Sound Design

Specializzazione in Sound Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Milano

Scarica la brochure

Obiettivi formativi:

Il Sound Designer è un "progettista di comunicazione sonora", un vero professionista del magico mondo del suono. E’ in grado di rapportarsi con le molteplici forme della comunicazione contemporanea e di produrre audio utilizzando indifferentemente linguaggi musicali e strumenti di produzione (computer e piattaforme digitali, ma anche attrezzature analogiche ed elettroniche, lo studio di registrazione, i microfoni, il mixer) per comporre soundtrack e soundscape composti di musica, dialoghi, effetti sonori e manipolazioni elettroniche.

Sbocchi professionali:

Il Sound Designer lavora soprattutto in qualità di libero professionista. I neo-diplomati trovano opportunità di inserimento in strutture professionali diverse: studi di post-produzione audio-video, agenzie di comunicazione, web agency, case di produzione televisiva ed emittenti radiofoniche, broadcaster, studi di sviluppo software/applicativi per installazioni interattive museali, app e videogame.

Il corso è riconosciuto dal MIUR come Diploma Accademico di I Livello equipollente ai diplomi di laurea universitari e pertanto riconosciuto in tutto il mondo.

Scopri la pagine delle professioni creative: Sound Designer

Il corso è erogato anche presso la sede di: Roma - 
  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2016
  • Durata
    3 anni
  • Lingua
    Italiano
Iscriviti entro il 28 Luglio per usufruire delle agevolazioni Early Bird.

Indirizzi di specializzazione:

Il Sound Designer è il regista dell’audio, compone soundtrack, effetti e installazioni sonore. Il suo campo operativo è molto vasto: dalla pubblicità all’audiovisivo, dai sistemi interattivi ai contesti come esposizioni museali, eventi o progetti legati alla comunicazione. Lavora prevalentemente in qualità di libero professionista, in stretta relazione con figure professionali creative e tecniche, come registi, animatori, motion graphic designer, stilisti, direttori creativi, sviluppatori software, designer, ingegneri del suono, artisti visivi, art director e curatori.

La didattica del Corso di Sound Design approccia le diverse aree espressive del settore (il racconto sonoro, il suono nella comunicazione pubblicitaria, il suono per le immagini, il suono legato a interattività e performance mixmediali), utilizzando un metodo guidato allo svolgimento di un corretto percorso progettuale.

Lo studente inizia ad acquisire gli strumenti di base, operativi e concettuali della progettazione sonora: la percezione e la fisica del suono, le tecniche di registrazione, la sintesi sonora, i software per la registrazione, l’editing, il trattamento e la produzione audio. In contemporanea apprende le basi culturali che permettono di interpretare e decifrare i linguaggi della comunicazione audio, le discipline sociali, economiche, gestionali e quelle di carattere storico-critico.

Il percorso formativo approfondisce due ambiti della comunicazione sonora: la grammatica pubblicitaria (dal logo sonoro allo spot) e l’interattività, attraverso la realizzazione di progetti installativi.

Molta rilevanza è dedicata all’apprendimento dei software, finalizzati alla produzione e post-produzione audio, al montaggio sonoro e al missaggio, agli aspetti interattivi e performativi. Le discipline di carattere culturale affrontano la storia della musica contemporanea, le implicazioni sociologiche dell’ascolto e i linguaggi delle discipline professionali contigue.

La parte terminale del Corso di Sound Design è dedicata alla simulazione professionale e alla progettazione attraverso l’uso di sistemi integrati. Gli studenti lavorano in autonomia alla progettazione di colonne sonore per audiovisivi, installazioni interattive, performance e progetti di sound branding. Devono dimostrare di saper gestire la comunicazione dei progetti e di saper sostenere le proprie scelte progettuali. Particolare attenzione è posta nella capacità di costruire presentazioni, correttamente argomentate, e nello stimolare la riflessione sulla responsabilità sociale del progettista sonoro.

Il progetto di tesi rappresenta un momento fondamentale del percorso formativo in cui lo studente mette a frutto tutta l’esperienza culturale, progettuale e tecnica maturata nel corso dei tre anni e prevede l’organizzazione di gruppi di lavoro su problematiche progettuali complesse, in una condizione di simulazione della prassi professionale.

Il corso ha valore riconosciuto dal MIUR come Diploma Accademico di I Livello.

  • 1 Anno

    • Storia dell’Arte Contemporanea

      Lo studio della nostra cultura visuale ed estetica, viene analizzata attraverso la sperimentazione e la ricerca artistica contemporanea viste in rapporto alle innovazioni tecniche e tecnologiche e alle diverse forme di espressione e comunicazione. Dalla nascita della civiltà  industriale di metà  Ottocento, alla deformazione del quotidiano nel flusso giornaliero delle immagini veicolate dai media, dalla pubblicità  e dal cinema. Dai codici espressivi indipendenti delle avanguardie di inizio Novecento alle connessioni segniche e culturali della metà  del secolo scorso, fino alle pi๠attuali espressioni di una realtà  frammentata. In particolare nel corso si analizzano: la nascita dell’estetica e l’autonomia dell’arte; il mutamento del concetto di arte in relazione all’introduzione della macchina industriale; la nascita della fotografia e il rapporto con le tecniche tradizionali di rappresentazione; l’analisi storico-critica dei principali movimenti artistici del XX secolo, finalizzata alla conoscenza dell’arte contemporanea come strumento di lettura stilistica delle immagini.

    • Teoria e Analisi del Cinema e dell’Audiovisivo

      Il cinema verrà indagato come sistema complesso in cui forme espressive e stili di rappresentazione sono il risultato di un nuovo ordine di organizzazione culturale e di una nuova esperienza del mondo. Verranno illustrate le tappe principali della storia del cinema fino ai giorni nostri, attraverso il rapporto tra tecnologia ed estetica. A partire dai film e non dalla storiografia critica esistente, il corso si soffermerà in particolare su alcune opere paradigmatiche, rappresentative di successivi sviluppi e tendenze contemporanee. Le evoluzioni stilistiche, espressive e narrative del cinema saranno costantemente messe in relazione con i progressi tecnologici dei mezzi di produzione e la conseguente evoluzione del linguaggio cinematografico. 

    • Tecnologie e Applicazioni Digitali

      Le nozioni illustrate durante il corso vogliono essere la base sulle quale lo studente costruirà  le sue conoscenze informatiche future: la lente attraverso cui guardare il mondo della tecnologia, i principi attraverso cui prendere il funzionamento dei software e dell’hardware con i quali dovrà  operare durante la sua vita professionale. Oltre a nozioni teoriche ed esempi pratici di come queste vengono messe in atto saranno forniti agli studenti i principi metodologici attraverso cui affrontare le problematiche informatiche pi๠comuni, wikipedia e i motori di ricerca saranno infatti strumenti attivi di studio e discussione durante l’intera durata del corso. Il corso fornisce agli studenti le conoscenze base dell’informatica, sia da un punto di vista tecnologico attuale che da un punto di vista storico, presentando l’informatica, e lo sviluppo tecnologico pi๠in generale, come il frutto di un processo di formazione e ricerca dell’innovazione dipendente da una molteplicità  di fattori economici, sociali, politici e culturali. Tutto ció costituirà  la base sulla quale costruire le conoscenze informatiche future: la lente attraverso cui guardare il mondo della tecnologia, i principi attraverso cui comprendere il funzionamento dei software e dell’hardware.

    • Informazione per l’Arte: Mezzi e Metodi

      Narrare, raccontare, comunicare con il suono. Il corso introduce alle diverse forme di racconto sonoro, dalle forme radiofoniche pi๠tradizionali, ai format giornalistici a creativi, radiodrammi e sound art. Partendo dall’analisi estetica e strutturale di creazioni esistenti viene sviluppato un percorso che espande le capacità  critiche e analitiche dello studente. Una serie di ascolti approfonditi viene messo in relazione con i contesti culturali e di linguaggio specifici della comunicazione e arte sonora.

    • Teoria della Percezione e Psicologia della Forma 1

      Un percorso nel mondo delle percezioni sensoriali e nei processi cognitivi. Il corso illustra le teorie che spiegano il funzionamento dei nostri sensi e lo correla alle ricerche della psicologia del suono. La psicologia del suono mette in relazione i meccanismi percettivi con le problematiche legate all’uso del suono e la conseguente elaborazione dei linguaggi creativi. In una visione più ampia, i fondamenti teorici permettono di analizzare la personalità  del progettista, i condizionamenti psicologici dei fruitori e il più complesso sistema produttivo ed espositivo dell’industria creativa. Ascolto. Nel mondo occidentale contemporaneo l’ascolto resta un’esperienza misteriosa, assai più legata all’istinto che non all’analisi. Questo corso si propone di far passare gli studenti di Sound Design da un ascolto passivo, per lo più legato al proprio gusto musicale, a uno attivo, consentendo loro di comprendere gli elementi fondamentali di causa/effetto del processo di creazione sonora. Inoltre, attraverso una serie di ascolti analitici, si introduce agli studenti la storia del Sound Design e della creazione del concetto di colonna sonora.

    • Tecniche di Ripresa

      Il corso si sviluppa sul percorso completo dall’esecutore all’ascoltatore. Una parte pratica sarà  mirata all’acquisizione di competenze tecniche e conoscenze teoriche di base di acustica del suono, capacità  di gestione ed elaborazione del "segnale acustico", monitoraggio e registrazione. La formazione porrà  al suo centro la pratica di base sul funzionamento di uno studio di registrazione, dal cablaggio alle tecniche di micro fonazione, dall’utilizzo dell’outboard alla registrazione e alla diffusione sonora. Una parte teorica sarà  dedicata allo studio dei fondamenti di Acustica, Psicoacustica Sintesi e alle norme comportamentali professionali. Il corso illustra i percorsi che il suono percorre, le proprietà  fisiche e acustiche, i passaggi attraverso sistemi di amplificazione, registrazione e diffusione. Un approfondimento è dedicato alla sintesi sonora, sia in relazione alle proprietà  naturali del suono che alle possibilità  di creazione e manipolazione audio attraverso tecnologie analogiche e digitali. Lezioni teoriche si alternano ad esercitazioni in laboratorio.

    • Audio e Mixaggio 1

      Gli strumenti tecnologici saranno acquisiti per comprendere nel dettaglio specifiche potenzialità  e modi di utilizzo dei fondamentali software di pre e post produzione e per sperimentare le competenze tecniche e creative relative a determinati ambiti di applicazione. Le nozioni pratico-teoriche saranno finalizzate all’ideazione e creazione di prodotti sonori compiuti. Il corso introduce all’utilizzo dei software fondamentali per la figura del sound designer: Pro Tools e Logic Pro. Dalle funzioni basilari alle tecniche pi๠complesse, verranno illustrate le potenzialità  di questi strumenti.

    • Sound Design 1

      Il corso mette in pratica le diverse metodologie del Sound Design attraverso la realizzazione di progetti audio. Il corso affronta le tematiche legate alla progettazione e realizzazione di elaborati sonori, montaggi audio, contenuti radiofonici o propri di altri media (video, web, multimedia). Attraverso una sequenza di esercitazioni/simulazioni di lavoro di crescente complessità , gli studenti imparano a conoscere le differenti opzioni d’intervento sull’oggetto sonoro, applicando le nozioni tecniche apprese nei corsi di Audio e Missaggio e Tecniche di Ripresa e iniziano ad interfacciarsi con le problematiche tecnico/progettuali dei diversi ambiti operativi.

    • Semiotica dell’Arte

       Il corso affronta i rapporti fra contenuto, testi e immagine e i processi narrativi, adottati dalle diverse forme della comunicazione visiva e dall’universo mediale. L’apprendimento metodologico consiste nell’esame dell’unità fra forma e contenuto, degli effetti estetici e dei regimi di fruizione. Il corso ha per oggetto l’analisi del processo comunicativo, di cui intende esaminare e smontare i meccanismi, utilizzando le metodologie messe a punto dalla semiotica nelle sue diverse correnti. Gli approfondimenti riguarderanno la comunicazione audiovisiva, in particolare il cinema e la comunicazione pubblicitaria.

    • Storia della Musica Contemporanea 1

      Il corso analizza la storia della musica nelle diverse prospettive culturali, con particolare riferimento alla relazione tra i linguaggi specifici di tale settore e i settori delle arti. Il corso ha come obiettivo principale la formazione di una consapevolezza critica e di una capacità  di articolazione espressiva del suono registrato, a partire da una panoramica della storia della registrazione e del suo ruolo nell’industria musicale e nelle culture musicali del mondo.

  • 2 Anno

    • Teoria della Percezione e Psicologia della Forma 2

      Il corso intende fornire agli studenti le conoscenze fondamentali della psicologia cognitiva della musica, presentando il panorama teorico più recente e gli sviluppi attuali delle ricerche neuro cognitive musicali. Oltre a presentare le coordinate fondamentali della teoria musicale in prospettiva cognitiva, il corso si propone anche come occasione di ascolto e analisi di esempi musicali tratti dalle tradizioni e dai generi più vari. Continuando nell’approfondimento di quanto fatto nel primo anno durante questo corso si intende fornire agli studenti le conoscenze fondamentali relative alla psicologia cognitiva della musica, presentando il panorama teorico più recente e gli sviluppi attuali delle ricerche neurocognitive musicali. Oltre a presentare le coordinate fondamentali della teoria musicale in una prospettiva cognitiva, il corso si propone anche come occasione di ascolto e di analisi di esempi musicali tratti dalle tradizioni e dai generi più diversi.

    • Sound Design 2

      Il corso approfondisce le conoscenze pratiche apprese durante il primo anno e affronta lo specifico ambito della sonorizzazione multimediale con nozioni teoriche e con la trasmissione degli strumenti tecnici di progettazione e programmazione. Il corso fornisce gli strumenti per realizzare progetti audio complessi. Dalla gestione di un missaggio stereofonico alla elaborazione di audio integrati a progetti interattivi come applicazioni, giochi e piattaforme tecnoludiche. Contemporaneamente verranno sviluppati lavori progettuali, creativi e di ricerca sonora.

    • Audio e Mixaggio 2

      Lo studente potrà  approfondire la conoscenza di produzioni audio originali: musica strumentale, sperimentazione sonora, sound branding, sintesi sonora e composizione elettronica. Con la comprensione della natura di un suono e delle alterazioni permesse dai software disponibili lo studente acquisisce ulteriori competenze sulla produzione video. Il corso introduce il software Ableton Live, con l’obiettivo di fornire strumenti versatili e completi per gestire situazioni progettuali, performative o installative, dall’ideazione alla finalizzazione.

    • Fenomenologia delle Arti Contemporanee

      La fenomenologia che  esplicita il rapporto fra la  realtà e l’espressione degli  artisti. Si comprendere come  le forme contemporanee  della creatività (arte, moda,  pubblicità, design) si originano,  si rappresentano e si  percepiscono. Il cinema, in  particolare, rappresenta un  ambito in cui il design del  set, degli oggetti e delle luci si  interseca con la progettazione  di prodotti e architetture.  Si analizzano alcune pellicole  in cui l’architettura d’interni  e il design, sono vissuti dagli  attori come rapporto “uomo oggetto- spazio reale” e dallo  spettatore fruiti mentalmente.  

    • Processi e Tecniche per lo Spettacolo Multimediale

      Lo studente potrà  ottimizzare nozioni tecniche riguardanti tutte le fasi di una produzione musicale e multimediale con laboratori a tema che prevedono l’applicazione nei diversi ambiti professionali contemporanei. Il corso guiderà  gli studenti nel processo della produzione musicale su commissione. Dato un tema e in relazione a richieste specifiche si affronterà  il processo: dall’ideazione, alla finalizzazione, attraverso tutte le fasi intermedie. Dal briefing alle tecniche e tecnologie per realizzare il processo mirato, gli studenti si confronteranno con situazioni e problematiche concettuali e pratiche. Oltre al lavoro audio realizzato con gli strumenti acquisiti nei corsi di Audio e Missaggio, gli studenti integreranno i progetti con un montaggio video (con il software Final Cut).

    • Sistemi Interattivi 1

      Il corso è strutturato in una parte teorica, con una panoramica storica e filosofica sulle arti performative; ed una parte pratica, in cui verranno utilizzati software di elaborazione video e audio in tempo reale. Apprendimento delle nozioni fondamentali per la progettazione di una video installazione interattiva: progetto, produzione e allestimento. Analisi di alcune opere di vari autori; scomposizione degli elementi che concorrono alla realizzazione di un’opera interattiva. Sviluppo di un proprio linguaggio espressivo e di una consapevolezza tecnica e metodologica. Panoramica sulle tipologie di sensori e di software.

    • Storia della Musica Contemporanea 2

      Il corso prosegue con l’analisi storica della musica e l’approfondimento di elementi di estetica dell’interpretazione. Verrà  esaminato l’uso contestuale della musica in diversi ambiti disciplinari. Il corso apre un modulo di analisi e storia della musica definita "colta" o "classica". Verranno poi approfonditi gli aspetti della musica elettronica, contemporanea e di avanguardia, esplorando le connessioni tecniche, stilistiche e di costume nei contesti storici trattati. Dal novecento ai giorni nostri, vengono tracciati percorsi critici e di analisi.

    • Tecniche Performative per le Arti Visive

      Il corso illustra tecniche e tecnologie in ambito degli audiovisivi. Durante il corso lo studente svilupperà  un progetto. L’obiettivo primario è approfondire e mettere in pratica il metodo progettuale attraverso l’analisi di case histories e la simulazione di lavori su commissione legati a pubblicità  e comunicazione. Oltre a prove pratiche ed elaborazione di progetti e presentazioni, ci si concentrerà  sui meccanismi di comunicazione legati a musica e suono, sui contesti sociali e storici nello sviluppo di generi e stili musicali e sulla loro affermazione nelle culture e sottoculture.

    • Sociologia della Comunicazione

      Attraverso lo studio dei processi mediatici e l’analisi delle forme emergenti di comunicazione, il corso intende fornire una conoscenza di base degli strumenti teorici, metodologici e tecnici per l´analisi dei processi comunicativi e mediali, con riferimento a contenuti, linguaggi, forme organizzative e all’analisi del pubblico di riferimento. L’obiettivo principale del corso è di illustrare le dinamiche che conciliano e spiegano il vissuto, le passioni, i desideri e il fare degli uomini con la cultura dei segni, che domina sovrana la modernità  e le sue rappresentazioni. Di acquisire le metodologie per decifrare i significati del reale dietro le apparenze e i simulacri che lo appannano ed essere capaci di governarli.

  • 3 Anno

    • Teoria e Metodo dei Mass Media

      I contenuti del corso riguardano la ricostruzione storica, l’analisi strutturale e linguistica delle modalità di produzione e distribuzione della comunicazione di massa; i caratteri essenziali e le tipologie dei principali mercati dei media (televisione, cinema, editoria e multimedia) e i comportamenti strategici delle imprese che operano nei diversi campi. Le procedure riguardano vecchi e nuovi media, stampa, radio, televisione analogica, televisione digitale terrestre e satellitare, le varie forme di TV via web e mobile e i possibili futuri scenari.

    • Sound Design 3

      Il corso approfondisce in termini teorici e pratici il rapporto immagine e suono nell’ambito degli audiovisivi. L’analisi dei principali elementi tecnici del suono è messa in relazione con lo studio delle componenti emozionali e degli effetti sull’ascoltatore. Si impara a gestire le varie tipologie di lavoro in studio utilizzando ed espandendo le nozioni tecnico-progettuali acquisite, con lo scopo di maturare le capacità creative personali, fornendo strumenti per la realizzazione di produzioni musicali, sonorizzazioni di commercials e soundtracks. In particolare verrà approfondito il linguaggio della colonna sonora attraverso l\'analisi dei principali elementi tecnici (melodia, armonia, ritmo, forme, ecc.), lo studio delle componenti emozionali (gli effetti sull\'ascoltatore, le sue sensazioni, immagini mentali, ecc.) mediante la conoscenza del funzionamento semantico della musica e dei suoni, per finire con l’analisi di teorie ed estetiche musicali relative alla comunicazione visiva.

    • Sistemi Interattivi 2

      La simulazione del percorso generativo di un preciso progetto multimediale viene sviluppata seguendo un proprio linguaggio espressivo mirato a comunicare una matura consapevolezza tecnica e metodologica. La sperimentazione riguarderà la convergenza di aspetti tecnologici, culturali e sociali, nell’uso dei media e nelle pratiche artistiche. Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito autonomia operativa e capacità di effettuare scelte coerenti e argomentate nonché di sapersi rapportare con i committenti. Il corso prevede alcuni approfondimenti, sia teorici che pratici, relativi alla progettazione di video ambientazioni e videoinstallazioni interattive. Particolare attenzione viene dedicata all’ideazione e alla realizzazione del progetto, attraverso un approccio multidisciplinare, coinvolgendo anche i corsi di Video Design e Sound Design. Approccio multidisciplinare necessario nella gestione di un processo complesso: dalla relazione con i contenuti al visual, dal rapporto con lo spazio espositivo alle soluzioni tecniche. Lo studente acquisisce gli strumenti necessari per una progettazione complessa e multidisciplinare, costruendo un linguaggio comune e trasversale alle tre discipline coinvolte. A una prima fase di analisi di alcune opere interattive segue la definizione di un tema e il conseguente sviluppo del progetto, fino alla sua realizzazione. Durante il corso sarà data la possibilità allo studente di frequentare un laboratorio nel quale potrà utilizzare alcuni strumenti necessari per realizzare una videoinstallazione interattiva: sensori, interfacce, telecamere, videoproiettori, sistemi di diffusione sonora. Approfondirà inoltre Max MSP, software di elaborazione video e audio utilizzato per performance e installazioni interattive. 

    • Tecniche dei Nuovi Media Integrati

      Il corso avrà  una struttura di workshop, con una parte di lezioni teoriche e una di realizzazione pratica. All’interno del corso ogni studente svilupperà  un proprio portfolio, contestualmente all’acquisizione di elementi sulla diffusione sull’autopromozione. Il corso avrà  una parte di lezioni teoriche e una di laboratorio. La prova finale sarà  la alizzazione di un proprio show-reel. Elementi base per il confezionamento di un prodotto sonoro e/o multimediale. Formati audio/video. Codec audio: wav/aiff, flash, mp3. Diciture di legge per pubblicazioni audio e multimedia. Elementi base di diritto d’autore utili alla finalizzazione. Opere proprie e contenenti brani e/o frammenti di altri autori: inalizzazione, permessi, confezionamento. Lo show-reel audio/multimedia: contenuti, confezionamento e diffusione online e offline. Elementi base di grafica per copertine di CD/DVD.

    • Diritto, Legislazione ed Economia dello Spettacolo

      Il corso ha come scopo lo studio dei diritti relativi alle opere dell’ingegno (con particolare attenzione a quelle musicali) e della loro applicazione pratica alla luce delle leggi vigenti in Italia, in Europa e nel resto del mondo. Al termine del corso, lo studente sarà  in grado di riconoscere, gestire e applicare i diritti sulla proprietà  intellettuale appartenenti a tutti i detentori. Il corso parte dall’analisi delle leggi sul diritto d’autore musicale, per poi fornire una panoramica sulle diverse casistiche che un compositore, autore o editore si trova ad affrontare nella vita professionale. Temi di approfondimento: sincronizzazioni con audiovisivi, supporti multimediali, nuove piattaforme di distribuzione di contenuti.

    • Progettazione Multimediale

      Uno degli aspetti pi๠rilevanti dell’era tecnologica è la multimedialità , cioè la combinazione di singoli elementi mediatici, strumentali e di contenuto di diversa forma. Un approccio teorico-pratico a problematiche e soluzioni della costruzione di prodotti ntegrati, complementari e interattivi in rapporto alle potenzialità  dei supporti e dei contesti per cui sono realizzati. Un sound designer, oltre ai lavori legati ai media tradizionali audiovisivi, deve confrontarsi anche con contesti differenti e dinamici. Questa progettazione ha lo scopo di mettere a fuoco le problematiche (e relative soluzioni) connesse a interventi performativi e installativi. Il risultato finale è la realizzazione di una performance o installazione che s’Inserisce nella programmazione di festival, rassegne ed eventi che commissionano il progetto. Tramite il tutoraggio costante di un docente, il gruppo affronterà  le diverse fasi del lavoro, dal brainstorming alla finalizzazione.

    • Sound Design 4

      Il laboratorio affronta le fasi preparatorie al progetto di tesi conclusivo. Vengono poste le basi per la fase metaprogettuale, ovvero la definizione strategica del progetto, l’impostazione del lavoro di ricerca inerente i temi proposti, la pianificazione delle successive fasi operative. Le discipline progettuali del terzo anno impostano dei temi che vengono trattati in parte autonomamente dai singoli docenti, ognuno per il proprio specifico, ma che parallelamente convergono in un laboratorio in cui le specificità  vengono ricondotte alla realizzazione di un prodotto sonoro, sia legato all’audiovisivo lineare (film, documentario, docufiction "¦) sia interattivo, di sound-art o di ricerca. Nel laboratorio confluiscono contributi di carattere metodologico, culturale, tecnico, specialistico, per arrivare a elaborare e compiere il proprio progetto di tesi dalla ricerca iniziale fino alla realizzazione.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Maria Teresa Arfini

Maria Teresa Arfini
àˆ diplomata in Pianoforte e ha studiato Composizione presso il Conservatorio di Torino. Si è laureata in Lettere Moderne presso l’Università  di Torino. Ha conseguito il dottorato di Ricerca in Musicologia presso l’Università  di Bologna, dove è stata borsista post-dottorato. Oltre a insegnare Storia della Musica presso IED Milano, è docente di Educazione Musicale e Laboratorio di Ascolto all’Università  della Valle d’Aosta. Fa parte di gruppi di ricerca nazionali e internazionali. Ha partecipato quale relatrice a numerosi convegni internazionali. Ha al suo attivo pubblicazioni vertenti soprattutto sulla musica dell’Ottocento e del Novecento e ha appena dato alle stampe una monografia su Felix Mendelssohn.

Simona Barbieri

Simona Barbieri
Art Director, musicoterapeuta specializzata in musicoterapia pre-natale è insegnante di canto armonico e moderno. Dal 1998 è compositore melodista per TV, radio, cinema e teatro.

Painè Cuadrelli

Painè Cuadrelli
Produttore musicale, sound designer e dj, lavora a Milano come freelance dalla metà  degli anni Novanta con la sua società  Compl8 Produzioni. Oltre a pubblicare album e remix, collabora con artisti visivi con cui realizza performance, installazioni e audiovisivi partecipando a festival e rassegne in tutta Europa. Come sound designer si occupa di colonne sonore e sonorizzazioni per pubblicità , sfilate, spettacoli teatrali e eventi legati all’arte contemporanea, al design, alla moda e alla comunicazione. E' coordinatore del corso IED di Sound Design.

Franco Fabbri

Franco Fabbri
E' professore aggregato di Popular Music e di Estetica e Tecnologia della Musica Contemporanea all’Università  di Torino (Scienze della Formazione, DAMS). E' docente di Elementi di Economia dei Beni Musicali all’Università  di Milano (Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, corso di Informatica Musicale). Co-direttore della collana Routledge Studies in World Popular Music, membro delle redazioni delle riviste Musica/Realtà  (LIM), Popular Music (Cambridge University Press), Radical Musicology. E' stato tra i fondatori della International Association for the Study of Popular Music e ne è stato Chairman per due mandati biennali.

Eleonora Fiorani

Eleonora Fiorani
Epistemologa e saggista, si occupa delle nuove scienze della complessità , di quelle dell’antropologia e della scienza della comunicazione. Ha indagato gli oggetti, i materiali, le territorialità , gli immaginari delle società  postmoderne. I suoi ultimi libri sono Il mondo degli oggetti (2001), La nuova condizione di vita (2003), Abitare il corpo (2004 e 2010 2° ed. ampliata ), Panorami del contemporaneo (2005 e 2009 2° ed. ampliata), Moda, corpo, immaginario (2006), Grammatica della comunicazione (2006, 3° ed.), Diversamente il Novecento (2007), Erranze e trasalimenti (2009), La pelle del design (con B. Del Curto e C. Passaro, 2010). Collabora a riviste e organizza convegni e mostre su tematiche interdisciplinari.

Claudio Gabbiani

Claudio Gabbiani
Come esecutore elettronico e compositore, è stato invitato a numerosi convegni e festival musicali internazionali; ha realizzato colonne sonore per spot pubblicitari, documentari televisivi e sonorizzazioni ambientali. Ha collaborato con il Teatro alla Scala di Milano occupandosi della regia del suono e della realizzazione informatica delle opere Mefistofele (A.Boito) dir. Riccardo Muti, La damnation de Faust (H.Berlioz) dir. Seji Ozawa, Il rosso e il nero (balletto tratto da Stendhal su musiche di H.Berlioz), Le streghe di Venezia (di Beni Montresor su musiche di Philip Glass), Les Troyens (H.Berlioz) dir. Colin Davis, Carillon (A.Clementi) dir. Zoltan Pesko. All’interno della associazione culturale MM&T (Musica Musicisti & Tecnologie) di Milano si è occupato, come direttore di produzione, della progettazione e della produzione di numerosi spettacoli musicali ed eventi multimediali. Ha pubblicato per le etichette discografiche Lowlands, Halidon, Auditorium, New Sound Multimedia, Recommended. Ha pubblicato Recording Studio: appunti di registrazione sonora Isu Università  Cattolica di Milano, e Oltre I suoni e le immagini- musica, voce, rumori e silenzio nel cinema, ed. Scriptaweb, Napoli. E' docente all’Università  Cattolica di Milano, presso IED e all’Accademia di Comunicazione di Milano.

Tiziana Gemin

Tiziana Gemin
Si è diplomata in Digital Design presso IED di Milano, con una tesi sperimentale condotta assieme allo studio di design interattivo Limiteazero, con cui ha collaborato per diverso tempo. Da anni si interessa alle nuove tecnologie, ai nuovi media e alla cultura digitale in generale. Scrive articoli dedicati a queste tematiche e si occupa del coordinamento di mostre ed eventi legati alla New Media Art.

Paolo Iafelice

Paolo Iafelice
E' diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia (Roma, biennio 1985/1987) e alla Gateway School of Recording and Music Technology (Kingston Polytechnic, London). E' ideatore e realizzatore, con Mauro Pagani, delle Officine Meccaniche Recording studios, ha collaborato negli anni con molti dei grandi artisti italiani e stranieri, da Fabrizio De Andrè a Fiorella Mannoia, Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Premiata Forneria Marconi, Stewart Copeland (Police) e tanti altri. Attualmente lavora a Milano nel suo studio ed etichetta discografica, Adesiva Discografica, come produttore artistico, sound engineer, oltre che editore e talent scout.

Aldo Manara

Aldo Manara
Fisico, fin dalla formazione universitaria si occupa di immagini fotografiche e video. Negli anni Settanta si dedica ai problemi della radiotelevisione privata dal punto di vista tecnico e produttivo. Dal 1980 al 1990 è socio fondatore di società  che si occupano di computer grafica, producendo e dirigendo multimedia e video. Dal 1990 abbandona gradatamente la produzione per la consulenza. Attualmente è responsabile informatico di Europa Felix Servizi (gruppo IED) e consulente tecnico-scientifico di Forum. Scrive su riviste di settore.

Dario Paini

Dario Paini
Si laurea in ingegneria presso il Politecnico di Milano, PhD in acustica presso DTU (Copenhagen, DK). Segue un corso per Acustici presso la Facoltà  di Ingegneria di Ferrara. Progetta spazi per la musica e il parlato. More info: www.paini.eu

Loredana Parmesani

Loredana Parmesani
Critico e storico dell’arte, è autrice di pubblicazioni sull’arte contemporanea, tra cui I colori della notte, Arte & Co, L’arte del XX secolo e oltre che di numerosi saggi su libri e riviste. Ha organizzato e collaborato alla realizzazione di numerose mostre in Italia e all’estero tra cui: "Take Over", Milano, Los Angeles, "Business Art-Art Business", Groningen, "XLV Biennale", Venezia. Insegna Storia dell’arte moderna e contemporanea presso lo IED, Sociologia dei processi culturali presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e Estetica presso la Civica Scuola d’Arte drammatica "Paolo Grassi".

Giovanni Pieralisi

Giovanni Pieralisi
Studia alla Brunel University di Londra e nel 2004 si laurea in Industrial Design presso il Politecnico di Milano. Da allora si occupa di consulenze e sviluppa progetti di design del prodotto, di allestimento e di grafica, per diverse aziende del settore e studi creativi. Dal 2009 è docente di Teorie e Tecniche di Presentazione presso lo IED di Milano e lavora come direttore creativo presso il collettivo UNOSTUDIO di cui è cofondatore.

Walter Prati

Walter Prati
Compositore e strumentista milanese si è diplomato al Conservatorio G. Verdi di Milano in Musica Elettronica. Sin dai suoi esordi artistici, è interessato all’interazione tra tecnologie e tecniche strumentali / compositive, collaborando con il Centro di Sonologia Computazionale dell’Università  di Padova e con il centro di ricerca IRIS Bontempi. Ha sviluppato progetti sperimentali in diverse aree musicali, dal jazz alla musica colta, dal rock all’improvvisazione, con i nomi pi๠significativi del panorama internazionale (Robert Wyatt, Thurston Moore, Giancarlo Schiaffini tra gli altri). Dal 1987 collabora stabilmente con Evan Parker in diversi progetti, tra i quali ElectroAcoustic Ensemble con cui ha compiuto un tour nel mese di maggio 2010; è stato ospite di prestigiosi festival europei (Triennale di Colonia, MuziekGebau di Amsterdam, Fondazione Gulbekian a Lisbona e Biennale Musica a Venezia). Ha inciso per Ricordi, ECM, Materiali Sonori, Auditorium. Sempre nel 2010 ha lavorato, per la realizzazione tecnica, all’installazione di Peter Greenaway per il padiglione Italia all’Expo di Shangai. Oltre a numerose incisioni discografiche ha pubblicato, per Auditorium Edizioni, All’Improvviso percorsi di improvvisazione musicale, il primo manuale italiano sulla pratica dell’improvvisazione comportamentale. Organizza master di improvvisazione per contro di Università  (Ca’ Foscari Venezia) e Conservatori (Trapani, Trento, Bolzano, Milano).

Tina Porcelli

Tina Porcelli
Laureata in Lettere Moderne e diplomata alla Civica Scuola del Cinema di Milano, ha maturato diverse esperienze come aiuto regista e nell’ambito della produzione cinematografica. Giornalista pubblicista, collabora per varie testate di cinema e fotografia. Ha pubblicato i volumi James Cameron e Lars von Trier e Dogma. Ha collaborato al Dizionario dei registi del cinema mondiale e ha pubblicato saggi per Tirature. Nel 2008 ha vinto il Premio Solinas – Documentario per il cinema e il Prix d’excellence al Concours de Nouvelles du Forum Femmes Méditerranée di Marsiglia. È docente del corso di Cultura Letteraria e Sistema dei Media all’Università degli Studi di Milano.

Gabriele Sacchi

Gabriele Sacchi
Principalmente conosciuto come uno dei dj di riferimento della scena elettronica italiana, Gabriele "Lele" Sacchi ha un passato da giornalista e un presente come promoter di festival e eventi che incrociano musica e cultura. Conduttore radiofonico, consulente musicale per aziende e produttore di studio.

Gak Sato

Gak Sato
àˆ Sound artist e Thereminist. Ha scritto Manual of errors artists inc. Tokyo. àˆ nato a Tokyo, in Giappone, nel 1969. Nel 1990 si è laureato alla Musashino Art University. Dal 1998 al 2008 è direttore artistico di Right Tempo Records, Milano. Dal 2002 è docente di Sound Design all’Accademia Carrara di Bergamo. www.gaksato.com

Giovanni Emilio Simonetti

Giovanni Emilio Simonetti
Economista, specializzato in prasseologia e ricerche motivazionali, è stato co-direttore dell’Arcana Editrice, Roma, direttore editoriale della P.M. Edizioni, Roma, direttore di produzione e amministratore delegato dell’International Catering srl., Milano. E' consulente per la comunicazione integrata d’impresa nell’ambito dell’agro-alimentare. Si occupa di psicopatologia delle forme sociali e di psicoterapia dell’espressione. Insegna Food Design presso il Politecnico di Milano, Bovisa.

Paolo Solcia

Paolo Solcia
Laureato in Filosofia del Linguaggio, dal 1996 collabora con centri di ricerca italiani ed europei come compositore, esecutore alle parti di elettronica e sviluppatore software di Live Electronics per Opera, Teatro e Danza. Dal 1999 collabora con diversi istituti dedicati alla Pedagogia, realizzando laboratori multisensoriali per bambini con l'utilizzo delle nuove tecnologie e dando vita nel 2006 all'equipe di ricerca CIPEQUIPE. Dal 2000 è autore di opere multimediali e installazioni audio-video con sistemi interattivi. Dal 2005 è docente di programmazione interattiva a Milano, presso IED e IRMUS. Conduce workshop in Italia e all'estero.

Marco Zangirolami

Marco Zangirolami
Ingegnere del suono e produttore musicale, ha mixato, prodotto e arrangiato progetti di artisti italiani e internazionali.

Davide Sgalippa

Davide Sgalippa
Nel 1993 è socio fondatore dell’Associazione Culturale L’Arrocco, delle cui produzioni firma la regia. Nel 1996 consegue un master in Management artistico presso l’Università  Cattolica di Milano e inizia a collaborare con Studio Azzurro. Si occupa della preparazione degli attori e della progettazione degli spettacoli teatrali. Collabora con diversi studi di progettazione e istituzioni come consulente di allestimenti multimediali. Nel 2003 è socio fondatore di N!03 studio di produzione multimediale, che si occupa in particolare della progettazione di ambienti video interattivi e immersivi.

Massimo Casaroli

Massimo Casaroli

Livio Di Miceli

Livio Di Miceli
Video Designer, gestisce uno studio di produzione video, Seventh Art, dove si dedica alla realizzazione di videoclip musicali, video aziendali, riprese di eventi, cortometraggi e successiva post produzione. Dall’ottobre del 2009 alla primavera 2010 è stato operatore di ripresa nel film documentario, “Niente Paura”, del regista Piergiorgio Gay, presentato fuori concorso alla 67esima edizione del Festival di Venezia ed in proiezione al cinema dal 17 Settembre 2010. Dal 2010 è anche docente presso l’Istituto Europeo di Design di Milano.

Ermanno Guarneri

Ermanno Guarneri
Formatosi come libraio con Primo Moroni, nel 1988 ha fondato la rivista Decoder e poi la casa editrice mulltimediale ShaKe, con la quale ha realizzato decine di titoli su nuove tecnologie e culture giovanili. Tra le installazioni: “Piazza Virtuale” 1992 a Documenta 9 Kassel con Ponton Media Lab di Amburgo, considerata l’installazione capostipite della comunicazione interattiva; “Tutta la tecnologia al popolo” al Festival dei Teatri di Santacarngelo di Romagna 1993; "Interactiv Art " con Nanni Balestrini con Ponton Media Lab Ars Electronica a Linz e Milano 1994; “The Decoder Media Parties”, Milano 1992-1998. Dal 1995 al 2001 ha diretto la collana "Interzone" per Feltrinelli, che per prima ha pubblicato in Italia Pierre Lévy, Donna Haraway, Tim Berners-Lee, Mike Davis, Derrick De Kerckhove, Mark Dery, Manuel De Landa, Katie Hafner e Matthew Lyon ecc. Ha collaborato nel 1996 con Rai2 con una serie ideata da Carlo Freccero sulle nuove tecnologie con Violante Placido, e dal 1997 al 2000 è stato tra gli autori e conduttori del quotidiano tv "Mediamente", in onda su Rai3. Dal 1998 fino al 2000 è stato il direttore editoriale del sito ecommerce Zivago di Feltrinelli e Espresso. Dal 2009 al 2012 ha insegnato Net Art all'Accademia di Belle Arti di Carrara. Dal 1999 è in Feltrinelli Editore dove è Responsabile dei siti Web dei marchi editoriali Feltrinelli, di cui ha disegnato i progetti, tra cui il Wiki di Stefano Benni, e i siti di Roberto Saviano, Isabel Allende, Maurizio Maggiani, Daniel Barenboim, Cristina Comencini e altri. Dal 2010 è anche responsabile del comparto conversioni in formato ebook/epub e formati enhanced sempre per Feltrinelli.

Vincenzo Fabiano

Vincenzo Fabiano
Vincenzo Fabiano, 1983, è un visual designer e motion grapher. Lavora da anni nell'ambito video; la sua attività si divide nella produzione di contenuti commerciali per compagnie quali Luxottica, Vodafone, Samsung, San Pellegrino, Ducati e nella realizzazione di contenuti multimediali e interattivi per concerti, esibizioni, allestimenti museali e proiezioni architetturali sulle più svariate superfici e facciate di edifici. Ha collaborato con diversi artisti come Ludovico Einaudi, Zucchero, Claudio Sinatti; e collabora tuttora con l'associazione culturale AreaOdeon alla realizzazione del Kernel Festival. Oltre al suo lavoro, insegna presso l'Istituto Europeo di Design di Milano.

Dario Gavezotti

Dario Gavezotti
Nato a Milano, ha conseguito nel 2000 il diploma di Maturità Scientifica PNI. Programma in Java e in C, sviluppa con Arduino e Pure Data. Si occupa di sistemi operativi, di software per la compressione e la gestione del video, di software per gestire l'interazione e dell'integrazione tra hardware di I/O e software, sviluppando sia programmi sia parti elettroniche. Collabora dal 2000 con Studio Azzurro, dal 2005 con N!03 e dal 2014 col Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano. È docente presso IED dal 2013. Vive a Milano.

Taketo Gohara

Taketo Gohara
Producer, Sound Designer, Sound Engineer

Maria Gonzalez Lopez

Maria Gonzalez Lopez
Nata in Spagna, fin dall'infanzia ha viaggiato e vissuto in diversi paesi del mondo. Lavora tra Milano e Barcellona come Video Designer e Art Director presso Kladd, uno studio multidisciplinare, di cui è cofondatrice, composto da designer di diversi paesi (http://www.kladdonline.com/). Si occupa di proiezioni su palazzi, interattività  e videoproduzioni per eventi, festival, istituzioni e aziende. Insegna allo IED di Milano e di Barcellona presso il Dipartimento di Visual Communication. Periodicamente partecipa a progetti come artista visiva. Laureata in Pubblicità  e Relazioni Pubbliche presso l’UPV - Università  dei Paesi Baschi (Bilbao, Spagna); Master in Psicopedagogia per la Didattica delle Arti Visive e la Comunicazione - Certificado de Aptitud Pedagógica conseguito presso la Universidad de Extremadura (Badajoz, Spagna); diplomata in Video Design presso lo IED - Istituto Europeo di Design di Milano. Exchange student alla SVA - School of Visual Arts di New York (USA).

Matteo Milani

Matteo Milani
Music & Sound Designer. Opera a Milano nell'industria dello spettacolo. Ha iniziato la sua carriera a fine anni '80 in radio private, giustapponendo chilometri di musica su nastro magnetico. Nel 2011 ha aperto il primo negozio online di effetti sonori “made in Italy”, chiamato Unidentified Sound Object, estensione della sua attuale attività di post-produzione audio. Oltre alla creazione di librerie sonore, compone musica e soundscapes per audiovisivi, eventi e installazioni.

Riccardo Milano

Riccardo Milano
Riccardo Milano è diplomato in Informatica, Tecnica del suono ed Organo Elettronico Dal 1992 lavora in importanti studi di produzione e post-produzione audio di Milano. Nel 1997 fonda la Omnibus Studio, casa di produzione audio, dove svolge lavori di produzione, post.produzione audio e registrazione del suono in presa diretta per commercial, documentari e film.

Jacopo Conti

Jacopo Conti
Musicologo e musicista, è dottore di ricerca. Ha numerose pubblicazioni scientifiche, curatele e traduzioni al suo attivo, oltre ad aver partecipato a convegni internazionali in Europa e negli Stati Uniti.

Lorenzo Dal Ri

Lorenzo Dal Ri
Lorenzo Dal Ri (Milano, 3/6/77) è un sound designer e location recordist, e lavora professionalmente da oltre 10 anni nel campo dell’audio per pubblicità, tv e cinema.

Paolo Ogliari

Paolo Ogliari
Dal 2000, lavora come compositore e audio designer per importanti marchi internazionali nel campo dell’intrattenimento e pubblicità. Nel 2005 entra a far parte degli studios di Ubisoft Milano, lavorando al titolo AAA "Splinter Cell - Double Agent". Nel 2007 si trasferisce a Londra, dedicandosi con PSB Music Ltd e con la band Caned & Able, alla co - produzione di alcuni remix per EMI e il loro primo album " Smoke", pubblicato nel 2008. Nel 2010 torna in Italia e si riunsce al team di Ubisoft come sound designer e audio lead.

Dario Piana

Dario Piana
(Backline), dei mixer Allen & Heath (Eko Music Group) e dei plug-ins D16 Group e Nugen Audio. Gli ultimi 25 anni, Piana li ha passati in console, facendo ballare centinaia di clubs, proponendo un dj set molto eclettico e ritmico. Propone un mix di nu disco, deep, deephouse, con contaminazioni funk, jazz, afro… prestando sempre molta attenzione al groove. Fa la differenza il suo background: Dario Piana è uno dei maggiori dj e collezionisti internazionali di vinili rare grooves, jazz, funky, brasil, bossanova e colonne sonore, quindi black music, seguendo sempre ogni sua evoluzione e contaminazione. Nel Dicembre 2011, dopo molti anni di esperienza e produzioni nelle più importanti labels del settore, Dario Piana ha aperto Bluenoises records, label digitale disponibile su Juno Download e Traxsource, specializzata in nudisco, re-edit e re-work.  Nei primi mesi del 2014 ha aperto 9000Sounds, specializzata in deep house, anch'essa disponibile su Juno Download e Traxsource. Collabora anche con altre labels, come Editorial, Hot Digits, Spa in Disco, Deep Sense. Da 5 anni è anche Ableton Certified Trainer ed Apple Logic Pro 9 Master Pro. E' docente IED, all'interno del corso di Sound Design. In pratica, mette a disposizione la lunga esperienza nel clubbing e la passione per la tecnologia, insegnando in oltre 15 scuole di musica di tutta Italia, tenendo seminari, workshop e full immersion. Molte le collaborazioni con varie emittenti internazionali, sia FM che web. Molte aziende e molti brand hanno utilizzato i suoi live e djset, ad esempio: Milan AC, Diesel, Red Bull, Cadey/Bilboa, Bmg, Gq, Dom Ruinart, Philarmonica, Buongiorno, Telefono Azzurro, Blinko, Motor Show, Tiscali, Fiorio, Tamoil, Jayculture, Eurobassday 07, Scr.  

Patrizio Visco

Patrizio Visco
Laureato in giurisprudenza presso Università Statale di Milano nel 1980 ed Avvocato dal 1983 con proprio studio professionale in Milano. Studi di Laurea presso il D.A.M.S. di Bologna in discipline della musica. Iscritto ad Albo Giornalisti Pubblicisti dal 1988. Docente di "Diritto ed economia della produzione musicale" nel corso FSE / CEE 1992/93 in Milano (Corso sperimentale e pilota a livello nazionale - italiano). Co-autore di tre edizioni de "L'avvocato e la Musica" (Manuali pratici) sul "Music Business Entertainment" – Contrattualistica nel diritto di autore in campo discografico  (pubblicati nel 1993, 1994 e 1998 da Editoriale Musica e Dischi), del libro “Internet & Copyright” (1998, Editoriale Musica e Dischi) e de “Il Diritto della Musica” (2009, HOEPLI). Incaricato di corsi specialistici in master del campo della proprietà intellettuale: Atelier della Canzone – Helvetic Music Institute – Bellinzona (CH) - IULM in Editoria e produzione musicale 2015.