News

Milano

settembre 5, 2021

Fuorisalone, gli studenti con Haier al “Liquidsound Hackathon – Rethinking wine cellars experience”

Vino, suono, elettrodomestici: l'iniziativa di Haier con i designer mira a esplorare nuove soluzioni esperienziali, tra Food&Beverage ed Entertainment

Un approccio multidisciplinare e multiculturale, per partire dalla wine tasting experience (e dunque dalla cantinetta, la wine cellar) per andare oltre il vino, con l’obiettivo di esplorare nuovi possibili esperienze di consumo fisiche e sensoriali, anche attraverso il suono, tra Food&Beverage ed Entertainment.

IED partecipa al debutto, presso il grande pubblico del Fuorisalone 2021, del Milan Experience Design Center di Haier, leader mondiale nel settore, attraverso il “Liquidsound Hackathon – Rethinking wine cellars experience”.

Dal 5 al 7 settembre al Superstudio di via Tortona 27 si terrà un workshop per esplorare (a partire dal vino e dagli elettrodomestici ad esso collegati) nuovi scenari e soluzioni esperienziali fisiche e digitali, all’intersezione tra il mondo del Food&Beverage e quello dell’Entertainment, per il mercato domestico e per l’hospitality.

Attori dell’iniziativa saranno 3 gruppi mulitidiciplinari di studenti master e triennali IED Milano (Innovation, Product, UX-UI, Sounds Designer) che saranno ispirati nel lavoro da quattro diversi creativi ed imprenditori (Sonus Faber, Nio Cocktails, Musixmatch, OstelloBello), partner dell’iniziativa. L’Hackathon è facilitato dalla partecipazione di un team esteso di MED (appunto il Milan Experience Design Center di Haier, diretto dal designer Federico Ferretti, Coordinatore Scientifico del Master in Design – Innovation, Strategy and Product IED Milano) insieme ad esperti formatisi all’Università Enogastronomica di Pollenzo. 

Il gruppo di Caffè Design, seguirà in diretta e commenterà sulle piattaforme social lo sviluppo del progetto e condividerà le guest pill, per simolare ed includere nella conversazione progettuale  non solo i team di lavoro ma anche tutti i designer e giovani creativi che amano contaminare a mischiare punti di vista.