Fashion Design

Specializzazione in Fashion Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Torino

Scarica la brochure

Il sistema moda è una filiera produttiva dinamica e articolata, che parte dal filo e arriva al capo finito. Un mondo complesso, fatto di passione e competenza tecnica, di valorizzazione dei saperi tradizionali e di slancio innovativo, di abilità organizzativa, di coraggio nell’affrontare sempre nuove sfide. Accanto alla firma affermata in tutto il mondo, convive il produttore di accessori funzionali al vestire; all’organizzazione multinazionale si affiancano piccole realtà dalle dimensioni quasi artigianali.

Oggi il Fashion Designer non è un puro creativo: è anche un tecnico specializzato, attento a all’innovazione, conosce ogni aspetto produttivo, è in grado di leggere i segni del suo tempo e anticiparne le aspirazioni occupandosi dello sviluppo di un progetto associando tecniche tradizionali e innovative, fino ad arrivare alla messa a punto del prototipo.

Prospettive professionali - Fashion Designer, Textile Designer, Product Manager, 3D Fashion Designer.

Titolo rilasciato – Il titolo è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai titoli di Laurea di I Livello rilasciati dalle Università

Il corso è erogato anche presso la sede di: Roma -  Milano -  Milano -  Roma -  San Paolo - 
  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2017
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

Contesto - Ripensare i prodotti, affrontare l’innovazione, essere competitivi. Il percorso è strutturato per fornire allo studente gli strumenti per affrontare e gestire la progettazione e quindi lo sviluppo di collezioni di abbigliamento, di accessori o di tessuti. Parte fondamentale di questo percorso è l’acquisizione di una metodologia progettuale applicata a tutte le merceologie di prodotto: abbigliamento, tessuto, grafica, packaging and labeling.
Imparare a progettare e sviluppare collezioni di abbigliamento, di accessori o di tessuti. Un percorso stimolante e completo che coinvolge e guida ciascuno studente in un processo di creazione: trasformare i concetti in progetti, i progetti in obiettivi, gli obiettivi in azioni e le azioni in risultato.

Meteodolgia e struttura - Parte fondamentale di questo percorso è l’acquisizione di una metodologia progettuale. Le aziende di settore sono costantemente partner del percorso formativo, affidando agli studenti progettazioni reali che determinano lo studio e l’acquisizione di nozioni tecniche a complessità crescente  fra cui ricerca delle tendenze e dei materiali, creazione di moodboard e di book di collezione. Roberto Cavalli, Diesel, Dolomite, Costume National, John Galliano, Calzedonia, Maison Martin Margiela, Scervino sono alcune delle principali aziende con le quali abbiamo finora collaborato. Accanto a queste, aziende multinazionali contribuisco alla formazione dell’aula trasmettendo il loro “saper fare”.

La ricerca è il focus attorno al quale gli studenti si sperimentano e scoprono le proprie attitudini.i lavoro, organizzandosi per ruoli e funzioni. I futuri Fashion Designer sviluppano la visione di prodotto, ampliano e specializzano le loro conoscienze in campo grafico e tecnico garzie a software specializzati in 3D tessile e abbigliamento, sviluppano l’attenzione e l’analisi di prodotto e dettagli tecnici specifici, imparano l’importanza del merchandising e del product development.

  • I anno

    • Stile, Storia dell’Arte e del Costume

      Accanto allo sviluppo storico dell’arte, s’intende approfondire la comprensione critica dei codici artistici e dell’opera d’arte, come testo visivo complesso e come fenomeno che racconta le evoluzioni culturali, sociali ed estetiche, colto in particolar modo nelle sue relazioni con altre forme di espressione e comunicazione.

       

    • Metodologia della Progettazione

      Il corso fornisce gli strumenti analitici per esaminare il rapporto tra il prodotto e i processi della sua realizzazione. I fondamenti teorici consentiranno allo studente di comprendere quali fattori, scientifici e culturali, intervengano nel progetto, e di gestire le discipline che partecipano alla costruzione dell’opera. L’insegnamento percorre le differenti fasi e consente sia l’individuazione degli strumenti corretti, sia la gestione degli aspetti che intervengono nella formazione, costruzione e rappresentazione dell’attività creativa.

    • Tipologia dei Materiali 1

      La conoscenza del comportamento dei materiali fornisce allo studente gli strumenti per tradurre l’idea in opera e comprendere le potenzialità espressive delle diverse materie, tradizionali e sperimentali. Le caratteristiche fisiche, chimiche e morfologiche - relative alla forma, alla finitura e al colore dei materiali - sono esaminate con lezioni teoriche in cui si verificano anche le tecniche di trasformazione e i processi di lavorazione industriale e artigianale.

    • Disegno Tecnico e Progettuale

      La conoscenza del disegno tecnico fornisce gli strumenti di base per comunicare l’opera e rappresentarne il percorso progettuale. Lo studente apprende il linguaggio grafico necessario per acquisire autonomia espressiva. Dalla rappresentazione a mano libera, agli schizzi preparatori per lo studio delle proporzioni della figura, fino al disegno tecnico per una corretta rappresentazione progettuale dell’abbigliamento.

    • Storia della Moda 1

      Studio dell’evoluzione degli stili e del gusto nella moda occidentale dalla metà dell’Ottocento alla metà del Novecento. L’insegnamento analizza i processi sociali e tecnici che hanno caratterizzato i cambiamenti avvenuti nel sistema moda, anche attraverso la presentazione di casi studio di stilisti e collezioni. Il corso, oltre a fornire le conoscenze storiche e culturali di base, vuole stimolare nello studente lo sviluppo di capacità critiche e analitiche necessarie all’interpretazione delle tendenze contemporanee.

    • Modellistica 1

      La modellistica è il percorso progressivo di conoscenza delle tecniche di realizzazione delle collezioni, nelle componenti particolari e nella loro interezza. Il corso fornisce gli strumenti teorici e pratici per la costruzione di modelli, realizzati nei materiali più adatti alla scala del progetto e alle differenti fasi di studio. La visione tridimensionale permetterà di esaminare l’idea e di verificarne la consistenza rispetto alle leggi fisiche e alle tecniche di lavorazione.

    • Progettazione Grafica 1

      L’alfabetizzazione informatica, attraverso i programmi di composizione grafica, facilita l’espressione dell’idea e consente di correlare gli strumenti digitali di rappresentazione con le nozioni di percezione visiva. L’insegnamento dei principali software per l’elaborazione delle immagini faciliterà la valorizzazione dei concept, la gestione delle immagini bidimensionali e la modifica dei contenuti.

    • Cultura Tessile 1

      Lo studio e la ricerca dei materiali di una collezione di abbigliamento sono alla base dell’insegnamento. La conoscenza di fibre e tessuti e dei principali processi di classificazione, produzione e lavorazione, consentono allo studente di riconoscere le proprietà specifiche dei filati e di acquisire sensibilità nell’uso dei materiali. Il corso approfondisce, inoltre, le conoscenze sulle principali teorie del colore nel settore della produzione di tessuti e introduce le tecniche base per sviluppare in modo creativo stampe e lavorazioni.

    • Antropologia Culturale

      Il corso identifica forme e relazioni simboliche dell’immaginario collettivo in rapporto a concezione, fruizione e comunicazione dei beni materiali e immateriali nella cultura postindustriale. In particolare, si pone attenzione alle recenti ibridazioni del design con le pratiche sociali emergenti, i flussi comunicativi, l’ambiente, lo sviluppo tecnologico e la sfera dell’esperienza. Si affronta inoltre l’evoluzione del senso di territorio e di identità culturale e sociale che ha modificato la percezione del corpo e dell’abitare lo spazio.

    • Fashion Design 1

      Grazie alle conoscenze apprese nei corsi di modellazione e cultura tessile, abiti e accessori lo studente è chiamato a sviluppare un concept con forme e volumi, scelta di materiali e lavorazioni, stampe e colori, e assortimento dei capi fino a creare un book che illustri tutte le fasi del lavoro.

    • Anatomia dell’Immagine

      L’insegnamento comprende la lettura, storica e contemporanea, della forma umana nei diversi ambiti disciplinari: dall’arte alla fotografia, dalla grafica alla moda. Proporzioni, forme, volumi, prospettive e assonometrie del corpo sono analizzate attraverso teorie e metodi di raffigurazione. La finalità del corso è lo studio dell’anatomia umana per il disegno di moda, tradizionale e multimediale.

  • II anno

    • Storia della Moda 2

      Il corso tratta gli sviluppi della storia della moda contemporanea al fine di individuare tendenze e modalità di comunicazione del fashion system. L’evoluzione delle tendenze e dello stile è trattata dal punto di vista storico, culturale, sociale ed economico.

    • Tecniche e Tecnologie del Disegno

      A partire dalle tecniche di base apprese in Disegno tecnico e progettuale, il corso implementa le pratiche rappresentative, dal disegno a mano libera agli strumenti multimediali, per favorire l’efficacia comunicativa nella rappresentazione dell’opera. Il progetto è così rappresentato nelle sue fasi con la modalità più idonea: bozzetti preliminari a mano libera, affinamenti di stile con software digitali e realizzazione di rendering.

    • Modellistica 2

      L’approfondimento nelle pratiche della modellistica è di supporto ai corsi di progettazione, per i quali sono necessari modelli di studio e di presentazione, fino alla definizione di prototipi. La natura laboratoriale del corso implica l’apprendimento diretto delle tecniche e favorisce la comprensione di geometrie e volumi e lo sviluppo di un linguaggio personale.

    • Progettazione Grafica 2

      La pluralità di metodi e processi della progettazione visiva sono orientati alla comunicazione e alla presentazione dei progetti realizzati. Il corso oltre a illustrare le principali funzioni e gli strumenti offerti dal software, accenna alle tecniche professionali per impaginare o per creare un documento stampabile con i macchinari da stampa più moderni.

    • Cultura Tessile 2

      Il corso completa le tecniche per progettare in modo creativo tessuti e materiali. Inoltre, l’analisi degli aspetti tecnici legati alla maglieria è supportata da esercitazioni pratiche. L’attività manuale consente allo studente di confrontarsi con le metodologie di progettazione e affinare le conoscenze di base già acquisite, come le terminologie, le tecniche di esecuzione, tradizionali e digitali, e i finissaggi.

    • Fashion Design 2

      Il percorso guidato intende seguire l’intero processo di progettazione, partendo dalla selezione e ricerca di prodotto fino ad arrivare allo sviluppo della collezione. Il concept delle collezioni maschili e femminili deve essere pensato anche dal punto di vista della comunicazione affinché lo studente sperimenti le interazioni con le altre discipline e sviluppi la propria creatività.

    • Semiotica dell’Arte 1

      L’insegnamento si concentra sull’abito e le sue componenti estetiche e semiotiche, comprendendone la rappresentazione nella pluralità dei sistemi di racconto. L’unità tra forma e contenuto e la consequenzialità tra estetica e fruizione, sono esaminate nella loro costruzione e organizzazione, affinché lo studente comprenda la complessità di significato della moda come racconto.

    • Sociologia dei Processi

      I principi fondamentali della sociologia sono forniti con il fine di illustrare le origini storiche della disciplina, le diverse scuole e, di conseguenza, le differenti metodologie e approcci di analisi. La riflessione sugli stili di vita in cui si generano gruppi affini e sulle dinamiche d’interazione sociale, con i relativi processi di diffusione, codici e linguaggi comunicativi, favorisce la comprensione della produzione culturale e, più in generale, delle variazioni e delle persistenze nel contesto sociale, spaziale e territoriale.

    • Logica e Organizzazione d’Impresa 1

      La filiera è analizzata nelle differenti competenze e professionalità, nelle dinamiche industriali e nel lato strategico della creatività in relazione, dunque, ai mercati di riferimento. Lo studente apprende i fondamenti del marketing applicato all’organizzazione delle attività d’impresa, con le relative scelte strategiche e politiche aziendali, per un corretto posizionamento del brand.

  • III anno

    • Modellistica 3

      Il corso consente di approfondire e realizzare le basi complesse della giacca donna e relativi sviluppi, e della base della giacca maschile. Punto focale sarà l’analisi di capi d’abbigliamento già sul mercato, attraverso cui verranno costruite schede tecniche, con misurazioni, rilievi e deduzioni modellistiche e di confezione. Sarà stilato un glossario specifico e verrà effettuato un calcolo dei consumi con la relativa previsione di costi a capo.

    • Fashion Design 3

      Il corso rappresenta un approfondimento delle metodologie e dei processi di progettazione e comunicazione affrontando ulteriori specificità merceologiche e aree di prodotto.

    • Metodologia Progettuale della Comunicazione Visiva

      Il corso affronta le metodologie progettuali e i principali strumenti dello styling nel settore della moda. Fondamenti di storia dello styling, attraverso i suoi protagonisti, sono funzionali per comprendere il ruolo professionale e le tecniche. Lo studente è chiamato a sperimentare il processo di ideazione creativa e a comprendere le professionalità in gioco. In questo modo, si approfondisce la relazione tra lo styling, immagine e comunicazione del marchio.

    • Fenomenologia delle Arti Contemporanee

      Verranno analizzati una serie di eventi storici e alcuni temi generali confrontando le diverse soluzioni rappresentative che gli artisti hanno prodotto nel tempo. In questo percorso sarà dato risalto alla metodologia esecutiva, alla tecnica e all’inserimento della singola opera in un contesto artistico più ampio e multidisciplinare. Uno sguardo critico gettato attraverso la lente della macchina da presa, che riguarderà i fenomeni, le tendenze e i corpi che hanno rappresentato e rappresentano il motore delle evoluzioni di stile del nostro tempo.

    • Logica e Organizzazione d’Impresa 2

      I principi strategici del marketing, sono adattati alle specificità dell’industria creativa, con l’obiettivo di comprendere e anticipare le aspettative e i bisogni dei consumatori. L’insegnamento approfondisce sia gli strumenti di studio del prodotto legati al sistema moda, sia i meccanismi del mercato e dei consumi, del contesto sociale e dei target, destinatari finali del lavoro del progettista. Il corso delinea le capacità per gestire le fasi del processo creativo e i team all’interno dell’industria in base alle aspettative del mercato.

    • Ambientazione Moda

      Nella presentazione di una collezione è fondamentale interpretare la filosofia del brand, lo spirito del tempo e le aspirazioni delle persone e tradurle in spazi creativi ed espressivi. Il corso fornisce la conoscenza dei molti mezzi e tecnologie per l’ambientazione della moda.

    • Fashion Design 4

      Il laboratorio affronta le fasi preparatorie al progetto di tesi conclusivo. Vengono poste le basi per la fase metaprogettuale, ovvero la definizione strategica del progetto, l’impostazione del lavoro di ricerca inerente i temi proposti, nonché la pianificazione delle successive fasi operative.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Alessandra Montanaro – Coordinatrice del corso

Alessandra Montanaro – Coordinatrice del corso
Diplomata in Fashion Design presso IED, diventa assistente di Gianfranco Ferrè sulla prima linea donna, dove conosce un mondo di dettagli, tessuti e forme. Prosegue la sua carriera come Responsabile Stile di conosciuti marchi italiani, specializzandosi nella moda donna e bambino. Allarga i suoi orizzonti come consulente per importanti aziende internazionali, sviluppando la conoscenza di nuove culture e nuovi mercati.

Andrea Bruno

Andrea Bruno
Professore e Ricercatore presso il Dipartimento Casa-Città e SiTI-Istituto Superiore sui Sistemi territoriali per l’Innovazione. Ha partecipato a campagne di studio e restauro della Missione Archeologica Italiana di Hierapolis di Frigia (Turchia). Ha collaborato a progetti di restauro del Castello di Rivoli, dell’anfiteatro e delle mura romane di Tarragona e al progetto di rinnovamento del Royal Ontario Museum di Toronto. Ha pubblicato numerosi articoli, recensioni e contributi a studi su temi relativi la storia dell’architettura e il restauro.

Daniela Bulgarelli

Daniela Bulgarelli
Docente di Antropologia culturale, Sociologia dei processi culturali Laureata in Antropologia e Orientalistica è specializzata sui segni ornamentali.  Da anni studia le relazioni tra i segni che decorano corpi, gioielli, pareti, tessuti, manufatti ceramici di popoli tradizionali e di quelli tecnologicamente evoluti. Antropologa della moda, del gioiello e del design, è coordinatrice del corso triennale di Design del Gioiello allo IED, dove insegna dal 1989.  Dal 1991 collabora con CastOro Gioielli sulle tendenze e la creatività, si occupa di formazione e ha tenuto Master, convegni e workshop per molteplici Università (Torino, Roma, Calcutta, Sao Paolo) e Aziende.

Giampiero Capitani

Giampiero Capitani
Modellista e sarto, mescola lo studio di sistemi tecnici storici allo sviluppo di un nuovo concetto di abiti contemporanei. Nel suo Atelier, oltre alla produzione di una propria collezione, si progettano campionari e capsule di vari Designer, sia per la parte modellistica che per la parte di confezione del prototipo.

Eleonora Giammello

Eleonora Giammello
Diplomata in IED ora insegna Ricerca Visiva e Fashion Styling. Dopo diverse esperienze nel fashion system come Consulente Creativa, adesso svolge principalmente il ruolo di Photo-Shooting Producer.  

Emanuele Guastaferro

Emanuele Guastaferro
Inizia la sua professione collaborando con importanti studi d’architettura e design torinesi offrendo la sua consulenza nell’ambito della ricerca progettuale, stilistica e sviluppo prodotto ad importanti aziende tra le quali, Invicta, Timberland, Fila, Roncato, Spalding & Bross, Diadora. Socio co-fondatore nel 2006 della U-LAYER società di architettura. Dal 2016 apre Studioguasta concentrandosi su progettazioni con un marcato indirizzo all’industrializzazione ricerca e sviluppo di prodotto nel settore degli accessori fashion e sportswear.  

Melania Lamberto

Melania Lamberto
Da sempre attratta da tutto ciò che è immagine e comunicazione. Il suo percorso comincia in ied come studentessa del corso di Fashion e Textile Design, dove sviluppa lòa sua naturale predisposizione alla tecnologia affiancando il lato grafico a quello creativo attraverso l'uso dei software grafici, Photoshop e Illustrator. Dal 2007 fa parte del team creativo Catchwork come Responsabile dello sviluppo grafico e digitale delle collezioni dello studio che offre consulenza di prodotto trend, sportswear, donna e bambino a Torino.  

Angelo Lapiccirella

Angelo Lapiccirella
“Creare è sempre stato un qualcosa che fa parte di me. Pensare ad un’idea che prende forma attraverso le mie mani è un viaggio che alimenta la passione per il mio lavoro ogni singolo giorno.” Diplomato in Fashion and Textile Design presso IED Torino comincia subito una serie di collaborazioni con alcuni dei nomi più importanti della moda italiana tra cui Valentino, Lancetti, Loro Piana, più recentemente con Max Mara Fashion Group creando capi che, grazie alla collaborazione di Gianpiero Capitani prendono vita nell’Atelier di Via Tessore.

Laura Manassero

Laura Manassero
Di formazione artistica, vanta un’esperienza ventennale nella progettazione di abbigliamento intimo mare in cui ha ricoperto vari ruoli e funzioni: dalla sala prototipi, all’ufficio modelli e infine all’ufficio prodotto e stile. Ha un’esperienza consolidata anche nella pelletteria artigiana sviluppata con la collaborazione di pellettieri locali.

Marina Nelli

Marina Nelli
Responsabile Ufficio Stile e Prodotto, con esperienza più che trentennale nel campo tessile svolge principalmente un’attività di consulenza per le principali aziende nazioniìali ed internazionali del settore tessuti e accessori, abbigliamento e arredamento. Consulente creativa ma anche tecnica e commerciale delle più prestigiose griffes di moda. È inoltre Consulente per alcuni tra i più importanti studi di ricerca ed elaborazione delle tendenze del setore.

Paola Paletto

Paola Paletto
Imprenditrice nel campo della moda, da sempre ha sposato la causa delle piccole produzioni. Dopo alcuni anni passati a lavorare sul su misura in atelier, approda ad una linea di abbigliamento in serie limitata che cura in tutto e per tutto: dall’idea al cartamodello per finire alla prototipia ed alla confezione. Docente IED dal 1998, inserisce la sua professionalità nell’insegnamento della materia pratica abbinandolo all’empatia con lo studente.  

Nicoletta Pezzoli

Nicoletta Pezzoli
Con un forte interesse per il mondo del Fashion e del settore tessile in particolare si diploma in Fashion Design in IED Milano. Oggi è disegnatrice tessile presso un’importante azienda verticalizzata comasca e docente presso IED per i corsi di Cultura tessile e Event. Svolge anche l’attività di Tutor e segue, fra gli altri, l’organizzazione di ComON, Pitti, Milano Unica per conto dell’Accademia Galli di Como.

Lucia Rota

Lucia Rota
Torinese di 36 anni, laureata all’Università degli Studi di Torino in Economia Aziendale e conseguimento del Master in Business Administration presso la SDA Bocconi. Pubblicista iscritta all’Albo dei Giornalisti del Piemonte. Start uppara, commercialista da sempre appassionata di moda. Docente dal 2013 allo IED Moda di Milano nei corsi di comunicazione strategica ed entrepreneurship.  

Germana Trovato

Germana Trovato
Dalla fondazione di Catchwork, studio di consulenza per il prodotto trend e sportswear, donna e bambino, nel 1991 segue le esigenze dei clienti o dei loro brand e ne sviluppa le collezioni. Appassionata della moda, dalla progettazione alla produzione di un capo è instancabile ricercatrice di capi outdoor ed elementi vintage. Intuito e predisponine per le anticipazioni delle tendenze e le evoluzioni dei costumi combina input creativi agli inarrestabili cambiamenti del mercato.  

Vitetta Caterina

Vitetta Caterina
Inizia la sua carriera alla Miroglio Fashion Group nell’ufficio stile e prodotto della linea Motivi. Diventa Designer indipendente per collezioni uomo, donna e bambino. Nel 2004 fonda lo studio INstyle° che si occupa di consulenza, ricerca e Design di collezioni abbigliamento e accessori uomo, donna e bambino, studio di tendenze, creazione di book, illustrazioni e moodboard per brand italiani ed internazionali. Parallelamente inizia un percorso artistico nell’intento di realizzare opere d’arte da indossare e vivere sul proprio corpo.

Luca Sburlati

Luca Sburlati
Dopo aver conseguito un Executive MBA in SDA Bocconi a Milano, lavora prima nei settori dell'high tech e automotive per poi entrare nel mondo del lusso: prima nel gruppo Azimut Yachts, dove ricopre in ultimo il ruolo di CEO del brand di yacht sportivi Atlantis, e poi in Pattern in qualità di Direttore Generale. Da alcuni anni condivide con alcuni soci la gestione e la partecipazione in alcuni marchi di abbigliamento nel segmento premium. E' membro del Comitato PMI dell'Unione Industriale di Torino.   

Alessandro Moroni

Alessandro Moroni
Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Brera, inizia la sua attività come Scenografo e Costumista, passando molto presto al campo della moda. Si occupa di stilismo come Consulente esterno per importanti aziende di abbigliamento. Lavora, inoltre, nel campo del design e della progettazione d’interni.

Alessandro Baima

Alessandro Baima
Figlio d’arte ha mosso i primi passi nel tessile nell’ azienda dei nonni dove all’età di 25 anni diventa Amministratore della stessa società famigliare dove è rimasto in carica sino al 2005. In questi trent’anni anni si è occupato a 360° delle crescita della struttura, partecipanto alla creazione di molti progetti fra cui Napapijri – All glow - Hell is for heroes - Aigle - Da kine. Nel 2005 ha creato una società di consulenza e lavoro come ufficio stile sino al 2009 con North Sails, Conte of Florence, Sparco, CDSB, Leone, Bear.

Celeste Corso

Celeste Corso
Docente per passione, Designer e Product Manager nel campo della moda e dell’abbigliamento per professione. Opera nel settore da più di vent’anni con l’obbiettivo di imparare costantemente cose nuove. Ha collaborato con numerose aziende del settore, spaziando dalla progettazione alla realizzazione di collezioni di abbigliamento: dal tecnico, allo sportswear all’ urban-wear. Da qualche anno si dedica prevalentemente a progetti men-wear con una particolare attenzione alla tecnologia applicata sia all’ abbigliamento che ai materiali.    

Maurizio Francesconi

Maurizio Francesconi
Giornalista e Storico della moda è Paris Editor per le riviste Collezioni Donna, Collezioni Haute Couture e Collezioni Trends. Collabora con vari editori per testi relativi alla moda.

Barbara Giurisato

Barbara Giurisato
Stilista e tecnico di maglieria dal 1990, ha lavorato come consulente per aziende di moda tra cui VALENTINO, Marzotto, MISSONI, Miroglio, KRIZIA. Oggi è Knitwear Designer presso Miroglio Group dove segue lo sviluppo del prodotto in Italia e all’Estero. Ha progettato, distribuito e prodotto la collezione di sperimentazione di maglieria e jersey ALIETA ed è stata scelta da boutique top in Italia, Francia, Giappone e America.

Adriano Padovani

Adriano Padovani
Da più di venticinque anni opera nel campo della comunicazione e dell’abbigliamento. Dalle prime esperienze professionali come Junior Art presso ideawork, agenzia di comunicazione specializzata nell’abbigliamento, a collaborazioni e consulenze presso aziende come Le Coque Sportif, Ineditha, Lavazza, Lardini, Gruppo Miroglio, Pierre Mantoux, Fred Perry, Gant, Lardin. Attualmente è Creative and Communication Director presso Bagutta. È consulente per agenzie di comunicazione del settore.