News

Roma

ottobre 5, 2019

“Bangla” candidato a 4 David di Donatello

Girare il primo film con la produzione di Fandango: è successo a Phaim Bhuiyan dopo aver studiato alla Scuola di Arti Visive di IED Roma. "Bangla" è ora candidato a 4 David di Donatello.

È ambientato a Roma, nel quartiere di Torpignattara, Bangla: il primo film scritto, diretto e interpretato da Phaim Bhuiyan, diplomato IED Roma nel 2017 in Video Design and Filmmaking.

La pellicola, prodotta da Fandango e TIMVISION, è ora candidata a 4 David di Donatello (miglior regista esordiente, miglior sceneggiatura originale, miglior produttore, miglior canzone). Sceneggiato a quattro mani con Vanessa Picciarelli, docente IED Roma, Bangla racconta la storia autobiografica di Phaim, ventenne romano, figlio di immigrati bengalesi, cresciuto tra le mille contraddizioni vissute dalle seconde generazioni alle prese con un complicato processo di integrazione culturale.

Il tema dell’identità e del percorso di composizione delle tradizioni bengalesi con le normali istanze dei giovanissimi immersi nel contesto urbano occidentale, era stato già affrontato con delicata ironia da Phaim nel documentario L’amore di seconda generazione trasmesso da Rai 2 in una puntata di Nemo – Nessuno escluso, programma condotto da Enrico Lucci e Valentina Petrini. Phaim Bhuiyan ha già collaborato con Fandango in occasione delle riprese del film La profezia dell’Armadillo di Emanuele Scaringi, tratto dall’acclamata opera a fumetti di Zerocalcare.

Di Bangla, andato in onda in prima visione mercoledì 8 ottobre su Rai 2, Phaim ha avuto occasione di parlare durante gli IED Roma Design Awards, che hanno inaugurato l’anno accademico 2019/20 della sede romana dell’Istituto Europeo di Design.

Guarda l’articolo uscito sul Corriere della Sera