Visual Merchandising

Corsi di specializzazione - Venezia

Scarica la brochure

Tenendo come settore di riferimento quello del fashion nelle sue diverse estensioni, il Corso di Specializzazione in Visual Merchandising mira a sviluppare nei partecipanti un’attenzione particolare nei confronti degli ultimi trend di mercato e delle tecniche per rendere più efficace la presentazione e promozione del prodotto. Prendendo ispirazione dalle arti visive, dalla cultura museale e dalle case history di eccellenza che le aziende presenti nel territorio rappresentano, lo studente apprende a interpretare i desideri dei consumatori e a valorizzare la creatività come strumento di problem solving, da affiancare alla comunicazione, intesa sia come conoscenza del brand sia come capacità di trasmettere ad altri criteri di allestimento e feedback specifici. Obiettivo principale del Corso di Visual Merchandising è formare figure professionali specializzate, in grado di mettere in scena e valorizzare al meglio prodotti e brand all’interno dei diversi format di retail, dal corner al flagship store.

Opportunità professionali -  La figura del Visual Merchandiser, tra le più ricercate dall’attuale mercato del lavoro, può inserirsi sia in uno store indipendente sia in aziende più strutturate, curando e coordinando le diverse attività legate alla vendita, alla progettazione e all’allestimento delle vetrine e del lay out interno, fino alla comunicazione e definizione dei criteri espositivi.

  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    75 ore
  • Frequenza
    serale
  • Lingua
    Italiano

A chi è rivolto - Il Corso di Visual Merchandising si rivolge a persone interessate a intraprendere la professione di Visual Merchandiser, ma anche a Store Manager, Sales Assistant, Area Manager che vogliono approfondire l’esperienza sul campo o evolvere nel ruolo, acquisendo nuovi strumenti per affrontare un mercato competitivo e in costante evoluzione.

Metodologia e struttura - Il corso si sviluppa come un percorso visivo che, partendo considerando le vetrine, permette di scoprire passo dopo passo le logiche che determinano le scelte del lay out interno, fino ad analizzare le modalità di eventi realizzabili in store.

Tematiche come quelle della percezione visiva e del valore dello spazio, del marketing e del retail design sono affrontate grazie ai contributi di testimonial di importanti aziende del settore, così da favorire negli studenti una conoscenza concreta delle potenzialità di sviluppo offerte all’interno della professione del Visual Merchandiser.

Cinque le macro aree che verranno affrontate: Trend Retail, Windows, Lay Out & Retail Design nel primo modulo; In Store Communication, Tool/Strumenti di Comunicazione e Promozione nel secondo. 

Nel dettaglio, l’area dedicata al Trend Retail ha come obiettivo la conoscenza dei format più innovativi, degli scenari di consumo e delle sfide presenti a livello sia nazionale sia internazionale, mentre l’area didattica intitolata Windows propone agli studenti la costruzione di una vetrina, i criteri di allestimento, l’uso del colore, le tendenze e i materiali, le influenze dell’arte nell’ispirazione e composizione delle stesse. Il negozio come luogo di narrazione - elementi di retail design - e percorso visivo, sono invece al centro della macro area dedicata a Lay Out & Retail Design dove si esaminano le diverse tipologie di lay out attraverso l’analisi di interessanti case history.

Nell’area In Store Communication si apprendono le metodologie sull’apertura di un nuovo store e sull’organizzazione degli eventi, intesi come mezzi per animare lo show room e attrarre i clienti contribuendo al posizionamento del brand, mentre l'approfondimento sugli strumenti che garantiscono la coerenza tra brand e allestimenti - Tool - insegna agli studenti come si costruiscono e si trasmettono visual book e visual guide lines.

A completamento del percorso è prevista inoltre la realizzazione di un retail tour a Venezia ed una specifica sessione di coatching individuale volta ad indirizzare gli studenti per la valorizzazione del proprio profilo professionale nel settore.

  • Insegnamenti

    • INTRODUZIONE

      Presentazione del percorso di studi e degli obiettivi proposti: il ruolo del Visual Merchandiser (competenze, capacità e conoscenze) e i suoi possibili percorsi di carriera.

    • TREND RETAIL

      Comprendere l’evoluzione del retail e le sfide del mercato, partendo da un’analisi dei format più innovativi e delle sfide presenti a livello sia nazionale sia internazionale.
      Analisi delle tendenze di consumo e del ruolo del Visual Merchandising come leva di attrazione, fidelizzazione e costruzione dell’identità del brand.

    • RETAIL TOUR

      Visita guidata con griglia di osservazione fra gli store più rilevanti di Venezia, confrontando fra loro gli approcci adottati da negozi indipendenti e player nazionali e internazionali.

    • WINDOWS

      La costruzione di una vetrina, le regole percettive e del colore, le influenze dell’arte nell’ispirazione e composizione delle stesse.
      Vetrine contemporanee: installazioni, building e nuove scenografie, i materiali di rivestimento e le diverse distribuzioni dello spazio.
      Il manichino come attore e protagonista. Opportunità derivanti dal digital signage.

    • LAY OUT E RETAIL DESIGN

      La coerenza tra esterno e interno, il percorso visivo e gli elementi portanti: punti focali e display.
      Analisi di diverse tipologie di lay out.
      Elementi di retail design, ovvero le fasi dell’ideazione di un concept.
      I protagonisti contemporanei, la narrazione del brand in store e lo storytelling.

    • IN STORE COMMUNICATION

      Eventi in store come mezzi per animare e attrarre i clienti, contribuendo al posizionamento del brand.
      Come comunicare l’apertura di un nuovo store ai media e ai clienti.
      Il ruolo e l’utilizzo del materiale p.o.p.

    • TOOL

      Approfondimento sugli strumenti che garantiscono la coerenza tra brand e allestimenti.
      Come si costruiscono e si trasmettono Visual book e Visual guide lines.
      Obiettivi e contenuti.
      Strumenti digitali e case history.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Francesca Zorzetto - Coordinatrice del corso

Francesca Zorzetto - Coordinatrice del corso
Consulente e Formatrice free-lance, ha maturato esperienza nella gestione di punti vendita fashion e nello sviluppo delle competenze on job. Al centro della sua attività vi è il retail, in particolare nell’ambito del visual merchandising, per cui ha realizzato progetti di formazione e consulenza su misura per aziende del settore. Ha pubblicato il libro Temporary Store: la strategia dell’effimero, scritto con Francesco Catalano; è Giornalista Pubblicista con rubriche fisse su visual merchandising e retail. Blog personale   

Francesco Aprile

Francesco Aprile
Architetto e Designer, si è sempre occupato di progettazione d'interni, in modo particolare di spazi commerciali. Ha maturato una profonda esperienza nel campo del retail lavorando per importanti aziende italiane quali Rinascente, Bodino e grandi marchi dell'orologeria dell'abbigliamento quali Swatch, Calvin Klein, Tissot, Hamilton e Promod, curando tutte le fasi della progettazione, realizzazione e allestimento di punti vendita monomarca e multibrand, in Italia e in altri Paesi.

Giovanni Ottonello

Giovanni Ottonello
Art Director presso IED si forma come Architetto e, dopo diverse esperienze sul campo dell'exhibit museale e scenografico, si interessa al mondo dell'arte e della moda. Partecipa all'allestimento del Museo Diocesano di Genova, collaborato con la Galleria di Palazzo Spinola e Palazzo Ducale, con lo Scenografo e Regista Pierluigi Pizzi, con il Piccolo Teatro di Milano e le Scuole di Teatro di Luca Ronconi. Vanta numerose consulenze per aggiornamenti e progetti innovativi come Salvatore Ferragamo, Bottega Veneta, Hugo Boss, Mandarina Duck, Combiperl, Carrefour, Lancia, Ethos. 

Fabio Cinquesei

Fabio Cinquesei
Visual Merchandiser & Trade Marketing Manager Italy & Spain presso la divisione AW LAB di Bata Shoes Organization, si occupa dal 2004 della gestione dell’immagine dei punti vendita e showroom del gruppo - definizione dei concept e delle guidelines - seguendo anche tutta la parte di contatto con fornitori & brands partner per lo sviluppo delle strutture creative a supporto di advertising campaign.  

Silvia Colautto

Silvia Colautto
Opera nell’ambito dell’editoria e della comunicazione, svolgendo attività di consulenza e marketing per imprese operanti nei diversi settori. Responsabile della Comunicazione presso un importante studio di produzione e post-produzione in ambito cinema e pubblicità, dal 2015 è Content Manager presso Nu'Art Events, società di spettacolo e brand entertainment.

Paolo Lucchetta

Paolo Lucchetta
Laureato in Architettura a Venezia, fonda con un team di giovani Architetti, Designer e Artisti RetailDesign, un laboratorio di ricerca, polo di attività e pensiero che si propone di creare nuovi concept di architettura, eventi e prodotti in modo innovativo e per conto di retailers nelle aree del fashion, home, food, e style. Numerosi i premi e riconoscimenti ricevuti, fra cui i World Retail Innovation e il Premio Nazionale del Presidente della Repubblica per l’Innovazione, il Retail Award - Retail Concept - del gruppo IlSole24ore e il premio EuroShop RetailDesign Award.

Roberta Campione

Roberta Campione
Service Designer con laurea in Product Service System Design, inizia nel 2013 la sua attività professionale portando avanti vari progetti nazionali ed internazionali che vanno dalla comunicazione grafica e social ad allestimenti di visual merchandising per spazi retail, dalla consulenza strategica di servizi per aziende alla docenza universitaria per corsi di Service Design, Design Thinking e Visual Merchandising.