Lingua

Inglese

Inizio

Ottobre 2024

Frequenza

Full time

Fruizione

Corso in presenza

Durata

2 Anni

Crediti

120

Coordinamento del corso

Davide Fabio Colaci

Prezzo

A partire da 8.200 €

Scopri le agevolazioni in corso

Con quali interventi la progettazione di spazi collettivi può rigenerare la relazione tra le comunità e i luoghi che abitano?

L’Interior Design contribuisce alla ridefinizione delle relazioni umane con l'ambiente circostante e le varie forme di vita che lo abitano. Queste relazioni, cruciali sia dal punto di vista ambientale che culturale, aprono importanti scenari progettuali di reinterpretazione e rigenerazione.

 

La Laurea Magistrale in Interior Design. Spatial Practices for Gathering Cultures intende la progettazione degli spazi come una pratica collettiva di riscrittura e rigenerazione della relazione tra le comunità, i luoghi che abitano e gli ecosistemi di cui fanno parte, inserendosi nella visione di DesignXCommons, ovvero la progettazione applicata all’integrazione dei beni comuni (commons) e alla rigenerazione del pianeta.

La progettazione di spazi destinati a eventi collettivi, allestimenti museali e fieristici, interni urbani e paesaggi metropolitani prende forma da un’attenta lettura critica della relazione tra le città contemporanee e la loro narrazione.

 

Titolo rilasciato:  

Diploma Accademico di Secondo Livello (DASL), equipollente alla Laurea Magistrale (LM) - Livello EQF7 (European Qualification Framework).

Crediti Formativi:

Il corso prevede l'acquisizione di 120 CFA (Crediti Formativi Accademici), corrispondenti a 120 ECTS (European Credit Transfer and Accumulation System).

* Per questo corso è stato richiesto l’accreditamento al MUR - Ministero dell’Università e della Ricerca – per l’anno accademico 2024/25. Le informazioni su questa pagina saranno aggiornate quando il processo di accreditamento sarà concluso.

 

 

Le informazioni per decidere

Attraverso un approccio interdisciplinare, nel corso si approfondiscono le implicazioni e gli impatti del progetto di interni su società e ambiente, in modo da affrontare con consapevolezza critica i cambiamenti a livello globale degli ecosistemi costruiti e non costruiti. Nel programma, la ricerca viene applicata alla progettazione di sistemi costruttivi e dispositivi spaziali sostenibili, capaci di diventare strumenti di un rinnovamento eco-sociale positivo. I workshop collaborativi e lo scambio con esperti di campi disciplinari diversi, come l’astrofisica, l’etologia e il clubbing estendono lo sguardo progettuale ad altre latitudini e permettono la costruzione di un terreno di ricerca aperto alla sperimentazione di metodologie innovative e dagli esiti inediti.

Le figure professionali che si formeranno nel percorso di studi in Interior Design. Spatial Practices for Gathering Cultures sapranno integrare competenze tecniche e analisi critica in ambito interior design sviluppando progetti legati sia agli spazi domestici che a quelli collettivi; in ambito exhibition design per la progettazione di mostre, eventi fieristici e feste; in ambito curatoriale per musei, gallerie e fondazioni come ricercatore e/o advisor; in ambito scenografico per teatro e cinema; in ambito di consulenza per aziende e società per lo sviluppo di progetti legati al campo del product design e del contract. Inoltre, sarà possibile proseguire in percorsi di Dottorato di ricerca presso Università italiane e straniere.

I principali software che ti serviranno durante il tuo corso te li fornisce IED!

In questa pagina trovi tutte le caratteristiche necessarie per il tuo computer. 

Faculty

Davide Fabio Colaci

Course Leader

Dicono del corso

Interior Design. Spatial practices for gathering cultures

Coordinatore del corso descrive gli obiettivi, la metodologia e le opportunità professionali della Laurea Magistrale in Interior Design.

Davide Fabio Colaci

Design X Commons

News