruizione. Attraverso una valutazione critica del linguaggio delle opere visive si individuano gli aspetti più efficaci in termini di comunicazione. 

    • Teoria della Percezione e Psicologia della Forma

      Un percorso nel mondo delle percezioni sensoriali e nei processi cognitivi. Il corso illustra le teorie scientifiche che spiegano il funzionamento dei nostri sensi e lo correla alle ricerche della psicologia della forma. Sono affrontati principi di teoria del colore (armonie dei colori, accordi e contrasti cromatici, colori complementari, contrasti di qualità e di quantità) e, attraverso le scienze applicate, sono fornite le tecniche per analizzare il rapporto tra oggetto, spazio e persona. 

  • II anno

    • Storia della Moda

      Il corso affronta l’evoluzione degli stili e del gusto nella moda occidentale, dalla metà dell’Ottocento alla metà del Novecento. L’insegnamento analizza i processi sociali e tecnici che hanno caratterizzato i cambiamenti avvenuti nel sistema moda, anche attraverso la presentazione di casi studio di stilisti e collezioni. 

    • Tipologia dei Materiali 2

      Il corso approfondisce alcuni argomenti di Tipologia dei Materiali 1, al fine di ampliare le capacità analitiche e la comprensione dei materiali all’interno di un progetto. In particolare, l’insegnamento affronta la relazione tra progetto e qualità espressive della materia, includendo anche gli aspetti costruttivi e strutturali.

    • Tecniche e Tecnologie del Disegno

      A partire dalle tecniche di base apprese in Disegno Tecnico e Progettuale, il corso implementa le pratiche rappresentative, per favorire la velocità e l’efficacia comunicativa nella presentazione dell’opera. Il progetto può essere così descritto nelle sue fasi con la modalità più idonea: bozzetti preliminari a mano libera, tecnica pantone e realizzazione di rendering. 
       

    • Storia delle Arti Applicate

      Il corso offre un percorso ragionato e documentato per evidenziare movimenti, scuole, istituzioni, aziende e progettisti che hanno delineato l’evoluzione e le tendenze del design del gioiello in Italia e nel mondo. Il corso stimola una lettura critica delle espressioni progettuali con l’obiettivo di fornire strumenti conoscitivi e metodologici per collocare le opere non soltanto all’interno di un quadro cronologico, ma soprattutto nel più ampio panorama sociale, economico e culturale. 

    • Modellistica 2

      L’approfondimento nelle pratiche della modellistica è finalizzato al supporto dei corsi di progettazione, per i quali sono necessari modelli di studio e di presentazione, fino alla definizione di prototipi. La natura laboratoriale del corso implica l’apprendimento diretto delle tecniche di modellazione e favorisce la comprensione di geometrie e volumi. Si contribuisce alla ricerca di un linguaggio personale e si forniscono gli strumenti necessari per dare vita e concretezza alle idee già sviluppate nella progettazione. 

    • Design del Gioiello 2

      L’insegnamento approfondisce le nozioni apprese nel primo anno, e stimola lo studente attraverso la realizzazione di progetti con un maggiore livello di complessità e con una più approfondita definizione di particolari formali e tecnici. I percorsi progettuali affrontano la gioielleria nei suoi diversi aspetti: gioielleria, oreficeria e gioiello sperimentale, con particolare attenzione al pubblico di riferimento e alle tecniche correlate. 

    • Design

      Sono esaminati nello specifico i singoli procedimenti inerenti la progettazione del gioiello e dell’accessorio. Dall’indagine storica dei modelli classici e dei riferimenti di stile, alla scelta dei materiali nelle diverse applicazioni, dalle bozze di progetto agli esecutivi. Sono inoltre analizzate le strategie di marketing del settore e diverse case history. È inoltre previsto un approfondimento del bijoux moda, dell’occhialeria e della metalleria contemporanea. 

    • Tecniche di Modellazione Digitale - Rhinoceros 3D

      Il percorso formativo si concentra sull’acquisizione della metodologia progettuale finalizzata alla realizzazione di una collezione di gioielli. I contenuti dei moduli didattici sono orientati all’approfondimento delle conoscenze legate all’osservazione della realtà, alla decodifica dei segni e allo sviluppo di un’idea iniziale, sulla quale lavorare fino a tradurla in un prodotto. Ciò comporta l’apprendimento di alcuni fondamentali tecnici e metodologici come l’organizzazione di un book di progettazione. 

    • Design Management

      Il corso fornisce le competenze di programmazione, promozione e gestione di attività culturali e progettuali, con particolare riferimento al mercato delle arti applicate e della comunicazione. I principi strategici del marketing, che mirano all’individuazione, allo sviluppo e al lancio di ogni prodotto, sono adattati alle specificità dell’industria creativa, con l’obiettivo di comprendere e anticipare, le aspettative e i bisogni di consumatori e fruitori 

    • Sociologia dei Processi Culturali

      Obiettivo del corso è sviluppare nello studente la capacità di leggere e interpretare i comportamenti e le dinamiche sociali in cui l’opera s’inserisce, comprendere la dimensione socio-culturale delle situazioni d’uso e acquisire la consapevolezza dei significati sottesi al progetto. I principi fondamentali della Sociologia sono forniti per illustrare le origini storiche della disciplina, le diverse scuole, le differenti metodologie e i differenti approcci di analisi. 

  • III anno

    • Design del Gioiello 3

      L’insegnamento prevede una sessione di progettazione creativa, le cui attività consentono di applicare le conoscenze acquisite (modellistica, renderizzazione e presentazione grafica multimodale) e le nuove metodologie d’indagine, più espressive e sperimentali. Lo studente è chiamato a verificare la realizzazione di molteplici soluzioni ornamentali. 

    • Rendering 3D

      Il corso approfondisce gli insegnamenti di Tecniche della modellazione digitale – Computer 3D, focalizzandosi sulla produzione di rendering con gli appositi software. L’approfondimento delle potenzialità espressive e progettuali di tali strumenti digitali conferisce la metodologia necessaria per la Modellazione Tridimensionale e, soprattutto, la gestione dell’intero processo comunicativo dell’opera. 

    • Ambientazione Moda

      Il corso fornisce la conoscenza di mezzi e tecnologie per l’ambientazione della moda, poiché nella presentazione di una collezione è fondamentale interpretare la filosofia del brand, lo spirito del tempo e le aspirazioni delle persone e tradurle in spazi creativi ed espressivi. 

    • Fenomenologia delle Arti Contemporanee

      Obiettivo principale del corso è fornire allo studente un adeguato background culturale riguardante le iconografie e le estetiche delle arti visive intese in tutte le accezioni più attuali, dal video alla performance, dalla net art all’arte installativa. In tal modo il percorso di studi sul design e la moda è integrato tramite le suggestioni derivanti dall’immaginario contemporaneo. Viene proposto uno sguardo critico particolare sulla rappresentazione del corpo. 

    • Storia dell’architettura Contemporanea

      La storia e la prassi dell’architettura sono analizzate con particolare attenzione alle metodologie progettuali e all’ambito socio-tecnico. L’insegnamento inquadra la produzione architettonica in relazione alla formazione, ricerca scientifica e produzione del design. Dopo aver affrontato i fondamentali processi culturali e tecnici della seconda metà dell’Ottocento, il corso approfondisce l’eredità del movimento moderno e la sua espressione nei diversi contesti geografici, europei ed extra continentali. 

    • Design del Gioiello 4

      Il percorso formativo si concentra sull’acquisizione della metodologia progettuale finalizzata alla realizzazione del Progetto di Tesi finale. Ciò comporta l’apprendimento di alcuni fondamentali tecnici e metodologici, come organizzare un book di progettazione. Momento per individuare e valorizzare le proprie attitudini e i progetti in ambito professionale. 

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Paola Pattacini – Coordinamento Didattico Scuola di Moda IED Roma

Paola Pattacini – Coordinamento Didattico Scuola di Moda IED Roma
Esperta di tessuti, stampe, lavorazioni e ricami. Ha iniziato la sua carriera nel gruppo Max Mara, arrivando ad affiancare Gianfranco Ferrè nella ricerca dei tessuti e successivamente nel coordinamento delle Collezioni e delle sfilate. Per dieci anni ha vissuto a Parigi lavorando per Dior nel periodo in cui le Collezioni di Alta Moda e P.aP. erano disegnate da Gianfranco Ferrè. Tornata in Italia, collabora con Ferrè fino al 2007. Successivamente ha collaborato con la Maison Gattinoni per le Collezioni di Alta Moda, è stata Fashion Coordinator delle Linee di Marina Rinaldi del gruppo Max Mara, ha diretto l’ufficio accessori di Ermanno Scervino. Attualmente è fashion Coordinator della DiLiborio brand di nicchia nel mondo del lusso di ricerca, presente in boutique come Corso Como Milano, Antonioli Bologna etc.

Luca Bartoleschi - Coordinatore del corso

Luca Bartoleschi - Coordinatore del corso
Dal 1981 al 2007 lavora nel gruppo Bulgari fino a diventare nel 1995 Responsabile e poi Direttore del Centro Design Bulgari. In questo ruolo ha diretto per oltre dodici anni le attività di ideazione e progettazione delle linee di gioielleria ed orologeria del gruppo. Dal 2007 al 2008 è Collaboratore Stilistico per le linee di gioielleria della Chimento Gioiellieri. Dal 2009 ha un’attività indipendente per la consulenza, la progettazione e la realizzazione di gioielleria per aziende e clientela privata.  

Alessio Tommasetti

Alessio Tommasetti
Architetto e Dottore di Ricerca in Scienze della Rappresentazione e del Rilievo presso La Sapienza, Università degli Studi di Roma, Prima facoltà di Architettura Ludovico Quaroni. Dal 2006 ottiene contratti di docenza per il corso di Disegno Automatico presso La Sapienza. Nel 2007 fonda lo studio associato di Architettura D’arc.Studio con sede a Roma. Si occupa di progettazione, modellazione digitale e prototipazione, renderizzazione avanzata, animazione, montaggio video e compositing ed effetti speciali per il cinema e videoclip musicali.

Barbara Brocchi

Barbara Brocchi
Illustratrice, Art Director e Product Designer collabora con studi di comunicazione, cinema, teatro, gruppi editoriali, studi pubblicitari, aziende di moda, gioiello e aziende di prodotto e d’arredo. Fra le principali clienti: Gattinoni, Bottega Veneta, Vouge, Superstudio Mi, Ittierre, Tommasoni, Villa d’Este Design, TJF Trend srl, Ed. Paoline, Ed. Mondadori, Zanfi Editore, Campo Marzio, North Sails, Coppa America, Domus Academy, Curcio Editore. Ha lavorato come Characters Designer per Essebicinema. È Docente presso IED dal 1986.

Carlo Maria Sambati

Carlo Maria Sambati
Dopo una formazione come orafo e prototipista in metallo e cera, collabora con aziende nazionali ed estere per la riqualificazione del campionario e la progettazione di linee d’oreficeria, gioielleria e bigiotteria, realizzando modelli e campioni. Al lavoro di Designer accompagna quella di ricerca di tendenze di mercato e strategie di comunicazione del prodotto. Dal 1988 si occupa di formazione, in qualità di progettista di corsi e docente. Dal 2006 collabora con l’area marketing dello Studio Concept di Roma e di editing per il settore lusso.

Paolo Mangano

Paolo Mangano
Diplomato presso lIstituto Gemmologico Italiano apre un suo laboratorio a Roma dove lavora per diverse firme tra Roma, Milano e Rio de Janeiro e Bahamas: Giorgio Vigna, Hedy Martinelli, Lucia Odescalchi, Pasquale Santoro, Galleria Stefania Miscetti, Fratelli Campana, Enzo Cucchi, Paolo Canevari, Astengo De Lama, Barbara Abate Russo e Paola Spinetti.

Simona Petrollini

Simona Petrollini
Art Director, laureata in Architettura e specializzata in Comunicazione Visiva, lavora come Consulente per agenzie di pubblicità e comunicazione nel settore dei beni di lusso.

Gioia Capolei

Gioia Capolei
Designer e Docente, si è diplomata in Design del Gioiello nel 1987 presso IED Roma. La vasta attività di Progettista in collaborazione con aziende leader del settore le ha permesso di affrontare molteplici tipicità della gioielleria italiana ed estera, con una particolare attenzione alle esigenze e alle dinamiche del mercato. Ha collezionato riconoscimenti e premi nazionali e internazionali. Sviluppa in proprio interessanti collezioni in metallo e pietre naturali tra cui ”la rosa del deserto” realizzata in bronzo citata in numerose pubblicazioni.

Ilaria Ferrini

Ilaria Ferrini
Dopo gli studi in geologia si diploma in gemmologia presso l’Istituto Gemmologico Italiano. Per migliorare le tecniche di analisi e classificazione sceglie di diplomarsi come analista diamante presso l’Hoge Raad voor Diamant di Anversa. È poi docente all’Istituto Gemmologico Italiano; è analista per diamanti, gemme colorate e perle. È Socia di uno studio di gemmologi che offre perizie e consulenze di gioielleria, l’organizzazione di mostre e la produzione di testi di carattere gemmologico.

Stefano Cassio

Stefano Cassio
Laureato in Architettura a La Sapienza, prosegue gli studi a Vienna presso la HfAK. Progetta interni, spazi espositivi, componenti audio, elementi e complementi d’arredo. Dal 1987 è Docente presso IED Roma, con incarichi di coordinamento fino al 2007. È direttore della scuola di Design IED Roma dal 2000 al 2009 e del Centro Ricerche dal 2009 al 2013. Presidente ADI Lazio dal 2009, fa parte del Comitato Tecnico Scientifico per la Formazione ADI.

Paola Volpi

Paola Volpi
Vive e lavora a Roma. Dal 2001 la sua linea di gioielli è esposta e venduta nei migliori negozi e Musei di design del mondo fra cui il MoMa di New York, MCA di Chicago o il Musée des Arts Decoratifs di Parigi oltre che nel suo punto vendita romano. Ha collaborato con Chimento Gioielli nella ricerca dei materiali innovativi e con il Palazzo delle Esposizioni di Roma per l’allestimento del bookshop creando oggetti per allestimenti teatrali e film. 

Bonizza Giordani

Bonizza Giordani
Autrice di storia del costume e di moda. Già Caporedattore della rivista Audrey e Curatrice degli archivi dello CSAC di Parma. Direttore Scientifico della Fondazione Micol Fontana. Curatrice di mostre in Italia e all’estero, tra cui Il disegno dell’Alta Moda Italiana 1940-1970 (Roma – New York), Valentino trent’anni di magia (Roma – New York 1991), Donne tra brividi ed emozioni (Museo Boncompagni Ludovisi Roma 2002), Lo Spettacolo della Moda, Federico Schubert (Napoli, 2004), La Sardegna veste la moda (Palazzo Pitti, Firenze e Cagliari 2009).

Alessandra Lanna

Alessandra Lanna
Diplomata presso IED Roma in Design del Gioiello si specializza prima CSM Central Saint Martins College of Art & Design, poi e DA Domus Academy. Inizia la sua corriera presso uno studio di design di New York specializzato in Jewellery Trend Forecasting. Nel 2002 disegna e produce la propria collezione di alta gioielleria che sarà esibita presso Christie’s, Sotheby’s e diverse gallerie di gioielli di design a Londra, New York ed Hong Kong. Nel 2004 inizia una collaborazione con la Campo Marzio Design di cui oggi è Direttore Creativo.

Domitilla Dardi

Domitilla Dardi
Ricercatrice e Consulente per diverse aziende, dal 2007 collabora col museo MAXXI di Roma come Curatore esterno del settore Architettura e dal dicembre 2009 è Delegata alla Cultura dell’ADI Lazio. Dal 2007 è Docente di storia del design per i Corsi Triennali e Master di IED Roma e di storia del disegno industriale e storia dell’arte contemporanea presso la Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno (UNICAM).