News

Torino

settembre 23, 2021

IED TURIN THINKS GREEN

Prende forma il nuovo corso di Specializzazione in Design del Verde

Nella società contemporanea emerge, sempre di più, l’importanza del verde di prossimità, accessibile a tutti e di qualità, con una funzione non più esclusivamente decorativa, ma centrale per un nuovo equilibrio urbano.

 

Stando al capoluogo piemontese, Torino ha un’estensione di circa 130 chilometri quadrati, di cui 21 sono occupati da aree verdi, senza tener conto dei parchi privati. Il verde torinese supera il 16% del territorio urbano, con ben 23,84 m2 di verde pubblico per abitante; questi numeri (1) le hanno conferito il primato della città più verde d’Italia e una delle città più verdi del mondo.

 

Torino guarda al futuro, certa che il percorso di realizzazione di infrastrutture verdi e di contrasto ai cambiamenti climatici, intrapreso negli ultimi anni e volto a migliorare la qualità di vita dei suoi cittadini, le consentiranno di compiere una trasformazione urbana sempre più significativa, verso una città Sostenibile e Resiliente.

 

Forte di questo scenario e leader nell’ambito del design di progetto, la sede di Torino dell’Istituto Europeo di Design presenta Design del Verde, un corso di Specializzazione coordinato da Elena Carmagnani, Architetto PhD, che si occupa di architettura sostenibile, green design e pratiche di riuso degli spazi urbani con soluzioni nature-based.

 

Il percorso, in partenza a marzo 2022, ha lo scopo di formare progettisti del verde in un contesto di ricerca e progettazione di nuovi scenari urbani, che pongano il tema del verde tra gli obiettivi di uno sviluppo strategico.

 

 

Il corso si rivolge a designer, interior designer, architetti, agronomi e progettisti ed è strutturato in tre moduli: Garden Design, Architettura Verde e Green Urbanism.

 

Il corso prevede una parte di teoria, una di progettazione, chiamata “Atelier”, finalizzata a realizzare un progetto individuale e utile a mettere in pratica le conoscenze acquisite, e delle uscite esterne, presso vivai o giardini di recente realizzazione, giardini storici interessati da interventi recenti, spazi pubblici particolarmente significativi e coerenti con i temi trattati, e uno o più cantieri in corso di green roofs.

 

Per maggiori informazioni sul corso: clicca qui

 

(1) Comune di Torino