Graphic Design

Master - Milano

Scarica la brochure

>> Partecipa al concorso 50 anni IED per aggiudicarti una borsa di studio <<

La figura professionale del Graphic Designer è molto cambiata grazie all’evoluzione delle tecnologie di comunicazione, al mutamento nell'assetto sociale, al cambiamento delle strategie commerciali delle aziende. I committenti non cercano semplici esecutori, ma interlocutori in grado di avere un approccio strutturato al processo lavorativo; un metodo progettuale che concili culture, competenze e professionalità diverse per arrivare alla effettiva efficienza della strategia di contatto. Una figura capace di organizzare un team, efficace nel gestire un flusso di lavoro integrato, che conosca tutti i molteplici aspetti in gioco (manageriale, produttivo, tecnico, creativo). Un professionista in grado di trovare il metodo progettuale corretto per costruire, gestire e finalizzare un progetto di comunicazione visiva: dalla strategia, al concept fino alla corretta applicazione ai più diversi canali, dalla stampa al social.

Sbocchi Professionali

Il Master forma progettisti della comunicazione visiva, professionisti che possano inserirsi in agenzie di pubbliche relazioni, di comunicazione e pubblicitarie, studi di progettazione (grafica, di prodotto, di interni), aziende, enti pubblici e organizzazioni di servizio. Figure competenti in grado di seguire un progetto dall’ideazione alla produzione, qualunque sia il suo output effettivo, se editoriale, video, web o di allestimento; in grado di stilare un planning strategico per la comunicazione aziendale e garantire che il progetto raggiunga la miglior efficacia e i più alti standard qualitativi anche in rapporto al budget di spesa.

 

  • Partenza
    Novembre 2016
  • Durata
    10 mesi
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

A chi è rivolto:

Il master si rivolge a chi possiede una laurea o un diploma di I o II livello universitario o equiparati nell’area della progettazione: grafica, architettura, design, belle arti, advertising; ma anche a chi ha un percorso di studi in management, comunicazione, marketing, pubbliche relazioni; ai professionisti nell’ambito del design e della comunicazione visiva (graphic, product, interior, advertising, fotografia, web e social) con almeno due anni di esperienza nel settore.

 

Metodologia e Struttura:

Il Master propone un percorso formativo che, integrando gli aspetti metodologici, tecnici e progettuali, porta i partecipanti a consolidare un approccio professionale completo, declinabile e utilizzabile nei diversi ambiti di lavoro. Le lezioni sono veri e propri workshop. I partecipanti lavorano sulla base di brief reali lanciati dalle aziende partner e sono cosi sin dall’inizio inseriti in un contesto che ricostruisce le dinamiche professionali caratteristiche delle imprese di comunicazione: studi, agenzie, reparti aziendali e istituzioni.

Durante tutto lo svolgimento del Master si lavora per progetti, ma soprattutto ci si dedica allo sviluppo di un unico progetto di tesi che ha l’obiettivo di far comprenderne appieno, nell’esperienza diretta, la metodologia di sviluppo e produzione.

La struttura è organizzata in tre macro aree: metodologica, tecnico-strumentale e progettuale. La prima, finalizzata all’acquisizione delle conoscenze relative alla cultura del progetto di comunicazione e al consolidamento delle competenze di carattere tecnico-strumentale, approfondisce la ricerca di base attraverso lezioni frontali, laboratori di progetto guidato e studio individuale.

La seconda fase del percorso, di carattere strategico-progettuale, è finalizzata alla gestione del progetto di comunicazione in tutte le sue fasi, e si svolge in collaborazione con aziende e/o enti esterni. Le docenze sono affidate ad esperti e professionisti dei diversi insegnamenti.

L’ultima fase permette di applicare la metodologia del design grafico nelle sue declinazioni canoniche, con una particolare attenzione ai settori in grande sviluppo sul mercato (video e social, ad esempio). Esperti del settore, attraverso interventi straordinari, integrano il programma degli insegnamenti.

Nelle ultime edizioni del Master gli ospiti internazionali Sibylle Schlaich dello studio berlinese Moniteurs, Andres Uebele dell’omonimo studio di Stoccarda, Alfredo Carlo di Housatonic Design Network, Borja Martinèz di Lo Siento (Barcellona),  Roger Botti di Robilant Associati, Saul Saguatti di Basmati, Fabio Iaculli di Monkey Talkie, Jacopo Trini Castelli di Clonwerk, Florian Boje di Gio' Forma, Gep Cucco di D-Wok- hanno incontrato gli studenti in un ciclo di conferenze sul tema dell’information design e del packaging.

 

Alcune delle aziende che sono state partner di progetto nelle passate edizioni:

:: BRANCAMENTA - guarda il video
:: CASA CIRCONDARIALE SAN VITTORE - MILANO
:: CHIC VALUE RETAIL
:: COMUNE DI CASTELNUOVO DEL GARDA
:: DMC
:: DUREX
:: FA’ LA COSA GIUSTA
:: ING DIRECT
:: MEDIASET - 
guarda il video
:: PANORAMA
:: TRIWU' SRL

  • Area Metodologica

    • Cultura Del Progetto

      Per l’apprendimento di conoscenze e nozioni organicamente legate tra loro che contribuiscano in modo sostanziale alla formazione di una solida cultura di base.

    • Design management

      L’insegnamento approfondisce sia gli strumenti di marketing strategico, sia i meccanismi del mercato e dei consumi, del contesto sociale e dei target. Il corso affronta il concetto di brand, che rappresenta l’argomento principale per la definizione dei valori che l’azienda vuole comunicare al mercato e i valori che il mercato realmente percepisce. Di seguito si analizza il consumatore di nuova generazione e il suo approccio agli oggetti e allo spazio, nell’ottica del marketing  dell’esperienza che rappresenta, oggi, la leva primaria nel processo di posizionamento di brand e prodotti. Si affronta l’aspetto strategico del marketing per comprendere e anticipare le aspettative dei consumatori.   

    • Design Thinking

      Il corso introduce la nascita e lo sviluppo del Design Thinking nella cultura del progetto delle decisioni complesse e collettive. La materia viene inoltre applicata ai casi studio individuati per le tesi di fine master.

    • Definizione del Brief

    • Marketing

      Il corso fornisce una panoramica delle tecniche di base del marketing, delle teorie e delle strategie per sostenere la comprensione del contesto commerciale e di business dell’advertising e più in generale del brand. Vengono presentati i concetti di consumo e consumatore, esaminando informazioni demografiche, di tendenze, segmenti di mercato e modelli di comportamento dei consumatori, comprese le motivazioni - culturali e psicologiche - che spingono all’acquisto. Il corso si concentra sulle tecniche di marketing di base, considerando il tema del posizionamento e riposizionamento di una marca.

  • Area Tecnico Strumentale

    • Software di gestione dell’ immagine fotografica

    • Software di gestione dell’immagine Illustrata

    • Software di progettazione grafica

    • Tecniche Di Produzione E Stampa

      Per costruire una metodologia che possa supportare concretamente i progetti da un punto di vista operativo e procedurale.

    • Software di gestione dell’immagine in movimento

  • Area Progettuale

    • Sviluppo del Design

    • Metodologia progettuale

    • Editing, Copy E Content Management

    • Social Networking

    • Web design

    • Workshop Branding

    • Type Design

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Carlo Branzaglia - Coordinatore

Carlo Branzaglia - Coordinatore
Si occupa di design strategico. Insegna all’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove ha progettato i corsi di Design Grafico, Design Management, e al Design Center Bologna. Ha tenuto corsi, lezioni e seminari in diverse scuole italiane e straniere; curato mostre ed eventi e scritto diversi libri. Direttore editoriale del trimestrale Artlab, collabora a diverse testate. Partner di Dmc Bologna. Vive e lavora a Bologna. Socio Adi; socio onorario F2F (D); è Presidente Adi Delegazione Emilia Romagna.

Alessandro Busseni - Assistente al coordinamento

Alessandro Busseni - Assistente al coordinamento
Ha lavorato in un’agenzia di comunicazione, chiamata Leftloft, che si occupa della progettazione di giornali, riviste, libri e identità visiva. In precedenza ha lavorato per l’ex Interaction Design Institute Ivrea e poi per Interactiondesign-lab, in qualità di graphic designer per mostre interattive e progetti. Ha in seguito trascorso un periodo nella Domus Academy’s Research e ha insegnato progettazione grafica alla NABA e alla facoltà di Design del Politecnico di Milano. Nel suo tempo libero ama disegnare in digitale per riviste, libri, siti web, concorsi e progetti personali, oppure scrive storie. Inoltre è uno dei fondatori dell’Art Collective Minimum.

Carlo Amico

Carlo Amico
Nel 2009 consegue la laurea in architettura presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria. Inizia così la collaborazione accademica nel corso di disegno di base, svolgendo alcune lezioni sull’architettura nel campo del fumetto e dell’animazione, insieme ad altri interventi relativi all’utilità dell’origami come gesto architettonico. Contemporaneamente inizia la partnership con lo studio di ricerca architettonica NOWA, di Caltagirone (CT), grazie al quale rinnova l’appuntamento alla XII edizione internazionale della Biennale di Architettura di Venezia del 2010. Approda allo IED di Milano per frequentare il Master in Graphic Design, instaurando un rapporto professionale post master concretizzatosi con il book "Sholicalituro". Attualmente svolge la professione di graphic designer come freelance, collaborando con alcuni studi di architettura di Milano.

Matteo Antonelli

Matteo Antonelli
Matteo Antonelli, CEO and founder di Performedia, è un manager che viene dall’azienda (YOMO, Coca-Cola, Indesit Company) e sceglie il mondo del digitale dal 2005 quando sviluppa il suo primo progetto WEB. Dal 2007 entra a far parte del Gruppo Marketing Multimedia e con l’approvazione di Roberto Silva Coronel fonda Performedia e la fa crescere. Il suo DNA di curioso e la sua esperienza di manager aziendale lo spingono a mantenere un piede dalla parte dei clienti sviluppando sempre nuovi progetti con business plan diversi. Crede nel digitale come mezzo e non come scopo. Sostiene che ogni obiettivo si possa raggiungere e che il segreto sta nella visione, l’angolo di percezione di un’opportunità  quando per molti è un problema.

Elio Carmi

Elio Carmi
Designer e Direttore Creativo in “Carmi e Ubertis”. Nel 1972 disegna il suo primo marchio. Si occupa principalmente di Branding: design oriented. Si occupa di attività e di promozione culturale per la Comunità Ebraica di Casale Monferrato. E' autore di Branding D.O. per Fausto Lupetti Editore. Ha lavorato per molte marche locali e globali, per prodotti enti e servizi.

Andrea Carnoli

Andrea Carnoli
Ex geometra, ex maestro di tennis, ex medico, ex fotografo, ex grafico, ex serigrafo, ex discotecaro del "58. Ora sottile stratega con esperienza multidisciplinare. Autodidatta, garzone di bottega, fotografo amatoriale, lettore, consulente da una parte, committente dall’altra (senz’altro quest’ultimo un vantaggio competitivo di rilievo). Una vita passata ad esplorare e imparare nuovi mestieri ma comunque nel "ramo comunicazione" dal 1985, sopratutto tessile/abbigliamento. Marchi per i quali ha lavorato nelle aree di comunicazione, below the line, POP, fashion show, eventi, web site: Meltin’Pot, Rifle Jeans, Playlife, Killer Loop, Gattinoni, Brooks Brothers, North Sails, Henry Lloyd, Henry Cotton’s, Marina Yachting. Ma anche partiti politici, enti pubblici, case farmaceutiche, club, djs. Internet centrico della prima ora (i primi siti 13 anni fa per Meltin’Pot). Cinque anni di insegnamento all’Accademia di Belle Arti di Bologna: corso biennale di Design Management, insegnamento Design Management 1. Ciclista. Moglie giapponese (incide).

Carla Cesar Sergio

Carla Cesar Sergio
Già  graphic designer presso l’ICS Comunicazione, ha seguito progetti in collaborazione con MOMO Design e Art Communication. Ha maturato esperienze presso: Research International (come consulente durante le "brainstorming session"per la ricerca di nuovi prodotti); D’Arco Editore come graphic manager, arrivando allo IED nel 2008, dove fu suo il ruolo prima di tutor e poi d’insegnante per il Master in Graphic Design Management. Consulente per Luxottica nel Visual Merchandising e POP. Attualmente collabora con IED Centro Ricerche.

Danilo Convertini

Danilo Convertini
Graphic designer e art director, laureato presso il Politecnico di Milano nel 2005, lavora con Comalab, agenzia e laboratorio creativo da lui fondato nel 2004, nei diversi ambiti della comunicazione visiva, spaziando dal web all’advertising, dal progetto di graphic user interface all’illustrazione e l’information graphic per marchi come MTV, Mediaset Premium, Vodafone, LG Electronics, H3g. Nel 2009 fonda Mastruka, brand di abbigliamento nato dalla voglia di confrontarsi con il mondo della moda intesa come forma di comunicazione. Docente dal 2006 al 2009 presso l’Università  di Genova, dal 2006 insegna presso l’Istituto Europeo di Design, nell’ambito del Master di Graphic Design.

Vittorio Linfante

Vittorio Linfante
Art Director e Senior Graphic Designer a Milano, durante la sua vita ha realizzato progetti di graphic design innovativi, la creazione di nuove brand identities e design brand language di successo, per compagnie come: Valentino, Samsung, Smemoranda, Mondadori, Warner Bros., Mandarina Duck, Slowear. Architetto e Professore di Fashion e Graphic Design al Politecnico di Milano.

Andrea Manciaracina

Andrea Manciaracina
Laureato in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano. Si occupa di comunicazione e della grafica in tutti i suoi aspetti. Libero professionista. Dal 2002 Si occupa di progetti di grafica tradizionale, grafica multimediale e allestimento per enti, istituzioni e aziende. Ha svolto attività didattica presso la scuola di specializzazione Silsis-Mi. Docente a contratto dal 2003 presso la Scuola del Design. Docente presso il Master in Graphic Design dall’edizione 2010/2011. Selezionato tra i finalisti del concorso di idee “Roma in una immagine” (Ottobre 2010) Socio Junior Aiap.

Matteo Montolli

Matteo Montolli
Matteo Montolli è web designer e direttore creativo di moze | projects for communication (www.mozestudio.com), uno studio creativo che si occupa di comunicazione digitale. Dopo la laurea in lettere moderne conseguita presso l’Università degli Studi di Padova, ha iniziato l’attività di libero professionista e quindi l’attività imprenditoriale fondando a Milano lo studio presso il quale tuttora lavora. Le competenze professionali di Matteo spaziano dagli aspetti più creativi del web a quelli più tecnici legati allo sviluppo frontend, con specializzazioni riguardanti il CMS WordPress, l’usabilità e le interfacce per il web mobile.

Corrado Musmeci

Corrado Musmeci

Mauro Paffi

Mauro Paffi
E’Motion Graphics Artist – Editor – Dop. Dopo aver frequentato la facoltà di lettere e filosofia di Bologna, Dams-Discipline Arte Musica e Spettacolo si trasferisce a Milano, dove si diploma nel 2001 presso lo IED in Computer Grafica. E’ docente presso lo stesso Istituto dal Settembre 2001. Dal 2000 ha fondato Good Times Bad Times-Quality Design & Flawless Execution. Attualmente collabora con i più importanti studi di post produzione e case di produzione di Milano.

Mirko Pajè

Mirko Pajè
Nel 1983 approda al Gruppo Fininvest; in seguito passa a Mediaset, holding televisiva Fininvest, dove matura esperienza di graphic design e videografica, e dal 2000 dirige la Direzione Creativa Coordinamento Immagine, nell’ambito della Direzione Centrale Comunicazione Mediaset. Come Direttore Creativo, assicura il coordinamento dell’immagine delle Reti generaliste e digitali del gruppo; cura l’immagine dei programmi, compresa l’estenzione stampa e web; realizza la promozione istituzionale del Gruppo e garantisce il presidio della comunicazione sociale Mediaset, curando i rapporti con le Associazioni, assicurando la visibilità  dei loro messaggi, creando e producendo spot televisivi su tematiche sociali.

Raffaele Solaini

Raffaele Solaini
Laureato in Filosofia del linguaggio presso l’Università di Pavia, Raffaele Solaini ottiene il suo Phd in Semiotica presso l’Università di Bologna, sotta la guida di Umberto Eco. Editorialista presso la rivista online Affaritaliani.it, si è occupato di comunicazione e social trends insegnando presso diverse istituzioni. Ha lavorato con alcuni delle più importanti agenzie di ricerche di mercato, quali Astarea, Gpf, Episteme e Ipsos, sviluppandone e integrandone il metodo desk&field. Tra i suoi maggiori clienti si possono segnalare Ace, Scavolini, Mercedes, Telecom Italia, Enel, e Italian Premiership.

Stefano Temporin

Stefano Temporin
Nel 2004 cede alle angherie tipografiche di Luciano Perondi. La sua miopia si attesta a -3,25 diottrie per il destro e -2,75 per il sinistro. Il 2005 è fruttuoso: perde una diottria ma vince una laurea in comunicazione al Politecnico di Milano. Lavora per tre anni nello studio Leftloft, dove partecipa al disegno del carattere per il Corriere della Sera e per lo Stadio “San Siro”. Dal 2007 alleva nuove generazioni di miopi all’Istituto europeo di Design. Attualmente è art director presso la casa editrice milanese Edizioni Zero.

Giuliano Tedesco

Giuliano Tedesco
Nato nel 1968, lavora in comunicazione e come giornalista. Ha collaborato con il branding consultancies globali come Interbrand e Landor; agenzie e studi italiani fra cui AReA, Bellissimo, DNM, Pitis, ZetaLab; testate come Società civile, Linus, Diario, Linea d’Ombra, Alias, Artlab, Domus, Zero. È stato cofondatore e caporedattore di Lettera, l’inserto sulla grafica di Abitare e autore a Dispencer (RadioDue); è vicedirettore di Italic.

Simone Tornabene

Simone Tornabene
Meglio conosciuto come Mushin, nasce a Catania nel 1984 ed è un grande appassionato di Oriente, in particolare di zen e arti marziali. Lascia la Sicilia per amore di una donna e rimane a Milano per amore di un lavoro che è anche la sua passione: aiutare le aziende a dialogare con le persone. Ha co-fondato tre start-up (Viralbeat, Endivia e Yoc.to). Nel 2012 approda in Cemit DS (Gruppo Mondadori) come Head of Digital, continuando ad insegnare e a dividersi tra diverse università. E’ convinto che nella vita l’unica cosa che faccia la differenza siano le persone.