Smart Buildings and Sustainable Design

Master - Torino

Scarica la brochure

Il Master in Smart Buildings and Sustainable Design affronta il tema della sostenibilità in termini di strategie progettuali per ottimizzare la gestione dell’ambiente e dell’energia e migliorare i comportamenti sociali dell’ambiente urbano. Il Master si rivolge a chi vuole approfondire le dinamiche dell’ambiente costruito, per trasformare vincoli ambientali ed economici in opportunità progettuali creative e proporre strategie tecnico-funzionali che tengano conto delle questioni energetiche e sociali. La figura professionale uscente, specializzata in Smart Buildings and Sustainable Design, unisce a capacità progettuali e tecnico-scientifiche un’ottima preparazione teorica, critica e culturale ed è pronta per affrontare la sfida delle città post-industriali, tese a risolvere le problematiche d’inquinamento e a ridurre l’impatto sull’eco-sistema.

Opportunità professionali - Al termine del Master, il professionista esperto in Smart Buildings and Sustainable Design può lavorare in aziende e in studi di progettazione (in ambito architettura, ingegneria e design) con un forte approccio multidisciplinare alle questioni ambientali, energetiche e sociali.

  • Partenza
    Gennaio 2017
  • Durata
    1 Anno
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Inglese

IED Network

Workshop

Master Days

Da Ottobre 2016 a Febbraio 2017 IED accoglierà tutti i laureati e i giovani professionisti che desiderano mettere a fuoco le proprie attitudini e scoprire il proprio talento. Scopri di più.

Scopri di più

A chi è rivolto - Il Master in Smart Buildings and Sustainable Design è rivolto a chi è in possesso di una Laurea in Architettura, Ingegneria edile, civile o nell’ambito del design.

Metodologia e struttura - Il corso prevede diverse attività didattiche: lezioni teoriche, seminari, workshop di progettazione, conferenze, laboratori di costruzione.
La parte iniziale del Master prevede un’introduzione alle competenze della professione, inclusa la modellazione 3D, la simulazione digitale dello spazio progettato, la tecnologia Arduino e i princìpi delle strategie ambientali. Dal secondo mese in poi gli studenti lavorano al Progetto di Tesi che è presentato al termine del Master in una sessione aperta al pubblico. La didattica stimola gli studenti su diverse aree tematiche quali strategie di progettazione delle energie rinnovabili, tecnologie intelligenti per l’ambiente costruito, urban sharing.

Nell’ambito della sostenibilità in architettura, i partecipanti apprendono l’approccio alla progettazione sostenibile, le strategie di progettazione per ridurre al minimo l’impatto sull’ecosistema, l’intervento su opere edili a favore del risparmio energetico, l’impatto dei materiali edili sulla qualità dell'ambiente.

La didattica affronta le tecnologie ambientali focalizzandosi sulle energie rinnovabili per l’edilizia (fotovoltaica, eolica, geotermica solare), sulle nuove tecnologie energetiche sperimentali, sulle strategie e tecnologie per il risparmio energetico, illuminazione e qualità degli ambienti interni.

Il programma del corso sulla modellazione energetica dinamica comprende una revisione dei fondamenti della termodinamica necessari a comprendere in che modo avviene lo scambio di energia tra l’edificio e l’ambiente circostante. Si apprendono le tecniche fondamentali di modellazione, utilizzando il software di modellazione energetica dinamica EnergyPlus attraverso l’interfaccia visivo DesignBuilder. Lo studente viene introdotto alle tecniche di progettazione parametrica, come nuovo mezzo di progettazione architettonica.

Mini workshop sono dedicati allo studio di nuovi percorsi di progettazione e all’approccio sostenibile in situazioni di emergenza.

Il Progetto di Tesi, sintesi di tutte le conoscenze acquisite nel corso di studi, è una proposta per un ambiente urbano innovativo e sostenibile.

  • Area metodologica

    • Sostenibilità in Architettura

      Progettare con il clima: un approccio alla progettazione sostenibile / Siti sostenibili: strategie di progettazione per ridurre al minimo l’impatto sull’ecosistema / Progettazione di opere edili ad efficacia energetica e sanitaria / L’impatto dei materiali edili sulla qualità dell'ambiente / Analisi del ciclo vitale / Materiali a basso impatto ambientale / Tecnologie e sistemi per l’involucro edilizio.

    • Tecnologie Ambientali

      Le fonti energetiche / Energie rinnovabili per l’edilizia / Nuove tecnologie energetiche sperimentali / Strategie e tecnologie per il risparmio energetico / Illuminazione / Qualità ambientale degli interni.

    • Valutazione della Progettazione Sostenibile

      Il corso è focalizzato sui vari sistemi di valutazione per la progettazione, la costruzione, la conduzione e la manutenzione di edifici, case e spazi urbani ecologici.
      LEED
      Passivhaus institute Institute
      Protocollo ITACA

    • Involucro Edilizio

      L’involucro edilizio è l’epidermide degli edifici, la membrana fisica che separa lo spazio condizionato di un edificio dall’ambiente esterno e attraverso cui avviene lo scambio aria, acqua, calore, luce e rumore. Per garantire le migliori prestazioni in termini di risparmio energetico e termico, comfort visivo e acustico, l'involucro edilizio, opaco o trasparente, deve adattarsi alle condizioni esterne e alle necessità dell'utente. Il corso descrive le prestazioni, i materiali ed i componenti principali dei sistemi di involucri opachi e trasparenti.

    • HVAC e Modellazione Energetica Dinamica

      Una revisione dei fondamenti della termodinamica necessari a comprendere in che modo avviene lo scambio di energia tra l’edificio e l’ambiente circostante. Le tecniche fondamentali di modellazione tramite il software di modellazione energetica dinamica EnergyPlus e l’interfaccia visiva DesignBuilder.
      Lo strumento permette di valutare le prestazioni energetiche dell’involucro edilizio; l’analisi sarà seguita da uno studio dei sistemi HVAC (Heating, Ventilating, Air Conditioning – riscaldamento, ventilazione, aria condizionata).

    • Strategie di Approccio Numerico nella Progettazione Ambientale

      Il corso ha lo scopo di introdurre gli studenti alle tecniche di progettazione parametrica come nuovo mezzo di progettazione architettonica. Utilizzando le tecniche di scripting visivo in ambiente Grasshopper (plug-in di modellazione generativa per Rhinoceros) i partecipanti imparano a costruire e sviluppare strutture di dati parametrici (da semplici elenchi di base a complesse strutture dati ad albero), geometrie e involucri a base numerica e a ricavare da tali modelli informazioni importanti per i processi di costruzione.

    • L'Internet degli Oggetti e la Domotica

      Interagire con gli oggetti usando Internet rappresenta una vera rivoluzione. Quando un oggetto viene collegato a Internet per creare messaggi e pubblicità o quando può essere consultato e gestito tramite pagine e servizi web parliamo di Internet degli oggetti. Arduino Yùn, ha creato il “ponte” tra il mondo fisico e il web per essere in grado di raccogliere informazioni da pubblicare e attivare motori, luci ed altri dispositivi usando Facebook, Twitter, feed RSS e e-mail.

  • Area tecnico strumentale

    • Software Autodesk Ecotect

      Dati climatici di varie postazioni in tutto il mondo / Analisi shadowing su scala urbana per definire l’orientamento, le distanze e l’altezza ideale degli edifici / Analisi shadowing su scala edilizia per definire forma, distribuzione delle aperture e esposizione ideali di un edificio / Energia solare sulla superficie specifica di un edificio per valutare il guadagno solare passivo e quantificare la produzione energetica dei pannelli / Analisi dei fattori e distribuzione della luce diurna all’interno di un edificio.

    • Introduzione alla Progettazione Parametrica con Grasshopper

      Il workshop è una introduzione alla progettazione parametrica e ha lo scopo di fornire le basi della modellazione parametrica e generativa attraverso l’uso di Grasshopper. Obiettivo del corso è evidenziare, gestire e sviluppare il rapporto tra informazione e geometria, implicito nell’uso degli strumenti parametrici. Gli studenti impareranno come costruire e sviluppare le strutture dei dati parametrici, da semplici elenchi di base sino a dati ad albero complessi.

    • ​Arduino e Processing - Physical Computing

      Viene approfondita l’affinità tra gli ambienti Processing e Arduino permettendo agli studenti di imparare due linguaggi utilizzandone solo uno. Processing abbinato ad Arduino diventa inoltre un ambiente grafico interattivo per il physical computing. Il workshop offre le competenze per utilizzare Arduino con attività pratiche sotto la guida di docenti esperti che aiuteranno a creare diversi circuiti interattivi introducendo gli studenti nel mondo del physical computing.

    • Strumenti di Fabbricazione Digitale

      Il workshop esplora tecnologie, materiali ed applicazioni della stampa in 3D per fornire le capacità di progettare, modellare e produrre qualsiasi tipo di oggetto in 3D. La prima parte del workshop esplora i principi di lavorazione della macchina laser, dalla configurazione all'assemblaggio. La seconda si concentra sui diversi tipi di macchina e sui materiale.

  • Area progettuale

    • Progettazione Finale di Tesi

      Grazie alla partnership fra IED e Hyperloop Transportation Technologies, Inc., gli studenti hanno l’opportunità di sviluppare nello studio di design Thesis alcuni dei componenti per la nuova infrastruttura Hyperloop, nata a partire da un’idea visionaria del CEO Tesla Motors - Elon Musk - per il nuovo sistema ad alta velocità. Tutte le attività di progettazione saranno guidate da un approccio di smart buildings per lo sviluppo di una nuova architettura sostenibile.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Cesare Griffa - Coordinatore del corso

Cesare Griffa - Coordinatore del corso
Ha studiato architettura presso il Politecnico di Torino e presso la Architectural Association di Londra, collaborando il gruppo Zaha Hadid Architects and Arata Isozaki & Partners. Partecipa al progetto Fulbright, è stato lettore del corso di Design Architettonico presso il Politecnico di Torino e ha frequentato corsi specialistici presso il Rensselaer Polytechnic Institute (Troy, NY) ed il MIT Senseable City Lab (Cambridge, MA). E’ autore di La Città Digitale (Meltemi, 2008) e Smart Creatures (Edilstampa 2012). Attualmente si occupa di esplorare possibili applicazioni della biotecnologia micro-alghe per un’architettura e un design sostenibile. Linkedin: Cesare Griffa