Interior Design

Specializzazione in Interior Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Torino

Scarica la brochure

L’Interior Designer è un progettista impegnato nel portare qualità in ogni situazione in cui sia presente un’interazione uomo-ambiente. La conoscenza del mondo dell'arredamento, delle tecnologie dell'illuminotecnica e dell'acustica, quella dei requisiti e degli standard qualitativi, l'attenzione per gli aspetti pratici, funzionali, stilistici e di comfort rendono l'Interior Designer non solo uno stilista di interni, ma un progettista con competenze complete e trasversali.

La capacità di trasmissione e di condivisione del progetto e la padronanza degli strumenti di rappresentazione e di modellizzazione fisica e virtuale degli spazi sono alcuni tratti di questa figura professionale che opera trasversalmente in contesti differenti: dal domestico-residenziale agli spazi collettivi, dai luoghi pubblici di servizio fino agli allestimenti espositivi fieristici e per eventi museali o teatrali.

Prospettive professionali - Interior Designer, Interior Developer, Personal Designer.

Il titolo è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai titoli di Laurea di I Livello rilasciati dalle Università.

Scopri le pagine delle professioni creative: Interior Designer

 

Il corso è erogato anche presso la sede di: Firenze -  Venezia -  Cagliari -  Milano -  Milano -  San Paolo -  Barcellona -  Madrid -  Roma - 
  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    3 anni
  • Frequency
    FULL_TIME
  • Lingua
    Italiano

Metodologia e struttura - Il percorso formativo del corso in Interior Design è strutturato in modo da far approfondire gradualmente agli studenti la complessità interna alla questione progettuale e si distingue per essere caratterizzato da binomi concettuali e operativi di riferimento.

I anno: Immaginare e rappresentare - Si forniscono le conoscenze culturali di base e gli strumenti necessari per l'avvicinamento alla gestione del processo progettuale, attraverso attività progettuali mirate a far emergere una pratica che coniuga creatività, ricerca, tecnica e attenzione verso la propria identità individuale.

II anno:  Conoscere e applicare - Si configura come un momento centrale del percorso di apprendimento, in cui il metodo, gli strumenti e le conoscenze teoriche vengono sperimentati concretamente attraverso l'applicazione delle specifiche convergenze verso un progetto. Le discipline presenti nel piano di studi supportano lo studente nello sviluppo delle fasi realizzative del processo progettuale: dal concept, alla fase di sviluppo dell'idea fino alla realizzazione finale, permettendogli di acquisire consapevolezza e competenza nelle specifiche aree professionali.

III anno: Criticare e proporre - Si affrontano argomenti di complessità crescente e si approfondiscono ulteriormente gli strumenti per l’elaborazione e l'adeguata comunicazione di un progetto. Gli studenti sviluppano maggiore autonomia progettuale e la necessaria dimensione critica individuale per essere in grado di formulare propri percorsi di ricerca e proposta.

La scelta e lo sviluppo del Progetto di Tesi, in un contesto di simulazione professionale, si articola in due fasi: la prima è dedicata alla ricerca preliminare di aspetti teorici e tecnici necessari allo sviluppo del progetto; la seconda consiste nell’approfondita verifica della realizzazione e dell’efficace comunicazione del progetto stesso.

 

  • I Anno

    • Storia dell'Arte Contemporanea

      Obiettivo del corso è la conoscenza dei principali movimenti artistici e dei loro protagonisti nella modernità e nell’era contemporanea; si approfondisce la comprensione critica dei codici artistici e dell’opera d’arte come fenomeno che racconta le evoluzioni culturali, sociali ed estetiche, nelle sue relazioni con altre forme di espressione e comunicazione: fotografia, pubblicità o cinema.

    • Metodologia della Progettazione

      Il corso analizza come nasce un’idea e come si trasforma, fornendo gli strumenti per esaminare il rapporto tra il prodotto e i processi alla base della sua realizzazione. Nella progettazione confluiscono gli aspetti di natura funzionale e tecnologica, formale ed ergonomica. L’insegnamento percorre le differenti fasi, dalla formulazione dell’idea allo sviluppo dell’oggetto e consente sia l’individuazione degli strumenti corretti, sia la gestione degli aspetti che intervengono nella formazione, costruzione e rappresentazione dell’attività creativa. 

    • Tipologia dei Materiali 1

      La conoscenza del comportamento dei materiali fornisce gli strumenti per tradurre l’idea in opera e comprendere le potenzialità espressive delle diverse materie. L’insegnamento è affrontato dal punto di vista tecnico-scientifico e della storia della tecnologia. Le caratteristiche fisiche, chimiche e morfologiche dei materiali sono esaminate con lezioni teoriche, approfondendo anche le tecnologie di trasformazione e i processi di lavorazione, industriale, artigianale e di conservazione.

    • Storia del Design

      Il corso analizza i principali movimenti della cultura del progetto, italiani e internazionali. Sintetizza, da un lato la formazione di archetipi tipologici e formali, dall’altro l’evoluzione di tecniche costruttive e rituali d’uso. Con il patrimonio di conoscenze visuali, la storia del design conferisce la capacità di interpretazione critica alla base della progettazione dell’opera.

    • Disegno Tecnico e Progettuale

      Lo studio dei principi e dei procedimenti sottesi alla geometria descrittiva, proiettiva e prospettica sono alla base del disegno a mano libera e del disegno tecnico e fornisce gli strumenti per comunicare l’opera e rappresentarne il percorso progettuale. Viene acquisito il linguaggio grafico necessario per acquisire autonomia espressiva e consapevolezza spaziale, approfondendo le diverse tecniche di disegno finalizzate alla comunicazione di un progetto: dallo sketch al rendering alla presentazione finale.

    • Modellistica 1

      Il corso fornisce gli strumenti teorici e pratici per la costruzione di modelli visivi ed espressivi, realizzati nei materiali più confacenti alla scala del progetto e alle differenti fasi di studio. La visione tridimensionale reale permette di esaminare le forme e i volumi e di verificarne la consistenza rispetto alle leggi fisiche e alle tecniche di lavorazione. Il modello consente inoltre di controllare le proporzioni e le masse.

    • Progettazione Grafica

      L’alfabetizzazione informatica attraverso i programmi di composizione grafica facilita l’espressione dell’idea e consente di correlare gli strumenti digitali di rappresentazione con le nozioni di percezione visiva. Viene approfondito l’insegnamento dei principali software applicativi di grafica, finalizzati a una comunicazione efficace secondo la duplice funzione del contenuto rispetto al target di utenza.

    • Design 1

      Obiettivo del corso è mettere in pratica i fondamenti delle metodologie della progettazione e delineare il percorso di realizzazione dell’opera, dal concept all’ipotesi di sviluppo tecnologico e funzionale, con le relative tecniche di comunicazione. I laboratori di Interior Design consentono di comprendere il rapporto tra individuo e spazio e verificare quanto la composizione dell’ambiente influisca sulla percezione e sulle risposte sensoriali degli utenti.

    • Teoria della Percezione e Psicologia della Forma

      Un percorso nel mondo delle percezioni sensoriali e nei processi cognitivi. Il corso illustra le teorie scientifiche che spiegano il funzionamento dei nostri sensi e le correla alle ricerche della psicologia della forma. Sono affrontati principi di teoria del colore e sono fornite le tecniche per analizzare il rapporto tra oggetto, spazio e persona.

    • Estetica

      La riflessione sul rapporto tra la dimensione storico-filosofica, la sensibilità intesa come l’esperienza del mondo e la pratica delle arti costituisce l’ossatura sulla quale innestare un approfondimento delle relazioni tra arte e realtà, mondo della produzione e mondo della creatività. Fondamentale, quindi, la linea continua che dalla teoria ci consente sempre un chiaro legame e un’indissolubile connessione con la realtà del progetto.

  • II Anno

    • Tipologia dei Materiali 2

      Il corso approfondisce, attraverso un’attività laboratoriale, alcuni argomenti di Tipologia dei Materiali 1 al fine di ampliare le capacità analitiche e la comprensione dei materiali all’interno di un progetto. Si esaminano le caratteristiche fisico-meccaniche di alcune famiglie di materiali in rapporto alle possibili tecnologie di lavorazione, ai relativi vantaggi e rischi. In particolare, l’insegnamento affronta la relazione tra progetto e qualità espressive della materia, includendo anche gli aspetti costruttivi e strutturali.

    • Tecniche e Tecnologie del Disegno

      Il corso implementa le pratiche rappresentative, dal disegno a mano libera agli strumenti multimediali, per favorire la velocità e l’efficacia comunicativa nella presentazione dell’opera. Il progetto è così descritto nelle sue fasi con la modalità più idonea: bozzetti preliminari a mano libera, tecnica pantone, affinamenti di stile con software digitali e realizzazione di rendering e fotorealismi.

    • Storia dell'Architettura Contemporanea

      La storia e la prassi dell’architettura sono analizzate con particolare attenzione alle metodologie progettuali e all’ambito socio-tecnico. L’insegnamento mira a inquadrare la produzione architettonica in relazione alla formazione, ricerca scientifica e produzione delle arti applicate. Il corso approfondisce l’eredità del Movimento Moderno e la sua espressione nei diversi contesti geografici, europei edextracontinentali. Il programma ripercorre, successivamente, vicende e movimenti avanguardistici dal secondo dopoguerra a oggi, per fornire una conoscenza storico-critica di archetipi formali e protagonisti della cultura architettonica.

    • Modellistica 2

      Si insegnano le tecniche più complesse per la modellistica, unendo le conoscenze dei più sofisticati software di modellazione digitale con le pratiche di costruzione della cultura artigiana. La natura laboratoriale del corso implica l’apprendimento diretto delle tecniche e favorisce la comprensione di geometrie e volumi in maniera pragmatica, contribuendo alla ricerca di un linguaggio personale.

    • Design 2

      Nei laboratori di progetto gli studenti affinano la capacità di elaborare concept d’interni: dai luoghi della distribuzione, alle aree outdoor, da progetti di allestimento fino agli spazi alternativi per la ristorazione, vendita e consumo del cibo. Si sviluppano esercitazioni progettuali sulla qualità della luce, dell’acustica e della progettazione con la materia viva in soluzioni abitative e conviviali indoor.

    • Product Design

      Il corso prevede la realizzazione di progetti di maggiore complessità in cui l’aspetto teorico e metodologico si unisce alla prassi, secondo due differenti tematiche progettuali: temporary design in cui si studia l’esposizione temporanea dei prodotti e dei servizi promozionali; furniture & shop design in cui si affronta la progettazione di mobili con particolare attenzione al marketing, alle tecnologie di produzione e ai materiali.

    • Tecniche di Modellazione Digitale - Computer 3D

      Il corso verte sul trattamento digitale delle immagini in ambiente 3D, spaziando dalla realizzazione e dalla ricostruzione di ambienti tridimensionali, alla progettazione e alla rappresentazione di oggetti e manufatti. Sono approfonditi i principali software utili per la modellazione delle superfici, l’assemblaggio di forme con unità elementari, la generazione automatica di prospettive, la creazione di prospetti e sezioni, ombreggiature, texturing delle superfici e rendering.

  • III Anno

    • Design 3

      Progetti di arredo urbano e di servizio, finalizzati a riqualificare i luoghi, sono interpretati dagli studenti con attenzione ai vincoli economici, ecologici, tecnologici e commerciali, nonché dal punto di vista degli utenti. Le esercitazioni laboratoriali tornano sul tema dei luoghi collettivi – musei, grandi uffici e aree di servizio – sensibilizzando gli studenti al confronto con la molteplicità di usi e utenti. A seconda della tipologia di interno lo studente deve gestire il progetto illuminotecnico.

    • Architettura Virtuale

      L’insegnamento approfondisce le conoscenze apprese nel propedeutico Tecniche di Modellazione Digitale- Rendering 3D. Il corso è finalizzato alla realizzazione e ricostruzione di ambienti tridimensionali di maggiore complessità, volti sia alla personale espressione artistica, sia all’ambito professionale della progettazione architettonica. La gestione dei software adeguati consente di ricreare materiali e luci, e ambienti tridimensionali con una qualità fotorealistica.

    • Fenomenologia delle Arti Contemporanee

      Il corso approfondisce lo studio della fenomenologia come scienza o metodo che esplicita il rapporto fra la realtà e l’espressione degli artisti. Gli studenti acquisiscono gli strumenti interpretativi per comprendere i fenomeni artistici contemporanei, nella loro connessione con i contesti storici e culturali e nel confronto con le dinamiche sociali.

    • Antropologia Culturale

      Il corso intende identificare forme e relazioni simboliche dell’immaginario collettivo, in rapporto a concezione, fruizione e comunicazione dei beni materiali e immateriali nella cultura postindustriale. In particolare, l’insegnamento pone attenzione alle recenti ibridazioni del design con le pratiche sociali emergenti, i flussi comunicativi, l’ambiente, lo sviluppo tecnologico e la sfera dell’esperienza.

    • Tecnologia dei Nuovi Materiali

      Il corso si concentra su alcune famiglie di materiali sperimentali e innovativi, soprattutto su quelli mutuati da altri settori di progetto, per sottolineare quanto il processo di “fertilizzazione incrociata” tra ambiti industriali differenti sia motore e stimolo della ricerca. Il corso prevede una parte di laboratorio in cui testare le tecniche di lavorazione e le tecnologie applicabili, senza trascurare gli aspetti di sostenibilità delle materie e dei relativi processi.

    • Design 4

      Il laboratorio affronta le fasi preparatorie al progetto di tesi conclusivo. Vengono poste le basi per la fase meta-progettuale, ovvero la definizione strategica del progetto, l’impostazione del lavoro di ricerca inerente ai temi proposti e pianificazione delle successive fasi operative. Questa fase dedica quindi un arco di tempo molto ampio al confronto storico e concettuale con casistiche esistenti.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Massimo Camasso - Coordinatore del corso

Massimo Camasso - Coordinatore del corso
Assegnista Senior in Composizione Architettonica e Urbana presso il Politecnico di Torino. L’attività di didattica e ricerca l’ha portato a pubblicare volumi collettanei e monografici sui temi della progettazione sia a scala dell’edificio, sia più marcatamente urbana. Attualmente è impegnato nella ricerca sulla pedagogia del progetto. Ha sviluppato e realizzato progetti residenziali per il settore privato e progetti per scuole, auditorium e teatri per il settore pubblico.

Davide Alaimo

Davide Alaimo
Architetto, Designer, Collezionista e Storico delle arti decorative. Ha curato diverse mostre ed è autore di saggi sulle arti applicate e il disegno industriale. Dal 2008 in qualità di esperto del settore collabora con varie case d’asta italiane. Nel 2014 ha pubblicato il volume Colli Interni altoborghesi, edito da Scaravaglio, Torino e nel 2016 Cristal Art, la lavorazione artistica del cristallo a Torino. È il Curatore dell’archivio Pier Luigi Colli e responsabile di Deposito Culturale, archivio per le arti applicate del ‘900.

Andrea Bruno

Andrea Bruno
Professore e Ricercatore presso il Dipartimento Casa-Città e SiTI-Istituto Superiore sui Sistemi territoriali per l’Innovazione. Ha partecipato a campagne di studio e restauro della Missione Archeologica Italiana di Hierapolis di Frigia (Turchia). Ha collaborato a progetti di restauro del Castello di Rivoli, dell’anfiteatro e delle mura romane di Tarragona e al progetto di rinnovamento del Royal Ontario Museum di Toronto. Ha pubblicato numerosi articoli, recensioni e contributi a studi su temi relativi la storia dell’architettura e il restauro.

Francesco Donato

Francesco Donato
Architetto di Torino, affianca al modellismo per l’architettura un’intensa attività di progettazione e realizzazione nel campo del product design e del suo rapporto con lo spazio. Progettazione, materiali e tecniche di lavorazione si intrecciano e si supportano nella ricerca di risultati sempre unici e originali, e nel rispetto delle esigenze della committenza. Sito personale.  

Tiziana Fabbri

Tiziana Fabbri
Architetto, inizia la sua carriera all’interno della studio torinese F&F Design Studio, ricoprendo presto il ruolo di Project Manager. Si occupa della realizzazione di numerosi locali e abitazioni. Nel 2014 fonda il proprio studio Onice, continuando ad occuparsi di architettura di interni per abitazioni e locali pubblici, dal progetto di massima fino alla realizzazione dei singoli arredi. Dal 2014 inizia anche l’attività di consulente come Yacht Interior Designer per studi professionali e aziende nel settore della nautica

Luigi Ferrando

Luigi Ferrando
Architetto, specializzato in materiali per l’architettura e il design, svolge il suo lavoro prevalentemente nell’ambito dell’interior ed exibit design. Si è occupato di progettazione di sedi museali e allestitive, dal concept fino alle carpenterie e agli apparati illuminotecnici. Si occupa di allestimento di negozi e stand, curandone anche le parti grafiche e tipografiche. Interior Designer anche nel settore dell’edilizia privata.

Claudio Marciano

Claudio Marciano
Ricercatore in Scienze della Comunicazione, svolge attività didattica in diversi atenei. Il suo ambito è la sociologia dell'innovazione, in particolare l'analisi del mutamento delle strutture socio-culturali a partire dall'uso quotidiano dei media digitali. Assessore alla sostenibilità urbana e città intelligenti di Formia, membro dell'Advisory Board dell'acceleratore di impresa GALA LAB e autore di diversi saggi. Tra le sue pubblicazioni più recenti, la monografia Smart City. Lo spazio sociale della convergenza.

Franco Mello

Franco Mello
Perito Grafico, ha iniziato il suo percorso nel campo dell’arte alla Galleria del Deposito di Genova Boccadasse. Trasferito a Torino diventa figura di rilievo all’interno di Gufram per la quale disegna molti pezzi ma soprattutto il Cactus con Drocco, icona del design radicale. La mostra al Castello di Rivoli The Rock Furniture sancisce quel periodo. Firma Libri d’artista, poster e cataloghi per Gam Torino e collabora come Art Director con Maimeri Colori, Panmonviso e numerose altre aziende.

Federico Rizzo

Federico Rizzo
Attualmente svolge attività di libero professionista, occupandosi di progettazione architettonica e di interior design dalla fase di concept fino al dettaglio costruttivo. Laureato nel 2013 in Architettura al Politecnico di Torino, dal 2008 pratica la professione in diversi studi. Dal 2007 al 2010, è cultore della materia, fornendo assistenza a diversi corsi di composizione Architettonica, e svolgendo attività di tutoraggio software di modellazione tridimensionale in ambiente Rhinoceros.

Andrea Sicklinger

Andrea Sicklinger
Libero professionista, attivo nel campo della progettazione e della consulenza per il User Centered Design ed Ergonomia Applicata. Ha mosso i suoi primi passi tra Milano e Monaco. Partecipa alla ricerca L’innovazione design driven del punto vendita, commissionato dal DIPRADI del Politecnico di Torino. Ha pubblicato diversi testi relativi ai temi dell’ergonomia e del design e collabora stabilmente come autore di articoli sulla cultura del design e dell’architettura dell’area tedesca con il Giornale dell’Architettura, Torino.