Data

20 giugno 2022

Lo scorso 15 giugno si è svolta la cerimonia di consegna delle medaglie dell'ADI

ADI-FAD, Asociación de Diseño Industrial del Fomento de las Artes y el Diseño, invita ogni anno i giovani designer che hanno da poco concluso la formazione a presentare i progetti di tesi di laurea, master o post-laurea per l'assegnazione delle medaglie ADI, che si svolge nell'ambito dei Premi ADI.

Nate nel 1976, queste medaglie avevano lo scopo di creare dei ponti fra il mondo accademico e quello lavorativo. Si tratta quindi di riconoscimenti con una lunga tradizione nel panorama del design spagnolo, che incoraggia il talento delle future generazioni.

L'obiettivo del concorso è riconoscere e promuovere progetti dal carattere innovativo, ponendo l'accento in particolare sul processo creativo e di ricerca, sulla risoluzione formale, funzionale ed estetica, sull'idoneità ambientale, l'impatto sociale e l'applicazione adeguata di tecnologie e materiali.

Ai finalisti vengono assegnate 12 medaglie, di cui 9 di bronzo, 2 d'argento e 1 d'oro. 

Quest'anno tra i finalisti c'erano tre studenti dello IED Madrid, che hanno ricevuto rispettivamente la medaglia d'oro, d'argento e di bronzo. 

È il premio di design più prestigioso della categoria a livello nazionale e gode anche di un notevole credito internazionale.

 

I premi sono andati a: 

ORO a Xueyu Ji per il progetto SWAY

Sway è uno strumento di misurazione che trasforma le informazioni visive in informazioni acustiche.

Con un design inclusivo che si adatta a qualsiasi tipo di utente, è particolarmente utile per le persone non vedenti. Sway traduce le informazioni visive in formato acustico per fare in modo che queste persone possano riceverle. 

ARGENTO a Diego Acosta per il progetto One Side

One Side è un dispositivo tecnologico portatile progettato per la riabilitazione degli arti superiori nelle persone con Grave Cerebrolesione Acquisita (GCA), e si collega via Bluetooth a qualunque dispositivo smart. 

Una volta analizzati i movimenti che il paziente deve svolgere durante la sessione di esercizi, il sistema li traduce in un linguaggio meccanico per creare una serie di moduli che controllano i comandi di cui è dotato il videogioco scelto.

BRONZO a Flavia Carneade per il progetto Color Kartell

Un pennarello che attraverso un'esperienza guidata può essere usato senza lasciare tracce inquinanti sul pianeta, generando la minor quantità di rifiuti possibile e consentendo di sfruttare fino in fondo ogni sua parte.

 

I prototipi sono esposti insieme a quelli degli altri finalisti e vincitori nella mostra "El Mejor diseño del Año", inaugurata il 2 giugno al Museo del Disseny di Barcellona. 

 

A questo link si può vedere la cerimonia di premiazione.