Product Design

Specializzazione in Product Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Milano

Scarica la brochure

L’obiettivo del corso in Product Design è formare una figura professionale che abbia competenze metodologiche per essere in grado di progettare oggetti, strategie e servizi in funzione di ricerche e analisi di mercato utili sia alle aziende, sia all’autoproduzione o alla produzione artigianale in piccola serie.  

La tradizionale relazione tra Designer e impresa sta infatti evolvendo, spingendo il Designer ad ampliare le proprie competenze per intervenire solo sul prodotto, parte tangibile del progetto, ma anche sul servizio collegato, parte intangibile legata alla relazione tra il prodotto, la persona che lo utilizza e il sistema che lo circonda.  

L’approccio è user-centered e teso al rispetto della natura e dell’uomo; il lavoro è caratterizzato dall’empatia tra le persone e dalla sostenibilità dei progetti. 

Opportunità professionali - Product Designer, Service Designer, Concept Designer, Inventore e Imprenditore di se stesso.
  
Titolo rilasciato - Il corso è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai titoli di Laurea di I Livello rilasciati dalle Università.

Scopri le pagine delle professioni creative: Product Designer

Il corso è erogato anche in lingua inglese

Il corso è erogato anche presso la sede di: Torino -  Cagliari -  San Paolo -  Roma - 
  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

Contesto - La figura professionale del Product Designer sta vivendo un momento di grande mutamento: oltre a progettare come freelance o all’interno di uno studio professionale, è infatti oggi chiamato a entrare direttamente sul mercato, diventando imprenditore di se stesso e allo stesso tempo produttore delle proprie idee. 

Metodologia e struttura – Nel corso del triennio, lo studente approfondisce la cultura italiana del progetto, conosciuta e apprezzata a livello mondiale, che trae origini dal genio leonardesco e che riesce a esprimere progetti caratterizzati da alto valore estetico, funzionale ed emozionale. Si impara a interagire con l’Italian Design System, quel complesso e unico sistema di relazioni tra i designer provenienti da tutto il mondo, le imprese italiane e gli artigiani.   

Il percorso formativo è strutturato quindi per fornire un’ampia gamma di competenze: culturali, strumentali e progettuali.  

Vengono approfonditi gli elementi culturali per comprendere e interpretare i fenomeni evolutivi dei comportamenti delle persone; sono apprese le principali tecniche di marketing, strumento fondamentale per analizzare i valori di brand e il posizionamento sul mercato delle imprese con cui si collabora, oltre che per leggere ed anticipare i bisogni e le tendenze del consumo.  

Si acquisisce una solida metodologia progettuale, che partendo da valori etici, sociali e di sostenibilità, consentono di avere un pensiero progettuale strategico. 

A completamento del percorso progettuale, lo studente conosce e utilizza strumenti per sviluppare, verificare e raccontare il progetto: la matita, i software per la modellazione 3D e la renderizzazione. È prevista la sperimentazione in laboratorio in cui avviene la costruzione di modelli e prototipi prodotti con l’utilizzo di stampanti 3D. Attraverso l’utilizzo della piattaforma di prototipazione elettronica Arduino, lo studente sperimenta la nuova frontiera dell’interazione tra le funzioni dell’oggetto e le azioni delle persone. 

  • I anno

    • Teoria della Percezione e Psicologia della Forma

      Il corso illustra le teorie scientifiche che spiegano il funzionamento dei nostri sensi e le correla alle ricerche della psicologia della forma. Si approfondisce la relazione tra colore e materia, analizzando le caratteristiche dei materiali naturali ed artificiali e delle risposte sensoriali superficiali. Viene insegnato l’utilizzo degli atlanti del colore (Munsell System, NCS, Pantone, Pantone Tessile TPX) al fine di sviluppare la capacità di distinguere tinta, chiarezza e saturazione di un colore. 

    • Metodologia della Progettazione

      Il corso fornisce gli strumenti analitici per esaminare il rapporto tra il prodotto, le persone, il mercato e i processi. Analizza tutte le fasi dello sviluppo metodologico di un prodotto, dalla formulazione del brief fino allo sviluppo del progetto. Affronta, quindi, il metodo/processo del Design Thinking, che insegna ad analizzare tutti fattori che intervengono nella progettazione: i comportamenti delle persone, il mercato, la funzionalità, le ergonomie, gli aspetti tecnologici e tecnici, la forma e gli aspetti sensoriali.

    • Disegno Tecnico e Progettuale

      Il corso affronta lo studio dei principi della geometria descrittiva, proiettiva e prospettica che sono propedeutici all’apprendimento del disegno tecnico e all’utilizzo dei software per la progettazione bidimensionale e tridimensionale. Si affronta il disegno a mano libera per poi passare al disegno tecnico che affronta l’analisi e il rilievo di un prodotto industriale. La seconda parte del corso si focalizza sull’insegnamento del software per la modellazione 3D. 

    • Progettazione Grafica

      Il corso parte dall’insegnamento del disegno a mano libera come strumento di rappresentazione; insegna l’utilizzo della matita come strumento espressivo con la finalità di imparare a percepire proporzioni, dimensioni e forme. In una seconda fase si introducono le nozioni fondamentali dell’informatica, i programmi di composizione grafica ed elaborazione fotografica. 

    • Tipologia dei Materiali 1

      Il corso è focalizzato sull’analisi dei processi e dei materiali per tradurre un’idea in prodotto industriale. Si esaminano le caratteristiche fisiche e morfologiche dei materiali, le tecnologie di trasformazione e i processi di lavorazione industriale e artigianale. Attraverso l’analisi dei prodotti esistenti, si comprendono le scelte tecnologiche e strutturali in correlazione con quelle funzionali ed ergonomiche effettuate dal progettista.

       

    • Storia dell’Arte Contemporanea

      Il corso indaga i principali movimenti artistici e i loro protagonisti; accanto allo sviluppo storico dell’arte, si approfondisce la comprensione critica dei codici artistici e dell’opera d’arte come testo visivo complesso e come fenomeno che racconta le evoluzioni culturali, sociali ed estetiche, in relazione con altre forme di espressione e comunicazione, quali per esempio l’architettura e il design. 

       

    • Storia del Design 1

      Il corso fornisce allo studente una conoscenza di base per la comprensione dell’evoluzione delle forme e della concezione del prodotto industriale nella storia. Affronta la situazione progettuale al tempo della rivoluzione industriale, per passare ad analizzare la nascita dei primi prodotti di matrice industriale fino ad approfondire la filosofia progettuale dei Maestri del Movimento Moderno e dei Designer che, nel Dopoguerra fino a oggi, hanno costruito la storia del design italiano. 

       

    • Modellistica 1

      Il corso fornisce gli strumenti teorici e pratici per la costruzione di modelli realizzati nei materiali più consoni alla scala del progetto e alle differenti fasi di studio. La visione tridimensionale permette allo studente di esaminare l’idea e di verificarne la consistenza formale. Il modello, così, consente di verificare in modo reale le proporzioni e i volumi, definendo tridimensionalmente il progetto. 

    • Fondamenti di Marketing Culturale

      Il corso affronta il ruolo del marketing nella definizione della strategia di prodotto e la sua relazione con il design. Si approfondisce il concetto di mercato, inteso come luogo della competizione tra le imprese e si insegnano le tecniche per le ricerche di posizionamento, al fine di impostare strategicamente il valore di brand e prodotto. Infine si affronta il marketing mix, che studia il prodotto in relazione al mercato, per definire tutte le azioni di promozione e pubblicità. 

    • Product Design 1

      Il tema progettuale affronta il design di un piccolo elettrodomestico per l’ambiente cucina o per la pulizia. E’ richiesto il progetto di un prodotto industriale che risponda alle esigenze delle persone che lo usano, al posizionamento sul mercato ed alla producibilità. Il metodo acquisito aiuta gli studenti ad analizzare le necessità e i comportamenti delle persone che utilizzeranno questo elettrodomestico, ad analizzare tutte le problematiche tecniche e costruttive e quelle legate all’usabilità del prodotto. 

  • II anno

    • Sociologia dei Processi Culturali

      La sociologia, come scienza dei fenomeni sociali, costituisce uno dei più efficaci strumenti per la comprensione dei comportamenti delle persone. In questa prospettiva si pone come uno degli strumenti più validi per conoscere il modo di formarsi della cultura, dei valori etici e sociali, degli stili di vita. Il corso affronta le tecniche e gli strumenti che consentono di analizzare le dinamiche d’interazione sociale. 

       

    • Tecniche e Tecnologie del Disegno

      Il corso ha l’obiettivo di perfezionare le pratiche rappresentative, dal disegno a mano libera agli strumenti digitali, per favorire l’efficacia comunicativa nella presentazione dell’idea. Il progetto è così descritto nelle sue fasi con la modalità più idonea: schizzi a mano libera e schizzi digitali con software di ultima generazione. 

    • Tipologia dei Materiali 2

      Si affrontano le nuove frontiere della progettazione legate alla filosofia del DCA (Design Cycle Assesment) che prevede il controllo della sostenibilità di prodotto dalla generazione fino al fine vita. Si esaminano le caratteristiche tecnologiche di alcune famiglie di materiali di nuova generazione in rapporto ai processi di lavorazione ed alle caratteristiche di sostenibilità. Il corso approfondisce i processi di produzione e le tecnologie più avanzati per la prototipazione rapida (Rapid Tooling), per la stampa 3D e per le autoproduzioni. 

    • Design 1

      Il corso affronta il tema delle autoproduzioni finalizzate alla costituzione di una start-up. Partendo da una ricerca ambientale approfondita dei comportamenti e delle esigenze delle persone, si elabora un concept progettuale che possa portare allo sviluppo di un prodotto, prototipato e costruito attraverso i processi ed i materiali tipici dell’ambiente dell’autoproduzione, con l’obiettivo di entrare sul mercato. 

    • Storia dell’Architettura Contemporanea

      Si analizza la storia dell’architettura con particolare attenzione alle metodologie progettuali ed all’ambito sociale e tecnologico. Il corso approfondisce l’eredità del Movimento Moderno e la sua espressione nei diversi contesti geografici, europei ed extracontinentali. Attraverso l’analisi di edifici, progetti e documenti, vengono delineati i caratteri dell’architettura degli ultimi cinquant’anni.

    • Tecniche di Modellazione Digitale – Computer 3D

      L’insegnamento verte sul trattamento digitale delle immagini in ambiente 3D. Nella prima fase del corso sono approfonditi i software per la modellazione tridimensionale delle superfici, la generazione automatica di prospettive, la creazione di viste e sezioni, ombreggiature, texturing delle superfici e rendering. La seconda parte del corso affronta il rendering e l’animazione, per creare, visualizzare e verificare oggetti tridimensionali con applicazione delle superfici dei materiali (texturing) e con le tecniche di illuminazione.

       

    • Modellistica 2

      Un percorso formativo focalizzato sull’autoproduzione di oggetti che guida lo studente dalla progettazione del prodotto fino alla scelta dei materiali e dei processi per la sua realizzazione. Il corso affronta la conoscenza delle tecniche di prototipazione, unendo le conoscenze tecnologiche con le pratiche della cultura artigiana, attraverso un approccio sperimentale fino alle nuove frontiere della stampa 3D. 

    • Storia del Design 2

      Il corso offre una panoramica analitica per evidenziare movimenti, scuole, istituzioni, aziende e progettisti che hanno delineato l’evoluzione e le tendenze del design; stimola una lettura critica delle espressioni progettuali e fornisce gli strumenti conoscitivi e metodologici per collocare le opere nel contesto socio-economico. Si mettono in relazione i linguaggi, le aziende e le persone ma anche l’influenza reciproca tra discipline creative: architettura, design, moda, musica e arti visive.

    • Design Management

      Il corso affronta il concetto di brand che rappresenta l’argomento principale per la definizione dei valori che l’azienda vuole comunicare al mercato e i valori che il mercato realmente percepisce. Successivamente si analizza il consumatore e il suo approccio agli oggetti e allo spazio, nell’ottica del marketing dell’esperienza che rappresenta, oggi, la leva primaria nel processo di posizionamento di brand e prodotti. 

       

    • Product Design 2

      Questa progettazione ha l’obiettivo di sperimentare nuovi strumenti e tecniche del Design Thinking. Il tema progettuale da affrontare è il design di un prodotto che possa rispondere ai nuovi comportamenti e alle nuove tendenze. Il progetto parte dai comportamenti e dalle esigenze delle diverse tipologie. È necessario, inoltre, capire che cosa esiste oggi sul mercato e quali sono le tendenze in atto. Il progetto deve essere producibile e avere caratteristiche di usabilità.

  • III anno

    • Rendering 3D

      Lo studente impara ad utilizzare i software per la fotorenderizzazione, capace di ricreare prodotti, oggetti, materiali, luci in modo simile ad uno scatto fotografico. In questo modo il progettista riesce a creare oggetti e ambienti tridimensionali attraverso immagini di qualità fotografica, al fine di verificare le scelte materiche e cromatiche effettuate nel progetto.

    • Layout e Tecniche di Visualizzazione

      Il corso affronta le problematiche inerenti la comunicazione del progetto e la costruzione degli strumenti professionali come il portfolio dei lavori da presentare al cliente. Altra tematica trattata è la comunicazione del progetto, attraverso la stesura di uno storyboard, inteso come mappa organizzativa della narrazione del progetto. Si apprende anche l’utilizzo dei software per produzione di strumenti multimediali di comunicazione del progetto. 

       

    • Design 2

      Questo progetto è la parte preliminare del Laboratorio di Tesi che si svolge nel secondo semestre. Tutti i progetti sono in collaborazione con aziende o associazioni, oppure possono essere proposti dagli studenti stessi. Questo corso rappresenta il luogo dove mettere alla prova tutti gli strumenti tecnici, metodologici e culturali appresi nel percorso triennale. La presenza delle aziende fa sì che gli studenti possano vivere già nel percorso didattico un’esperienza professionale in regime di simulazione. 

    • Product Design 3

      Il corso è incentrato sul design dei servizi, ambito progettuale in piena espansione. Il tema verte sull’applicazione del progetto dei servizi agli abitanti delle città, con l’obiettivo di semplificarne la vita. I docenti hanno individuato gruppi di persone che hanno necessità e comportamenti simili. Su questi gruppi di persone gli studenti focalizzano la propria analisi attraverso strumenti avanzati del Design Thinking, con cui sviluppano un’indagine sul campo per entrare in connessione con i gruppi individuati. 

    • Fenomenologia delle Arti Contemporanee

      La fenomenologia che esplicita il rapporto fra la realtà e l’espressione degli artisti. Si comprende come le forme contemporanee della creatività (arte, moda, pubblicità, cinema o design) si originano, si rappresentano e si percepiscono. Il cinema, in particolare, rappresenta un ambito in cui il design del set, degli oggetti e delle luci si interseca con la progettazione di prodotti e architetture. 

    • Antropologia Culturale

      Il corso identifica le forme e le relazioni simboliche dell’immaginario collettivo, in rapporto ai beni materiali e immateriali nella cultura postindustriale. In particolare, l’insegnamento pone attenzione sulle recenti ibridazioni del design con le pratiche sociali emergenti, i flussi comunicativi, l’ambiente, lo sviluppo tecnologico e l’identità culturale e sociale. Il corso affronta la storia dell’uomo come evoluzione della specie umana, come evoluzione della società e come evoluzione dell’antropologia economica. 

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Giacomo Bertolazzi - Coordinatore del corso

Giacomo Bertolazzi - Coordinatore del corso
Diplomato in Architettura d’Interni allo IED nel 1994, ha collaborato al progetto Futurarium organizzando workshop internazionali tenuti tra gli altri da Gaetano Pesce, Ron Arad, Ettore Sottsass. Dal 1995 collabora con IED Design Milano come Docente e Coordinatore del corso triennale di Product Design. Svolge parallelamente progetti come freelance. Linkedin  

Generoso Annunziata

Generoso Annunziata
Laureato al Politecnico di Milano in Design & Engineering, ha maturato esperienze nel design nei settori del giocattolo, del mobile, del contract, anche nel gruppo Horm-Orizzonti. Da alcuni anni collabora con Giorgio Piola nel campo della Formula 1, occupandosi di modellazione 3D, computer grafica e video editing dei filmati da lui pubblicati su diversi media. Linkedin

Enrico Azzimonti

Enrico Azzimonti
Laureato in Architettura nel 1993 al Politecnico di Milano, dal 1994 si occupa di progettazione architettonica e di industrial design. Affianca l'attività didattica alla collaborazione con aziende quali: TVS, Lavazza, Fratelli Guzzini, Coop, Jvc, Diamantini&Domeniconi, Bilumen, Risolà, Bosa, Pavoni Italia. Linkedin Sito personale  

Giovanni Baffetti

Giovanni Baffetti
Product Designer di formazione IED, si diploma nel 2007 discutendo la Tesi su sistemi e prodotti per BM Group. Dal 2007 è Assistente alla didattica del corso triennale di Product Design dello IED a Milano e segue il coordinamento delle attività speciali. Insegna Tipologia dei Materiali. Collabora come Progettista e Grafico freelance per studi di architettura e design. Linkedin 

Raffaele Bocchetti

Raffaele Bocchetti
Laureato in Economia con un Master in Marketing e Comunicazione, è Consulente e Formatore esperto di Etnomarketing. Lavora con aziende profit, no profit e settore pubblico. Ha collaborato con Lab. Banca e Società (Intesa), B.C.G., Agos Ducato, Extrabanca, AVI, Fondazione Ethnoland, Atenateam, Regione Lombardia. Dal 2010 insegna Marketing presso lo IED. Linkedin

Luciano Catena

Luciano Catena
Si laurea in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano e segue un Master in Transportation Design & Management. Nel 2002 inizia la collaborazione con LEGO Danimarca per la progettazione di nuovi elementi. Nel 2004 diventa socio di FragolaCreativeLab, laboratorio per la generazione di concept e l’ingegnerizzazione del prodotto. Nel 2009 entra in IED come Responsabile del Laboratorio di Modellistica e Docente di Modellistica 2. Linkedin

Davide Dell'Orto

Davide Dell'Orto
Diplomato in Product Design presso lo IED Milano, ha conseguito ulteriormente un Master in Product Design presso lo stesso Istituto. Modellista, Docente di modellistica, specializzato nella realizzazione prototipi e nella gestione di gruppi per brainstorming. Ha collaborato con gli studi Giallo 108 e Elaboratorio. Collabora con IED Design Milano in qualità di Docente e Assistente di laboratorio.

Luca Loschi

Luca Loschi
Designer, laureato presso il Politecnico di Milano. Si occupa di design per la movimentazione industriale, quindi collabora con IED Centro Ricerche fino a diventare Responsabile del Design Dept. Nel 2010 fonda il proprio studio. Svolge attività di docenza presso IED per le scuole di Design e Moda, al Politecnico e per workshop in Italia e all’estero. Clienti: Jacuzzi, VAPE, Paglieri, Eridania, GEICO, Relevi.  Linkedin  Sito personale  

Matteo Moscatelli

Matteo Moscatelli
Architetto e Ph.D., svolge attività didattica al Politecnico di Milano, allo IED e alla University of Southern California. Scrive per Area. Ha pubblicato: Zurigo. La ricerca dell’essenziale e Senso e forma dell’architettura contemporanea. Ha ricevuto premi in diversi concorsi di progettazione architettonica e urbana. Sito personale.

Loredana Parmesani

Loredana Parmesani
Critica e Storica dell’arte, è Autrice di pubblicazioni sull’arte contemporanea, tra cui I colori della notte, Arte & Co, L’arte del XX secolo, oltre che di numerosi saggi su libri e riviste. Ha organizzato e collaborato alla realizzazione di numerose mostre in Italia e all’estero tra cui: Take Over, Milano - Los Angeles, Business Art-Art Business, Groningen, XLV Biennale Venezia.  

Annamaria Petrara

Annamaria Petrara
Laureata in Architettura al Politecnico di Milano, ha conseguito il Master in Product Design alla Domus Academy. Ha lavorato per Castelli Design Milano come Chief Designer occupandosi di concept design identity, CMF per prodotti industriali, interaction design, art direction, design development e project management per importanti società (BTicino, Itachi, Lamborghini, Legrand, Michelin, Mitsubishi, Pirelli, Unilever). Si occupa di progetti per marchi di moda e clienti privati in Cina.

Mario Redaelli

Mario Redaelli
Laureato in Architettura, dopo diversi anni di lavoro fonda lo studio R2+, con sedi in Italia e Spagna, occupandosi di progettazione architettonica e interior design. E’ stato Cultore della Materia nei corsi di Composizione Architettonica presso il Politecnico di Milano e collabora con lo IED nei corsi di Storia del Design. 

Filippo Tazzari

Filippo Tazzari
Diplomato in Arte, dal 1997 si occupa nel proprio studio di progettazione e realizzazioni legate a mosaico, design e elaborazioni virtuali. Oltre a numerose collaborazioni con studi d'architettura, atelier artistici ed importanti designer, partecipa a varie mostre a Milano, Parigi, Strasburgo e Miami. Dal 2001 è Docente presso vari centri di formazione ed istituti privati in Lombardia. Linkedin 

Gabriel Weirich

Gabriel Weirich
Laureato in Fashion Design (HAW Hamburg, Germania), ha conseguito un Master alla Domus Academy. Il suo studio è specializzato in product design, trend research, innovation management and design strategy. Riconoscimenti: DAAD, Marlborough Design Award, Red Dot Design Award Best of the Best. Linkedin 

Elisa Saporiti

Elisa Saporiti
Product Strategic Designer, si diploma nel 2003 in Industrial Design presso lo IED. Nel 2005 entra a far parte del design team del toy department della Chicco Artsana. Si occupa di ricerca, brainstorming, ideazione e sviluppo concept, fino ad arrivare alla definizione estetica del prodotto. Nel 2008 diventa Collaboratrice di Attivo Creative Resource. Nel 2010 inizia la collaborazione come Docente presso lo IED.

Luca Schieppati

Luca Schieppati
Designer di fama internazionale, nel 2011 vince il premio come migliore oggetto di design al FIBO ad Essen e riceve le nomination ai Wallpaper design awads, al JEC (Composites design awards), al Qualitech (Yacht interior design Award) ed al WTAward (Innovation Award). Dal 2006 con il suo studio si dedica all'attività di Designer offrendo una nuova figura professionale in grado di dare una moderna interpretazione estetica a cavallo fra arte, design e moda. 

Mattia Parlangeli

Mattia Parlangeli
Ha conseguito una Laurea in Disegno Industriale e un Master in Graphic Design Management presso l’Istituto Europeo di Design di Milano. Fondatore di Bureaucracy.ws, lavora in svariati campi della comunicazione visiva come brand identity, typography, web design per marchi come FMI, San Carlo, Red Bull. FB Fan Page 

Dario Albini

Dario Albini
Fondatore dello studio creativo Atabaliba. E’ Presidente dell’Associazione Illustratori Italiana dal 2008 al 2011 e membro della Society of Illustrators di New York. Ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti nel campo dell’illustrazione, della grafica e della progettazione visiva. E' stato Relatore in alcuni dei principali eventi europei legati al mondo dell’illustrazione e della creatività, come la Buchmesse di Francoforte, la Fiera del Libro di Bologna, il Lucca Comics. Ha esposto in mostre personali e collettive. 

Ilaria Scarpellini

Ilaria Scarpellini
Msc di Design for Interaction, laureata all’Università tecnica di Delft. Lavora come Ricercatrice e Designer nel campo dei servizi. Nel 2014 co-fonda UX Pills, un’iniziativa che organizza seminari e laboratori sul design per l’esperienza dell’utente (UX), con un approccio progettuale fortemente incentrato sull’individuo.  Linkedin

Anna Pestalozza

Anna Pestalozza
Msc in Design for Interaction, laureata presso l’Università Tecnica di Delft. Lavora come Ricercatrice e Human-centred Designer di servizi e strategie digitali. Nel 2014 ha co-fondato UX Pills, un’iniziativa che organizza laboratori incentrati sulla progettazione per l’esperienza dell’utente a partire dai suoi bisogni e aspettative.  Linkedin    Twitter          

Pietro Riolo

Pietro Riolo
Diplomato in Industrial Design allo IED di Milano, ha collaborato con Clino Trini Castelli per Hitachi, M.M.C. e Forniture Australia, Studio McKimm e Albemarle associati per Nec, Medical Elettronics, Yokomori stairs. E' stato Consulente per Sector, er.Rovera, Mandarina Duck e ha partecipato ad un progetto di ricerca per Lego al M.I.T. di Boston. Fonda "prm design consultants" dove attualmente svolge attivià di concept, product design, engineering e prototipazione nei settori dei giocattoli, elettronica e veicoli industriali.

Giorgio Ferrari

Giorgio Ferrari
Dopo una laurea in Ingegneria Gestionale, si occupa di business planning ed accounting in primarie società di consulenza. Dal 2011 diventa Referente startup all'interno della più importante piattaforma di investimento in Italia. Dal 2012 è Mentor e Fondatore di startup in ambito internazionale. Nel 2015, anche grazie al conseguimento di certificazioni internazionali, fonda una società di business design, con un particolare focus nell'innovazione di modelli di business.

Matteo Vilardo

Matteo Vilardo
Diplomato all'Istituto Europeo di Design di Milano, la sua formazione professionale comincia collaborando con il Centro Ricerche IED progettando per aziende come Mulino Bianco, Samsonite, Luxottica, Persol, Hugo Boss, La Rinascente, Globo. Nel 2011 fonda il suo studio TheSignStudio realizzando prodotti per aziende internazionali come BM group e Ellepi. Ha pubblicato il libro The Sharmrock Models.

Luke Hornung Danton

Luke Hornung Danton
Nato a Londra, diplomato presso IED Design nel 2010, attualmente lavora per ESA elettronica SpA per la progettazione di dispositivi di controllo e l'automazione industriale. Apre uno studio con Matteo Vilardo con il quale ha sviluppato numerosi progetti, molti dei quali in ambito tecnico/industriale e riceve numerosi premi. 

Veress Attila

Veress Attila
Nato in Transilvania nel 1990, cresciuto negli Emirati Arabi Uniti, è laureato in Industrial Design allo IED di Milano. La sua Tesi è stata inserita nel ADI Index Targa Giovani. Vincitore del Bmw Creative Lab nel 2013, ha avuto il piacere di collaborare con aziende come 3M, BMW, Fratelli Guzzini, Caimi Brevetti, San Pellegrino e TVS. Grazie a queste esperienze ha avuto l’opportunità di lavorare in un’ampia varietà di industrie con l’obiettivo di creare una sinergia di valore tra il brand e l’esperienza del prodotto. Sito personale

Bilge O.Porro

Bilge O.Porro
Product Service System e Interior Designer, lavora presso spark, a Reply company per progetti di sviluppo di business presso top players del mercato italiano ed europeo. Utilizza il design come strumento per abilitare ed accelerare il raggiungimento di obiettivi strategici ed operativi nelle diverse aree di un’organizzazione, grazie anche alle esperienze maturate in Italia e all’estero nel campo dell’interior design, product & communication design, ux design, service design e le skill sviluppate nell’organizzazione e facilitazione di workshop internazionali.

Anna Chiara Ferrero

Anna Chiara Ferrero
Dopo il Master in Management Artistico, ha organizzato mostre in collaborazione con istituzioni italiane (Triennale di Milano, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Fondazione Mazzotta, Spazio Oberdan, Fondazione Magnani Rocca) ed estere (PS1 Contemporary Art Center, New York, Museo de Bellas Artes, Santiago de Chile, Centro Cultural Borges, Buenos Aires, Comunidad de Madrid). Attualmente si occupa dello sviluppo di progetti culturali nell’ambito del design e delle arti visive. 

Agnese Accordino

Agnese Accordino
Laureata in Product Service System al Politecnico di Milano, ha terminato i suoi studi presso la Rhode Island School of design, USA. La strategia e la ricerca, basate sull'osservazione e sulla individuazione degli insights, sono i cardini dei suoi progetti. Prima di diventare un membro del team di Atellani, dove lavora attualmente come Strategic Designer occupandosi di progettare campagne di crowdfunding, ha lavorato per Madeindreams coordinando il dipartimento di ricerca e strategia.

Roberto Montrasio

Roberto Montrasio
Product Designer con particolare esperienza nel campo dell'engineering e nelle nuove tecnologie, ha iniziato la carriera a Brooklyn, lavorando per una start-up sulle bici elettriche. Da allora ha esplorato diversi campi del design industriale collaborando con noti Designer come Francesco Rota e importanti aziende come 3M. Nel 2014 entra a far parte della società di consulenza Madeindreams, lavorando come Ingegnere Progettista ed è membro del team Atellani, un nuovo progetto incentrato sul crowdfunding e di e-commerce.  

Davide Angeli

Davide Angeli
Diplomato presso IED Milano, ha iniziato la sua carriera nel 2004 al fianco di Michele De Lucchi, con cui ha sviluppato progetti nel campo dell’immagine coordinata, del product design, ma anche dell'architettura e degli accessori. Collabora, tra gli altri, con Ferrari, Intesa Sanpaolo, La Triennale di Milano, Kartell, Guzzini, 1920 Riva. Parallelamente collabora, in ambito comunicazione, con Oliviero Toscani Studio Trivium e Quadrivium. Sito personale 

Camilla Masala

Camilla Masala
Si laurea in Service Design al Politecnico di Milano e matura anni di esperienza all’interno della società di consulenza Experientia in qualità di Service Designer e User Researcher. Nel 2012 fonda Pupulito, un servizio di noleggio e lavaggio pannolini lavabili, per cui ha ricevuto il Premio Impresa Ambiente e il Premio Nazionale per l’Innovazione nei Servizi. Attualmente svolge attività di docenza presso IED Milano e Fondazione ITS di Torino.

Progetti