News

IED Network

agosto 2, 2021

Global Goals Jam

La GGJ, Global Goals Jam, nasce per individuare azioni comuni in grado di calare i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) e i relativi target (ovvero i traguardi da raggiungere concretamente), nelle diverse realtà e nei comportamenti quotidiani. I cambiamenti e le sfide che riguardano il futuro del nostro Pianeta sono così complessi che non possono essere affrontati da singole discipline, ma necessitano di collaborazione e condivisione affinché soluzioni locali possano fornire opportunità di apprendimento e di sviluppo a livello globale.

Per ogni edizione IED propone ai propri Jammer, con competenze disciplinari differenti, un tema specifico, da affrontare attraverso i metodi della creatività, per arrivare a formulare una risposta, piccola, locale, ma che rappresenta un’azione concreta. Fondamentale resta la partecipazione al processo  e l’acquisizione di un approccio sistemico integrato a problematiche complesse, finalizzato a trasformare un elemento critico in un momento di crescita, ideando interventi che possano avere un impatto positivo in termini di sviluppo sostenibile, a lungo termine e ad ampio raggio.  Per IED è di estrema rilevanza sensibilizzare i jammer sugli impatti, positivi e negativi, che le loro soluzioni hanno sugli altri SDGs, così da promuovere gli uni e presidiare gli altri.

2018 – Al centro della prima edizione del progetto l’SDG 11: CITTÀ E COMUNITÀ SOSTENIBILI. La ricerca IED si è concentrata sulle azioni in grado di promuovere una rigenerazione coesiva, sostenibile e inclusiva dello spazio quartiere, sia dal punto di vista sociale, rivolgendosi ad anziani, pensionati, disoccupati,  sia da quello economico, prospettando interventi dedicati alle botteghe e alle imprese locali. Per saperne di più clicca qui.

2019 –  Gli SDGs 6: ACQUA PULITA E SERVIZI IGIENICO-SANITARI, e 13, LOTTA CONTRO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO, sono stati gli obiettivi attorno ai quali si è sviluppata la seconda edizione italiana della JAM. Il tema che IED ha individuato per guidare il processo, How black is black Friday? ha spinto i partecipanti a interrogarsi sul senso e sulle conseguenze che porta con sé la celebrazione per eccellenza dell’acquisto compulsivo: quali sono i costi, in termini ambientali, della produzione, dell’imballaggio, del trasporto di tutti questi beni superflui? Per saperne di più clicca qui.

2020 – Oltre all’SDG 13, la terza edizione della JAM, interamente online a causa dell’emergenza Covid 19,  ha introdotto l’SDG 5, PARITÀ DI GENERE e l’SDG 3  SALUTE E BENESSERE, messi in relazione con gli altri obiettivi e con un tema che rappresenta il naturale prosieguo del precedente: il Socialovereating. Un approccio bulimico che ha a che fare con un nutrimento soprattutto simbolico, virtuale, spirituale, esperienziale… e che implica diversi aspetti, come identità, limite, qualità, salute, spazio e tempo del consumo, condivisione. Per saperne di più clicca qui.

2021 – Questa edizione prevede due incontri introduttivi UNBOXING, il 6 e 7 settembre, e la JAM nelle giornate dal 16 al 18 settembre, nelle sedi IED di Milano e Roma. In formula blended con alcuni appuntamenti online trasversali alle due città, l’edizione 2021 si apre per la prima volta a studenti di diverse discipline, provenienti anche da istituti di formazione diversi da IED. L’SDG che guiderà la ricerca sarà il 12,  CONSUMO E PRODUZIONE RESPONSABILI; con il tema della Resilienza Trasformativa, ci si concentrerà sul target 8 che mira, entro il 2030, a fare in modo che le persone abbiano in tutto il mondo le informazioni rilevanti e la consapevolezza in tema di sviluppo sostenibile e stili di vita in armonia con la natura. Per saperne di più clicca qui.