Interior Designer: chi è, cosa fa, come diventarlo

Chi è e cosa fa

L’Interior Designer è un professionista specializzato nella progettazione di spazi interni di diverse tipologie ad uso domestico, commerciale, ricettivo, ristorativo, sia in ambito privato che pubblico.

Il suo obiettivo è dare vita ad ambienti funzionali, confortevoli, armoniosi. Interviene sia per creare lo spazio ex novo, sia per ristrutturare aree già arredate. Nella progettazione tiene conto di diversi fattori: esigenze abitative, qualità della vita, moderne necessità ergonomiche, stile desiderato.

Ruolo e responsabilità

L’Interior Designer viene coinvolto nella fase di progettazione iniziale e può seguire il progetto fino allo styling finale. Ha il compito di accogliere le richieste del cliente, comprendendo i suoi gusti e le sue aspettative, per creare progetti in linea con le sue preferenze e il budget proposto.

Si occupa di pianificare lo spazio utilizzando strumenti di progettazione assistita e di selezionare i materiali e i colori più adatti. Riserva un occhio di riguardo alle ultime innovazioni tecnologiche, per proporre sistemi di domotica efficiente e migliorare la comodità degli spazi. Svolge, inoltre, un importante lavoro di coordinamento, assicurandosi che architetti, artigiani e tutti i fornitori coinvolti siano allineati con la soluzione proposta per agire in modo coordinato rispettando le tempistiche.

L’Interior Designer è inoltre responsabile della conformità del progetto alle normative locali: deve quindi conoscere i requisiti edilizi per progettare e sviluppare una soluzione che rispetti le leggi e i regolamenti in vigore.

Carriera e stipendio

Gli Interior Designer possono lavorare in studi professionali di design, società di progettazione, aziende di architettura o avviare la loro attività e proporsi come liberi professionisti. Lo stipendio varia in base all’esperienza e alla posizione geografica, ma spesso è molto competitivo.

La carriera di un Interior Designer offre un ampio ventaglio di opportunità, ma specializzarsi in un settore specifico consente di affinare le competenze in una direzione mirata. Tra le specializzazioni più comuni troviamo:

Environmental Interior Designer

In un contesto dove l’attenzione all’aspetto green è sempre più richiesto, l’Environmental Interior Designer propone ambienti capaci di coniugare la bellezza estetica con soluzioni ecologiche. In questa tipologia di progetti, gli elementi di design si integrano a materiali riciclabili, sistemi di illuminazione a basso consumo energetico e soluzioni architettoniche che massimizzano l'efficienza energetica.

Interior Designer per l’hospitality

L’Interior Designer specializzato nel settore alberghiero e turistico è una delle figure più richieste in questo ambito. Si occupa della progettazione delle camere e degli spazi comuni per bilanciare comfort, stile e praticità. Ogni dettaglio è studiato per raccontare l’identità dell’hotel e della struttura, accogliere l’ospite fin dal primo momento e farlo sentire a casa per tutta la durata del soggiorno.

Interior Designer per aree residenziali

Gli Interior Designer specializzati in aree residenziali sono focalizzati sulla progettazione di spazi abitativi personalizzati, dall'arredamento alla scelta dei colori e dei tessuti. Lavorano in sinergia con i propri clienti per comprendere i loro gusti, esigenze e stili di vita, creando interni che riflettano in modo unico le preferenze dei residenti.

Interior Designer per la sanità

In ambienti come i reparti ospedalieri e gli studi medici dove il benessere e il comfort delle persone sono al primo posto, gli Interior Designer sono figure fondamentali per progettare aree accoglienti e rassicuranti. Ponendo attenzione a tutti gli elementi – dalle luci, ai colori fino all’arredamento – progettano stanze capaci di trasmettere serenità e accompagnare il processo di guarigione.

Interior Designer per ambienti commerciali

Creare un’esperienza piacevole e coinvolgente per il cliente è un processo in cui entrano in gioco diversi elementi, dalla disposizione dei prodotti all’intensità delle luci, dalla scelta dei colori alla selezione accurata degli arredi. Gli Interior Designer esperti in questo ambito curano ogni dettaglio per rispecchiare l’identità del marchio, attirando e fidelizzando la clientela allo stesso tempo.

 

Competenze e formazione

L’Interior Designer è una figura professionale con competenze trasversali che abbracciano sia l’aspetto tecnico che quello creativo, organizzativo e comunicativo.

Competenze tecniche

Tra le competenze tecniche richieste troviamo l’utilizzo di software professionali quali:

  • AutoCAD® per creare in modo rapido progetti in 2D o 3D
  • Sketch-Up, per la modellazione 3D con uno stile di disegno libero 
  • Photoshop® per composizioni grafiche, tecniche di fotomontaggio e fotoritocco
  • 3D Studio Max® e VRay per la modellazione e la renderizzazione 3D.

Competenze creative

Un Interior Designer esperto padroneggia competenze creative, artistiche espressive e culturali. La capacità di generare idee originali e innovative è fondamentale: ogni progetto deve essere unico e rispecchiare la personalità del cliente. Nella realizzazione dei suoi elaborati, un Interior Designer è sensibile ai diversi stili architettonici, anche locali, per dare vita a soluzioni che riflettano in modo autentico e armonioso le caratteristiche peculiari del luogo, integrando la cultura e la tradizione nell'estetica e nella funzionalità degli spazi progettati. È un professionista sempre aggiornato sulle tendenze in continuo cambiamento del settore, per proporre soluzioni innovative e contemporanee che rispecchino le ultime evoluzioni del design degli interni.

Competenze di arredo e progettazione

La capacità di selezionare mobili, materiali e colori con attenzione mirata si accompagna alla conoscenza avanzata delle tecniche di illuminotecnica. L'Interior Designer è in grado di posizionare strategicamente le sorgenti luminose, giocando con luci e ombre per creare atmosfere suggestive e valorizzare gli elementi chiave degli spazi. Questa competenza non solo contribuisce all'aspetto estetico del progetto, ma influisce anche sulla percezione emotiva e funzionale degli ambienti, garantendo una progettazione completa e armoniosa.

Competenze comunicative

Per eccellere nella professione è fondamentale comunicare in modo chiaro e persuasivo, illustrando le proprie idee e visioni attraverso disegni, schemi e presentazioni visive. Allo stesso tempo, un bravo Interior Designer sa ascoltare con attenzione le esigenze dei clienti per tradurle in soluzioni tangibili.

Una comunicazione efficace con gli altri attori coinvolti nel progetto, inoltre, è imprescindibile per garantire una comprensione condivisa del risultato finale.

Come diventare Interior Designer

Stai cercando un corso professionalizzante e formativo per diventare Interior Designer?

Con le proposte IED hai l’opportunità di acquisire competenze tecniche seguito dai migliori professionisti del settore, qualsiasi sia il tuo livello di partenza.

Scopri i corsi IED: il primo passo per diventare un Interior Designer esperto.

Lauree Magistrali (DASL) e Master
Per specializzarsi ulteriormente e acquisire competenze avanzate
 

Formazione continua
Per restare aggiornati e competitivi nel mondo del lavoro

Scopri i progetti degli studenti dei corsi in Interior Design