News

Milano

Novembre 25, 2019

Le Arti Visive incontrano la musica, a sostegno della ricerca nano-immuno terapica

Sul palco dell’Alcatraz, il 26 novembre, un estratto delle mostra promossa da Roche e realizzata in collaborazione con l’Associazione WALCE Onlus e IED

Ci sarà spazio anche per l’Illustrazione frutto del design giovane sul palcoscenico milanese dell’Alcatraz, martedì 26 novembre, tra i grandi artisti che hanno scelto di aderire alla serata benefica “Medicine Rocks”, per ricordare Tomaso Cavanna – noto produttore di eventi dal cuore musicale, scomparso prematuramente lo scorso agosto.

La serata è promossa dall’Associazione Medicine Rocks – che nasce con l’obiettivo di organizzare e promuovere eventi musicali, artistici e di varia altra natura al fine di sostenere la ricerca sull’immunoterapia e la nanomedicina, nuove frontiere nella cura delle neoplasie. Proprio su questo tema hanno lavorato nei mesi scorsi – in un progetto speciale condotto con Rochesette giovani designer IED Milano, ex studenti di Illustrazione e di Fotografia che hanno impiegato questi linguaggi universali (combinati a quello scientifico) per offrire suggestioni sulla storia e sulle nuove fontiere dell’Immunoterapia Oncologica, visione nata agli inizi del Novecento e oggi diventata realtà. Una straordinaria scoperta sulla cura del cancro sfruttando le risorse dell’organismo stesso, cui per la prima volta è stata dedicata una mostra itinerante con le opere dei talenti IED – “Immunoterapia oncologica: tra visione, realtà e prospettive future” – promossa da Roche e realizzata in collaborazione con l’Associazione di pazienti WALCE Onlus. La mostra è attualmente esposta a Napoli presso l’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” dove rimarrà fino al 24 novembre. Dal 9 dicembre sarà a Bari presso l’Istituto Tumori Giovanni Paolo II.

In particolare, il pubblico che accorrerà all’Alcatraz per il concerto tributo a Tomaso Cavanna potrà ammirare Sinphonia – illustrazione dell’alumnus IED Milano Alessandro Moretti – opera che esprime la coralità dei microorganismi che cooperano. Il completarsi a vicenda dei vari componenti del sistema immunitario permette la cronicizzazione della malattia, rendendo di fatto il tumore controllato, riducendone l’entità dei danni e allungando così la prospettiva di vita. La cellula mutata è il centro, circondata dall’orchestra del sistema immunitario. I vari microorganismi, danzando in atteggiamento quasi umano, si stringono in un abbraccio attorno alla cellula tumorale.

Attraverso l’approccio fotografico e illustrativo, i giovani designer IED hanno dato forma all’immunoterapia oncologica superando il concetto di malattia-paziente-cura per dare centralità alla persona, quale protagonista del percorso di cura”- commenta la sociologa e docente IED Serena Sala, che ha condotto il progetto speciale. Nelle opere degli alunni IED dedicate all’Immunoterapia Oncologia, infatti, l’interpretazione (mediata dalle arti visive) del meccanismo di azione e dell’impatto dell’immunoterapia oncologica sui pazienti fa leva su scenari cromatici e su soggetti che non diventano mai drammatici, evocando invece “leggerezza”, cooperazione e resilienza, a svantaggio delle immagini fin troppo utilizzare di guerra e battaglia contro la malattia.

A introdurre Sinphonia e il progetto Roche con IED sul palco dell’Alcatraz sarà il Professor Ennio Tasciotti, da anni impegnato nel coordinamento di un team di ricerca al Methodist Hospital Research Institute di Houston, che porterà testimonianza dei progressi fatti nell’utilizzo di nano-e bio-tecnologie per la battaglia contro il cancro. Il suo obiettivo: promuovere una nuova generazione di terapie mediche, volte a potenziare le difese del corpo contro tumore e malattie degenerative.

Il ricavato dell’appuntamento del 26 novembre servirà a finanziare una posizione di ricercatore, intitolata a Tomaso Cavanna e finalizzata a sostenere il lavoro di un giovane scienziato/a per lo sviluppo di un nuovo approccio di nano-immuno terapia. Per poter accedere alla serata, tramite regolare biglietto di accesso, ogni partecipante potrà effettuare una donazione all’Associazione Medicine Rocks, tramite il sito  https://www.mailticket.it/manifestazione/KT28, (donazione minima € 30,00).