Interior Design

Specializzazione in Interior Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Firenze

Scarica la brochure

L’ambito in cui opera oggi l’Interior Designer è ampio e mutevole e riguarda tutti quei settori, pubblici e privati, in cui è fondamentale la gestione dello spazio e una forte capacità comunicativa ed emozionale. Il lavoro dell’interior designer è la sintesi della sapiente combinazione di più elementi: colori, volumi, materiali, superfici e luci.
Il progettista d'interni deve avere la capacità di progettare luoghi con personalità e innovazione, in grado di favorire e integrare la relazione tra persone e ambiente. Il progettista d'interni può intervenire in molteplici campi, dagli ambiti abitativi, agli spazi pubblici, dai luoghi di lavoro, agli spazi dedicati all'accoglienza, alla ristorazione, vendita e consumo.

Profili Professionali: Interior designer, disegnatore, progettista CAD di ambienti interni, tecnico della modellazione fisica e virtuale degli spazi.

Scopri le pagine delle professioni creative : Interior Designer

Il corso è erogato anche presso la sede di: Venezia -  Cagliari -  Milano -  Milano -  San Paolo -  Torino -  Barcellona -  Madrid -  Roma - 
  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2016
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

L'interior designer deve essere in grado di sintetizzare i nuovi concepts del vivere dinamico creati con componenti che si adattino a spazi e volumi diversi, utilizzando materiali naturali che rendano i luoghi abitativi e lavorativi caldi e confortevoli, caratterizzati dalla capacità di integrare nel progetto lavorazioni artigianali e nuove tecnologie. 

Fin dall'inizio del percorso triennale lo studente impara a confrontarsi e a gestire le varie fasi progettuali: come nasce un’idea, come viene elaborata considerando le molteplici implicazioni culturali e socioeconomiche, come viene sviluppata a livello tecnico-progettuale grazie all’utilizzo di software specifici fino alla sua realizzazione. Fondamentale è infatti l'apprendimento dei principali software di progettazione grafica o di modellazione 3D che consentono di sviluppare, verificare e raccontare il progetto. 

La parte tecnico-progettuale viene affiancata da una solida preparazione culturale che prevede lo studio della storia dell’arte, dell’architettura, della sociologia e dell’antropologia che aiutano lo studente ad interpretare, comprendere e rielaborare i mutamenti degli stili di vita e dei valori etici e sociali collettivi. 

Attraverso il ciclo/percorso di progetto, lo studente acquisisce tutta una serie di competenze progettuali, culturali e strumentali che gli permettono di governare in modo professionale e innovativo le molteplici dimensioni legate alla gestione degli spazi fisici. 

Nel corso del triennio di Interior Design gli studenti imparano anche a comprendere ed anticipare le esigenze del mercato di riferimento integrando le conoscenze tecniche più avanzate con la tradizione artigianale del contesto toscano. 

Particolare attenzione viene inoltre posta sull'acquisizione di competenze relative all'uso di diversi materiali, dei colori e delle finiture, valorizzando la dimensione eco-sostenibile e i processi di lavorazione industriale ed artigianale. Altro aspetto importante per il progettista di interni e la parte relativa allo studio delle sorgenti luminose e la loro interazione. Lo studente viene introdotto infatti alla progettazione illuminotecnica intesa sia come fattore scientifico e tecnologico sia come formidabile strumento espressivo. Il corpo docente è formato da professionisti specializzati e affermati che operano nei vari settori legati all’interior design e che garantiscono un proficuo e vantaggioso collegamento con il mondo del lavoro e le varie realtà produttive. La stretta connessione tra le discipline della stessa area e la possibiltà di collaborare e di confrontarsi con gli studenti degli altri percorsi di studio proposti da IED Firenze (Product Design, Fashion Design e Comunicazione Pubblicitaria), permette la realizzazione di progetti articolati favorendo il contatto con i differenti ruoli della professione e ampliando gli ambiti progettuali grazie alle collaborazioni con prestigiose aziende che IED Firenze ha attivato sul territorio toscano.

La metodologia didattica dello IED si basa su lezioni teoriche, unite a workshop ed esercitazioni, prediligendo gli aspetti pratici ed esperienziali, con numerose visite, incontri e progetti in collaborazione con le piccole medie imprese toscane con l'obiettivo di valorizzare e creare produttive sinergie con il territorio, con le sue risorse e con i suoi distretti che hanno fatto del “saper fare” artigianale una buona parte del successo internazionale del Made in Italy (es. Mobili a Quarrata, Marmo a Carrara e Cristallo a Val’Elsa, cotto dell'impruneta) IED si inserisce nel territorio Toscano, ricchissimo di tradizioni artigianali e di piccole medie imprese (es. Poltronova, Edra, Piaggio) in un momento storico in cui l’artigianato si sta riscoprendo come un ‘nuovo valore’ e motore dell’economia italiana.

  • 1° Anno

    • Storia Dell'arte Contemporanea

      Obiettivo del corso è la conoscenza dei principali movimenti artistici e dei loro protagonisti nella modernità e nell’era contemporanea; accanto allo sviluppo storico dell’arte, si intende approfondire la comprensione critica dei codici artistici e dell’opera d’arte come testo visivo complesso e come fenomeno che racconta le evoluzioni culturali, sociali ed estetiche, colto in particolar modo nelle sue relazioni con altre forme di espressione e comunicazione (la fotografia, la pubblicità, il cinema, etc.).

    • Metodologia Della Progettazione

      Il corso fornisce allo studente gli strumenti analitici per esaminare il rapporto tra il prodotto e i processi che stanno alla base della sua realizzazione. I fondamenti teorici consentiranno allo studente di comprendere quali fattori, scientifici e culturali, intervengano nel progetto e di gestire le discipline che partecipano alla costruzione dell’opera. Nella progettazione confluiscono aspetti di natura funzionale, tecnologica e formale. L’insegnamento percorre le differenti fasi, dalla formulazione dell’idea allo sviluppo dell’oggetto, e consente sia l’individuazione degli strumenti corretti, sia la gestione degli aspetti che intervengono nella formazione,
      costruzione e rappresentazione dell’attività creativa.

    • Tipologia Dei Materiali 1

      La conoscenza del comportamento dei materiali fornisce gli strumenti per tradurre l’idea in opera e comprendere le potenzialità espressive delle diverse materie, tradizionali e sperimentali. L’insegnamento è affrontato dal punto di vista tecnicoscientifico e della storia della tecnologia. Il corso fornisce la conoscenza dei processi produttivi e delle caratteristiche dei materiali, sia fisiche che morfologiche, e le relative tecnologie di trasformazione, oltre agli strumenti per effettuare una ricerca e una selezione adeguata dei materiali in funzione delle esigenze progettuali. Il corso si alterna in lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche, si analizzano materiali e il dettaglio architettonico, attraverso la lettura di progetti esemplificativi.

    • Storia Del Design 1

      Il corso analizza i principali movimenti della cultura del progetto, italiani e internazionali. In un percorso ragionato, attraverso una serie di esempi, il corso sintetizza la formazione di archetipi tipologici e formali, nonché l’evoluzione di tecniche costruttive e rituali d’uso. Il corso affronta la conoscenza dei linguaggi del design per sviluppare una cosciente attitudine critica, fornendo gli strumenti base per comprendere e saper leggere un’opera architettonica o un oggetto di design. Il corso si articola in lezioni frontali sui principali argomenti storici e in una serie di esercitazioni volte a sviluppare capacità e autonomia di ricerca negli studenti. L’intenzione del corso è l’acquisizione di una cultura del Product Design, ma anche l’apprendimento del metodo di ricerca storica come premessa propedeutica e complementare all’azione di progetto.

    • Disegno Tecnico e Progettuale

      La conoscenza del disegno tecnico fornisce allo studente gli strumenti di base per comunicare l’opera e rappresentarne il percorso progettuale. Lo studente apprende il linguaggio grafico necessario per acquisire autonomia espressiva; dalla rappresentazione a mano libera agli schizzi preparatori per lo studio delle proporzioni della figura, fino al disegno tecnico per una corretta rappresentazione progettuale dell’abbigliamento.

    • Modellistica 1

      La modellistica è il percorso progressivo di conoscenza delle tecniche di realizzazione delle collezioni nelle componenti particolari e nella loro interezza. Il corso fornisce allo studente gli strumenti teorici e pratici per la costruzione di modelli realizzati nei materiali più adatti alla scala del progetto e alle differenti fasi di studio. La visione tridimensionale permetterà di esaminare l’idea e di verificarne la consistenza rispetto alle leggi fisiche e alle tecniche di lavorazione. Il modello consentirà altresì di controllare le proporzioni e, di conseguenza, di modificare linee e volumi. Il corso pone l’accento sulla natura pratica e sensoriale dell’esperienza, sviluppando una capacità di visione tridimensionale. Una parte del percorso prevede un primo approccio con la modellistica dell’accessorio e di borse e piccola pelletteria attraverso un’esperienza laboratoriale e la realizzazione di prototipi.

    • Progettazione Grafica

      Gli strumenti di disegno tradizionali e l’alfabetizzazione informatica attraverso i programmi di composizione grafica facilitano l’espressione dell’idea e consentono di correlare gli strumenti di rappresentazione con le nozioni di percezione visiva. L’insegnamento dei principali software per l’elaborazione delle immagini, facilita la valorizzazione dei concept, la gestione delle immagini bidimensionali e la modifica dei contenuti. Il corso di progettazione grafica fornisce allo studente gli strumenti per presentare in modo chiaro e personale la propria creatività e competenza.

    • Design 1

      Obiettivo del corso è mettere in pratica i fondamenti delle metodologie della progettazione e delineare il percorso di realizzazione dell’opera, dal concept all’ipotesi di sviluppo tecnologico e funzionale, con le relative tecniche di comunicazione. I laboratori di Interior Design consentono di comprendere il rapporto tra individuo e spazio costruito e verificare quanto la composizione dell’ambiente influisca sulla percezione e le risposte sensoriali degli utenti. Lo studente, a partire da un brief, è chiamato a definire i dettagli costruttivi del progetto.

    • Teoria Della Percezione E Psicologia Della Forma 1

      Un percorso nel mondo delle percezioni sensoriali e nei processi cognitivi. Il corso illustra le teorie che spiegano il funzionamento dei nostri sensi e lo correla alle ricerche della psicologia del suono. La psicologia della suono mette in relazione i meccanismi percettivi con le problematiche legate all’uso del suono e la conseguente elaborazione dei linguaggi creativi. In una visione più ampia, i fondamenti teorici permettono di analizzare la personalità del progettista, i condizionamenti psicologici dei fruitori e il più complesso sistema produttivo ed espositivo dell’industria creativa. Ascolto. Nel mondo occidentale contemporaneo l’ascolto resta un’esperienza misteriosa, assai più legata all’istinto che non all’analisi. Questo corso si propone di far passare gli studenti di sound design da un ascolto passivo, perlopiù legato al proprio gusto musicale, a uno attivo, consentendo loro di comprendere gli elementi fondamentali di causa/effetto del processo di creazione sonora. Inoltre, attraverso una serie di ascolti analitici, si introduce agli studenti la storia del Sound Design e della creazione del concetto di colonna sonora.

    • Fondamenti Di Marketing Culturale

      Il marketing è inteso come elemento analitico per l’individuazione di nuovi valori che determinano nuovi bisogni applicati agli scenari produttivi e comunicativi. Il corso affronta il suo ruolo nella definizione della strategia di prodotto e la sua relazione con il design. Si approfondisce il concetto di mercato, inteso come segmentazione e come luogo della competizione tra le aziende e la conseguente necessità della ricerca di mercato. Si insegnano le tecniche per le ricerche di posizionamento al fine di impostare strategicamente il valore di marca e di prodotto. Viene affrontato il concetto di target inteso come consumatore e come persona che innesca il processo d’acquisto influenzando il mercato. Infine si affronta il marketing mix, che studia il prodotto in relazione al prezzo e quindi al mercato, per definire tutte le azioni di promozione e pubblicità necessarie per l’affermazione del prodotto.

  • 2° Anno

    • Tipologia Dei Materiali 2

      Il corso approfondisce alcuni argomenti affrontati attraverso un’attività laboratoriale al fine di ampliare le capacità analitiche e la comprensione dei materiali all’interno di un progetto. Si esaminano le caratteristiche fisico-meccaniche di alcune famiglie di materiali in rapporto alle possibili tecnologie di lavorazione, ai relativi vantaggi e rischi. In particolare, l’insegnamento affronta la relazione tra progetto e qualità espressive della materia, includendo anche gli aspetti costruttivi e strutturali. Il corso fornisce le conoscenze tecniche relative all’organismo edilizio con particolare attenzione alle nuove tecnologie e ai sistemi per la riduzione dell’impatto sull’ambiente. Il corso affronta argomenti relativi alle tecnologie, ai materiali, alle soluzioni strutturali e alle fasi lavorative del cantiere.

    • Tecniche E Tecnologie Del Disegno

      A partire dalle tecniche di base apprese in Disegno tecnico e progettuale, il corso implementa le pratiche rappresentative, dal disegno a mano libera agli strumenti multimediali, per favorire la velocità e l’efficacia comunicativa nella presentazione dell’opera. Il progetto è così descritto nelle sue fasi con la modalità più idonea: bozzetti preliminari a mano libera, tecnica pantone,affinamenti di stile con software digitali e realizzazione di rendering e fotorealismi.

    • Storia Dell'architettura Contemporanea 1

      Il corso si focalizza sulla progettazione architettonica dal secondo Dopoguerra a oggi. Una lettura interdisciplinare della storia politica e sociale degli ultimi decenni è lo sfondo su cui si inserisce la produzione contemporanea. L’analisi di casi studio e lezioni monografiche sui protagonisti di avanguardie progettuali, italiane e internazionali, aiuta lo studente a comprendere le manifestazioni attuali e a sviluppare capacità critica.

    • Modellistica 2

      L’approfondimento nelle pratiche della modellistica è di supporto ai corsi di progettazione, per i quali sono necessari modelli di studio e di presentazione, fino alla definizione di prototipi. La natura laboratoriale del corso implica l’apprendimento diretto delle tecniche e favorisce la comprensione di geometrie e volumi nonché lo sviluppo di un linguaggio personale.

    • Design 2

      Lo studente deve dimostrare di aver acquisito una metodologia progettuale nella realizzazione di progetti con un maggiore livello di complessità, affinando la capacità di elaborare concept d’interniall'interno dei laboratori. Il corso si articola in due moduli: Shop Design e Furniture Design. Il modulo di Shop Design affronta il tema progettuale degli spazi destinati alla vendita di prodotti e servizi, attraverso l’ideazione di spazi funzionali ed evocativi allo stesso tempo. Il modulo di Furniture Design mira a formare dei progettisti in grado di rapportarsi con la progettazione a piccola scala, con i processi produttivi legati alla realizzazione di arredi industriali/artigianali e con la progettazione di ambienti complessi in cui la caratterizzazione degli ambienti e delle specifiche funzioni richiede una progettazione mirata.

    • Product Design


      Il corso prevede la realizzazione di progetti in cui l’aspetto teorico e metodologico si unisce alla prassi. Lo studente deve dimostrare di aver acquisito una metodologia progettuale nella realizzazione di progetti con un crescente livello di complessità. Vengono realizzati progetti, applicando il metodo a settori disciplinari diversi. In questo modo lo studente mette alla prova visione creativa e sostenibilità dell’idea. Approfondisce inoltre le competenze acquisite durante il I anno allargando il campo d’azione dalla sfera privata a quella pubblica, in spazialità di diversa tipologia e scala. I temi affrontati vengono sviluppati a partire dal concept, per essere successivamente approfonditi e sviluppati sotto il profilo progettuale, tecnologico ed illuminotecnico.

    • Tecniche Di Modellazione Digitale - Computer 3d

      L’insegnamento comprende l’insieme dei saperi relativi al trattamento digitale delle immagini in ambiente 3D. Durante il corso sono approfonditi i principali software per l’elaborazione delle immagini tridimensionali. Il corso permette l’acquisizione della conoscenza dei modellatori solidi e di rendering 3d utilizzando il software Rhinoceros, finalizzata alla realizzazione di immagini fotorealistiche statiche, postproduzione con fotoritocco e ambientazione del progetto nel contesto, generazione automatica di prospettive, creazione di prospetti e sezioni, ombreggiatura e rendering. La seconda parte del corso è dedicata al rendering con V-Ray e 3D Studio Max e fornisce gli strumenti per visualizzare e verificare ambientazioni tridimensionali con tecniche di illuminazione e applicazione di materiali (texturing) fotorealistiche.

    • Sociologia Dei Processi Culturali

      Si illustrano i principi fondamentali della Sociologia per illustrare le origini storiche della disciplina, le diverse scuole e le differenti metodologie e approcci di analisi. Il corso approfondisce la riflessione sugli stili di vita in cui si generano gruppi affini e sulle dinamiche d’interazione sociale con i relativi processi di diffusione, codici e linguaggi comunicativi.

    • Design Management

      Il corso fornisce le competenze di programmazione, promozione e gestione di attività culturali e progettuali, con particolare riferimento al mercato delle arti applicate e della comunicazione. I principi strategici del marketing, che mirano all’individuazione, allo sviluppo e al lancio di ogni prodotto, sono adattati alle specificità dell’industria creativa. L’insegnamento approfondisce sia gli strumenti di marketing strategico legato all’opera (fasi e modalità di realizzazione, tempistiche, costi e benefici), sia i meccanismi del mercato e dei consumi, del contesto sociale e dei target, destinatari finali del lavoro del progettista.

    • Storia Del Design 2

      Il corso tratta le principali vicende, movimenti e personaggi del design dal Dopoguerra a oggi con particolare attenzione al design italiano e al fenomeno Made in Italy. Obiettivi sono l’acquisizione e lo sviluppo della capacità di interpretazione critica del progetto di design del passato per imparare a scoprire le tendenze del futuro.

  • 3° Anno

    • Design 3

      L’insegnamento presenta esercitazioni a carattere laboratoriale di complessità crescente rispetto ai precedenti corsi di Design. La scala è quella dello spazio pubblico. Progetti di arredo urbano e di servizio, finalizzati a riqualificare i luoghi, sono interpretati dagli studenti con attenzione ai vincoli economici, ecologici, tecnologici e commerciali, nonché dal punto di vista degli utenti. Le esercitazioni laboratoriali tornano sul tema dei luoghi collettivi in continuità con lo spazio esterno. A seconda della tipologia di interno lo studente deve gestire il progetto illuminotecnico, la complessità dei vincoli di sicurezza, la sostenibilità energetica e il comfort ambientale. Il corso si articola in due moduli: Spazi Collettivi e Interaction Design. Il modulo sugli Spazi Collettivi affronta il tema di spazi e dispositivi flessibili. Il modulo di Interaction Design affronta i temi dell’interattività e delle estetiche relazionali nella metropoli contemporanea al confine tra arte architettura e comunicazione.

    • Architettura Virtuale

      L’insegnamento approfondisce le conoscenze apprese nel propedeutico Tecniche di Modellazione Digitale - Rendering 3D. Il corso analizza e approfondisce lo sviluppo di tutte le tecniche utili alla conoscenza e all’apprendimento dei principi di animazione, tradizionali e digitali, adatti a comunicare l’iter progettuale con un racconto per immagini sequenziali. Il disegno, il concept, lo sketch diventano parti dello Storyboard che viene successivamente tradotto in Animazione. Tecniche avanzate di Compositing caratterizzano la fase finale accordandosi alla sensibilità del singolo progettista. Vengono utilizzati software come Premiere, AfterEffects, Rhinoceros, Bongo, V-Ray, 3Ds Max Design.

    • Fenomenologia Delle Arti Contemporanee

      Obiettivo principale del corso è fornire allo studente un adeguato background culturale riguardante le iconografie e le estetiche delle arti visive intese in tutte le accezioni più attuali, dal video alla performance, dalla net art all’arte installativa. In tal modo il percorso di studi sul design e la moda potrà essere integrato tramite le suggestioni derivanti dall’immaginario contemporaneo. Uno sguardo critico particolare verrà proposto sulla rappresentazione del corpo.

    • Antropologia Culturale

      Il corso intende identificare le forme e le relazioni simboliche dell’immaginario collettivo, in rapporto a concezione, fruizione e comunicazione dei beni materiali e immateriali nella cultura postindustriale. In particolare, l’insegnamento pone attenzione sulle recenti ibridazioni del design con le pratiche sociali emergenti, i flussi comunicativi, l’ambiente, lo sviluppo tecnologico e la sfera dell’esperienza, scorrendo in parallelo l’evoluzione del senso di territorio e di identità culturale e sociale, che ha modificato la percezione del corpo e dell’abitare lo spazio.

    • Layout E Tecniche Di Visualizzazione

      Il corso conferisce l’insieme di operazioni, metodi e processi per la progettazione visiva orientata alla comunicazione del progetto. Si acquisiscono i diversi strumenti multimediali, offline e online, con particolare riferimento alle tecniche grafiche digitali per la realizzazione, visualizzazione, presentazione e comunicazione del progetto grafico.

    • Design 4

      Il laboratorio di Tesi si articolerà in due percorsi di approfondimento delle progettazioni del II anno: Interior Design e Scenografia degli Eventi. Il laboratorio di tesi è seguito da un relatore di tesi in tutte le fasi di sviluppo con il supporto dei docenti del laboratorio di modellazione e dei docenti dei corsi di 3D, render e comunicazione del progetto. Dove necessario, in base al tema affrontato, vengono coinvolti altri docenti e consulenti esterni.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Valentina Gensini

Valentina Gensini
Storica dell’arte e curatrice. Ha pubblicato saggi sull’arte e la critica del XIX e XX secolo e partecipato a numerosi convegni. Dopo un incarico biennale la Soprintendenza fiorentina, Galleria d'arte moderna di Palazzo Pitti, è stata consulente per la didattica e mediazione presso la Fondazione Palazzo Strozzi, dove ha curato la mostra Green Platform, presso il CCCS. Ha curato mostre e format di arte contempornea e di arte del Novecento. E' stata direttore artistico della Notte bianca 2011 per il Comune di Firenze.

Giuseppe Ridolfi

Giuseppe Ridolfi
Architetto, laure. Titolare della cattedra di Tecnologia dell’architettura, insegna Architectural Design e Multimedia Design all’Università  degli Studi di Firenze. Ha progettato e condotto la costruzione di complessi ospedaliere; è stato consulente di enti pubblici e privati. Ha partecipato a ricerche di rilevante interesse nazionale sull’a dabilità  della progettazione e della costruzione. Autore di video-installazioni temporanee e permanenti per eventi pubblici dello spettacolo e dell’arte. E’ responsabile di Mailab laboratorio congiunto università -impresa su multimedia e interattività .

Andrea Lanzini

Andrea Lanzini
Laureato in architettura presso Università  degli Studi di Firenze. Dal 1999 collabora con studi professionali ed aziende, specializzandosi nel disegno automatico, la computer grafica e la prototipazione applicati alla progettazione architettonica e al design. Dal 2006 svolge la libera professione, collaborando principalmente con Pitti Immagine dove coordina la produzione degli allestimenti fieristici e dei saloni evento.

Luca Mazzari

Luca Mazzari
Luca Mazzari fonda a Genova, nel 1998 assieme a Liliana Leone, lo studio archifax associati. (www.archifax.it) Progetta per le principali aziende del furniture design, come Move, Berloni, Falegnami, Ciat, Fimes, Laurameroni, Nardi, Composit, realizzando letti, contenitori, tavoli, sedie, sistemi componibili. Realizza allestimenti per leprincipali manifestazioni del design, come il Salone del mobile di Milano, Parigi, Colonia e Mosca e abitazioni a Forte dei Marmi, Treviso, Genova. E’ invitato alla biennale del design di St. Etienne e partecipa a concorsi di architettura e design. Vince il concorso internazionale per il redesign della sedia Chiavarina e con la lampada Led-Runner, si aggiudica il primo premio al concorso internazionale indetto da Delta Light. Dal 2001 è docente di progettazione presso al facoltà  di architettura di Genova.

Sara Pelacchi

Sara Pelacchi
Laureata a Firenze nel 2008 con il massimo dei voti in Architettura v.o., collabora dai tempi dell’università  con studi di architettura, società  di ingegneria e Enti pubblici quali l’Università . Dopo aver conseguito un Master di II livello presso l’Università  di Pisa e il diploma di Esperto CasaClima Junior trasforma una passione in lavoro creando un laboratorio artigianale per la realizzazione di modelli. (www.unoadue.com)

Valentina Gianfrate

Valentina Gianfrate
Valentina Gianfrate, architetto, e dottore di Ricerca in Tecnologia dell’Architettura. Dal 2005 svolge attività  di ricerca presso il Dipartimento TAED di Firenze, occupandosi di tematiche legate alla sostenibilità  ambientale del costruito. Dal 2009 svolge attività  di didattica presso la Facoltà  di Architettura di Firenze come docente di Progettazione dei sistemi Ambientali. Lavora come libero professionista, assieme all’Architetto Zoli,maturando esperienze nel settore delle ristrutturazioni edilizie, del contract e dell’interior design, interessandosi degli aspetti sperimentali e multidisciplinari del fare architettura.

Federico Grazzini

Federico Grazzini
Architetto e designer, laureato a Firenze nel 1996, ha vissuto e lavorato a Londra per sette anni dal 1998 al 2005, insegnando anche all'Università  di Brighton. In italia ha collaborato con vari studi di architettura di rilevanza nazionale. Insegna in vari programmi di Interior e Product Design all'interno di Università  straniere e Istituti privati a Firenze. Attualmente disegna oggetti e accessori ed esercita la libera professione.

PLS design

PLS design
PLS design (www.plsdesign.it) è uno studio associato di architettura con sede a Firenze. Nasce nel 2002 dalla collaborazione degli architetti Lino Losanno e Lorenzo Perini. Lino Losanno si laurea all' Università  di Napoli nel '91 e prosegue gli studi presso l'Écoles d'Art Américaines a Fontainebleau e al Pratt Institute a New York dove vive per alcuni anni e collabora con vari studi di architettura ed interior design. Lorenzo Perini si laurea nel '92 all'Università  di Firenze. Successivamente si trasferisce a Londra dove collabora con l'architetto Nigel Coates. Dal 1996 al 2002 sono entrambi associati della Nardi Associates come responsabili del settore retail (Dolce & Gabbana, Valentino, Ferré, Malo, Nannini, Iceberg), e del settore architettura per gli Stati Uniti e il Medio Oriente. Dal 2002 pls design si occupa di interior design, architettura e restauro. Lo studio, situato in un loft a Firenze, è attualmente composto da un team di 20 professionisti fra architetti, ingegneri e designers e costituisce una delle realtà  pi๠interessanti e innovative del design italiano. Per inumerosi progetti all’estero, PLS design si avvale di un consolidato network di professionisti e contractors. All’inizio di quest’anno PLS design ha aperto una nuova sede a Baku in Azerbaijan e nel corso del 2013 è prevista l’apertura di una sede a New Delhi, in India. Fra i progetti in corso il nuovo Headquarters di Gucci a Mosca, la nuova boutique Tom Ford a Londra e gli u ci direzionali della DS Group a Delhi. Fra i progetti di architettura di maggior rilievo, la nuova facciata di Coin in piazza Cinque Giornate a Milano, una villa a Delhi, una villa a Lugano, un edi cio per appartamenti a Mumbai, un hotel a Chennai, un edi cio commerciale a Baku in Azerbaijan.

Giulia Bartolozzi

Giulia Bartolozzi
E’ consulente di Marketing e comunicazione, attualmente libera professionista, collabora con aziende ed agenzie di comunicazione. Laureata in Fashion Marketing presso l’università  di Firenze, ha lavorato nella direzione marketing di Targetti Sankey spa, importante azienda nel settore dell’illuminazione e precedentemente in agenzie pubblicitarie e di ricerche di mercato.

Matteo Fioravanti

Matteo Fioravanti
Architetto, membro dello studio qart (www.qart.it) progetti con cui svolge attività  di progettazione. Accompagna la vita professionale con l’insegnamento in di erenti realtà . Collabora e svolge attività  di ricerca all’interno della facoltà  di architettura di Firenze, dal 2005 è professore a contratto del modulo di teorie e tecniche della progettazionearchitettonica. Ha insegnato disegno presso il Centro di Formazione Professionale del comune di Firenze.