Innovation and Future Thinking

Corsi Estivi - Barcellona

Scarica la brochure

Il ritmo dei cambiamenti sociali, tecnologici, economici e ambientali  sta aumentando rapidamente, e i progettisti, gli strateghi, gli innovatori trovano sempre più difficile anticipare, comprendere, pianificare e creare in questo clima di incertezza. La cultura si evolve e i processi si modificano in maniera virale, le connessioni tecnologiche, i nuovi modelli di business prendono vita rapidamente.

Durante questo corso "The Future Lab" aiuterà gli studenti a migliorare la loro capacità di captare i segnali di cambiamento, organizzare le idee in modelli, concettualizzando strumenti per mappare gli scenari possibili, individuare potenziali ostacoli e opportunità, progettare prodotti o servizi innovativi, e sviluppare le idee in grado di soddisfare esigenze emergenti. Con l'apprendimento delle basi del future thinking, orientate all'innovazione e alla creazione di valore, gli studenti acquisiranno una serie di strumenti che non diranno loro che cosa accadrà nel futuro, ma daranno loro le competenze necessarie ad individuare e valutare i futuri scenari possibili. Che si tratti della progettazione di un nuovo business, di un prodotto moda, o di un'applicazione per smartphone nel prossimo decennio, questo corso fornisce gli strumenti per anticipare le tendenze e agire.

  • Crediti
    5*
  • Partenza
    Agosto 2020
  • Durata
    2 settimane
  • Frequenza
    part-time
  • Lingua
    Inglese

IED Network

Orientamento

Orientamento IED

IED organizza durante l’anno numerosi momenti di incontro e orientamento che permettono di visitare le sedi, incontrare lo staff, o partecipare a workshop, al fine di guidarti nella scelta del corso più adatto alle tue capacità ed esigenze.

Scopri di più

Metodologia

Il corso inizia con la fondamentale domanda: "Perché pensare al futuro?"
Questo tema verrà esplorarlo attraverso una panoramica delle abilità essenziali, l'identificazione e l'analisi delle tendenze, ponendo il fuoco anche sui segnali deboli, micro e macro tendenze, e su come utilizzare tutto questo per pensare a implicazioni possibili e risultati inattesi. Il processo comprende l'osservazione, la ricerca degli indicatori utili per guardare al futuro, lo studio dei comportamenti, dei messaggi e dei segnali che fanno presagire un cambiamento emergente.

Si percorrerà l'elaborazione di scenari, roadmapping, deadline, backcasting e ideazione creativa per sviluppare narrazioni future, da usare a fine strategico. Si terranno conversazioni su Skype con innovatori e designer che utilizzano queste tecniche come chiavi di sviluppo per la propria professione.

Partendo da questa base, verranno analizzate pratiche di innovazione e processi tradizionali top-down, bottom-up, aperti all'innovazione, e il modo in cui vengono impiegati dalle grandi aziende. Si imparerà come legare lungimiranza e innovazione, ipotizzando sviluppi di design e di prodotto "a prova di futuro".

Infine, si vedrà come realizzare prototipi tenendo a mente il futuro immaginato, dando vita ad un progetto finale che presenti soluzioni ai problemi che si sono prospettati per il prossimo decennio.

Coordinatore

Scott Smith

Scott Smith è il fondatore di Changeist, in cui dirige le attività di strategia, ricerca e design. Il suo lavoro si basa su oltre 20 anni di esperienza dedicato al monitoraggio sociale, culturale, tecnologico ed economico delle tendenze, e combina la ricerca "grounded theory" con il narrative design per poter affrontare l'imprevisto.
Prima di fondare Changeist, Scott è stato direttore delle applicazioni di ricerca alla Social Technologies, una società di consulenza e innovazione. Ha definito possibili scenari futuri per il settore strategico pubblico e privato, e per i team di design e di Ricerca e Sviluppo di tutto il mondo, tra cui UNICEF, Nokia, Ford, Barilla e Proctor & Gamble.
Scott dirige partnership e collaborazioni con una vasta gamma di gruppi di design, strategia e innovazione, tra cui il lavoro con designer speculativi Superflux, Near Future Laboratory, l'agenzia d'innovazione FutureEverything, e il think tank nordico Demos Helsinki. Inoltre, Scott lavora come consulente per il gruppo Anthemis con sede a Londra ed è stato consulente esperto per le società di ricerca internazionale, tra cui ?WhatIf! e GfK. Ha anche sostenuto lo scenario di sviluppo del prossimo Museo del Futuro 2016, elaborato dal Gabinetto del Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti.
Dal punto di vista pubblico, Scott è anche uno scrittore per Quartz e collaboratore per How We Get to Next, WIRED UK e HOLO. È stato ospite di conferenze presso la RCA a Londra, e relatore al LIFT e FutureEverything ,SXSW, EPIC, e The Next Web. Ha inoltre progettato e diretto un laboratorio di innovazione per FutureEverything nell'autunno 2015 a Singapore.

*Crediti

La pianificazione didattica di tutti i corsi IED Master si basa sui criteri indicati dallo Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore (EHEA). IED Master adotta un sistema di crediti che segue la struttura degli European Credit Transfer System (ECTS). IED Master rilascia esclusivamente titoli privati propri.