Product Design

Specializzazione in Product Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Torino

Scarica la brochure

Il Product Designer è un creativo che genera risposte nuove e utilizza i vincoli come trampolini per i suoi progetti.
I pensatori del futuro affrontano le sfide del mondo reale con le armi della creatività, le competenze tecniche e la loro capacità di attualizzare le risposte ai diversi contesti.

Un Designer è innanzi tutto un visionario perché è in grado di vedere oltre, di disegnare le tendenze, di fornire una spinta propulsiva e di ottenere oggetti unici nella differenza che li contraddistingue.

Il design appartiene alla vita: è radicato nella realtà quotidiana e per questa ragione un Designer deve conoscere e saper interpretare i segnali, anche piccoli, che dalla realtà stessa scaturiscono. Il suo talento è quello di trasferire concetti che ritiene sostanziali per il progresso, in oggetti, prodotti che siano in grado di incarnarli e di esprimerli completamente.

Opportunità professionali – Product Designer, Concept Designer, Self Made Designer.

Titolo rilasciato - Il corso è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai titoli di Laurea di I Livello rilasciati dalle Università.

Scopri le pagine delle professioni creative: Product Designer

Il corso è erogato anche presso la sede di: Cagliari -  San Paolo -  Roma -  Milano - 
  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

Contesto - Design for mobility è il tema del corso in Product Design, durante il quale vengono affrontate problematiche progettuali che riguardano il mondo in continua evoluzione e di conseguenza le sue mutevoli necessità.

I progetti sviluppati durante il percorso didattico affrontano il cambiamento come stimolo per la ricerca di soluzioni nuove e integrano la tecnologia all'uomo e al contesto urbano in continua ridefinizione, tenendo sempre in considerazione il tema ormai imprescindibile della sostenibilità e delle biotecnologie.

Metodologia e struttura - Il corso mira a fornire un ambiente di apprendimento in cui gli studenti possano sviluppare le loro abilità in profondità, approfondendo tematiche che vanno dall’ergonomia, all’autoproduzione, dal brand al marketing, necessarie per saper leggere e anticipare i bisogni e le tendenze del mercato. Dopo un primo anno in cui l'obiettivo e da una parte fornire i mezzi per poter esprimere la propria creatività e dall'altra dare una valida base culturale per comprendere e interpretare ciò che ci circonda e ci ha preceduto, il corso entra nel vivo con un susseguirsi di progetti che mettono alla prova e aiutano a cresce le capacità progettuali degli studenti.

  • I Anno

    • Storia dell'Arte Contemporanea

      Obiettivo del corso è la conoscenza dei principali movimenti artistici e dei loro protagonisti nella modernità e nell’era contemporanea; si approfondisce la comprensione critica dei codici artistici e dell’opera d’arte come fenomeno che racconta le evoluzioni culturali, sociali ed estetiche, nelle sue relazioni con altre forme di espressione e comunicazione: fotografia, pubblicità o cinema.

       

    • Metodologia della Progettazione

      Il corso analizza come nasce un’idea e come si trasforma, fornendo gli strumenti per esaminare il rapporto tra il prodotto e i processi alla base della sua realizzazione. Nella progettazione confluiscono gli aspetti di natura funzionale e tecnologica, formale ed ergonomica. L’insegnamento percorre le differenti fasi, dalla formulazione dell’idea allo sviluppo dell’oggetto e consente sia l’individuazione degli strumenti corretti, sia la gestione degli aspetti che intervengono nella formazione, costruzione e rappresentazione dell’attività creativa.

    • Tipologia dei Materiali 1

      La conoscenza del comportamento dei materiali fornisce gli strumenti per tradurre l’idea in opera e comprendere le potenzialità espressive delle diverse materie. L’insegnamento è affrontato dal punto di vista tecnico-scientifico e della storia della tecnologia. Le caratteristiche fisiche, chimiche e morfologiche dei materiali sono esaminate con lezioni teoriche, approfondendo anche le tecnologie di trasformazione e i processi di lavorazione, industriale, artigianale e di conservazione.

    • Disegno Tecnico e Progettuale

      Lo studio dei principi e dei procedimenti sottesi alla geometria descrittiva, proiettiva e prospettica sono alla base del disegno a mano libera e del disegno tecnico e fornisce gli strumenti per comunicare l’opera e rappresentarne il percorso progettuale. Viene acquisito il linguaggio grafico necessario per possedere autonomia espressiva e consapevolezza spaziale, approfondendo le diverse tecniche di disegno finalizzate alla comunicazione di un progetto: dallo sketch al rendering alla presentazione finale.

    • Storia del Design 1

      Lo studio storico del design inizia convenzionalmente dalla seconda metà dell’Ottocento quando si consolidano i fattori sociali, tecnologici e industriali per lo sviluppo delle prime serie programmate. Il corso analizza i principali movimenti della cultura del progetto, italiani e internazionali. Con il patrimonio di conoscenze visuali, lo studio della storia del design conferisce la capacità di interpretazione critica alla base della progettazione dell’opera.

    • Modellistica 1

      Il corso fornisce gli strumenti teorici e pratici per la costruzione di modelli visivi ed espressivi, realizzati nei materiali più confacenti alla scala del progetto e alle differenti fasi di studio. La visione tridimensionale reale permette di esaminare le forme e i volumi e di verificarne la consistenza rispetto alle leggi fisiche e alle tecniche di lavorazione. Il modello consente inoltre di controllare le proporzioni e le masse.

    • Progettazione Grafica

      L’alfabetizzazione informatica attraverso i programmi di composizione grafica facilita l’espressione dell’idea e consente di correlare gli strumenti digitali di rappresentazione con le nozioni di percezione visiva. Viene approfondito l’insegnamento dei principali software applicativi di grafica, finalizzati a una comunicazione efficace secondo la duplice funzione del contenuto rispetto al target di utenza.

    • Product Design

      Obiettivo del corso è mettere in pratica gli strumenti e le metodologie dii progettazione appresi, attraverso tre laboratori progettuali concatenati. Lo studente viene coinvolto in un percorso di esplorazione e generazione della prima fase creativa per poi concentrarsi sulla costruzione dell'idea, del messaggio e dell'espressione del progetto. Inoltre, si iniziano gli studenti all'esperienza di lavoro di gruppo legata a una committenza reale o realistica che sancisce il contatto con il mondo del product design.

       

    • Teoria della Percezione e Psicologia della Forma

      La riflessione sul rapporto tra la dimensione storico-filosofica, la sensibilità intesa come l’esperienza del mondo e la pratica delle arti costituisce l’ossatura sulla quale innestare un approfondimento delle relazioni tra arte e realtà, mondo della produzione e mondo della creatività. Fondamentale, quindi, la linea continua che dalla teoria ci consente sempre un chiaro legame e un’indissolubile connessione con la realtà del progetto.

    • Estetica

      La riflessione sul rapporto tra la dimensione storico-filosofica, la sensibilità intesa come l’esperienza del mondo e la pratica delle arti costituisce l’ossatura sulla quale innestare un approfondimento delle relazioni tra arte e realtà, mondo della produzione e mondo della creatività. Fondamentale, quindi, la linea continua che dalla teoria ci consente sempre un chiaro legame e un’indissolubile connessione con la realtà del progetto.

  • II Anno

    • Tipologia dei Materiali 2

      Vengono affrontate le tecnologie di trasformazione della materia anche attraverso lo svolgimento di un’attività laboratoriale al fine di ampliare le capacità analitiche e la comprensione dei materiali all’interno di un progetto. Sono inoltre trattati due aspetti apparentemente antagonisti: l'ingegnerizzazione - o engineering- che affronta il materiale dal punto di vista delle prestazioni fisiche, economiche e politiche e la capacità del progettista di governare la trasmissione di precise sensazioni all'utente finale.

    • Tecniche e Tecnologie del Disegno

      Il corso implementa le pratiche rappresentative, dal disegno a mano libera agli strumenti multimediali, per favorire la velocità e l’efficacia comunicativa nella presentazione dell’opera. Il progetto è così descritto nelle sue fasi con la modalità più idonea: bozzetti preliminari a mano libera, tecnica pantone, affinamenti di stile con software digitali e realizzazione di rendering e fotorealismi.

       

    • Storia del Design 2

      Il corso offre un percorso ragionato e documentato in Italia e nel mondo, per evidenziare movimenti, scuole, istituzioni, aziende e progettisti che hanno delineato l’evoluzione e le tendenze del design contemporaneo e che rispondono alle incessanti richieste della tecnologia e dell'evoluzione di usi e stili di vita. Il corso stimola una lettura critica delle espressioni progettuali con l’obiettivo di fornire strumenti conoscitivi e metodologici per collocare le opere nel panorama sociale, economico e culturale.

    • Modellistica 2

      Si insegnano le tecniche più complesse per la modellistica, unendo le conoscenze dei più sofisticati software di modellazione digitale con le pratiche di costruzione della cultura artigiana. La natura laboratoriale del corso implica l’apprendimento diretto delle tecniche e favorisce la comprensione di geometrie e volumi in maniera pragmatica. L’insegnamento contribuisce alla ricerca di un linguaggio personale.

    • Product Design 2

      Un laboratorio di progetto applicato strutturato in due moduli: il primo dedicato al mondo dell'industrial design puro e prevede la realizzazione di un progetto reale in ottemperanza alle caratteristiche produttive coinvolte e ai requisiti tecnici specificati. Il secondo modulo affronta i temi legati alle nuove metodologie e attività in cui si sta evolvendo il marketing. Il modulo serve ad approfondire i nuovi strumenti e le nuove evoluzioni in termini di conoscenza e approccio ai consumatori e clienti del nuovo millennio.

    • Design

      Il corso è il primo contatto con il mondo del progetto professionale: gli studenti vengono guidati allo sviluppo e alla consegna di due progetti appartenenti a settori merceologici distinti: “accessories”, un laboratorio che analizza l’oggettistica nel contesto domestico, professionale e nel campo del wearable; il secondo, dedicato al settore “furniture”, affronta la progettazione di prodotti di arredo con particolare attenzione alle forme, ai materiali e alle tecnologie di produzione.

    • Tecniche di Modellazione Digitale – Computer 3D

      Il corso approfondisce il trattamento digitale delle immagini in ambiente 3D. Le applicazioni spaziano dalla realizzazione e dalla ricostruzione di ambienti tridimensionali, alla progettazione e alla rappresentazione di oggetti e manufatti. Sono approfonditi i principali software utili per la modellazione delle superfici, l’assemblaggio di forme con unità elementari, la generazione automatica di prospettive, la creazione di prospetti e sezioni, ombreggiature, texturing delle superfici e rendering.

    • Sociologia dei Processi Culturali

      Il corso approfondisce la riflessione sugli stili di vita in cui si generano gruppi affini e sulle dinamiche d’interazione sociale con i relativi processi di diffusione, codici e linguaggi comunicativi per sviluppare negli studenti la capacità di leggere e interpretare i comportamenti e le dinamiche sociali in cui l’opera s’inserisce, comprendere la dimensione socio-culturale delle situazioni d’uso e acquisire la consapevolezza dei significati sottesi al progetto.

    • Design Management

      Il corso insegna la parte gestionale che, in ogni progetto, sovrintende a tutte le relazioni tra i soggetti, per saper creare e gestire il gruppo progettuale e le risorse coinvolte, controllando tutte le fasi di un progetto.  L’insegnamento approfondisce sia gli strumenti di marketing strategico sia i meccanismi del mercato e dei consumi, del contesto sociale e dei target.  Affronta il concetto di brand e analizza il consumatore di nuova generazione, il suo approccio agli oggetti e allo spazio.    

       

    • Storia dell'Arte Contemporanea 2

      L’insegnamento prevede un approfondimento tematico su uno o più argomenti introdotti dal corso propedeutico di Storia dell’Arte Contemporanea. Obiettivo è comprendere, attraverso lo studio della storia, le tendenze dell’arte contemporanea. L’insegnamento può avvalersi anche di visite a musei e mostre, media cartacei e online, per sviluppare la capacità critica degli studenti.

  • III Anno

    • Product Design 3

      Lo studente è chiamato a misurarsi con un due progetti: il primo permette di affrontare il tema del brand extension con il supporto di un professionista del settore industriale di riferimento. Il secondo laboratorio prevede un progetto di “autoproduzione” attraverso cui lo studente ha la possibilità di costruirsi una rete di fornitura tipicamente locale e realizzare il prodotto in uno o più esemplari da esporsi in un importante fiera dedicata.

       

    • Rendering 3D

      Il corso è incentrato sulla produzione di rendering con gli appositi software. L’approfondimento delle potenzialità espressive e progettuali di tali strumenti conferisce la metodologia necessaria per la modellazione tridimensionale di superfici complesse e per la gestione dell’intera potenzialità espressiva del prodotto. Viene acquisita autonomia stilistico-espressiva e d’interpretazione, dal concept, all’animazione dei particolari, alla produzione di video interattivi e flessibili, al fotoinserimento in un contesto reale.

    • Fenomenologia delle Arti Contemporanee

      Il corso approfondisce lo studio della fenomenologia come scienza o metodo che esplicita il rapporto fra la realtà e l’espressione degli artisti. Gli studenti acquisiscono gli strumenti interpretativi per comprendere i fenomeni artistici contemporanei, nella loro connessione con i contesti storici e culturali e nel confronto con le dinamiche sociali.

    • Antropologia Culturale

      Il corso intende identificare forme e relazioni simboliche dell’immaginario collettivo, in rapporto a concezione, fruizione e comunicazione dei beni materiali e immateriali nella cultura postindustriale. In particolare, l’insegnamento pone attenzione alle recenti ibridazioni del design con le pratiche sociali emergenti, i flussi comunicativi, l’ambiente, lo sviluppo tecnologico e la sfera dell’esperienza.

       

    • Tecnologia dei Nuovi Materiali

      Obiettivo del corso è professionalizzare lo studente nella fase di ricerca, analisi e scelta del materiale e della tecnologia più adatti al progetto. L’analisi si concentra su alcune famiglie di materiali sperimentali e innovativi, soprattutto su quelli mutuati da altri settori di progetto, per sottolineare quanto il processo di “fertilizzazione incrociata” tra ambiti industriali differenti sia motore e stimolo della ricerca.

    • Product Design 4

      Il laboratorio affronta la prima fase del Progetto di Tesi di ciascuno studente. Si tratta di un progetto di advanced design che va dall’interpretazione del brief alla ricerca approfondita sul prodotto interno dell’azienda e sui competitor, dall’analisi delle tendenze di mercato e dei diversi target di riferimento fino alla generazione della concept idea. La consegna finale di questa fase è un design book, una comunicazione coordinata per la presentazione delle migliori idee nate dal processo analitico e creativo. 

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Sara Dal Gallo - Coordinatore del corso

Sara Dal Gallo - Coordinatore del corso
Laurea magistrale in Architettura al Politecnico di Torino, indirizzo tecnologico, con Tesi progettuale di Design, in collaborazione con  il dipartimento di Ingegneria Meccanica . Dal 1997-1999 lavora per Lego come Concept Designer. Nel 1999 fonda insieme a Beppe Demonte “Elastico Disegno”. Affianca l'attività didattica con IED alla collaborazione con aziende quali: Olivetti, Lavazza, Motorola, EPson Jvc, Salomon.

Maurizio Bazzano

Maurizio Bazzano
Socio Fondatore ed Amministratore Delegato di Marcopolo srl e Torino Lab srl, due imprese operanti dal 1994 e dal 2009 nel settore della comunicazione e del design. Presso l’Unione Industriale di Torino ricopre le seguenti cariche: membro di Giunta, membro del Comitato di Piccolindustria e Vice Presidente del SETI (Servizi Terziario Innovativo). Membro del Comitato Direttivo e Segretario dell’Associazione Torino Design Week. Tutor presso il corso RESTART UP finanziato dalla Regione Piemonte (inserimento di giovani Designer nelle PMI).

Giorgio Ceste

Giorgio Ceste
Architetto, si laurea nel 2012 al Politecnico di Torino. Nel 2012 fonda FARWASTE, uno studio di design e architettura e che porta avanti una continua ricerca sui temi dell’autoproduzione e della progettazione con materiali recuperati. Vincitore del concorso internazionale Armstrong Green Building Award 2013 del Bando Smart City and Social Innovation indetto dal MIUR con progetti di ricerca sul reimpiego degli scarti industriali per la realizzazione di oggetti destinati a nuovi mercati.

Guido Cherici

Guido Cherici
Product e Transportation Designer, si laurea in Disegno Industriale al Politecnico di Torino e consegue un Master in Transportation Interface Design presso IED Torino e Madrid. Ha lavorato come designer freelance per clienti come Microsoft, Pininfarina Extra, Boeing e Studio Sabatino. Entra nello studio Elastico Disegno, di cui poi diventa socio, nel 2002, lavorando per clienti come Motorola, Olivetti, Ferrero, Siemens e Kawasaki.

Corrado Curti

Corrado Curti
Ingegnere e Architetto, è specializzato nella ingegnerizzazione di sistemi costruttivi a secco, di involucri avanzati per l’edilizia e nella progettazione esecutiva e costruttiva di strutture e sistemi per allestimenti e stand. Svolge attività professionale quale Consulente di progettisti e imprese in Italia e all’estero, anche nell’ambito di progetti di ricerca e sviluppo industriale per l’innovazione di prodotto e di processo.  

Marco Marino

Marco Marino
Diplomato allo IED di Torino in Industrial Design nel 2005, dopo alcune esperienze in aziende leader come Seven Invicta in veste di Designer di Prodotto e in Gruppo Bodino come Exhibit Designer e Tecnico della produzione e del montaggio di allestimenti, dal 2009 diventa freelance e si occupa principalmente di modellazione 3D e renderizzazione di progetti per svariati studi di architetture e aziende. Docente nel corso di Industrial Design presso lo stesso IED Torino.

Danilo Ragona

Danilo Ragona
Industrial Designer diplomato allo IED Torino, è diventato Imprenditore per dare vita al suo personale progetto di libertà e accessibilità. Nonostante un incidente lo abbia costretto a utilizzare una carrozzina per muoversi, Danilo non si è perso d’animo e ha trasformato la sua vita in un laboratorio creativo. Fonda nel 2006 Able To Enjoy azienda del Made in Italy con la quale produce e commercializza una serie di prodotti dal design innovativo, prima fra tutti la carrozzina B-Free Multifunction con la quale vince nel 2011 la Menzione d’Onore Premio Compasso d’Oro ADI e molti altri riconoscimenti. Sito personale.

Maurizio Savioli

Maurizio Savioli
Dopo la Laurea in Economia e Commercio nel 1994 inizia la carriera manageriale in Ferrero, prima nel marketing, poi nella R&D contribuendo al lancio internazionale di diversi prodotti. Nel 2008 avvia una nuova esperienza nel mondo delle start up innovative con focus nel mondo delle tecnologie dell’IoT. Acquisisce nel frattempo un EMBA presso il MIP (Business School del Politecnico di Milano) e dal 2014 diventa Consulente strategico con attenzione al mondo dell’innovazione e della customer experience.

Luca Simion

Luca Simion
Laureato presso il Politecnico di Torino con una Tesi in Industrial Design, è un Designer con vasta esperienza maturata come Progettista Meccanico. Prima di intraprendere la libera professione, ha lavorato dieci anni alla Olivetti di Ivrea e in seguito a Milano nello studio internazionale di Design Continuum. Nella sua attività ha portato alla produzione numerosi prodotti di successo che includono computer Hewlett Packard, telefoni Motorola, utensili da lavoro Beta e celebri sedute e arredi prodotti in policarbonato da Kartell.  

Motoki Yoshio

Motoki Yoshio
Progettista Senior presso Pininfarina e docente. Cresciuto a Osaka, si è trasferito in Italia nel 1997. Si è diplomato in Transportation Design in IED Torino nel 2001 e ha conseguito un Master in Design di Interfaccia di Trasporto presso IED Madrid - Torino nel 2002, con la sponsorizzazione di Pininfarina. Ha lavorato presso Motorola USA nel 2004 come rappresentante Pininfarina e ha iniziato a lavorare come libero professionista nel 2005.