Lighting Design - Progettare la luce

Corso Formazione Avanzata - Firenze

Scarica la brochure

Obiettivi formativi:

Il Corso di Formazione Avanzata in Lighting Design – Progettare la luce fornisce le competenze teoriche e le esperienze pratiche necessarie per intraprendere la professione di Lighting Designer. Integra le capacità progettuali con elementi di progettazione della luce, intesa come valore aggiunto in termini estetici, funzionali ed espressivi del progetto architettonico e/o di comunicazione visiva. Capace di guardare alle fonti luminose come strumento espressivo di grande plasticità, il Lighting Designer è in grado di curare la regia illuminotecnica di spazi interni abitativi e del terziario, spazi espositivi e dello spettacolo, spazi pubblici e commerciali, ambientazioni esterne, strade, facciate architettoniche, parchi e giardini. Il corso è promosso da IED e dalla Fondazione Targetti, punto di riferimento internazionale per la formazione illuminotecnica.

Sbocchi professionali:

Al termine del corso, i Lighting Designers sono in grado di inserirsi in aziende, enti pubblici e privati e studi professionali, in qualità di specialisti della luce per interni, esterni, facciate, elementi architettonici, spazi pubblici, commerciali, espositivi e musei.

Il Corso si svolge in formula weekend con frequenza il venerdì e il sabato a weekend alterni

  • Partenza
    Aprile 2017
  • Durata
    7 mesi
  • Frequenza
    weekend
  • Lingua
    Italiano

A chi è rivolto:

Il corso è rivolto a laureati o diplomati in architettura, Interior Designer, Ingegneri, Product Designer o specializzati in campi affini, professionisti del settore dell’architettura e degli interni, specialisti in Visual brand communication, conservatori museali con conoscenze informatiche dei principali programmi di progettazione e design e a chi ha esperienze nel settore.

Indirizzi di specializzazione:

Il Lighting Designer, figura chiave nella progettazione d’interni ed esterni, è un professionista cui gli studi di architettura, le grandi aziende, le amministrazioni pubbliche e i conservatori del patrimonio artistico fanno riferimento per assicurarsi una regia illuminotecnica corretta ed efficace, sostenibile e capace di valorizzare le peculiarità di qualsiasi contesto.

Struttura e metodologia:

Il Corso di Formazione Avanzata in Lighting Design - Progettare la luce ha l’obiettivo di approfondire dal punto di vista teorico, pratico ed estetico, tutti gli argomenti specifici per una corretta progettazione illuminotecnica.

Il corso è strutturato in cinque moduli, uno teorico e quattro teorico-progettuali che attraverso project work mirati affrontano tutte le aree d’interesse del Lighting Designer (architettura degli interni, esterni urbani, spettacolo, allestimento museale). Ogni modulo è focalizzato su un ambito applicativo specifico in modo di fornire le conoscenze per realizzare progetti corretti ed efficaci.

Partendo dalle caratteristiche fisiche e tecnico-scientifiche della luce, il modulo Base illustra il linguaggio illuminotecnico, con focus specifici sulle sorgenti luminose, gli apparecchi d’illuminazione e i fondamenti della progettazione. Un particolare approfondimento è dedicato ai LED, alla gestione digitale della luce e alla sostenibilità energetica.

Nel primo modulo affronta la luce per i luoghi di lavoro e dell’accoglienza. Il comfort visivo è indagato in termini sia normativi sia scientifici e declinato nella prassi applicativa dell’office lighting e dell’hotel lighting.

L’illuminazione architettonica di esterni e spazi pubblici è affrontata nel modulo successivo con l’obiettivo di fornire gli strumenti per la pianificazione della luce in esterni con la massima sicurezza, nel rispetto della sostenibilità e per la valorizzazione dell’identità di un luogo.

Nel modulo dedicato alla luce per i beni culturali, lo studente apprende le conoscenze e gli strumenti necessari per gestire il progetto illuminotecnico per gli spazi espositivi museali e per i luoghi di pregio artistico. Una particolare attenzione è riservata all’impiego dei LED.

La corretta illuminazione degli spazi dedicati alla vendita è al centro del quarto modulo, dove lo studente apprende come realizzare un’illuminazione efficace in grado di valorizzazione la merce esposta (luce come strumento di comunicazione visiva e sensoriale che contribuisce alla costruzione di una vera e propria strategia di brandscaping).

Il corso è organizzato con il patrocinio di: // AIDI - Associazione Italiana di Illuminazione // ASSIL - Associazione Nazionale Produttori Illuminazione

Crediti formativi architetti

IED Istituto Europeo di Design/IED Firenze è stato autorizzato a svolgere attività formative idonee al rilascio di crediti formativi professionali per gli iscritti all’Ordine degli Architetti, a seguito della delibera CNAPPC del 25 giugno 2014 e successivo esito favorevole espresso dal Ministero della Giustizia.

I Moduli riconosciuti del corso di Lighting Design:

LIGHTING DESIGN: La luce per i luoghi di lavoro e dell’accoglienza (15 crediti)
LIGHTING DESIGN: La luce per i beni culturali (15 crediti)
LIGHTING DESIGN: Illuminazione Architettonica di Esterni e Spazi Pubblici (15 crediti)
LIGHTING DESIGN: La luce per gli spazi commerciali (15 crediti)

 

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Anna Cipriani

Anna Cipriani
Dopo aver conseguito la Laurea Magistrale in Ingegneria Edile e Architettura presso l’Università di Studi di Firenze e di Pisa, ottiene un tirocinio per quattro mesi presso Zurita Architects con sede a Manhattan, New York. In agosto 2011 entra in Targetti, dove lavora tutt’oggi in qualità di Lighting planner and consultant.

Alessandro Farini

Alessandro Farini
Fisico laureato presso l’università di Firenze dove ha conseguito anche la specializzazione in Ottica. é il responsabile del Laboratorio di Ergonomia della Visione del CNR-Istituto Nazionale di Ottica, laboratorio dedicato alla Psicofisica Applicata, ed in particolare allo studio dell’illuminazione e dell’ottica oftalmica.

Claudio Vallario

Claudio Vallario
Laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano nell’anno 2002. Tra i lavori più prestigiosi, il coordinamento tecnico per la ricerca finalizzata alla progettazione della nuova illuminazione del Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze.

Elisabetta Baldanzi

Elisabetta Baldanzi
Referente INO-CNR per progetti di valorizzazione, organizzazione e promozione della ricerca. Attività di ricerca all’interno del laboratorio di Ergonomia della Visione su temi di psicofisica della visione, soft metrology.

Massimo Iarussi

Massimo Iarussi
Architetto, è specializzato nella progettazione della luce fin dal 1984. Ha particolarmente approfondito le tematiche legate alla illuminazione museale e del patrimonio artistico e storico.

Francesco Funari

Francesco Funari
Dopo la laurea nel 2007 e uno stage presso Targetti a Firenze, viene assunto come Lighting Consultant. Per tre anni svolge progetti di illuminazione lavorando sempre in ambiti diversi (interni, esterni, contract, retail, musei).

Giancarlo Castoldi

Giancarlo Castoldi
Ha compiuto da poco 57 anni di fra i quali quasi 35 con Targetti. Ha coperto incarichi sia nell’area commerciale che in quella di ricerca e sviluppo, contribuendo in maniera significativa alla crescita esponenziale della Targetti nel mondo. Oggi ricopre la carica di Direttore del Business Development.

Alessandra Reggiani

Alessandra Reggiani
Lighting Designer si laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza, si specializza prima in Didattica generale e museale e poi in storia e conservazione dell’oggetto d’arte e di architettura. Membro del Comitato di Redazione della rivista Luce&Design dal 2002 al 2012 e Consigliere dell’Associazione Italiana di Illuminazione per la delegazione del Lazio e Molise dal 2011 al 2014. È stata Consulente presso ELETTOPOLIS srl come Responsabile del Settore Illuminazione dell’attività culturale e didattica, dal 2011 al 2014.