Retail Design

Corsi di specializzazione - Milano

Scarica la brochure

Il corso Retail Design mira a formare la figura professionale che si occupa di punti vendita, la quale deve essere in grado di percepire e comprendere le strategie che le aziende sviluppano per crescere sul mercato: strategie che partono dai valori e dall’immagine che l’azienda vuole comunicare ai clienti che poi si riflettono sui prodotti, sui punti vendita e sulla comunicazione. Questi aspetti devono essere, a loro volta, tradotti in un progetto o in una strategia del punto vendita in cui il cliente ritrovi questi valori e dove riconosca i prodotti comunicati attraverso i media. 

Il punto vendita deve essere pertanto una sintesi accurata e raffinata di quei valori che sappiano interpretare l’immagine aziendale. La nuova frontiera infatti è il Concept Store dove nuove strategie di relazione con il cliente introducono nuove funzioni e servizi nel punto vendita.

Guarda il video della presentazione dei project work di fine corso della passata edizione.

 

 

  • Partenza
    Febbraio 2021
  • Durata
    6 mesi
  • Frequenza
    serale
  • Lingua
    Italiano

IED Network

Orientamento

Digital Days Formazione Continua

La Formazione Continua IED si compone di un catalogo di corsi di Specializzazione e corsi di Formazione Avanzata nelle sedi di Milano, Cagliari, Firenze, Roma, Torino e presso l’Accademia Galli di Como. Sono corsi dedicati a chi vuole acquisire competenze specifiche e aggiornare il proprio profilo professionale.

Scopri di più

Il corso Retail Design è rivolto a tutti gli attori che operano nel settore, quali progettisti, aziende, gestori e manager che vogliono approfondire le loro conoscenze specifiche in materia.

Si preparerà una figura professionale che deve quindi essere in grado di interpretare la brand image dell’azienda per poter sintetizzare le scelte di shop image con le strategie del visual merchandising, a partire da un’attenta indagine delle tendenze attuali e future, con lo scopo di affascinare il committente della qualità progettuale.

A termine del corso è previsto un focus di approfondimento sui luoghi della vendita (il punto vendita, lo showroom, il flag shop, la catena di punti vendita monomarca) per approfondire un layout di massima o (laureati in architettura o interior design) o un sistema/complemento d’arredo legato al mondo del retail (laureati in product design).

Aree di approfondimento:

Per poter rispondere alle esigenze specifiche del singolo partecipante, il corso sarà diviso in due moduli costituiti entrambi da una parte teorica e una parte progettuale/laboratoriale.

Nel 1° modulo sono previste lezioni teoriche sulle tendenze del settore e contributi specifici sulla brand strategy:

Retail Trends
Brand Strategy

Le lezioni del 2°modulo di Progetto saranno volte alla definizione del Progetto, finalizzato alla creazione di uno spazio di vendita nelle sue multiple accezioni come contenitore a servizio del contenuto, con l'obbiettivo di enfatizzare quella shopping experience su cui i piccoli e grandi brand fondano la loro esistenza. Il negozio non è solo un spazio funzionale ma deve essere un luogo “altro” per poter trasformare l’esperienza dell'acquisto in un’esperienza “unica”: deve essere “vestito” e “allestito” in modo che possa diventare uno Store, luogo di rappresentazione, esposizione, cultura e vendita di prodotti e di servizi.
L’accezione “Concept Store”, nello specifico, vuole sottolineare il taglio assolutamente innovativo e concettualmente propositivo di nuove relazioni merceologiche e/o sociologiche che devono essere inventate, teatralizzate, comunicate e “messe in scena” per il pubblico sul palcoscenico delle nuove funzioni proposte. Durante il corso si svolgono inoltre delle lezioni teoriche di Visual Merchandising, disciplina diventata fondamentale nel progetto degli spazi di vendita, che fornisce utili indicazioni al progettista per capire i comportamenti del consumatore quando entra in un punto vendita.

Requisiti di ammissione: Esperienza professionale nel settore documentata da CV e portfolio. Per chi segue il modulo aggiuntivo di Progetto è richiesta la conoscenza informatica di base su piattaforma Windows e la conoscenza di AutoCAD® 2D.

Partner: IED + ADOBE//AUTODESK//MICROSOFT

Grazie all’accordo con le più importanti software house, tutti gli studenti IED hanno in esclusiva e completamente gratuito l’accesso al pacchetto Design & Web Collection (Adobe Photoshop® CC, Adobe Illustrator® CC, Adobe InDesign® CC, Adobe Dreamweaver® CC, Adobe Flash® Professional CC, Adobe Fireworks®, Adobe Acrobat® Pro, Adobe Premiere®, Adobe AfterEffects®), ai software Autodesk (3D Studio Max, Autocad, Maya) e Microsoft (Word, Excel, Power Point, Outlook, One Note, Access, Publisher). La validità delle licenze copre la durata del corso. Tutti i programmi sono utilizzabili sia dai laboratori della Scuola sia dal proprio computer personale.

Guarda il video della presentazione dei project work di fine corso della passata edizione.

 

 

 

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

In IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Simona Marzoli

Simona Marzoli
Diplomata in Architettura d’interni presso IED, si occupa di architettura, design e grafica con progetti per abitazioni private, alberghi, negozi, stand fieristici, ristoranti e bar. Da diversi anni collabora con la scuola di Design di IED. Ha sviluppato un gran numero di progetti per Triennale di Milano, IED, Wall&Decò, Zanotta, Fiat. I suoi progetti sono basati su un approccio sperimentale che combina una forte curiosità nei confronti della cultura visiva contemporanea e storica abbinata ad una conoscenza approfondita dei materiali.

Mauro Carta

Mauro Carta
Dopo la laurea in Architettura e dopo le prime collaborazioni presso studi quali Del Boca & Partners, Bpm Studio e Cityedge, fonda il proprio studio nel 2009 associando la pratica professionale alla fornitura di servizi esterni per studi di architettura e società di progettazione (tra cui Studio Libeskind e Bertero Projects). STUDIOCARTA si occupa prevalentemente di progettazione architettonica e urbanistica, allestimento, interior design, ristrutturazione di immobili privati, di spazi commerciali e uffici.  

Eleonora Saiz

Eleonora Saiz
É una Designer esperta nella progettazione del colore, dei materiali, delle finiture. Collabora attivamente con aziende e studi professionali, in Italia e all’estero, nell’ambito del progetto sensoriale.

Gaia Rancati

Gaia Rancati
É Professor di Marketing all'Allegheny College in Pennsylvania e Head of Retail alla Immersion Neuroscience in California. In precedenza è stata Business Development Manager per Multisearch AG, la più grande azienda al mondo specializzata in Mystery Shopping per la Moda e per il mercato del lusso, lavorando per marchi come Louis Vuitton, Ermenegildo Zegna, Bruno Cucinelli, Pinko, Marella, Diesel, Sephora, Fashion District. In passato, ha anche lavorato come Store Manager per Block Buster e la Rinascente di Milano. È poi diventata Sales Director per Louis Vuitton, RTW e Shoes Area.

  • Piano di studi

    • Brand Strategy

      Il programma nasce dalla necessità di allineare i contenuti specialistici di progettazione alle tendenze in atto nel marketing, con speciale riferimento al retail e all’omnicanalità. Il programma si pone l’obiettivo di dare una visione completa del mondo retail, allargando-la ai cambiamenti del mercato e alla tecnologia. Il corso è così organizzato:

      •             Dal marketing 4.0 all’omnicanalità.

      •             I canali distributivi, i format e le loro evoluzioni

      •             Location: la scelta, il numero dei negozi in una città, strategie di internazionalizzazione

      •             Antropologia dello shopping: i movi-menti del consumatore all’interno dello store

      •             Travel retail: la sua evoluzione, i format, i comportamenti del consumatore

      •             Outlet e mall: le strategie di marketing collegate

      •             Il cambiamento di ruolo dello store in un’ottica omnicanale

      Durante le lezioni verranno trattate case history e fatti esempi riguardanti il mondo del fashion, del design e del food.

    • Retail Trends

      Il corso permetterà un approfondimento sul tema del Retail Design tramite una panoramica dettagliata sulle tendenze contemporanee analizzando stile, tipo-logia di shop, servizi offerti al consuma-tore, nuove modalità di vendita e “at-mosfere”. Ogni incontro verrà dedicato a una diversa categoria di retail, dal fashion al food, dallo sport ai pop up fino ai concept store. Gli approfondimenti si concentreranno sulle atmosfere che trasformano il mo-mento dell’acquisto in un’esperienza immersiva. Studio dettagliato degli spazi, tecnologia integrata, colori, materiali, finiture, luci permettono la differenziazione e caratterizzazione di ogni singolo store nell’epoca in cui l’e-commerce cambia le relazioni tra acquirente e prodotto e tende ad annullare la presenza delle strutture fisiche.

    • Progettazione Retail

      Progettare spazi commerciali è attività complessa che richiede un controllo costante del processo e delle singole componenti. Si tratta di un percorso variegato in cui il compito del designer non è dare dimostrazione della propria personalità o caratura artistica ma ideare uno spazio al servizio di una o più attività le cui caratteristiche sono definite dal brand committente.  Per questo aspetto, progettare negozi differisce notevolmente da altre tipologie di attività progettuale in cui un professionista viene scelto per la propria mano riconoscibile: in un negozio il designer deve svolgere in modo professionale il proprio incarico celando accuratamente la propria presenza autoriale. Ci sono macroaree tematiche che devono essere considerate contempo-raneamente e in tempi commerciali sempre più contratti e vincolanti: il corso tenterà di conciliare queste tematiche all’interno della pratica progettuale. Verranno offerti strumenti di analisi da applicare contestualmente nell’esercitazione pratica. L’obiettivo è quello di ricreare un per-corso completo partendo dalle esigenze di un’azienda scelta come cliente di riferimento e chiudendo il percorso con la produzione di tutti gli elaborati neces-sari per la realizzazione dello spazio commerciale.

    • Material Trends

      Gli interventi hanno come obiettivo principale quello di sensibilizzare i progettisti all’utilizzo espressivo e sensoriale di materiali e colore. La scelta di determinate finiture materi-che o combinazioni cromatiche ricopre una grande importanza nel progetto di uno spazio espositivo. Questa infatti contribuisce a delineare l’identità del luogo fisico e a coinvolgere emotiva-mente l’utente caratterizzando forte-mente la sua esperienza. Durante le lezioni gli studenti potranno apprendere conoscenze e strumenti utili per la progettazione dell’identità cromatica, tattile e decorativa di manufatti ed ambienti, sperimentando in maniera diretta la gestione di un progetto di CMF design. Gli interventi saranno strutturati in modo da dedicare la prima parte ad un approfondimento teorico e la seconda ad esercitazioni pratiche e mirate che possano spronare la ricerca e la sperimentazione personale. Nella seconda parte della lezione verrà spiegato come creare un moodboard che coniughi funzionalità ed estetica e che favorisca la comunicazione e la trasmissione di  sensazioni ed immagini.

Progetti