News

Roma

aprile 7, 2021

Ruedi Baur per MASTERS@WORK

Uno tra i più significativi e sperimentali designer del mondo ha tenuto una special lesson per gli studenti dei Master IED

Lo sviluppo dell’identità visiva del Centre Pompidou di Parigi, la segnaletica dell’aeroporto di Koln-Bonn, il layout grafico di Manifesta 11, sono solo alcuni dei lavori che hanno consacrato Ruedi Baur come graphic designer sul panorama internazionale, fra lettering e design urbano.
Nell’ambito del ciclo di lezioni online MASTERS@WORK promosso da IED, che offre agli studenti la possibilità di entrare in contatto con alcuni fra i più significativi creativi del nostro tempo, lo scorso 25 marzo il designer franco-svizzero ha condiviso con gli studenti delle diverse sedi in ascolto il suo punto di vista sulle urgenze del nostro tempo, i suoi lavori più sperimentali – come la segnaletica del parcheggio Gutenberg a Strasburgo e il progetto della metropolitana di Parigi – e la sua decisa idea di design consapevole che si mette a servizio della dimensione civica, applicabile anche in incarichi istituzionali.
La sua idea arriva potente e chiara: di fronte a un’importante trasformazione della società e dell’ambiente, che è esistenziale prima ancora che sociale, poiché riguarda tutti, il design delle informazioni potrebbe svolgere un ruolo centrale e farsi carico di progettare reali spazi di informazione visiva per detonare i tentativi capillari di disinformazione.

La didattica a distanza ha permesso di aprire la lezione ispirazionale a tutti gli studenti del Network IED, ma è stata inizialmente concepita per gli studenti del master in Exhibit Design di  IED Roma. Con l’obiettivo di qualificare professionisti capaci di trasformare gli ambienti in spazi narrativi, il corso mette insieme 3 ambiti, fieristico, commerciale e culturale-museale, affiancando a lezioni teoriche e laboratoriali, testimonianze di importanti figure del settore, come Baur, che ha fatto della comunicazione visiva l’epicentro della sua attuale ricerca.

Foto: Ruedi Baur