News

Roma

Gennaio 17, 2019

IED Factory 2019: Imponderabilia

L’arte ha incontrato il design e i cittadini, attraverso laboratori multidisciplinari e spettacolari performance dal vivo. È quello che è accaduto dal 25 febbraio al 1 marzo presso il Macro Asilo e le sedi romane di IED, dove gli studenti hanno lavorato a stretto contatto con artisti di fama internazionale.

In omaggio alla performance di Marina Abramović e Ulay, dal 25 febbraio al 1 marzo, IED si è aperto alla città di Roma, proponendo agli studenti provenienti dalle sue 4 scuole (Design, Moda, Arti visive e Comunicazione) e al pubblico del Macro Asilo 14 esperienze di progetto trasversale, che hanno violato i consueti confini della formazione professionale e permesso all’individuo di mettersi in gioco, senza veli, in un percorso di conoscenza di sé.

Essere designer del domani significa misurarsi con un futuro sempre mutevole, rispetto al quale il miglior modo di porsi è maturare una solida capacità critica e un’identità personale consapevole. Su questo concetto si è basata tutta la settimana creativa di IED Factory 2019: Imponderabilia.

Dopo l’apertura di lunedì 25 febbraio presso il Macro Asilo, con la presentazione dei 14 curatori protagonisti di questo evento unico (Loredana Antonelli, Barbara Capponi, Lucilla D’Antilio, La Macchina Studio, Myriam Laplante, Matteo Nasini, Francesco Pacifico, Giuseppe Palmisano, Pax Paloscia, Hanoch Piven, Daniele Puppi, Davide Rapp, Giuseppe Stampone, Valentina Vannicola), hanno avuto inizio i laboratori distribuiti nei vari spazi del museo e nelle sedi romane di IED.

Fino all’evento finale, che ha avuto luogo venerdì 1 marzo e durante il quale sono stati presentati i risultati dei laboratori attraverso talk, video installazioni e performance interattive.

Scarica il comunicato stampa con il programma dei laboratori.

Guarda il video di IED Factory 2019.

 

IED Factory 2019: Imponderabilia

25 febbraio/1 marzo 2019

Macro Asilo (via Nizza 138, 00198 Roma)

 

Photo credits: Viola Pantano