Social media and digital PR

Master - Milano

Scarica la brochure

Gli strumenti social e il mondo delle digital PR sono sempre più presenti nelle strategie di marketing e di comunicazione delle aziende, ma perché funzionino servono competenze specifiche. Affrontare questo territorio, così vasto, fatto di velocità, di una moltitudine di strumenti e opportunità che si susseguono, fa si che le persone in grado di comprendere questa sensibilità e queste pratiche sono e saranno molto richieste.

Dopo un percorso intensivo di 7 mesi, i partecipanti potranno inserirsi nel settore professionale dei social media e delle digital PR, in aziende ed agenzie. Sapranno rapportarsi con tutte le tematiche relative al digitale e alle sue funzioni relazionali verso clienti, partner e influencer.

Sbocchi professionali:

Il master garantisce un know–how altamente qualificante per i profili: social media manager, social media specialist, community manager, digital PR, digital consultant, digital content strategist.

>> Partecipa al concorso 50 anni IED per aggiudicarti una borsa di studio <<

  • Partenza
    Novembre 2016
  • Durata
    10 mesi
  • Lingua
    Italiano

A chi è rivolto:
Il master è rivolto: a studenti laureati sia in discipline artistiche/umanistiche, sia tecniche/economiche; a professionisti con almeno due anni di esperienza nel settore.

Contenuti e struttura:
I social media sono il più importante momento di svolta nel mondo del marketing, un cambiamento radicale degli equilibri nella comunicazione tra aziende e consumatori. Da una situazione in cui le aziende trasmettono un messaggio attraverso i media tradizionali (stampa, radio, TV, direct, etc. etc.) e i consumatori ascoltano e reagiscono in maniera quasi pavloviana (acquistando i prodotti oggetto del messaggio), ci troviamo oggi in uno scenario che vede i consumatori protagonisti di una vera e propria relazione con le aziende, essendo abilitati a parlare con esse e di esse. Di conseguenza il mondo del social – ma anche, più in generale, quello del digitale – è diventato centrale rispetto alla possibilità, per le aziende, di sostenere questo scambio.

Il territorio con il quale si confronta un professionista del web è un territorio molto articolato, poiché nel tempo i mestieri del digitale si sono moltiplicati, specializzandosi sempre di più. Il master intende formare professionisti in grado di comprendere l’identità di un brand e le sue esigenze relazionali, creare una strategia adeguata, implementarla e monitorarla. Professionisti in grado di definire e distinguere gli ambiti di intervento di figure professionali diverse, coordinarle e monitorarle, perché conosceranno le basi di ciascuna di esse, pur mantenendo una forte focalizzazione sul tema dei social media e delle digital PR.

Riguardo questi aspetti, che costituiscono il core del master, i nostri studenti saranno messi in condizione di:
- Creare e implementare una social media e digital PR Strategy, una content strategy, un piano editoriale;
- Padroneggiare gli strumenti social: piattaforme, strumenti di content management, strumenti di ottimizzazione dei contenuti;
- Creare contenuti per le diverse piattaforme;
- Identificare gli influencer e coinvolgerli adeguatamente;
- Comprendere le implicazioni della conversazione che avviene sul web, in termini di brand awareness e brand reputation, attraverso strumenti di web monitoring;
- Misurare l’efficacia delle azioni attraverso gli analytics.

La didattica si articola in tre macro aree:

Tecnico-strumentale: È l’area di insegnamento finalizzata alla messa a punto delle competenze di base, con una serie di moduli che rappresentano lo strumentario fondamentale per affrontare le fasi successive, sia in termini di utilizzo tecnico di strumenti, sia in termini più teorici. Gli insegnamenti che fanno parte di quest’area sono:

Strategico-progettuale Ha come obiettivo la creazione delle competenze per imparare a ragionare strategicamente sia nell’ambito più ampio del canale digitale, sia specificamente sui Social media e sulle Digital PR. Il tema della misurazione delle performance sarà il completamento di quest’area di competenze.

Operativa: L’area Operativa è quella della “messa a terra” delle conoscenze e delle competenze. Qui gli studenti acquisiranno le abilità specifiche sui singoli strumenti; la capacità di produrre, gestire, distribuire contenuti in formati e su piattaforme diverse; impareranno a creare un piano editoriale e un calendario di pubblicazione e ad utilizzare gli strumenti di pianificazione; familiarizzeranno con il mondo delle web e mobile app.

In aggiunta alla didattica di specializzazione svolta all’interno delle singole aree, durante l'anno sono previsti percorsi trasversali a tutti gli indirizzi legati a creatività, innovazioneprofessionalizzazione e mondo del lavoro. Queste attività si configurano come vere e proprie esperienze e possono essere svolte sia all’interno del proprio corso, sia insieme a studenti e docenti degli altri master della scuola.

Tutti i partecipanti saranno coinvolti nella realizzazione di due progetti, basati su briefing reali di aziende, e nell’elaborazione di un progetto di Personal Branding.

Le docenze sono tenute da professionisti del settore; è, inoltre, prevista la partecipazione di numerosi lecturer che porteranno la loro testimonianza per offrire un ulteriore punto di vista sugli argomenti trattati.

  • Area Tecnico Strumentale

    • Strumenti di presentazione

      Si tratta di competenze di base (Power Point, Excel ) che è importante trattare perché costituiscono uno strumentario indispensabile per chiunque voglia intraprendere un percorso professionale nel settore.

    • Strumenti di ottimizzazione di immagini e video

      I social media si esprimono attraverso vari linguaggi, tra i quali l’immagine e il video possono essere senz’altro considerati fondamentali. Sarà dunque importante imparare a maneggiare i contenuti in questi formati, in modo del tutto strumentale alle professionalità in questione – l’approccio, quindi, non sarà quello di chi si appresta a diventare un grafico.

    • Infografiche, visual sketching, facilitazione visuale

      Raccontare con immagini, rendere i dati facili da comprendere, rappresentare in modo immediato e chiaro: in un settore in cui la velocità di comprensione è tutto, è importante possedere alcune tecniche di rappresentazione e sintesi che possono supportare un grande varietà di attività.

    • Teorie della comunicazione

      Troppo spesso si pensa ai social come ad una terra di nessuno in cui trionfa la creatività fine a se stessa. In realtà attraverso i social media ci confrontiamo con i meccanismi più profondi della comunicazione – intesa come disciplina di studio, insieme di leggi e di meccanismi. Non si dà social senza una solida cultura digitale. Non si dà cultura digitale senza una solida cultura di comunicazione. Le basi della comunicazione servono ad acquisire le categorie di pensiero per distinguere, analizzare, comprendere e progettare una presenza social efficace e non improvvisata.

    • Storytelling

      La narrazione è la chiave per raggiungere le persone e avvicinarle al nostro messaggio. In questa chiave lo storytelling rappresenta un’arte ma anche una tecnica, i cui principi di base vanno acquisiti subito per poi poterli applicare nei diversi contesti con i quali si avrà a che fare.

    • Scrittura per il web

      Un insegnamento finalizzato a re-imparare a scrivere secondo i criteri di chiarezza, leggibilità, usabilità del testo tipici del web.

  • Area strategico Progettuale

    • Strategia digitale

      Progettare l’identità digitale di un brand è la sfida più grande alla quale può essere chiamato un professionista del web. È necessario quindi imparare a pensare in modo strategico, sapendo dotarsi di tutte le informazioni e gli strumenti per portare un brand in rete nel modo più efficace. Questo insegnamento è finalizzato a trasmettere una metodologia da utilizzare quando si deve portare un brand online, dalla valutazione delle risorse interne alla creazione del documento vero e proprio di strategia.

    • Social Media strategy

      La social media strategy è la parte di lavoro social che distingue un social media manager da un gestore di pagine Facebook. In questo insegnamento si imparerà a definire la presenza social del brand dopo aver acquisito un’adeguata conoscenza del pubblico al quale il brand intende rivolgersi, attribuendo pesi e funzioni ai diversi strumenti e definendo la relazione tra di essi e gli altri touchpoint del brand, fino alla content strategy.

    • Progettare le Digital PR

      Quali sono le differenze tra le PR offline e quelle online? Come si individuano gli influencer? Come si imposta una relazione con gli influencer? Che cosa si può proporre loro? In che modo si può fare da ponte tra il brand e gli influencer? Sono alcune delle domande alle quali risponderà questo insegnamento.

    • Analytics e web monitoring

      Tutto sul web è misurabile. Questo fenomenale vantaggio deve essere sfruttato adeguatamente e aiutare il brand a crescere e a raggiungere i suoi obiettivi. Ma misurare non è sempre facile: significa conoscere gli strumenti che consentono di farlo, sapere che cosa chiedere a questi strumenti, saperne interpretare le risposte.

  • Area Operativa

    • Strumenti social

      Le principali piattaforme social, il funzionamento, gli obiettivi, i meccanismi; imparare a leggerle e interpretarle in modo creativo e innovativo; sfruttarne fino in fondo le specificità per raggiungere gli obiettivi del brand.

    • Mobile app

      Che cosa cambia se da una fruizione da desktop l’utente passa alla fruizione via mobile? Quali sono i principi che stanno alla base della user experience? Il mondo delle app rappresenta un universo molto vario e destinato ad ampliarsi sempre di più, quindi non può essere ignorato da un professionista del digitale.

    • Content strategy

      La content strategy è il momento in cui la strategia acquisisce un corpo. Corpo che non può che essere costituito da contenuti. Definire i topic e la semiosfera, articolarli nelle variabili determinate da strumenti e contesti, individuare e progettare lo storytelling, sono i contenuti di questo insegnamento.

    • Progettare la conversazione

      “I mercati sono conversazioni” è la prima tesi del Cluetrain Manifesto. I social media sono i canali lungo i quali questa conversazione si sviluppa e le digital PR sono i facilitatori. Ma perché la conversazione non diventi chiacchiericcio è necessario che sia progettata, pensata fin dall’inizio con un obiettivo e delle regole.

    • Comunicare con gli influencer

      Individuare gli influencer, coinvolgerli su un obiettivo, costruire con loro una relazione. Questo insegnamento è finalizzato a fornire un quadro teorico e pratico dell’attività di digital PR.

    • SEO/SEM

      Nessuno come un professionista del SEO sa che per nascondere bene una cosa bisogna metterla nella seconda pagina di Google, ed è quello che è necessario imparare ad evitare. Un corretto posizionamento sui motori di ricerca fa la differenza tra un brand o un progetto di successo e uno destinato a rimanere sconosciuto.

    • Digital marketing

      Promuovere correttamente un brand in rete comporta, oltre ad una solida strategia, contenuti rilevanti, presenza social e rete di influencer, anche un buon marketing che sappia sostenere la marca nelle varie fasi della sua vita.

    • Email marketing

      Nonostante l’email venga considerata uno strumento “vecchio” da molti, l’email marketing rappresenta sempre una delle forme di digital marketing più efficaci, tanto da meritare uno spazio autonomo. Dalla costruzione delle mailing list, alla scelta degli strumenti più corretti, alla progettazione dei contenuti migliori.

    • Piano editoriale

      Che cos’è, come si costruisce, che cosa comprende, in che cosa differisce da un documento di strategia e da un calendario di pubblicazione. Uno strumento vivo e in continua evoluzione che rappresenta spesso l’arma più efficace per chi deve gestire professionalmente i contenuti di un brand.

    • Community management

      Un mestiere che nel tempo si è definito con sempre maggiore precisione, ma anche ampliando le sue sfere di competenza. In questo corso saranno toccati tutti gli argomenti riguardanti le varie funzioni di un community manager, le competenze che lo distinguono e le sue attività.

  • Insegnamenti trasversali

    • Design Thinking Days

      Workshop creativi per conoscere e sperimentare il metodo formativo basato sul design thinking, approccio innovativo alla risoluzione di problemi e all’ideazione di nuove soluzioni centrate sui bisogni dell’utente (human-centered design). Questo metodo è ritenuto a livello internazionale uno dei processi più importanti e utili a supporto all’innovazione.

    • Creative Week

      Incontri e dibattiti out of the box con personaggi illustri del mondo della creatività, dell’innovazione e della comunicazione per imparare a pensare fuori dagli schemi e sviluppare capacità di visione e pensiero laterale.

    • ​Design Week

      Una full immersion nella Design week milanese per vivere un’importante esperienza a contatto diretto col mondo del design: un tour guidato da giovani designer per approfondire la storia del design, conoscere le nuove tendenze e partecipare agli eventi più interessanti della settimana. Un’ottima occasione per osservare e toccare con mano le strategie comunicative di alcuni tra i pi. importanti brand, nazionali e internazionali, e per sviluppare un progetto di ricerca e analisi legato al proprio percorso formativo.

    • Job Tools

      Un confronto diretto con esperti di coaching, counseling e personal branding dedicato all’universo lavoro - nuovi scenari, tendenze e skill richieste dal mercato professionale – con l’obiettivo di fornire ad ogni partecipante gli strumenti per creare il proprio visual cv e portfolio creativo e migliorare il proprio profilo professionale, online e offline.

    • ​International Market Day

      Giornate dedicate ad incontri con esperti e player del mercato internazionale: interessanti speech di presentazione e spiegazione dei mercati esteri, una overview su potenzialità e opportunità di lavoro e business nei Paesi in cui l’economia cresce rapidamente

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Giuliana Laurita - Coordinatrice del Master

Giuliana Laurita - Coordinatrice del Master
Digital strategist, ricercatrice, formatrice, consulente digital e social. Autrice, insieme a Roberto Venturini, di Strategia Digitale. Il manuale, edito da Hoepli nel 2014. Dal 1997 ha portato in rete alcune tra le più importanti aziende italiane (Barilla, Alfa Romeo, Corriere della Sera). Ha creato nel 2007 il primo osservatorio italiano sui Social Media

Annamaria Anelli

Annamaria Anelli
Collabora con aziende e pubbliche amministrazioni come Business Writer, E-learning Instructional Designer, formatrice sui temi della scrittura efficace. Progetta e realizza percorsi di “scrittura accompagnata” per aiutare i privati a raccontarsi e a presentare nuovi progetti. Collabora con la Palestra della scrittura; è co-docente nel modulo Storytelling e Content Strategy del progetto di formazione Digital Update ed è docente di scrittura creativa. Cura un suo blog (www.aanelli.it).

Gabriele Caeti

Gabriele Caeti
Creative supervisor in We Are Social.Nato a Palermo nel 1984, sin dalla prima giovinezza si accorge di essere portato per strategia e creatività. Si iscrive alla facoltà di Ingegneria e dopo aver capito che “Ingegneria e Creatività” non andavano proprio di pari passo, si trasferisce a Milano per fare un master in copywriting, dopo poco inizia a lavorare in TBWA e successivamente in Young And Rubicam, per poi passare a We Are Social dove oggi è a capo del reparto creativo, occupandosi di gestione del team, di strategia e creatività.

Mafe de Baggis

Mafe de Baggis
Freelance, progetta e gestisce iniziative di comunicazione (relazioni pubbliche e copywriting) e dal 1998 lavora per portare in internet aziende, testate e persone, guidandole. All’attività di consulenza e progettazione di ambienti sociali online (community, blog, social media) unisce la formazione e la scrittura (Le tribù di Internet, 2001, Hops Libri; Lei non sa chi sono io, 2007, RGB Editore; Preso nella rete, 2009, Morellini Editore; World Wide We, Apogeo, 2010).Ha tenuto una rubrica su Punto Informatico (NoLogo) e per 7 anni un blog doppio, Maestrini per caso. Dal 2009 è tornata a scrivere sul blog Brightside e su Twitter. Ha appena pubblicato il saggio breve “#Luminol. Tracce di realtà rivelate dai media digitali“, Informant.

Simonetta De Brumatti

Simonetta De Brumatti
Inizia nel 1994 come sceneggiatrice per un videogioco 3D interattivo per la TV. Prima del boom di Internet continua a sperimentare ‘nuove tecnologie’ realizzando CD – ROM per videogiochi, cataloghi ed enciclopedie. Dal 1997 si occupa di progettazione della comunicazione branding e corporate sul web e di campagne di digital advertising. Dal 2005 assume la Direzione Creativa di DMC – Gruppo Fullsix, ricevendo importanti riconoscimenti italiani e internazionali. Seguendo l’evoluzione del mercato, attualmente si occupa di digital customer experience su smartphone, tablet e computer in Neosperience Spa. Il suo compito è di aiutare clienti come Flexform, Prada, Mattel, la Rinascente, Kiko a creare una relazione duratura con i propri clienti attraverso i diversi touchpoint. Molti i premi vinti tra cui il Premio Nazionale Per l'Innovazione 2014, riconoscimento assegnato dalla Presidenza della Repubblica Italiana.

Gianluca Diegoli

Gianluca Diegoli
Dal 1997 si occupa di business online e di eCommerce. Dopo una lunga esperienza come digital marketing manager in azienda e consulente indipendente in strategia digitale e formatore, dal 2012 è professore a contratto. Autore di «Social Commerce» per Apogeo e di «Vendere Online» per Il Sole 24 Ore, Co-autore del "Manuale di Social Media Marketing" per Hoepli, di "Viaggi in Rete" per Angeli, e di "Comunicazione Liberata", ed. Brioschi. Nel 2008 ha autopubblicato in formato ebook "91 discutibili tesi per un marketing diverso". Nel 2004 ho creato minimarketing.it, oggi uno dei blog di settore più letti in Italia. Assieme ad Alessandra Farabegoli ho fondato Digital Update, uno dei principali laboratori formativi sul digitale in Italia. Docente presso prestigiose università italiane. Ha partecipato come relatore al Festival del Giornalismo a varie Social Media Week, a BTO, a TTG, e altri eventi. Ha scritto per Wired, Apogeo, Codice Edizioni e partecipato a trasmissioni di SkyTG24, Radio 24, Class-CNBC, Radio Rai e altre.

Alessandra Farabegoli

Alessandra Farabegoli
Alessandra Farabegoli (www.alessandrafarabegoli.it) è web strategist, formatrice e divulgatrice. È autrice di “Sopravvivere alle informazioni su Internet”, “Email Marketing con MailChimp”, il primo manuale in italiano su uno dei più diffusi servizi di mailing, “Email marketing in pratica”, tutti editi da Apogeo. È cofounder del progetto di formazione Digital Update, che propone in tutta Italia corsi sulle strategie digitali e l’uso degli strumenti online.

Fabio Scafoletti

Fabio Scafoletti
Nel 1998 è co-founder di Olos Interactive, dove oggi svolge attività di consulenza e formazione. Ha un focus su digital marketing planning e motori di ricerca - posizionamento sponsorizzato e naturale - ed è Google Partner. Si occupa anche di temi legati alla sostenibilità e fa parte del network internazionale per l’innovazione sociale Impact Hub. Ha lavorato come docente per la Scuola di Palo Alto, Jobmaster, Logotel , Fidia e Connor Management Training.

Roberto Venturini

Roberto Venturini
Uno dei veterani dell'Internet / Digital Marketing Italiano. Si può dire, un esperto. Consulente di Marketing e comunicazione digitale. Un Digital Planner, se volete. Lavora per Aziende ed Agenzie di comunicazione, in affiancamento o in outsourcing. Consulente del Teatro alla Scala di Milano, di altre grandi aziende ed agenzie di comunicazione. Si occupa di strategie di comunicazione digitale e di formazione. Giornalista, con la rubrica su Tech Economy... Per ulteriori informazioni: digitalplannermanifesto.wordpress.com

Sara Serravalle

Sara Serravalle
Architetto, per molti anni si occupata di processi inclusivi e progettazione partecipata, per poi concentrarsi sul mondo dei visuals: sketchnoting, graphic recording, jam session di problem solving o codesign, visual coaching ma soprattutto visual storytelling, illustrazione strategica e facilitazione visuale. Ha insegnato progettazione partecipata e processi inclusivi presso Università prestigiose; attualmente forma le persone nelle aziende, o fuori da esse, sul cambiamento e sulla visualizzazione. Recentemente con Monica Diari si occupa delle immagini di sintesi dei capitoli del libro di F. Capeci “Generazione 2.0” (Franco Angeli) e della presentazione visuale del libro di D. Ferrari “Due gradi e mezzo di separazione” (Sperling & Kupfer).

Paola Guarneri

Paola Guarneri
Digital Strategist in Social@Ogilvy, unit di Ogilvy&Mather Advertising dedicata al social media marketing: dal CRM alle business solution passando per customer care, web reputation, analytics e strategie integrate. Negli ultimi 3 anni ha seguito clienti nazionali e internazionali fra cui tra gli altri Bulgari, Timberland, Wind, Ferrero, LG, Philips, Pfizer. La sua passione e il suo impegno le sono valsi otto premi nazionali e internazionali fra cui 2 ECHO Awards, 5 NC Awards e 1 Key Awards.

Barbara Boasso

Barbara Boasso
Barbara Boasso si occupata di strategie di comunicazione digitale e content&community management dal 2011 presso DOING, lavorando su clienti lifestyle, retail, food e corporate. Precedentemente ha lavorato come web content editor per il gruppo Condé Nast e ha maturato un’esperienza presso un ufficio stampa internazionale mondo moda. Alle spalle ha una laurea triennale in Scienze e tecnologia della comunicazione e una laurea specialista in Brand management. Ha approfondito il suo interesse per il trend watching grazie a un workshop in Cool Hunting presso la Central Saint Martins di Londra. La curiosità verso i fenomeni digitali e i trend online sono il motore del suo lavoro.

Silvia Rezzonico

Silvia Rezzonico
Silvia Rezzonico - Co-Founder e Marketing Manager di www.advisato.it, sito di codici sconto gratuiti per fare shopping online. Con un Double Degree in Economia e Management dell’Innovazione dell’Università Bocconi e della Copenhagen Business School in tasca, inizia la sua avventura lavorativa in Danimarca all'interno di una società di consulenza e ricerche di mercato, per poi rientrare in Italia nel 2012. Appassionata di digital marketing, vorrebbe “misurare” tutto su un foglio Excel.