Interior Design

Master - Milano

Scarica la brochure

16edizione - Il Master in Interior Design segue un innovativo approccio human-centred: non tratta soltanto la progettazione di uno spazio, ma anche dei servizi offerti al suo interno. Gli interior Designer devono essere capaci di gestire sia la parte strategica di un progetto, sia quella tecnica, a partire da un'analisi accurata e giungendo a ideare le migliori soluzioni in termini di miglioramento della suddivizione degli spazi e di service design. Gli studenti sono chiamati a creare spazi che trasmettono sensazioni forti, unitamente al presentare la giusta scelta di mobilio, luci, materiali e colori. L'approccio originale e onnicomprensivo spinge numerose aziende a chiedere agli studenti del Master IED di lavorare su progetti di loro specifico interesse strategico, per progettare una user experience efficace e significativa.

Il programma di questo Master internazionale è concepito, confezionato e svolto interamente a Milano, dove il Made in Italy si fonde con il sistema di design italiano e dove hanno luogo gli eventi più interessanti e influenti. 

 

  • Partenza
    Gennaio 2020
  • Durata
    1 Anno
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Inglese

Entra in classe: scopri di più sulle attività del Master

A chi è rivolto - Il Master in Interior Design si rivolge ai laureati in Architettura o Interior Design. Esperienze pregresse diverse da questa saranno soggette a valutazione. 

Metodologia e struttura - Il corso riproduce le dinamiche di un laboratorio dinamico, un grande studio di design dove gli studenti si abituano a seguire specifiche line guida, adattando il proprio linguaggio a brief differenti e lavorando a stretto contatto con diverse professionalità. La teoria si apprende attraverso la pratica diretta, grazie alla partecipazione a workshop con aziende e realizzando tre progetti principali caratterizzati da complessità crescente. I partecipanti imparano ad andare incontro ai bisogni e alle aspettative dei clienti, agevolati dal fatto che brand e agenzie di servizi sono parte integrante della formazione e partecipano in modo critico alla revisione del loro portfolio. Gli studenti acquisiscono inoltre competenze di self-branding e self-promotion, così da sapere come presentare al meglio un progetto, curando ogni singolo dettaglio.

All’inizio del corso, ai partecipanti con background differenti viene fornita una base culturale comune e viene insegnato loro come approcciarsi ai progetti secondo l’approccio del design thinking, con particolare attenzione agli aspetti metodologici, ad esempio quali sono gli step da seguire una volta lanciato un brief, come approcciarsi a un progetto con un’azienda ecc. In seguito, corsi specifici sono affiancati a 3 progetti principali di complessità crescente incentrati sui principali ambiti dell’interior design. Questi progetti simulano un vero approccio professionale e sono strutturati in briefing, sviluppo e presentazione. Il Progetto di Tesi, così come gli altri, è sviluppato in partnership con un’azienda, offrendo ai partecipanti la possibilità di sperimentare la realtà professionale. Il programma include anche lezioni tenute da professionisti del design e visite presso aziende, showroom, eventi - come il Salone del Mobile - e workshop interdisciplinari.

Opportunità professionali - Interior Designer, Innovation Expert.

Nelle precedenti edizioni, sono stati sviluppati progetti con: Amazon, Adidas, Kartell, Jacuzzi, Rizoma, TVS, Best Western, Fontanot, Azzurra, Tecnargilla.

Al fine di sostenere i partecipanti nella copertura della quota di partecipazione, IED ha attivato un sistema articolato di agevolazioni economiche. Qui tutte le informazioni.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

In IED insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Giorgio Grandi - Coordinatore del corso

Giorgio Grandi - Coordinatore del corso
Architetto e Interior Designer, è titolare dal 1997 di GGAStudio, in Milano, con cui si occupa di architettura di interni e di interior design (Wellness, Hospitality e Food). Contractworld Special Award 2001, lo studio è autore del progetto Tisana SPA_Arlate (Best Country SPA 2011 e Best Medical SPA in the World 2012): CONDE NAST Johansens’ Best Luxury SPA in the world.   

Francesca Perani

Francesca Perani
Architetto, si laurea al Politecnico di Milano. Nel 2007 fonda Francesca Perani Enterprise, studio di progettazione architettonica, architettura d’interni, comunicazione web e app. Studia in Belgio e in Australia. Lavora a Londra, Brisbane, Torino e a Milano con Enzo Mari. E' stata Vicepresidente dell'Ordine Architetti Bergamo. Dal 2011 collabora con la didattica dei corsi IED internazionali. Linkedin

Fabrizio Pierandrei

Fabrizio Pierandrei
Laureato in Architettura a Genova, ha cominciato la sua carriera nello studio di Renzo Piano lavorando su numerosi progetti internazionali. Nel 1997 ha co-fondato Pierandrei Associati. La sua attività include progetti di architettura, interni, prodotti e servizi con attenzione al tema dell’innovazione sociale. Fra i suoi clienti Ferrari-Maserati, North Sails, Acquario di Genova, Tecno e Sedus.

Elia Mangia

Elia Mangia
Studia presso il Central Saint Martins College of Art and Design di Londra e presso lED Milano. Dal 2003 al 2006 lavora come Senior Designer presso lo Studio Norguet a Parigi. Nel 2007 apre il proprio studio a Milano, occupandosi di interior e industrial design per clienti come Bosa, Cir SpA, Dilmos, Foundry, Gaggia, Ligne Roset, Nespresso, Saeco, Schiffini, Skitsch. Sito personale

Paolo Spotti

Paolo Spotti
Alterna l’attività di Progettista illuminotecnico per la città e l’architettura con quella di Light Designer per lo spettacolo, elaborando una personale sintesi tra tecnologia e ricerca artistica. Per la società di progettazione illuminotecnica Ferrara-Palladino e Associati ha curato importanti realizzazioni tra cui la stazione Garibaldi di Milano, Palazzo Grassi a Venezia, il polo espositivo di Punta della Dogana con l’architetto Tadao Ando. È autore di Illuminare con i LED, Tecniche Nuove.

Diletta Toniolo

Diletta Toniolo
Independent Design Professional. Laureata in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Milano con una specializzazione in lingua inglese alla Columbia University di New York, ha da sempre coltivato la passione per il design che oggi insegna in corsi di storia e in laboratori di ricerca sulle tendenze contemporanee. Vanta un’intensa attività giornalistica collaborando con Box International Trade, Domus, Bravacasa, Arketipo, il Mattino, Corriere della Sera, Sky Alice, 24 Ore Television, Radio 24. È Curatrice di mostre ed eventi.

Manuela Sacco

Manuela Sacco
Ha maturato un'esperienza di oltre vent’anni come Market Research Director con responsabilità locali e internazionali presso diversi produttori multinazionali, tra cui: Coats Patons, Levi’s, Gillette Group. È pioniera nell’utilizzo delle metodologie di osservazione del comportamento dei consumatori sul punto vendita. Lavorando in Envirosell ha guidato progetti di ricerca per importanti clienti globali tra cui Adidas, CocaCola, Coin, Dior, Ikea, Nike, Oviesse, Philip Morris, Selfridges, Starbucks.

Gaia Rancati

Gaia Rancati
È Business Development Manager per Multisearch AG, la più grande azienda al mondo specializzata in Mystery Shopping per la Moda e per il mercato del lusso, lavora per marchi come Louis Vuitton, Ermenegildo Zegna, Bruno Cucinelli, Pinko, Marella, Diesel, Sephora, Fashion District. In passato, ha anche lavorato come Store Manager per Block Buster e la Rinascente di Milano. È poi diventata Sales Director per Louis Vuitton, RTW e Shoes Area.

Gian Paolo Armana

Gian Paolo Armana
Laurea in Scienze Politiche e Master in Organizzazione Imprenditoriale, ha coperto posizioni manageriali all’interno di grandi gruppi internazionali come La Rinascente, IBM e Nestlè. Dopo un’esperienza imprenditoriale negli USA, dal 2008 ha focalizzato l’attività sulle PMI italiane dei settori che caratterizzano il Made in Italy, con progetti e attività volte a creare valore aggiunto. Porta una visione aziendale-manageriale nelle aree Strategia – Innovazione – Commerciale – Marketing.

Paolo Emilio Bellisario

Paolo Emilio Bellisario
Architetto e designer. Svolge attività di progettista e designer con NINE associati, ed è stato co-fondatore e CEO di ZO-loft architecture&design, nonchè redattore e responsabile delle relazioni esterne della rivista "Cityvision". Vincitore di importanti premi e riconoscimenti internazionali è stato inserito nell’Annual Young Blood come talento italiano premiato nel mondo. Ha organizzato eventi, mostre, workshop e concorsi internazionali, con riferimento ai temi della glocalizzazione, delle utopie urbanistiche e delle tecnologie additive.

Fariborz Aliakbarsichani

Fariborz Aliakbarsichani
Architetto e Project Manager. Laureato all’Islamic Azad University si è poi trasferito in Italia per continuare i suoi studi. Ha lavorato a diversi progetti spaziando tra diversi settori come architettura, interior design, ristrutturazione e riqualificazione di spazi e scenografia.

Davide Meroni

Davide Meroni
Senior Architect e Project Manager. Architetto specializzato in retail e progettazione edilizia, ha collaborato con aziende internazionali a Milano come BCJ, Callison e F & P. Ha lavorato a progetti di retail design per importanti marchi di moda, luxury, centri commerciali, showroom e banche. Nel 2005 è entrato in SPI, Società di Progettazioni Integrali, come Senior Project Architect, e ad oggi è uno degli associati.

Luca Mucciante

Luca Mucciante
Senior Project Architect. Ha collaborato con aziende internazionali a Milano, come Vudafieri Saverino Partner, specializzato in architettura e progetti di corporate design. Negli ultimi dieci anni, si è dedicato a progetti di retail design per marchi di lusso prêt-à-porter, case e ristoranti per privati. Dal 2015 è entrato a far parte di SPI, Società di Progettazioni Integrali, come Senior Project Architect.

  • Programma

    • Methodology

      L'obiettivo è guidare gli studenti durante tutto l'intero processo di un progetto di interior design. Verrà chiesto di analizzare i comportamenti abituali e le esigenze dei consumatori, tenendo sempre presente l'identità del cliente, per poi focalizzarsi sull'interazione tra utente e infrastrutture e arrivando alla creazione di layout curati nei colori, nelle finiture, negli effetti di luce, che sappiano offrire un'esperienza sensoriale ed emozionale.

    • Communication Lab

      Il laboratorio si propone di formare gli studenti in modo che siano in grado di presentare adeguatamente e in modo efficace i propri progetti al cliente e al mercato. Si tratta di un'attività complessa e strategica da cui dipende in buona parte il successo del progetto stesso. Il laboratorio è suddiviso in: organizzazione di una presentazione attraverso una story-board; definizione di tutti gli strumenti a supporto della storia; presentazione orale a livello professionale.

    • Cross-disciplinary Influences

      Per arricchire la conoscenza della lingua, sono previsti incontri interdisciplinari con le classi Master delle altre scuole IED al fine di fornire agli studenti una panoramica completa.

    • Design Elements

      Questo intenso programma aiuta i partecipanti a imparare le funzioni programmatiche di base, attraverso ricerca e analisi di case history. Impiego di materiale di recupero. Sviluppo di un modello tridimensionale di manufatto tramite precise caratteristiche geometriche. Rappresentazione di istruzioni di disegno per l'adattabilità di un modello astratto tridimensionale alle proprietà programmatiche insite nel brief di progettazione. Sviluppo di un processo creativo individuale capace di elaborare le interazioni tra user e generator, essenziali in un sistema riflessivo.

    • Design Language

      Uno degli obiettivi più importanti del Master è la ricerca di un proprio personale linguaggio architettonico. Nel tempo, i designer più importanti si distinguono e ricordano proprio grazie al personale e univoco codice espressivo che caratterizza le loro opere.

    • Emergent Technologies

      Il laboratorio è focalizzato sull'insegnamento dei nuovi limiti propri dei materiali di utilizzo, in riferimento al design di prodotto e di interni, prestando particolare attenzione alle problematiche ambientali. Si approfondiscono le caratteristiche sensoriali dei materiali, la finitura superficiale, i feedback emozionali e le gamme cromatiche. Le tematiche relative ai materiali di riciclo e ai materiali ricomposti e ai processi ecologici di produzione vengono sviluppate in collaborazione con agenzie specializzate.

    • Light Technologies

      Il corso si concentra sulle nozioni e sulla pratica di base relativi all'illuminazione architettonica, con lo scopo di affrontare in modo comprensibile e pratico questo tema, raramente approfondito a livello didattico.  Si forniscono le conoscenze tecniche ed espressive relative alle nuove tecnologie di controllo della luce e all'utilizzo di luce artificiale e naturale.

    • Projects

      I progetti simulano una vera e propria situazione professionale. Dopo la comunicazione del brief, viene presentato un progetto completo sviluppato utilizzando tutti gli strumenti espressivi appresi. Il percorso è organizzato secondo la classica struttura di progetto, prevede, cioè, una fase di ricerca preliminare coerente al brief presentato, una fase di analisi e la definizione del concept. Soprattutto durante questa ultima fase, gli studenti sono invitati a valorizzare le proprie competenze per realizzare un progetto innovativo.

    • Strategy

      Uno dei focus strategici della Scuola di Design è la formazione di progettisti capaci di relazionarsi con il sistema economico interpretandone le esigenze e i valori specifici; professionisti che siano in grado di interpretare un brief di progetto, di analizzare i valori del brand, di analizzare il mercato, percepirne i cambiamenti e individuare i campi in cui poter presentare e valorizzare il proprio progetto.

    • Salone del Mobile Language Experience

      Gli studenti, guidati da Diletta Toniolo, raccoglieranno informazioni durante Il Salone del Mobile di Milano come esperienza e esercizio utile nella decostruzione e ricostruzione della pletora di prodotti, progetti e installazioni esposte durante la Milano Design Week.

    • Self Promotion/Personal Branding

      Confronto con coach esperti nel personal branding. L’obiettivo è fornire a ciascuno studente gli strumenti adeguati alla creazione di un portfolio creativo e al miglioramento del proprio cv e del proprio profilo professionale online e offline.

    • Territorial Influences

      Il corso organizza visite presso aziende che fanno parte del sistema design italiano, per avere esperienza diretta di prodotti e strategie specifiche di comunicazione; presso siti di produzione per osservare i processi produttivi e presso luoghi culturali per stimolare un arricchimento culturale personale.

    • Workshop

      Laboratori interdisciplinari rivolti a tutti i partecipanti ai Master di IED Design e previsti all'inizio di ogni edizione. Hanno l'obiettivo di stimolare l'approccio progettuale dei partecipanti, influenzare le diverse culture degli studenti con le caratteristiche del design italiano, così come sviluppare argomenti tecnici, tecnologici, culturali e linguistici. Sono strutturati in modo da consentire agli studenti di iniziare a delineare il proprio percorso e iniziare a mettere a fuoco un tema di ricerca.

Labs

Progetti