Fashion Design

Specializzazione in Shoes and Accessories Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Firenze

Scarica la brochure

Il Fashion Designer è a tutti gli effetti un progettista capace di ascoltare la propria creatività e di ideare e confezionare abiti o accessori, costruendo un racconto personale. Ha la responsabilità di seguire ogni fase del percorso di realizzazione tecnica e comunicazione del prodotto, scegliendo gli strumenti più efficaci, interagendo positivamente con altre figure professionali e verificando la coerenza della visione d’insieme. Le capacità acquisite comprendono tutto il processo produttivo della filiera moda del Made in Italy, punto di forza della produzione di moda Toscana e specificità del territorio. 

Il corso propone due corsi di specializzazione: Fashion Design, che approfondisce lo sviluppo di collezioni uomo, donna, bambino, maglieria, streetwear & jeanswear e Shoes and Accessories Design che affronta il mondo degli accessori quali borse, scarpe, piccola pelletteria e cappelleria.

Titolo rilasciato - Il corso è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai titoli di Laurea di I Livello rilasciati dalle Università.

Opportunità professionali - Fashion Designer, Product Manager, Accessories Designer, Shoes Designer, Fur Expert, Head of Manufacturing e Textile Designer.

 

  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

Contesto – A fronte delle continue e rapide trasformazioni della moda e del suo configurarsi come un vero e proprio sistema, la figura professionale una volta definita couturier e poi stilista ha lasciato spazio a un ruolo più complesso e flessibile, in grado di collocarsi in ambiti diversi all’interno di un processo multiforme: il Fashion Designer.

Metodologia e struttura - Il percorso formativo inizia con l’acquisizione di basi comuni, sia dal punto di vista di cultura generale, comunicazione visiva, sociologia e storia del costume, che dal punto di vista delle basi della modellistica e dell’illustrazione di moda, requisiti fondamentali per chi vuole intraprendere il percorso di Fashion Designer. Una volta acquisite le basi progettuali si passa all’approfondimento delle competenze tecniche. A queste vengono affiancate nozioni metodologiche per formare una cultura dell’immagine tale da poter affrontare con consapevolezza e competenza il mondo della comunicazione visiva e la complessità della produzione. 

La stretta connessione tra le discipline della stessa area e la possibilità di collaborare e confrontarsi con studenti di altri percorsi di studi come Interior Design, Fashion Communication and Styling e Comunicazione Pubblicitaria, permette la realizzazione di progetti articolati, favorendo il contatto con i differenti ruoli della professione. I progetti sviluppati nelle numerose attività laboratoriali mirano a presentare sia la varietà delle tipologie del settore moda che gli aspetti più specifici delle varie realizzazioni, tenendo sempre presente la ricchezza del territorio toscano, delle sue specificità e delle opportunità che offre. Le grandi aziende di moda del territorio locale sono presenti sia in occasione delle lecture che durante la fase progettuale. 

 

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Gabriele Goretti - Coordinatore

Gabriele Goretti - Coordinatore
Architetto, Designer, Ricercatore nel settore della fashion design strategy e sul prodotto di alta gamma. Senior Researcher presso i laboratori congiunti Università-Impresa e PhD in Industrial Design. La sua ricerca si concentra sulle relazioni che intercorrono tra strategie di design e processi manifatturieri avanzati. Si occupa inoltre di comunicazione valoriale del prodotto seguendo i principi di innovazione design-driven, innovazione tecnologica e tracciabilità.

Margherita Abbozzo

Margherita Abbozzo
Nata a Firenze, Margherita ha studiato Storia dell'Arte presso l'Università di Firenze e Belle Arti a Londra. Scrive sull'arte contemporanea, la fotografia e la scienza per numerose pubblicazioni d'arte e di fotografia italiana e internazionale. Insegna, tiene un blog visivo di una stazione radio e gestisce corsi d'arte e workshop. Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia, Inghilterra e America. I suoi libri sono presenti nelle collezioni permanenti della Tate Modern e del Victoria and Albert Museum di Londra.

Riccardo Bresciani

Riccardo Bresciani
Consulente freelance, si occupa di analisi strategiche per brand, dal market concept ai piani di sviluppo e riposizionamento competitivo. Collabora da anni con alcuni dei più importanti istituti di ricerca a livello nazionale e internazionale e per clienti che spaziano dal food, al fashion, al luxury. È responsabile di un progetto di ricerca di mapping delle tendenze creative sulla pubblicità in Italia per l'Università di Bologna.

Monica Galleri

Monica Galleri
Esperto di stilismo di moda, la sua esperienza professionale si è sviluppata nel settore dell’abbigliamento donna e negli accessori attraverso la collaborazione con aziende di fama internazionale. Oggi, il suo percorso professionale l’ha portata a poter offrire consulenze di stile e di prodotto offrendo al management aziendale indicazioni concrete sulle strategie di prodotto da seguire e sulla pianificazione delle collezioni.

Marco Innocenti

Marco Innocenti
Designer, illustratore ed art director, con esperienze di copy, tipografia e redazione testi. Esperto di magazine design ed impaginazione per l’editoria. Esperto di promozione culturale e turistica. Fotografo. Titolare di Kidstudio. www.kidstudio.it

Valeria Lasalvia

Valeria Lasalvia
Laureata in Cultura e Stilismo della Moda, ha portato avanti un duplice percorso: accademico, all’interno di Istituzioni Universitarie; professionale, nelle collaborazioni con aziende che operano nel settore della moda. In seguito ai più recenti studi in modellistica con CAD, si interessa soprattutto di sviluppo prodotto per brand del lusso e di sartoria.

Costanza Menchi

Costanza Menchi
E’ ricercatrice e consulente nel settore Storia della moda e gestione degli archivi storici aziendali. Collabora con importanti istituzioni fiorentine nell’ambito della tutela e della promozione delle culture artigianali, in particolare nel settore accessori moda. Sito web personale    

Arianna Mereu

Arianna Mereu
Cool Hunter freelance e Fashion Designer, ha collaborato con importanti aziende come Sixty Group, Levi’s, Iceberg, Max Mara Group, sia all’interno degli uffici stile che come ricerca tendenze. Ha lavorato a Hong Kong come Cool Hunter e Reporter per mpdclick.com.

Juliana De Nicola

Juliana De Nicola
Juliana De Nicola è una Designer e Ricercatrice di tendenze italo-austriaca. Nata a Vienna, dopo studi d’arte e un BA in progettazione di moda ha iniziato a lavorare come Fashion Designer free-lance in Italia, Cina, Giappone, India. Attraverso la passione per il viaggio, il mondo underground porta avanti una ricerca continua per lanciare progetti personali nel mondo della moda e dell’arte.  

Filippo Montedoro

Filippo Montedoro
Filippo Montedoro è Artista, Designer e Musicista. Laureato al Politecnico di Milano in Fashion Design in un primo periodo si dedica alla micro architettura, alla gioielleria e al design degli accessori per poi diventare Designer e Graphic Design Department Coordinator. Si distingue nella ricerca, nell’analisi e nel trend forecasting. Disegna per importanti marchi d'abbigliamento collaborando con differenti artisti e musicisti nel panorama Italiano e internazionale.

Luca Parenti

Luca Parenti
Textile e Graphic Designer. Si è laureato presso l’Università degli Studi di Firenze in Cultura e Tecnica della Moda - Tessuto e maglieria. Ha lavorato come Disegnatore e Ricercatore di tendenze. È Direttore Creativo della linea di tshirt artigianali Mamuk e Fondatore di Kidstudio. Ha pubblicato Manuale di Cultura Tessile, KSC edizioni. Sito personale  

Matteo Giulio Pagliai

Matteo Giulio Pagliai
Matteo Giulio Pagliai è Regista, Produttore Esecutivo e Montatore. Si Laurea in DAMS presso l’Università di Firenze nel 2010 e l'anno successivo si diploma in Regia Cinematografica presso la Scuola Nazionale di Cinema Indipendente (SNCI) di Firenze. Nel 2012 fonda EcoFrames Film e Tv, casa di produzione cine/televisiva. Si specializza nell'arte della regia cinematografica che lo porta a sperimentarsi in diversi generi, intraprendendo parallelamente il ruolo di Produttore Esecutivo per svariate opere filmiche.

Stefania Pelliccia

Stefania Pelliccia
Dopo la laurea in Scultura e disegno all’Accademia di Belle Arti di Carrara e una specializzazione all’Università di Siviglia, ha lavorato con enti, istituzioni e privati coordinando eventi d’arte, spettacolo e moda. Attualmente collabora con studi grafici e aziende come Illustratrice freelance per progetti legati a food, moda ed eventi. Presso IED di Firenze insegna anatomia dell’immagine. 

  • I anno

    • Stile, Storia dell’Arte e del Costume

      Il corso indaga i principali movimenti artistici e i loro protagonisti nella modernità e nell’era contemporanea. Accanto allo sviluppo storico dell’arte si approfondisce la comprensione critica dei codici artistici e dell’opera d’arte, intesa come testo visivo complesso e come fenomeno che racconta le evoluzioni culturali, sociali ed estetiche, colto in particolar modo nelle sue relazioni con altre forme di espressione e comunicazione quali fotografia, pubblicità e cinema.

    • Metodologia della Progettazione

      Il corso fornisce gli strumenti analitici per esaminare il rapporto tra il prodotto e i suoi processi realizzativi. I fondamenti teorici fanno comprendere i fattori scientifici e culturali che intervengono nel progetto e permettono di gestire le discipline che partecipano alla costruzione dell’opera. Nella progettazione confluiscono aspetti di natura funzionale, tecnologica e formale. Dalla formulazione dell’idea allo sviluppo per la gestione, la formazione, la costruzione e la rappresentazione dell’attività creativa.

    • Disegno Tecnico e Progettuale

      La conoscenza del disegno tecnico fornisce allo studente gli strumenti di base per comunicare l’opera e rappresentarne il percorso progettuale. Lo studente apprende il linguaggio grafico necessario per acquisire autonomia espressiva. Il corso affronta tutte le fasi fondamentali per arrivare alla corretta raffigurazione progettuale dell’abbigliamento e degli accessori: dalla rappresentazione a mano libera, agli schizzi preparatori per lo studio delle proporzioni della figura, fino al disegno tecnico. 

    • Storia della Moda 1

      Il corso affronta l’evoluzione degli stili e del gusto nella moda occidentale, dalla metà dell’Ottocento alla metà del Novecento. L’insegnamento analizza i processi sociali e tecnici che hanno caratterizzato i cambiamenti avvenuti nel sistema moda, anche attraverso la presentazione di casi studio di stilisti e collezioni. 

    • Modellistica 1

      La modellistica è il percorso progressivo di conoscenza delle tecniche di realizzazione delle collezioni nelle componenti particolari e nella loro interezza. Il corso fornisce allo studente gli strumenti teorici e pratici per la costruzione di modelli realizzati nei materiali più adatti alla scala del progetto e alle differenti fasi di studio. La visione tridimensionale permette di esaminare l’idea e di verificarne la consistenza rispetto alle leggi fisiche e alle tecniche di lavorazione. 

    • Progettazione Grafica 1

      L’alfabetizzazione informatica, attraverso i programmi di composizione grafica, facilita l’espressione dell’idea e consente di correlare gli strumenti digitali di rappresentazione con le nozioni di percezione visiva. L’insegnamento dei principali software per l’elaborazione grafica facilita la valorizzazione dei concept, la gestione delle immagini e la modifica dei contenuti. 

    • Cultura Tessile 1

      Lo studio e la ricerca dei materiali di una collezione di abbigliamento sono alla base del corso. La conoscenza delle fibre, dei tessuti, dei materiali e dei principali processi di classificazione, con le relative tecniche di produzione e lavorazione, consentono allo studente di riconoscere le proprietà specifiche dei filati e di acquisire sensibilità nell’uso dei materiali. Si approfondiscono le conoscenze sulle teorie del colore nel settore della produzione di tessuti e introduce le tecniche base per sviluppare stampe e lavorazioni. 

    • Fashion Design 1

      Il corso laboratoriale si sviluppa attraverso l’acquisizione di manualità e tecniche artigiano-industriali di base. Grazie alle conoscenze apprese nei corsi di modellazione e cultura tessile, lo studente è chiamato a sviluppare un concept con forme e volumi, scelta di materiali e lavorazioni, stampe e colori e assortimento dei capi fino a creare un book che illustri tutte le fasi del lavoro. 

    • Anatomia dell’Immagine

      L’insegnamento comprende la lettura, storica e contemporanea, della forma umana nei diversi ambiti disciplinari: dall’arte alla fotografia, alla grafica, alla moda. Proporzioni, forme, volumi, prospettive e assonometrie del corpo sono analizzate attraverso teorie e metodi di raffigurazione. Si studia l’anatomia umana per il disegno di moda tradizionale e multimediale. 

    • Semiotica dell’Arte 1

      Argomento centrale del corso è la lettura dei rapporti fra contenuto, testi e immagine e i processi narrativi, adottati dalle diverse forme della comunicazione visiva e dall’universo mediale. L’apprendimento metodologico consiste nell’esame dell’unità fra forma e contenuto, degli effetti estetici e dei regimi di fruizione, impostando un orientamento valutativo e critico nel linguaggio delle opere visive, teso a individuare quale aspetto, e in che modo, funziona come comunicazione. 

  • II anno

    • Storia della Moda 2

      Il corso tratta gli sviluppi della storia della moda contemporanea al fine di individuare tendenze e modalità di comunicazione del fashion system. L’evoluzione delle tendenze e dello stile è trattata dal punto di vista storico, culturale, sociale ed economico, fornendo gli strumenti per comprendere la contemporaneità della moda, evidenziarne i meccanismi, i personaggi chiave e i fenomeni più rilevanti. 

    • Progettazione Grafica 2

      La pluralità di metodi e processi della progettazione visiva sono orientati alla comunicazione e alla presentazione dei progetti realizzati. Argomento centrale del corso è l’uso corretto dei principali software grafici utilizzati per realizzare book personalizzati, portfolio e progetti grafici articolati, curandone l’impaginazione e gli aspetti estetici. 

    • Semiotica dell’Arte 2

      L’insegnamento si concentra sull’abito e le sue componenti estetiche e semiotiche, comprendendone la rappresentazione nella pluralità dei sistemi di racconto. L’unità tra forma e contenuto e la consequenzialità tra estetica e fruizione sono esaminate nella loro costruzione e organizzazione, affinché lo studente comprenda la complessità di significato della moda come racconto. 
       

    • Storia della Fotografia

      È un percorso attraverso lo studio, le ricerche estetiche, l’utilizzo e i fotografi, in rapporto ai mutamenti tecnici e ai risvolti artistici, culturali e sociali. Il corso pone particolare attenzione alla storia della fotografia nel settore della moda, concentrandosi sull’evoluzione di linguaggi e tecniche di rappresentazione e sullo stile dei fotografi più significativi.

    • Logica e Organizzazione d’Impresa 1

      La filiera è analizzata nelle differenti competenze, professionalità, dinamiche industriali e in relazione ai mercati di riferimento. Lo studente apprende i fondamenti del marketing applicato all’organizzazione delle attività d’impresa, con le relative scelte strategiche e politiche aziendali per un corretto posizionamento del brand. 

    • Tecniche e Tecnologie del Disegno

      FASHION DESIGN - A partire dalle tecniche di base apprese in Disegno Tecnico e Progettuale, il corso implementa le pratiche rappresentative, dal disegno a mano libera agli strumenti multimediali, per favorire l’efficacia comunicativa nella rappresentazione dell’opera. Il progetto è così descritto nelle sue fasi con la modalità più idonea: bozzetti preliminari a mano libera, affinamenti di stile con software digitali e realizzazione di rendering. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il corso mira ad approfondire la metodologia e le procedure per la corretta rappresentazione dell’accessorio, per evidenziarne la struttura tecnica, le componenti e la base modellistica. Viene sviluppata quindi la capacità di analisi della struttura dell’accessorio relativamente a volumi, tagli e cuciture e la capacità di resa grafica manuale o con supporto di strumenti informatici e tecnici per la rappresentazione in 3D. 

       

    • Modellistica 2

      FASHION DESIGN - L’approfondimento nelle pratiche della modellistica è di supporto ai corsi di progettazione, per i quali sono necessari modelli di studio e di presentazione, fino alla definizione di prototipi. La natura laboratoriale del corso implica l’apprendimento diretto delle tecniche e favorisce la comprensione di geometrie e volumi nonché lo sviluppo di un linguaggio personale. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - L’approfondimento delle tecniche di costruzione dei modelli di borse, piccola pelletteria e scarpe, nelle collezioni maschile e femminile, è di supporto al corso di progettazione finalizzato alla realizzazione di prototipi. L’esperienza di laboratorio è fondamentale alla comprensione delle tecniche di assemblaggio e cucitura, finalizzate a implementare le capacità progettuali. 

       

    • Cultura Tessile 2

      FASHION DESIGN - Il corso completa la trasmissione delle tecniche per progettare in modo creativo tessuti e materiali. Inoltre, l’analisi degli aspetti tecnici legati alla maglieria è supportata da esercitazioni pratiche. L’attività manuale consente allo studente di confrontarsi con le metodologie di progettazione e di affinare le conoscenze di base già acquisite nel corso nel semestre precedente, come le terminologie, le tecniche di esecuzione tradizionali e digitali e i finissaggi. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il corso di Cultura Tessile di base approfondisce lo studio e l’analisi della progettazione e produzione tessile e nello specifico della pelle. La specializzazione fornisce gli strumenti necessari alla comprensione del processo artigianale e industriale di produzione dei tessuti e della pelle al fine di favorire la comprensione del processo di scelta e dell’utilizzo corretto dei materiali nelle differenti categorie merceologiche relative agli accessori. 

       

    • Fashion Design 2

      FASHION DESIGN - Il percorso guidato dai docenti intende seguire l’intero processo di progettazione, partendo dalla selezione e ricerca di un prodotto fino allo sviluppo della collezione. Il concept delle collezioni maschili e femminili deve essere pensato anche dal punto di vista della comunicazione, affinché lo studente sperimenti le interazioni con le altre discipline e sviluppi la propria creatività. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il corso si concentra sulla progettazione e sviluppo di una collezione maschile e femminile elaborata in tutte le merceologie specifiche: scarpe, borse, cinture e piccola pelletteria, compreso un focus sull’accessorio tecnologico. 

       

  • III anno

    • Metodologia Progettuale della Comunicazione Visiva

      Il corso affronta le metodologie progettuali e i principali strumenti dello styling nel settore della moda. Fondamenti di storia dello styling, attraverso i suoi protagonisti, sono funzionali per comprendere il ruolo professionale e le tecniche. Lo studente è chiamato a sperimentare il processo di ideazione creativa e a comprendere le professionalità in gioco. In questo modo si approfondisce la relazione tra lo styling, l’immagine e la comunicazione del marchio. 

    • Fenomenologia delle Arti Contemporanee

      Il corso affronta il rapporto tra moda e cinema e fornisce allo studente un adeguato background culturale riguardante le iconografie e le estetiche cinematografiche. In tal modo il suo percorso di studi sul design e la moda potrà essere integrato tramite le suggestioni derivanti dall’immaginario moderno e contemporaneo. Viene fornito uno sguardo critico, attraverso la lente della macchina da presa, sui fenomeni, le tendenze e i corpi che hanno rappresentato e rappresentano il motore delle evoluzioni di stile del nostro tempo. 

    • Logica e Organizzazione d’Impresa 2

      I principi strategici del marketing, sono adattati alle specificità dell’industria creativa con l’obiettivo di comprendere e anticipare le aspettative e i bisogni dei consumatori. Si approfondiscono sia gli strumenti di studio del prodotto legati al sistema moda, sia i meccanismi del mercato e dei consumi, del contesto sociale e dei target, destinatari finali del lavoro del progettista. Il corso delinea le competenze necessarie per gestire le fasi del processo creativo e i team all’interno dell’industria.

    • Teoria e Analisi del Cinema e dell’Audiovisivo

      L’insegnamento approfondisce la fenomenologia dei media e il loro rapporto con i linguaggi artistici e i relativi mutamenti. L’obiettivo è fornire una conoscenza articolata e dialettica dei mezzi cinematografici e audiovisivi, per sottolinearne l’intermodalità e la reciproca influenza. Particolare attenzione è dedicata alle dinamiche di narrazione del testo cinematografico, attraverso lo studio dell’impianto registico, della fotografia, della colonna sonora, della sceneggiatura e dell’impatto visivo complessivo sull’immaginario collettivo.

    • Fashion Design 3

      FASHION DESIGN - Il corso rappresenta un approfondimento delle metodologie e dei processi di progettazione e comunicazione affrontando ulteriori specificità merceologiche e aree di prodotto. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il corso rappresenta un approfondimento delle metodologie e dei processi di progettazione e comunicazione affrontando ulteriori specificità merceologiche e aree di prodotto. Il corso implementa la conoscenza delle metodologie e delle tecniche di progettazione apprese durante il secondo anno per tradurre in forme, volumi, accessori e complementi d’abbigliamento la creatività in modo personale e originale. 

    • Fashion Design 4

      Il laboratorio affronta le fasi preparatorie al Progetto di Tesi conclusivo. Vengono poste le basi per la fase metaprogettuale, ovvero la definizione strategica del progetto, l’impostazione del lavoro di ricerca inerente i temi proposti e la pianificazione delle successive fasi operative. 

    • Modellistica 3

      FASHION DESIGN - Il corso consente di approfondire conoscenze e abilità per costruire modelli e manufatti e incrementa le nozioni acquisite, prestando maggiore attenzione ai dettagli e sperimentando tecniche innovative. Lo studente è chiamato a realizzare un prodotto moda con le rifiniture necessarie per la sua ultimazione. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il corso consente di approfondire la conoscenza del processo di costruzione dei modelli caratteristici degli accessori maschili e femminili classici, gli elementi costitutivi delle principali tipologie di accessorio in relazione anche al modello e alla confezione. Permette di sviluppare le competenze tecniche per la confezione di prototipi e l’applicazione delle conoscenze apprese.