News

Roma

Settembre 20, 2018

IED e Malta Tourism Authority, una partnership per raccontare i simboli dell’isola

Un team di giovani talenti IED coinvolti in prima persona in un viaggio formativo e un progetto creativo: un'indagine sui segni e simboli dell'isola per promuovere Malta in Italia!

Istituto Europeo di DesignMalta Tourism Authority danno il via a una nuova importante partnership  che coinvolge le sedi IED di Roma, Milano, Torino e Madrid. Un progetto formativo che permette a un team interdisciplinare di studenti e alumni provenienti da differenti Corsi Triennali IED: Graphic Design.Motion Graphic, Fotografia, Illustrazione e Animazione e Video Design and Filmmaking

“Questo progetto, per noi fortemente innovativo, avrà lo scopo di promuovere Malta sul territorio italiano rivolgendosi ad un segmento colto e di alto profilo, che si interessi alla destinazione grazie alla partnership nata con uno dei principali attori nel mondo della creatività in italia, lo IED” commenta così il progetto Claude Zammit Trevisan, Direttore MTA Italia.

Per conoscere da vicino la cultura e le tradizioni delle isole maltesi è in programma per tutto il team creativo un tour dal 2 all’8 ottobre 2018. Gli undici giovani creativi coordinati da Luigi Vernieri, Direttore Progetti Speciali di IED Roma e Art Director del progetto, racconteranno il territorio realizzando 18 pattern ispirati alle icone maltesi, una preziosa pubblicazione, l’ideazione o lo sviluppo di nuovi gadget, la creazione di 18 poster, l’allestimento di una mostra/evento presso IED Roma e una presentazione finale dei progetti durante il Salone del Mobile di Milano 2019.

“Abbiamo scelto il 18 come ‘numero magico’ nella stesura del nostro lavoro in virtù del fatto che il 2018 è l’anno in cui Valletta, prestigiosa e storica Capitale di Malta, è stata nominata Capitale Europea della Cultura. Decidendo di presentare i lavori in serie da 18, rendiamo omaggio a questo importante evento e ne traiamo altresì spunto per approfondire la conoscenza della cultura maltese che secondo noi sarà una fondamentale chiave di lettura delle future politiche nell’arcipelago.” aggiunge Luigi Vernieri.