Sound Design

Specializzazione in Sound Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Roma

Scarica la brochure

Obiettivi formativi:

Il Corso di Sound Designer forma i professionisti del suono, figure professionali flessibili ed eclettiche, in grado di rapportarsi con le molteplici forme di comunicazione sonora e di produrre audio, utilizzando indifferentemente linguaggi musicali e strumenti di produzione. Il Sound Designer lavora principalmente con il computer, lo studio di registrazione e il mixer per comporre soundtrack, originali e cover: oggetti sonori composti di musica, parole, effetti sonori e manipolazioni elettroniche. Ha la capacità di gestire in autonomia l’intero work-flow e di compiere scelte coerenti con i desiderata dei clienti e dei committenti.

Sbocchi professionali:

Il Sound Designer lavora soprattutto in qualità di libero professionista. I neo-diplomati trovano opportunità di inserimento in strutture professionali diverse: studi di post-produzione audio-video, agenzie di comunicazione, web agency, case di produzione televisiva ed emittenti radiofoniche, broadcaster, studi di sviluppo software/applicativi per installazioni interattive museali, app e videogame.

Il corso è riconosciuto dal MIUR come Diploma Accademico di I Livello equipollente ai diplomi di laurea universitari e pertanto riconosciuto in tutto il mondo.

 

Scopri le pagine delle professioni creative : Sound Designer

Il corso è erogato anche presso la sede di: Milano - 
  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2016
  • Durata
    3 anni
  • Lingua
    Italiano
Iscriviti entro il 28 Luglio per usufruire delle agevolazioni Early Bird.

Roma

News

Interaction Design

Nuovi traguardi per laureandi e diplomati del corso IED Roma in Interaction Design: Giacomo Della Grazia con il videogame 2Night Tales e Flavio Vallocchia per International Hackathon.

Scopri di più

Indirizzi di specializzazione:

Le discipline di progettazione multimediale costituiscono il filo conduttore del Corso Triennale di Sound Design.

Il percorso formativo si sviluppa seguendo le diverse aree espressive del settore (il racconto sonoro, il suono nella comunicazione pubblicitaria, il suono per le immagini, il suono legato a interattività e performance mix-mediale), utilizzando un approccio guidato allo svolgimento di un corretto percorso progettuale.

Lo studente inizia ad acquisire gli strumenti basilari, operativi e concettuali, della progettazione sonora: la percezione e la fisica del suono, le tecniche di registrazione, la sintesi sonora, i software per la registrazione, l’editing, il trattamento e la produzione audio. Apprende al contempo le basi culturali che permettono di interpretare e decodificare i linguaggi della comunicazione audio, le discipline sociali, economiche, gestionali e quelle di carattere storico-critico.

Con l’avanzare del percorso di studi si approfondiscono due ambiti della comunicazione sonora: la grammatica della comunicazione pubblicitaria (dal logo sonoro allo spot) e l’interattività, attraverso la realizzazione di progetti installativi. L’apprendimento dei software è finalizzato alla produzione e post-produzione audio, al montaggio sonoro e al mixaggio, agli aspetti interattivi e performativi, mentre le discipline di carattere culturale affrontano le storie musicali recenti, le implicazioni sociologiche dell’ascolto e i linguaggi delle discipline professionali contigue.

La fase terminale del corso è dedicata alla simulazione professionale e alla progettazione attraverso l’uso di sistemi integrati. Gli studenti lavorano in autonomia alla progettazione di colonne sonore per audiovisivi, installazioni interattive, performance e progetti di sound branding, dimostrando di saper gestire la comunicazione dei progetti, di saper effettuare scelte coerenti con le premesse proposte e di saper sostenere le proprie scelte progettuali. Particolare attenzione viene posta nella capacità di costruire presentazioni, correttamente argomentate, e nello stimolare la riflessione sulla responsabilità sociale del progettista sonoro.

Agli studenti del Corso di Sound Design è offerta la possibilità di collaborare e confrontarsi con studenti di altri percorsi di studi affini (illustratori, video designer...) per permettere la realizzazione di progetti articolati, favorendo il contatto con i differenti ruoli della professione.

Il Progetto di Tesi rappresenta un momento formativo fondamentale del percorso triennale, in cui lo studente mette a frutto tutta l’esperienza culturale, progettuale e tecnica acquisita. Prevede l’organizzazione di gruppi di studio e lavoro attorno a problematiche progettuali complesse, in una condizione di simulazione della prassi professionale.

Il Corso Triennale in Sound Design ha valore riconosciuto dal MIUR come Diploma Accademico di I Livello.

  • 1 Anno

    • STORIA DELL’ARTE CONTEMPORANEA

      La nostra cultura visuale ed estetica viene analizzata attraverso la sperimentazione e la ricerca artistica contemporanea, in rapporto alle innovazioni tecniche e tecnologiche e alle diverse forme di espressione e comunicazione. Dalla nascita della civiltà industriale di metà Ottocento, alla deformazione del quotidiano nel flusso giornaliero delle immagini veicolate dai media, dalla pubblicità, al cinema; dai codici espressivi indipendenti delle avanguardie di inizio Novecento, alle connessioni segniche e culturali della metà del secolo scorso, fino alle più attuali espressioni di una realtà frammentata. Le considerazioni finali mettono in risalto una delle nuove correnti artistiche popolari del dopoguerra, la Pop Art, a confronto con una delle più moderne forme artistiche: la Street Art.

    • TEORIA E ANALISI DEL CINEMA E DELL’AUDIOVISIVO

      La stampa e il cinema, la radio e la televisione, la pubblicità e i videogame, la telefonia mobile e internet. Studio e analisi dei mezzi di comunicazione di massa, dalla fine dell’800 a oggi, con particolare attenzione agli aspetti peculiari dei cosiddetti New Media e alle mutazioni sociali che questi hanno via via apportato. Nella seconda parte del corso si analizzano i rapporti che intercorrono tra i linguaggi mediatici più recenti – quali Virtual Reality, Social Media, Viral Marketing – e l’arte contemporanea, con esempi di opere frutto della compenetrazione tra media e arte.

    • TECNOLOGIE E APPLICAZIONI DIGITALI

      Vengono fornite le basi per le conoscenze informatiche future dello studente, la lente attraverso cui guardare il mondo della tecnologia, i principi attraverso cui apprendere il funzionamento dei software e dell’hardware con i quali dovrà operare durante la sua vita professionale. Oltre a nozioni teoriche ed esempi pratici su come queste vengono messe in atto, vengono illustrati i principi metodologici attraverso cui affrontare le problematiche informatiche più comuni; Wikipedia e i motori di ricerca sono strumenti attivi di studio e discussione durante l’intera durata del corso.

    • INFORMAZIONE PER L’ARTE: MEZZI E METODI

      Programmare, organizzare, comunicare e promuovere progetti multimediali e musicali attraverso il coinvolgimento di diverse figure professionali. Nel corso dell’anno viene sviluppata la simulazione di un progetto in tutte le sue fasi con una visione interdisciplinare. Il corso illustra le diverse modalità di comunicazione creativa, scrittura, narrazione, in relazione ai linguaggi letterari, giornalistici e pubblicitari. Dall’analisi di progetti esistenti, all’elaborazione di testi (concept, comunicati, presentazioni, portfolio), si tracciano percorsi metodologici finalizzati alla creazione di elaborati. Attraverso esercitazioni ed esempi si realizzano contenuti per la web radio di sede.

    • TEORIA DELLA PERCEZIONE E PSICOLOGIA DELLA FORMA 1

      Un percorso nel mondo delle percezioni sensoriali e nei processi cognitivi. Il corso illustra le teorie scientifiche che spiegano il funzionamento dei nostri sensi e lo correla alle ricerche sulla psicologia della forma. Sono affrontati principi di teoria del colore e, attraverso le scienze applicate, sono fornite le tecniche per analizzare il rapporto tra oggetto, spazio e persona. La psicologia della forma mette in relazione i meccanismi percettivi con le problematiche legate all’uso della forma e alla conseguente elaborazione dei linguaggi creativi. In una visione più ampia, i fondamenti teorici permettono di analizzare i condizionamenti psicologici dei fruitori e il più complesso sistema produttivo ed espositivo dell’industria creativa.

    • TECNICHE DI RIPRESA

      Il corso si sviluppa sul percorso completo dall’esecutore all’ascoltatore. Una parte pratica è mirata all’acquisizione di competenze tecniche e conoscenze teoriche di base di acustica del suono, capacità di gestione ed elaborazione del “segnale acustico”, monitoraggio e registrazione. La formazione pone al centro la pratica di base sul funzionamento di uno studio di registrazione, dal cablaggio alle tecniche di microfonazione, dall’utilizzo dell’outboard alla registrazione e alla diffusione sonora. Una parte teorica è dedicata allo studio dei fondamenti di acustica, psicoacustica, sintesi e alle norme comportamentali professionali.

    • SOUND DESIGN 1

      Il corso mette in pratica le diverse metodologie del Sound Design attraverso la realizzazione di progetti audio.

    • AUDIO E MIXAGGIO 1

      Il corso introduce all’utilizzo dei software fondamentali per la figura del Sound Designer: Pro Tools e Logic Pro. Dalle funzioni basilari alle tecniche più complesse, vengono illustrate le potenzialità di questi strumenti. Nel percorso didattico si introducono anche elementi di teoria musicale, funzionali allo studio dei programmi e alla realizzazione di progetti audio.

    • SEMIOTICA DELL’ARTE

      Il corso offre un’introduzione alla semiotica e ai suoi campi applicativi nell’arte e nella comunicazione. Viene presentato un approccio alle discipline della rappresentazione creativa, integrato all’ottica psicoanalitica e alla prospettiva psicofisiologica. Gli incontri si basano su un’introduzione teorica, affiancata all’esperienza pratica degli argomenti trattati, attraverso l’avvicinamento a materiale visivo e sonoro.

    • STORIA DELLA MUSICA CONTEMPORANEA 1

      Il corso analizza la storia della musica nelle diverse prospettive culturali, con particolare riferimento alla relazione tra i linguaggi specifici di tale settore e i settori delle arti.

  • 2 Anno

    • TEORIA DELLA PERCEZIONE E PSICOLOGIA DELLA FORMA 2

      Le coordinate fondamentali della teoria musicale in prospettiva cognitiva. Ascolto e analisi di esempi musicali tratti dalle tradizioni e dai generi più vari.

    • SOUND DESIGN 2

      Il corso affronta lo specifico ambito della sonorizzazione multimediale con nozioni teoriche e con la trasmissione degli strumenti tecnici di progettazione e programmazione. Sono previste esercitazioni sul campo, attraverso la creazione di contenuti per la web radio di sede.

    • AUDIO E MIXAGGIO 2

      Lo studente approffondisce la conoscenza di produzioni audio originali: musica strumentale, sperimentazione sonora, sound branding, sintesi sonora e composizione elettronica. Con la comprensione della natura di un suono e delle alterazioni permesse dai software disponibili, lo studente acquisisce ulteriori competenze sulla produzione video.

       

    • FENOMENOLOGIA DELLE ARTI CONTEMPORANEE

      Il corso approfondisce lo sviluppo della fenomenologia come scienza o metodo che esplicita il rapporto fra la realtà e l’espressione degli artisti, permettendo allo studente di acquisire gli strumenti necessari all’interpretazione dei fenomeni artistici contemporanei nella loro connessione con i contesti storici e culturali e nel confronto con le dinamiche sociali. L’insegnamento aiuta a comprendere come le forme contemporanee della creatività si originano, si rappresentano e si percepiscono.

    • PROCESSI E TECNICHE PER LO SPETTACOLO MULTIMEDIALE

      Allo studente sono fornite nozioni sulla presa diretta e montaggio del suono, i formati di esportazione e le varie figure professionali che operano in post produzione.

    • SISTEMI INTERATTIVI 1

      Il corso fornisce una serie di strumenti metodologici e tecnici fondamentali per la progettazione e la realizzazione di un sistema interattivo. La metodologia si basa su un approccio interdisciplinare che coinvolge le diverse competenze e i diversi strumenti che intervengono nel processo progettuale, garantendo allo stesso tempo lo sviluppo di un proprio linguaggio espressivo. Lo studente sperimenta l’applicazione dei concetti di efficienza, efficacia e usabilità nella progettazione di un sistema interattivo.

    • STORIA DELLA MUSICA CONTEMPORANEA 2

      E’ data un’introduzione sulla storia della musica, propedeutica all’approfondimento delle avanguardie del primo Novecento. Una seconda fase ripercorre le esperienze del Secondo Dopoguerra in un periodo in cui la carica energetica dell’avanguardia si sovrappone all’uso delle nuove tecnologie e ai nuovi contesti culturali della società dei “consumi”.

    • TECNICHE PERFORMATIVE PER LE ARTI VISIVE

      Il corso illustra tecniche e tecnologie nell’ambito degli audiovisivi. È uno studio approfondito del mix in surround e field recording. Si affrontano cenni storici, la catena di produzione e post-produzione, i microfoni broadcast, le codifiche surround, la visione di progetti completi ed esercitazione di montaggio. Durante il corso lo studente è impegnato nello sviluppo di un progetto.

    • SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE

      Attraverso lo studio dei processi mediatici e l’analisi delle forme emergenti di comunicazione, il corso fornisce una conoscenza di base degli strumenti teorici, metodologici e tecnici per l’analisi dei processi comunicativi e mediali, con riferimento a contenuti, linguaggi, forme organizzative e all’analisi del pubblico di riferimento.

  • 3 Anno

    • TEORIA E METODO DEI MASS MEDIA

      I contenuti del corso sono incentrati sulla ricostruzione storica e sull’analisi strutturale e linguistica delle modalità di produzione e distribuzione della comunicazione di massa; i caratteri essenziali e le tipologie dei principali mercati dei media (televisione, cinema, editoria e multimedia) e i comportamenti strategici delle imprese che operano nei diversi campi. Le procedure riguardanomedia tradizionali e nuovi, stampa, radio, televisione analogica, televisione digitale terrestre e satellitare, le varie forme di TV via web e mobile e i possibili futuri scenari.

    • SOUND DESIGN 3

      Il corso approfondisce in termini teorici e pratici il rapporto immagine e suono nell’ambito degli audiovisivi. L’analisi dei principali elementi tecnici del suono è messa in relazione con lo studio delle componenti emozionali e degli effetti sull’ascoltatore. In particolare viene approfondito il linguaggio della colonna sonora attraverso l’analisi dei principali elementi tecnici (melodia, armonia, ritmo, forme, ecc.) e lo studio delle componenti emozionali (gli effetti sull’ascoltatore, le sue sensazioni, immagini mentali, ecc.) passando per la conoscenza del funzionamento semantico della musica e dei suoni e l’analisi di teorie ed estetiche musicali legate alla comunicazione visiva.

    • SISTEMI INTERATTIVI 2

      Il programma è propedeutico allo sviluppo di un progetto con lo studio di modelli strutturali e funzionali, di modelli e strategie comportamentali e con l’analisi degli stili interattivi.

    • TECNICHE DEI NUOVI MEDIA INTEGRATI

      Le opportunità offerte dalle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione hanno portato alla convergenza dei media, delle telecomunicazioni e dell’informatica. Il fenomeno, illustrato nel suo sviluppo storico recente, è studiato in rapporto alle principali tendenze del settore ed esplora la sua applicazione nella comunicazione audiovisiva, affrontato con lo studio della sua evoluzione teorica e delle componenti tecniche e di produzione. Il corso viene strutturato come un workshop multidisciplinare, con una parte di lezioni teoriche e una parte di esperienze ed esercitazioni pratiche. Alla fine dell’insegnamento ogni studente ha le capacità per sviluppare un progetto personale (o di gruppo), contestualmente all’acquisizione di elementi di comunicazione e di marketing.

    • DIRITTO, LEGISLAZIONE ED ECONOMIA DELLO SPETTACOLO

      Il corso parte dall’analisi delle leggi sul diritto d’autore, per poi fornire una panoramica sulle diverse casistiche che un autore/ compositore, artista/interprete/ esecutore, editore o produttore si trova ad affrontare nella vita professionale. Sono temi di approfondimento: sincronizzazioni con audiovisivi, supporti multimediali, nuove piattaforme di distribuzione di contenuti, contrattualistica di settore.

    • PROGETTAZIONE MULTIMEDIALE

      Uno degli aspetti più rilevanti dell’era tecnologica è la multimedialità, ovvero la combinazione di singoli elementi mediatici, strumentali e di contenuto di diversa forma. Il corso dà un approccio teorico-pratico a problematiche e soluzioni della costruzione di prodotti integrati, complementari e interattivi in rapporto alle potenzialità dei supporti e dei contesti per cui sono realizzati. Un Sound Designer, oltre ai lavori legati ai media tradizionali audiovisivi, deve confrontarsi anche con contesti differenti e dinamici e questa progettazione ha lo scopo di mettere a fuoco le problematiche (e relative soluzioni) connesse a interventi performativi e installativi. Il risultato finale è la realizzazione di una performance o installazione che si inserisca nella programmazione di festival, rassegne e eventi. Con il “tutoraggio” costante di un docente, il gruppo affronta le wdiverse fasi del lavoro, dal brainstorming alla finalizzazione.

    • SOUND DESIGN 4

      Il laboratorio affronta le fasi preparatorie al progetto di tesi conclusivo. Vengono poste le basi per la fase metaprogettuale, ovvero la definizione strategica del progetto, l’impostazione del lavoro di ricerca inerente i temi proposti, la pianificazione delle successive fasi operative. Nel laboratorio confluiscono contributi di carattere metodologico, culturale, tecnico, specialistico, per arrivare a elaborare e compiere il proprio progetto di tesi dalla ricerca iniziale fino alla realizzazione.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Tiziana Amicuzi

Tiziana Amicuzi
Architetto, Scenografa, Videoartista, Digital e NewMediaDirector. Progettista di eventi ludicopartecipativi, è co-founder e CreativeDirector di cityMakersGT, produrre la città è un gioco!  Docente di Estetica dei NewMedia e di Progettazione Multimediale per lo IED di Roma, è stata Tutor Didattico e Docente di Scenografia, Membro del Comitato Scientifico e Docente nel Master di Scenografia UrbanaTeatraleDigitale per la Sapienza Università di Roma; Docente di Skenè - Scuola di Specializzazione in Scenografia per le aree archeologiche e museali per l’Accademia Adrianea di Roma.

Maria Letizia Bixio

Maria Letizia Bixio
E’ avvocato esperto di diritto d’autore e proprietà intellettuale, consulente presso il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Collabora con diverse testate del settore artistico, tra cui Inside Art, Sofà e Borsa&Finanza. Da anni attenta alla scena artistica contemporanea nazionale, ha curato molteplici mostre in gallerie, accademie e spazi museali, redigendo testi critici per i relativi cataloghi. 

Andrea Ciccarelli

Andrea Ciccarelli
Dopo aver conseguito la laurea in Storia del Cinema entra nel mondo dell'audiovisivo come producer, per poi approdare all’editoria radiofonica e televisiva. Stanco dei codici del tubo catodico e di quelli viziati dell’etere decide di dedicarsi quasi esclusivamente al mondo della tripla w. Geek ante-litteram, mangia pixel dall’era delle dot.com! Attualmente è docente presso lo IED e consulente di comunicazione.

Mino Freda

Mino Freda
Musicista e storico dell’arte. Compositore, arrangiatore e produttore di musiche per il cinema, documentari, cortometraggi, tv, teatro, arti visive e altri settori multimedia. Nel 2006 compone le musiche originali dell’ultimo film di Mario Monicelli Le Rose del Deserto (Luna Rossa prod.) e nel 2013 riceve il premio Franco Enriquez 2013 per la musica classica e da film. Autore di varie produzioni discografiche con l’etichetta CNI svolge sua attività d’insegnante IED ed è titolare dello studio di produzione e post-produzione audio CM Studio. 

Fabrizio Galassi

Fabrizio Galassi
Giornalista, consulente, docente nuovi media e web journalism, inizia a lavorare sul web nel 2000 come responsabile editoriale di Rockstar.it. Negli anni collabora con MTV Italia, Repubblica.it, Wired, Style.it, Il Fatto Quotidiano, TheBlogTV (Citizen Report, Nokia Play), BelieveDigital/Zimbalam, Groovadia. 

Max Giovagnoli

Max Giovagnoli
Max Giovagnoli è il principale transmedia producer in Italia. Consulente per broadcaster televisivi e major del cinema, è autore di romanzi e serie televisive. I suoi saggi sul transmedia storytelling sono stati tradotti in Inghilterra e USA. Coordina l’Area Cinema e New media dell’Istituto Europeo di Design.

Francesco Lenzi

Francesco Lenzi
Francesco Lenzi è un produttore, recording & mixing engineer e sound designer. DJ e programmatore radiofonico, poi in discografia, jingles e sonorizzazioni per video e teatro nelle vesti di produttore ed autore di testi e musiche. Vive e lavora a Roma.

Stefano Maggio

Stefano Maggio
È un musicista, compositore, produttore e vocal-coach italo tedesco. Da anni lavora professionalmente per importanti strutture europee nel campo della musica e dell’entertainment producendo/componendo brani e sonorizzazioni per sigle e sottofondi Tv/Radio/Web, compilation e artisti vari. Fra le sue collaborazioni spiccano lavori per: Sony Music, Hit Mania, McDonald’s, Nike, Universal, Rai e molte altre. Per più info: www.stefanomaggio.com

Filippo Manni

Filippo Manni
Coordinatore di Sound Design, è produttore musicale e sound designer  collabora con case discografiche, brand e società di produzione audiovisivi tra cui: RAI, Ministry of Sound, Universo, Hitmania, Nike, Mercedes, Unicef, Fao, WWF, Germany next Top Model. Ha fondato lo studio NUtone Lab   

Simone Martinelli

Simone Martinelli
Musicista Bass and synth player, artista eclettico per natura, partecipa dopo gli studi presso il conservatorio L.Refice e l'U.M. Università della Musica in Roma a numerosi progetti musicali e discografici.  Spazia dalla musica colta al rock d'autore, dalle musiche originali per cortometraggi e lungometraggi al jazz fusion ed alla musica elettronica. Negli ultimi anni lavora come sound designer e compositore in numerosi documentari e reportage giornalistici per organizzazioni ed aziende importanti come Save the Children, Bvlgari, Greenpeace, Rai Trade.

Giulio Maresca

Giulio Maresca
Dj, produttore, tecnico del suono, la sua passione per la musica lo ha portato a fare molteplici esperienze nel campo artistico e tecnico: djing, live performance, installazioni, composizione di musiche per spot, documentari etc... È fondatore insieme a Fabio Sestili di Ipologica Recordings.

Francesco Ornielli

Francesco Ornielli
Sound Designer, Producer, Composer. Si occupa di audio/suono per il cinema, progetti creativi, installazioni ecc. Chitarrista, ha partecipato in live unendo musica elettronica a strumenti classici/acustici. Ha conoscenze approfondite dei diversi e più diffusi software/DAW inerenti al mondo audio, incluso MAX/msp. In passato ha avuto esperienze nel doppiaggio cinematografico, a tutt'oggi è anche speaker. Responsabile del laboratorio sound presso la sede IED di Roma.

Gian Paolo Sammarco

Gian Paolo Sammarco
Responsabile della branca di Psicologia Ambulatoriale dell'Azienda USL 9 di Grosseto, dove lavora presso il Servizio di Salute Mentale, in particolare, nell'area dell'infanzia e dell'adolescenza. Nella stessa città, collabora come consulente tecnico d'ufficio per il Tribunale e svolge attività di psicoanalista. Ha studiato pianoforte, composizione e direzione, sotto la guida del M° Stefano Ordini. Nel 1996 ha diretto l'Orchestra Grey Cat. Dal 2007 conduce ricerche nell’ambito della psicologia del suono ed è docente di Semiotica dell'arte e di Teoria della percezione e psicologia della forma. Partecipa alle attività del "Museo Hermann Nitsch" di Napoli, curando il rapporto fra arte, psicoanalisi e società.

Franz Rosati

Franz Rosati
Musicista elettronico, sound & visual artist, creative technologist. Divide l’attività professionale tra live-set audio/video presentate in festival italiani ed internazionali (Le Bains Numerique, 90dB Festival, SoundFjord Gallery), la didattica con workshop sul software C'74 Max per l’interazione e i nuovi media(UniRSM, Conservatori, DMU Leicester), fino alla realizzazione di musiche per eventi e sfilate legati a brand tra cui Gucci (FW2016). É docente di Sintesi del Suono e Sistemi Interattivi nei corsi di Sound e Interaction Design presso IED Roma.  http://www.franzrosati.com