GRAFICA PER L’EDITORIA

 

Partenza: Marzo 2015 | Durata: 640 ore – tre sere a settimana – orario: 18.30 – 21.30 | Lingua: Italiano

Il grafico è un “progettista di comunicazione visiva”. Il suo ruolo prevede l’ideazione di strumenti di comunicazione e la creazione di immagini e linguaggi che siano in grado di trasmettere efficacemente messaggi e valori al target di riferimento individuato dal committente. Questo professionista opera in modo innovativo quando padroneggia i propri mezzi linguistici, coniuga le conoscenze tradizionali della grafica con l’uso di software professionali e di media digitali, confrontandosi consapevolmente con le problematiche tecniche e produttive emergenti.

aleks

IED Firenze e Gruppo Cordenons Tante idee per la nuova brochure Natural Evolution

IED Firenze e Gruppo Cordenons Tante idee per la nuova brochure Natural Evolution

Si è concluso il concorso che ha visto protagonisti gli studenti del corso di “ Grafica per l’Editoria” dello IED di Firenze impegnati nella realizzazione di un visual book su Natural Evolution; una fra le più note carte create e prodotte da Gruppo Cordenons.

Agli studenti era stato richiesto di realizzare una proposta grafica che valorizzasse le applicazioni di stampa e di packaging di Natural Evolution attraverso la realizzazione di una brochure in grado di conquistare i sensi e la curiosità di chi la sfoglia.La giuria ha decretato la vittoria di Susanna Pepi per il suo progetto intitolato “Evolution is Natural”, mentre il progetto che è andato in stampa è stato realizzato dalla studentessa Aleksandra Trajkovic.

Un visual book articolato in tre brochures racchiuse da una busta e corredato da una serie di piccoli gadget in carta che narrano la storia di tre futuri professionisti del design, un Fashion Designer, un Packaging Designer e un Type Designer con una serie di immagini che segnano il loro percorso dalla scuola dell’infanzia all’università.

Tutti i partecipanti hanno prodotto tante interessanti proposte e ne abbiamo decisamente apprezzato la creatività; è stato un vero piacere collaborare con un gruppo di studenti così curioso e preparato.

Siamo orgogliosi di poter presentare al mercato italiano ed internazionale i loro progetti giovani e innovativi.

Il progetto è stato coordinato dalla Docente Laura Moretti

Cento copertine ridisegnate dai designer dello IED in mostra alla Nazionale

Cento copertine ridisegnate dai designer dello IED in mostra alla Nazionale

Articolo: “La Nazione

Firenze, 30 novembre 2012 – La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze ospita fino al 12 dicembre la mostra a ingresso gratuito “No Conventional Classics”.

La mostra è centrata sulle copertine, o per meglio dire il Cover Design, a partire dai classici della letteratura italiana e internazionale rinnovate e reinterpretate da giovani designer. Rivisitare il classico e renderlo appetibile alle nuove generazioni con una grafica vicina al gusto dei nuovi lettori o comunque insolita, è dunque lo spirito di “No Conventional Classics”.

Circa 100 copertine realizzate durante gli anni accademici 2011/2012 e 2012/2013 dai corsi di Grafica per l’Editoria e dal Master in Graphic Design della scuola di Visual Communication dello IED di Firenze saranno esposte nelle bacheche disegnate da Michelucci per la Biblioteca Nazionale e saranno visibili al pubblico negli orari di apertura.

La mostra, aperta e in continua evoluzione e integrazione, è il risultato di un work in progress che ogni anno sarà ampliato con i nuovi lavori della scuola, secondo il progetto curato dai docenti Luca Parenti, Marco Innocenti e dal coordinatore Marzia Lodi.

L’esposizione sarà inoltre riproposta negli anni in diverse location.

 

Ogni allievo ha prodotto tre copertine di un unico autore.

Per fare una R ci vuole un albero - il primo al concorso è un'allieva Ied

Per fare una R ci vuole un albero - il primo al concorso è un'allieva Ied

Articolo “La Repubblica

I giovani di cinque scuole di arte, fotografia e design di Firenze hanno partecipato all’iniziativa di Repubblica. Le opere proiettate in piazza

di LAURA MONTANARI

HA IMMAGINATO dentro la grande R di Repubblica un seme e un po’ di terra, una primavera che l’ha fatto nascere e crescere, le stagioni che l’hanno trasformato in un albero forte e pieno di rami e di foglie. Poi un altro seme che è caduto nella terra e un altro albero che comincia a crescere. E’ uno studente dello Ied, l’istituto europeo di design di Firenze, il vincitore del concorso «Proietta il futuro» a cui hanno partecipato giovani creativi provenienti dalle istituzioni universitarie fiorentine che si occupano di grafica, design e fotografia. Ha vinto Effrosyni Leventi, con la R dal titolo «The circle of life». Al secondo posto Arianna Bini e Sara Lorenzo di Architettura dell’università di Firenze con il progetto «Umanità vs Tecnologia», un cuore rosso che batte sul mondo in continuo cambiamento: «Ci siamo ispirati a una frase di Albert Einstein: ‘Temo quel giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità’. Viviamo di corsa, con i telefonini in mano, con le mail che ci inseguono, gli schermi dappertutto, così abbiamo immaginato un cuore che si rimpicciolisce con l’aumentare del nostro uso della tecnologia, fino a diventare esso stesso un ingranaggio».

Al terzo posto, Federica Narducci, studentessa dello Ied (corso in grafica editoriale e iscritta all’università di Firenze, al corso di Lettere Antiche). Ha vinto con «Melting Pot», una mescolanza di font diversi, stili grafici, colori e approcci: «Volevo rappresentare le diversità, uno spazio di grande apertura mentale e non, un’area di libertà per il futuro».

 

 

 

Favini presenta la nuova linea di notebook in carta Crush

Favini presenta la nuova linea di notebook in carta Crush

Favini presenta la linea di quaderni nata grazie alla collaborazione con lo IED, Istituto Europeo di Design di Firenze. 

Lo scorso marzo, gli studenti dello IED hanno partecipato a un concorso per lo sviluppo creativo di una linea di notebook da realizzare con la nuova carta CRUSH. A conclusione della competizione Favini ha scelto i lavori migliori dai quali è nata la nuova collezione con carta Crush. La linea, composta da trentadue quaderni in formato A5, è caratterizzata da grafiche di ispirazione “green”, sviluppate sui temi che evocano il sogno, la musica, il save the planet e l’orto botanico. 

Il progetto prevedeva l’utilizzo della nuova carta CRUSH, l’unica carta ecologica realizzata con scarti di lavorazioni agro-industriali in sostituzione del 15% di cellulosa di albero. Grazie all’intensa attività di ricerca, Favini è riuscita a trasformare i sottoprodotti di mais, agrumi, kiwi, olive, mandorle, nocciole e caffè in straordinarie carte. In coerenza con l’impegno dell’azienda a sostegno dell’ambiente, la nuova carta è certificata FSC, realizzata con 100% energia verde autoprodotta, contiene il 30% di fibra riciclata post consumo e la carbon footprint è ridotta del 20%. 

L’Istituto Europeo di Design – sede di Firenze, scelto per questa partnership, opera nella formazione e ricerca nel campo del design, moda, arti visive e comunicazione ed è una tra le migliori realtà formative nazionali, un laboratorio creativo nel quale prendono forma professionalità di nuova generazione, una fucina di idee che sviluppa estro mediante l’offerta di percorsi Post diploma, Master e Specializzazione. 

Ad assegnare le tre borse di studio ai tre vincitori, Ilaria Paganelli, Raffaello Cuccuini e Marco Catarzi, è stata una giuria composta da Michele Posocco, Brand Manager Favini, Andrea Bertoncello, Direttore Generale Cartotecnica Favini, Laura Moretti Designer e Docente del corso di Grafica per l’Editoria e coordinatrice del progetto, Marzia Lodi, direttrice del dipartimento arti visive IED Firenze

Le grafiche vincenti abbinate alla carta Crush e nobilitate da stampe offset e serigrafie, sono state presentate, in anteprima, in occasione della prestigiosa edizione di Big Buyer 2013, la mostra convegno dedicata al settore della cartoleria e ai prodotti di ufficio e scuola.

Spollo Kitchen | Duccio Melosi

Spollo Kitchen | Duccio Melosi

Spollo Kitchen è un’iniziativa di CTS Grafica in collaborazione con Polyedra con il patrocinio di AIAP(associazione italiana design della comunicazione visiva) e ADCI (art directors Club Italiano) per la realizzazione di un libro di ricette che vuole mettere in relazione cucina e design.

Scopo dell’iniziativa è la realizzazione di un libro di ricette nel quale ogni piatto sia messo in relazione con l’interpretazione visiva del designer che l’ha proposto: un viaggio di 400 pagine tra sapori e alchimie visive per raccontare l’universo del food con uno sguardo trasversale.

Attraverso una giuria composta da 5 designer professionisti  sono stati selezionati un massimo di 100 progetti destinati alla pubblicazione nel libro Spollo Kitchen.

IED Firenze,  ha partecipato a questo contest con la classe di Grafica per l’Editoria II – Corso di Tecniche Poligrafiche e Materiali – Docente Laura Moretti – con 6 progetti. Uno tra i 100 progetti vincitori è ‘Zuppa di Pesce’ di Duccio Melosi (studente IED Firenze), gli altri progetti non selezionati per il libro saranno comunque esposti in mostra durante i due eventi che CTS sta organizzando a Roma e Milano.

GRAFICA PER L'EDITORIA

Grafica per la Comunicazione

Firenze | Corsi di specializzazione
Partenza: 11-03-2019

Richiedi Informazioni

A scuola di design con IED e Sipario

A scuola di design con IED e Sipario

Articolo: “La Nazione

intenso lavoro nella aule dell’Istituto Europeo di Design di Firenze fra professionisti della grafica e giovani designer che hanno lavorato fianco fianco con i ragazzi dell’Associazione Sipario.

Un workshop – realizzato in collaborazione con le cartiere Fedrigoni e sotto la supervisione creativa di Luca Parenti di Kidstudio – che ha portato alla creazione di una serie di copertine illustrate per Pinocchio. Attraverso un approccio tattile e concreto delle carte, dei materiali e delle varie tecniche di intaglio e ritaglio, i ragazzi  con creatività e condivisione hanno reinterpretato la copertina del personaggio inventato da Carlo Collodi.

È la prima volta che lo Ied di Firenze realizza un laboratorio di questo tipo coinvolgendo persone con disabilità intellettiva e sensoriale, ma la collaborazione con Sipario nasce da prima, nel dicembre scorso con la proiezione di opere visive sulla facciata di Santo Spirito a Firenze con alcune opere di questi giovani. “Sono progetti molto concreti e stimolanti per entrambe le realtà” commenta il direttore di Ied Alessandro Colombo. “Per un laboratorio come il nostro che vuole offrire ai giovani creativi una formazione completa – aggiunge  Luca Parenti, docente di comunicazione visiva – si tratta di esperienze altamente formative per gli studenti e nobili per l’aspetto sociale e di interazione tra personalità diverse”.

THE RECIPE FOR GOOD DESIGN

WORKSHOP 'SFACCIATI'

DIMORA LUMINOSA