Il progetto di Maria Vernishinina parla di una donna affascinante ma infelice e sola poichè costretta a celare la sua vera natura.

Il fashion film e lo shooting ricreano una fantasia noir alimentata dalle atmosfere cupe e dai costumi dei giovani designer Salvatore Vignola, Berthauss e Hyeyun Seol.