Fashion Design

Specializzazione in Fashion Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Milano

Scarica la brochure

Il Fashion Designer è un progettista, capace di ascoltare la propria creatività e tradurla in abiti o accessori che esprimono un racconto unico, innovativo e personale. La figura professionale ha sia competenze tecniche che gli permettono di selezionare e scegliere i materiali e seguire la produzione di un capo, sia capacità di interagire con tutte le diverse professioni che intervengono nel processo produttivo. Alle competenze stilistiche e creative si uniscono le capacità di realizzare prodotti innovativi, di curarne la qualità, il posizionamento nel mercato e il racconto. 

Il corso propone due specializzazioni: Fashion Design dove si approfondisce lo sviluppo delle collezioni donna, uomo, maglieria e bambino; Shoes and Accessories Design nel quale si indaga l’universo degli accessori, dalle borse alle scarpe fino alla piccola pelletteria.

Opportunità professionali – Fashion Designer, Shoes and Accessories Designer, Textile Designer, Product Manager, Knitwear Designer, Embroidery Designer.

Scopri le pagine delle professioni creative: Fashion Design

Il corso è erogato anche presso la sede di: Roma -  Torino -  Milano -  Roma -  San Paolo - 
  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

Contesto – A fronte delle continue e rapide trasformazioni della moda e del suo configurarsi in tempi recenti come un vero e proprio sistema, la figura professionale una volta definita “couturier” e poi “stilista” ha lasciato spazio a un ruolo nuovo, flessibile, capace di collocarsi in ambiti diversi all’interno di un processo multiforme: il Fashion Designer.

Metodologia a struttura - Il percorso formativo è strutturato per fornire allo studente gli strumenti per affrontare efficacemente la progettazione di una collezione di abbigliamento, di accessori o di tessuti, originale e corretta in termini di mercato. 

Al centro di questo processo, un ruolo essenziale è occupato dalla metodologia progettuale, elemento costante dal primo anno fino alla Tesi, con gradi di complessità crescenti; le diverse collezioni (donna, uomo, tessuti, accessori) e la realizzazione di prototipi sono i campi disciplinari che sintetizzano le competenze sviluppate e le conoscenze apprese in diversi ambiti nell’arco del triennio. Particolare attenzione in questo senso viene riservata all’apprendimento delle tecniche di modello e sartoria, della tecnologia dei materiali tessili, della pelle e della loro lavorazione, delle tecniche di disegno e di illustrazione di moda, del processo di produzione del capo d’abbigliamento e dell’accessorio.

Accanto a quest’area di natura più tecnica e metodologica, un ruolo fondamentale è attribuito alle discipline culturali che consentono di conoscere il linguaggio della moda come fenomeno storico, artistico e sociale, come flusso di tendenze e di segni, come racconto creativo e visivo e infine come sistema economico, caratterizzato da una filiera produttiva e da processi di marketing e comunicazione specifici. Lo studente ha la possibilità di scegliere fra diversi workshop tematici, definiti annualmente, fra cui, ad esempio, disegno di tessuto a mano, laboratorio di scrittura, analisi dei trend, maglieria a mano, pellicceria.

 

  • I anno

    • Stile, Storia dell’Arte e del Costume

      Il corso indaga i principali movimenti artistici e i loro protagonisti nella modernità e nell’era contemporanea. Accanto allo sviluppo storico dell’arte si approfondisce la comprensione critica dei codici artistici e dell’opera d’arte intesa come testo visivo complesso e come fenomeno che racconta le evoluzioni culturali, sociali ed estetiche, colto in particolar modo nelle sue relazioni con altre forme di espressione e comunicazione (la fotografia, la pubblicità, il cinema etc.). 

    • Metodologia della Progettazione

      Il corso fornisce allo studente gli strumenti analitici per esaminare il rapporto tra il prodotto e i processi che stanno alla base della sua realizzazione. I fondamenti teorici consentono allo studente di comprendere quali fattori, scientifici e culturali, intervengano nel progetto e di gestire le discipline che partecipano alla costruzione dell’opera. Nella progettazione confluiscono aspetti di natura funzionale, tecnologica e formale. 

    • Disegno Tecnico e Progettuale

      La conoscenza del disegno tecnico fornisce allo studente gli strumenti di base per comunicare l’opera e rappresentarne il percorso progettuale. Lo studente apprende il linguaggio grafico necessario per acquisire autonomia espressiva. Il corso affronta tutte le fasi fondamentali per arrivare alla corretta raffigurazione progettuale dell’abbigliamento e degli accessori: dalla rappresentazione a mano libera, agli schizzi preparatori per lo studio delle proporzioni della figura, fino al disegno tecnico. 

    • Storia della Moda 1

      Il corso affronta l’evoluzione degli stili e del gusto nella moda occidentale, dalla metà dell’Ottocento alla metà del Novecento. L’insegnamento analizza i processi sociali e tecnici che hanno caratterizzato i cambiamenti avvenuti nel sistema moda, anche attraverso la presentazione di casi studio di stilisti e collezioni. 

    • Modellistica 1

      Il corso fornisce allo studente gli strumenti teorici e pratici per la costruzione di modelli realizzati nei materiali più adatti alla scala del progetto e alle differenti fasi di studio. La visione tridimensionale permette di esaminare l’idea e di verificarne la consistenza rispetto alle leggi fisiche e alle tecniche di lavorazione. Il modello consente il controllo delle proporzioni e le modifiche di linee e volumi. Il corso pone l’accento sulla natura pratica e sensoriale dell’esperienza, sviluppando una capacità di visione tridimensionale. 

    • Progettazione Grafica 1

      L’alfabetizzazione informatica attraverso i programmi di elaborazione grafica, facilita l’espressione dell’idea e consente di correlare gli strumenti digitali di rappresentazione con le nozioni di percezione visiva. L’insegnamento dei principali software per l’elaborazione grafica facilita la valorizzazione dei concept, la gestione delle immagini e la modifica dei contenuti.

    • Cultura Tessile 1

      Lo studio e la ricerca dei materiali di una collezione di abbigliamento sono alla base dell’insegnamento. La conoscenza delle fibre, dei tessuti, dei materiali e dei principali processi di classificazione, con le relative tecniche di produzione e lavorazione, consentono allo studente di riconoscere le proprietà specifiche dei filati e di acquisire sensibilità nell’uso dei materiali. Il corso approfondisce le conoscenze delle teorie del colore nel settore della produzione di tessuti e introduce le tecniche base per sviluppare stampe e lavorazioni. 

    • Fashion Design 1

      Il corso laboratoriale si sviluppa attraverso l’acquisizione di manualità e delle tecniche artigiano-industriali di base. Grazie alle conoscenze apprese lo studente è chiamato a sviluppare un concept con forme e volumi, scelta di materiali e lavorazioni, stampe e colori e assortimento dei capi fino a creare un book che illustri tutte le fasi del lavoro che portano alla progettazione di una collezione. L’attività laboratoriale prevede inoltre una sessione intensiva per la riproduzione di un abito storico. 

    • Anatomia dell’Immagine

      L’insegnamento comprende la lettura, storica e contemporanea, della forma umana nei diversi ambiti disciplinari: dall’arte alla fotografia, alla grafica, alla moda. Proporzioni, forme, volumi, prospettive e assonometrie del corpo sono analizzate attraverso teorie e metodi di raffigurazione. Si studia l’anatomia umana per il disegno di moda tradizionale e multimediale.

    • Semiotica dell’Arte 1

      Argomento centrale del corso è la lettura dei rapporti fra contenuto, testi e immagine e i processi narrativi, adottati dalle diverse forme della comunicazione visiva. La semiotica viene utilizzata come strumento per la lettura figurativa e plastica di opere d’arte attraverso le quali si definisce un percorso di evoluzione e studio di abito occidentale dalla seconda metà del Cinquecento fino alla prima metà dell’Ottocento. 

  • II anno

    • Storia della Moda 2

      Il corso tratta gli sviluppi della storia della moda nella seconda metà del Novecento. L’evoluzione delle tendenze e dello stile è trattata dal punto di vista storico, culturale, sociale e fornendo gli strumenti per comprendere il linguaggio della moda, evidenziarne i meccanismi, i personaggi chiave e i fenomeni più rilevanti. 

    • Progettazione Grafica 2

      La pluralità di metodi e processi della progettazione visiva sono orientati alla comunicazione e alla presentazione dei progetti realizzati. Argomento centrale del corso è l’uso corretto dei principali software grafici utilizzati per realizzare book personalizzati, portfolio e progetti grafici articolati, curandone l’impaginazione e gli aspetti estetici. 

    • Semiotica dell’Arte 2

      L’insegnamento si concentra sull’estetica e sul linguaggio dell’abito e sulla sua rappresentazione e fruizione in diversi sistemi di racconto. L’unità tra forma e contenuto e la consequenzialità tra estetica e fruizione sono esaminate nella loro costruzione e organizzazione, affinché lo studente comprenda la complessità del racconto e della moda. 

    • Storia della Fotografia

      È un percorso attraverso le ricerche estetiche, il loro utilizzo e i fotografi principali, che si sviluppa in rapporto ai mutamenti tecnici e ai risvolti artistici, culturali e sociali. Il corso pone particolare attenzione alla storia della fotografia di moda, all’evoluzione dei linguaggi, delle tecniche di rappresentazione e allo stile dei fotografi più significativi.

    • Logica e Organizzazione d’Impresa 1

      La figura del Product Manager gestisce lo sviluppo di un prodotto legato al sistema moda (fasi e modalità di realizzazione, tempistiche, costi, benefici). Focalizzandosi su questa professione, il corso si pone l’obiettivo di fornire agli studenti le competenze tecniche per progettare collezioni orientate al prodotto moda realizzato su basi industriali. 

    • Tecniche e Tecnologie del Disegno

      FASHION DESIGN - A partire dalle tecniche di base apprese nel primo anno, il corso consolida le competenze dello studente attraverso il disegno tecnico a mano libera e le tecniche di illustrazione, incoraggiando lo sviluppo di una cifra stilistica personale per le progettazioni future.

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - A partire dalle tecniche di base apprese in Disegno Tecnico e Progettuale, il corso implementa le pratiche rappresentative, dal disegno agli strumenti multimediali, per favorire l’efficacia comunicativa nella rappresentazione dell’opera. Il progetto è così descritto nelle sue fasi con la modalità più idonea: bozzetti preliminari della minuteria metallica, affinamenti di stile con software digitali e realizzazione di rendering. 

    • Modellistica 2

      FASHION DESIGN - L’approfondimento nelle pratiche della modellistica femminile e maschile è di supporto ai corsi di progettazione per i quali sono necessari modelli di studio e di presentazione, fino alla definizione di prototipi. La natura laboratoriale del corso implica l’apprendimento diretto delle tecniche e favorisce la comprensione di geometrie e volumi. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - L’approfondimento delle tecniche di costruzione dei modelli di borse, piccola pelletteria e scarpe nelle collezioni maschile e femminile sarà di supporto al corso di progettazione finalizzato alla realizzazione di prototipi. L’esperienza di laboratorio è fondamentale alla comprensione delle tecniche di assemblaggio e cucitura, finalizzate a implementare le capacità progettuali. 

    • Cultura Tessile 2

      FASHION DESIGN - Il corso completa la trasmissione delle tecniche per progettare in modo creativo tessuti e materiali. La grande importanza attribuita all’attività manuale consente allo studente di confrontarsi con le metodologie di progettazione e di affinare le conoscenze di base già acquisite come le terminologie, le tecniche di esecuzione tradizionali e digitali e i finissaggi. Il percorso è completato dall’analisi degli aspetti tecnici legati alla maglieria con il supporto di esercitazioni pratiche. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il corso completa la trasmissione delle tecniche per manipolare in modo creativo tessuti e materiali. Si concentra inoltre sull’analisi degli aspetti tecnici legati alla pelletteria. L’attività manuale consente allo studente di confrontarsi con le metodologie di progettazione e di affinare le conoscenze di base già acquisite nel semestre precedente: terminologia, tecniche di esecuzione tradizionali e digitali e finissaggi. 

    • Fashion Design 2

      FASHION DESIGN - Il corso segue l’intero processo di progettazione, partendo dalla selezione di un tema di ricerca fino ad arrivare allo sviluppo di una collezione (donna, uomo, maglieria e bambino). Il concept delle collezioni viene articolato anche dal punto di vista della comunicazione al fine di favorire l’interazione con altre discipline del percorso didattico. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il corso segue l’intero processo di progettazione, partendo dalla selezione di un tema di ricerca fino ad arrivare allo sviluppo di una collezione (donna, uomo). Il concept delle collezioni viene articolato anche dal punto di vista della comunicazione al fine di favorire l’interazione con altre discipline del percorso didattico.

  • III anno

    • Metodologia Progettuale della Comunicazione Visiva

      Il corso affronta le metodologie progettuali e i principali strumenti dello styling del video e della fotografia nel settore della moda. Fondamenti di storia dello styling, attraverso i suoi protagonisti, sono funzionali per comprendere il ruolo professionale e le tecniche. Lo studente è chiamato a sperimentare il processo di ideazione creativa e a comprendere le professionalità in gioco. In questo modo si approfondisce la relazione tra lo styling e l’immagine/ comunicazione di un progetto di fashion design. 

    • Fenomenologia delle Arti Contemporanee

      Il corso si focalizza sugli sviluppi della moda dal Duemila ad oggi e fornisce agli studenti gli strumenti per analizzare le evoluzioni più recenti del fashion design in rapporto ai meccanismi della comunicazione e dell’arte contemporanea. Gli studenti sono chiamati a fare uso dello spirito critico sviluppato nell’arco del triennio per analizzare i fenomeni, le tendenze e i corpi che rappresentano il motore delle evoluzioni di stile del nostro tempo. 

    • Logica e Organizzazione d’Impresa 2

      Il corso si focalizza sui fondamenti del marketing applicato all’organizzazione delle attività d’impresa al fine di fornire agli studenti una base per il corretto posizionamento sul mercato di un proprio progetto. In aggiunta, l’area didattica prevede l’insegnamento dei principi della comunicazione contemporanea al fine di fornire agli studenti le conoscenze necessarie per coordinare adeguatamente l’immagine di una collezione.

    • Teoria e Analisi del Cinema e dell’Audiovisivo

      La fenomenologia dei media e il loro rapporto con i linguaggi artistici e i relativi mutamenti sono al centro dell’insegnamento, per fornire una conoscenza articolata e dialettica dei mezzi cinematografici e audiovisivi. Si sottolineano l’intermodalità del cinema e degli altri media e la reciproca influenza e si analizzano le dinamiche di narrazione del testo cinematografico, attraverso lo studio dell’impianto registico, della fotografia, della colonna sonora, della sceneggiatura e dell’impatto visivo complessivo sull’immaginario collettivo.

    • Modellistica 3

      FASHION DESIGN - Il corso consolida le conoscenze acquisite negli anni precedenti e approfondisce lo studio del capospalla uomo e donna. Lo studente è chiamato a realizzare manufatti complessi e a prestare maggiore attenzione ai dettagli. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il corso consente di approfondire conoscenze e abilità per costruire modelli e manufatti dell’accessorio, e incrementa le nozioni acquisite prestando maggiore attenzione ai dettagli e sperimentando tecniche innovative. Lo studente è chiamato a realizzare un prodotto moda legato alla scarpa e alla borsa con le rifiniture necessarie per la sua ultimazione. 

    • Fashion Design 3

      FASHION DESIGN - Il corso rappresenta un approfondimento delle metodologie e dei processi di progettazione affrontando tre tecniche dedicate al decoro su capo: stampa digitale, ricamo e manipolazione tessile. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il corso rappresenta un approfondimento delle metodologie e dei processi di progettazione e comunicazione affrontando ulteriori specificità in merito al total look e, nello specifico, all’accessorio moda.

    • Fashion Design 4

      FASHION DESIGN - Il laboratorio affronta le fasi preparatorie al Progetto di Tesi conclusivo. Vengono poste le basi per la definizione del tema di ispirazione e la sua articolazione attraverso una ricerca iconografica e teorica, nonché la pianificazione delle successive fasi di sviluppo della collezione finale. 

      SHOES AND ACCESSORIES DESIGN - Il laboratorio affronta le fasi preparatorie al Progetto di Tesi conclusivo. Vengono poste le basi per la definizione del tema di ispirazione e la sua articolazione attraverso una ricerca iconografica e teorica, nonché la pianificazione delle successive fasi di sviluppo della collezione finale. 

       

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Olivia Spinelli - Coordinatore del corso

Olivia Spinelli - Coordinatore del corso
Opera nel settore moda da oltre 15 anni durante i quali ha lavorato per le più grandi maison di moda italiane. Per Dolce&Gabbana ha collaborato per la linea D&G, per maison Versace ha coordinato lo sviluppo della collezione donna VERSUS, ha partecipato alla creazione della linea GIGLI uomo/donna per il mercato europeo e giapponese e ha proseguito il suo percorso all’interno dei grandi marchi occupandosi della collezione donna GF FERRE. Attualmente ha un suo studio di consulenza per collezioni donna prèt a porter e bambino.

Anna Argenziano

Anna Argenziano
Ha maturato una lunga carriera nell'ambito della modellistica lavorando sia come Responsabile interna che come libera professionista, per alcuni dei più prestigiosi brand di moda, fra cui: Rifat Ozbek, Prada, Alessandro Dell'Acqua, Marni, Thierry Mugler, Soprani. Attualmente è Consulente Modellista per varie aziende di moda e CTU presso il Tribunale di Milano per il settore Tessile/abbigliamento.

Stefania Bodini

Stefania Bodini
Consulente per la ricerca tessuti da Missoni. Inizia la sua carriera professionale nell'ambito tessile lavorando per alcune importanti aziende come Basile s.p.a, Moschino, Antonio Fusco, Bally e Gilmar. Si occupa della ricerca e dello sviluppo dei materiali (tessuti, stampe accessori e ricami) con particolare attenzione al collegamento tra la fase creativa e l'industrializzazione.

Alessandra Carati

Alessandra Carati
Alessandra Carati è Scrittrice e Formatrice. Svolge attività di editing, ghostwriting e counselling per l’editoria. Progetta, sviluppa e conduce interventi formativi legati alla scrittura, il video, la comunicazione integrata di parole e immagini, in contesti formali e informali.

Gianni Cinti

Gianni Cinti
Ha lavorato come Consulente per importanti brand tra cui Marithé+François Girbaud, Napapijiri, Fabi, Caractère, Pininfarina. La sua esperienza più significativa è stata con Gianfranco Ferrè che ha significativamente influenzato il suo stile. Ha vinto premi e riconoscimenti, tra cui “The Lucky Strike Design Award 2009”; le sue creazioni sono state pubblicate su diverse riviste di settore. Attualmente coordina progetti di fashion design unendo creatività italiana e respiro internazionale tra New York e Shanghai.

Fabio Di Nicola

Fabio Di Nicola
Stilista per il proprio marchio di abbigliamento maschile fondato nel 1988. Contemporaneamente è consulente e collabora per importanti aziende del settore. Ha realizzato capi per il film di Wim Wenders Palermo shooting, Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek, Diverso da chi, Albakiara. Nel 2008 ha disegnato la divisa ufficiale del Bologna F.C. Ha, inoltre, collaborato con artisti in campo musicale tra cui i Subsonica, Mauro Ermanno Giovanardi, Solis Quartet. Sito personale

Luca Minora

Luca Minora
Dopo essersi laureato in Fashion Design, ha iniziato a lavorare come sarto per la collezione uomo e donna per Costume National e C’N’C, sia a Milano che a Parigi.  Ha sviluppato un modello di lavoro autonomo, attraverso la collaborazione con Carol Christian Poell e J. Lindeberg (a Milano e Stoccolma). Ha presentato una collezione personale come designer e ospite d’onore per la Spring Magazine e per la Foundation World in Tokyo.  

Angelo Montanini

Angelo Montanini
Ha conseguito una Laurea triennale in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, da allora lavora nell’ambito dell’insegnamento e fornisce consulenza specializzata in Rendering, Costumi e abbigliamento teatrale, oltre al disegno tecnico industriale. Ha conseguito i suoi studi in Tessuti, Materiali Grafici e Rendering Cromatici. Ha svolto un’attività continuativa di illustrazione, sia di disegno che di pittura, con atelier e designer di moda, così come con riviste di moda.

Umberto Sannino

Umberto Sannino
Umberto Sannino inizia la sua carriera negli uffici stile maturando una lunga esperienza in importanti Maison come Ballantyne e Costume National. Attualmente è Head of Design presso Redemption e collabora come Stylist per svariati progetti freelance. Collabora con Moda Operandi ed Ermenegildo Zegna. È Associate Creative Director per The Greatest Magazine, Consulente per Taschen ed Art Director per Noplace Magazine. Dal 2013 è docente presso IED Milano.