FOTOGRAFO

Ben lontano dal concetto di semplice produttore di immagini, il Fotografo professionista si muove in quel multiforme panorama che unisce forma e contenuto. A lui spetta il compito di esaltare le potenzialità di queste due dimensioni formali; egli persegue l’obiettivo di raccontare e quindi emozionare, lavorando su messaggi compositi e padroneggiando la tecnica e la sensibilità compositiva e narrativa. È un universo, quello della fotografia, che più di altri unisce i concetti di arte e linguaggio: il Fotografo è testimone consapevole di questa aggregazione creativa.

fotografia ied

STUDENTI IED PER BIRRA PERONI

Birra Peroni e IED Roma hanno dato vita al progetto Obiettivo Impresa, un vero e proprio racconto per immagini di luoghi, persone, oggetti e momenti di lavoro quotidiano dell’azienda, sviluppato da cinque talenti emergenti della fotografia nazionale e internazionale. Le foto sono di Andrea Santamaria, Ivan Cerasia, Thiago Andres Gnessi, Elena Durante e Ivana Bianco, studenti che hanno dedicato le loro Tesi finali a Birra Peroni.

Gli stabilimenti produttivi dell’azienda a Roma, Bari e Padova hanno aperto le loro porte agli studenti. Guidati dal fotografo Massimo Siragusa, con il contributo della photo editor Daria Scolamacchia, gli studenti hanno sviluppato le loro idee creative, cogliendo nel lavoro quotidiano gli aspetti permanenti del “saper fare” impresa.
Il progetto è diventato mostra fotografica ospitato nella sede romana di IED e un catalogo di prossima pubblicazione.

youth shades

Realizzata a quattro mani da Caudia Baldino e Riccardo Cagnotto di IED Torino, la serie fotografica riflette sui cambiamenti emotivi e psicologici innescati dalle fasi di passaggio, momenti ciclicamente presenti nella vita di ogni individuo. Ispirandosi a grandi romanzi di formazione capaci di tracciare ritratti generazionali attraverso l’evoluzione del protagonista – quali Di qua dal Paradiso di Francis Scott Fitzgerald, Il giovane Holden di J. D. Salinger e Ragazzo da Parete di Stephen Chbosky – gli scatti autobiografici congelano i quotidiani attimi di riflessione, in cui la mente corre a immaginare e soppesare possibili direzioni future.
Con un’estetica che guarda alla moda e strizza l’occhio al cinema di David Fincher e Gaspar Noé, e una palette di colori che progressivamente sfuma dai toni caldi ai freddi, le fotografie congelano un presente che svanisce in un futuro ancora ignoto, portando con sé curiosità offuscata da paura, insicurezza celata da spensieratezza, nostalgia combattuta da desiderio di crescita e cambiamento.

l'altro deserto rosso

Taranto vista e fotografata dall’occhio di Alessio Pellicoro, da IED Roma, che ha raccontato nel suo lavoro di tesi i diversi volti della sua terra. Il progetto fotografico dà spazio al tema urbanistico e sociale, riferito ai quartieri della città, e alla scoperta della vasta zona industriale. Un territorio dove è situato lo stabilimento siderurgico AncelorMittal (ex Ilva), che rappresenta la criticità della situazione ambientale odierna ed è drammaticamente al centro della cronaca da anni.

L’altro deserto rosso ha portato Alessio a far parte di un gruppo collettivo nell’ambito di un progetto sviluppato da EUNIC- European Union National Institutes for Culture con l’Università Silpakorn di Bangkok e Oasis Cinema, lavorando a stretto contatto con studenti europei e thailandesi.

Ecco alcuni scatti della sua Tesi.

INFP

La fotografia è la scrittura quotidiana di ciò che accade nel mondo e testimonia un modo di vedere la realtà. Il Progetto di Tesi INFP, realizzato da Sogol Sobhi di IED Milano, consiste in uno shooting fotografico scattato in Iran, tra Qeshm e il deserto del Mesr, che esamina la complessità delle identità femminili tramite il reportage e la stage photography.

 

fotografia e letteratura

Il brief di tesi chiedeva una riflessione sul rapporto tra fotografia e letteratura, sullo scambio di suggestioni, temi e ispirazioni a partire da un testo a scelta – romanzo, saggio o poesia. Gli studenti di Fotografia di IED Torino, così, hanno elaborato una serie di scatti che sono stati poi esposti presso la Project Room di CAMERA – Centro italiano per la fotografia con la curatela della coordinatrice del corso Bruna Biamino.
Nella gallery gli scatti di Guido Lovisolo che, richiamando la critica alla psichiatria elaborata da Gilles Deleuze e Félix Guattari, e l’interpretazione della schizofrenia come malattia del nostro tempo, compongono un ritratto psicologico: un approccio diretto, nessuna alterazione od occultamento di eventi. Il gesto fotografico entra in sintonia con il soggetto e performa insieme ad esso.

Storie di successo: Davide Monteleone

Davide Monteleone_Lorenzo Poli_1

Davide Monteleone, diplomato del corso Triennale in Fotografia presso IED Roma, è ormai uno dei più giovani e talentuosi fotografi della scena internazionale. Già dopo il diploma ha iniziato a collaborare con importanti agenzie, come Contrasto e VII. Si è poi dedicato allo studio delle questioni sociali, esplorando la relazione tra potere e individui. Ha sviluppato uno specifico interesse nei paesi post-sovietici, pubblicando sul tema cinque libri: Dusha, Russian Soul (2007), La Linea Inesistente (2009), Red Thistle (2012), Spasibo (2013) e The April Theses (2017).

davide-monteleone

I suoi lavori hanno vinto numerosi premi, tra cui ben tre World Press Photo, borse come Aftermath Grant, European Publishers Award e Carmignac Photojournalism Award. Oltre a lavorare indipendentemente, collabora con testate giornalistiche mondiali e i suoi progetti sono stati presentati come installazioni, mostre e proiezioni in festival e gallerie. Tra cui il Nobel Peace Center di Oslo, la Saatchi Gallery di Londra, il MEP di Parigi e il Palazzo delle Esposizioni di Roma.

Michelin Worldwide Video Challenge | Progetto del corso in Fotografia

Gli studenti di IED Torino hanno partecipato alla Michelin Worldwide Video Challenge, con la realizzazione di 4 videoclip che mettono in scena “la foratura di uno pneumatico e le conseguenze per il conducente ed i passeggeri”. I video presentati hanno vinto il primo e il terzo premio nella categoria  A waste of money.

Docente: Vincenzo Greco

Studenti: Gabriele Bertotti, Fabrizio Chirico, Francesca Nepote, Mattia Zaia, Fabio Gubetti, Andrea Cantore, Andreas Rosso.

FO.TO.

Fin dall’inizio del loro percorso, i nostri studenti imparano subito a mettersi in gioco, cimentandosi con gli aspetti pratici della professione. E così è stato per i ragazzi di IED Torino, che con i loro scatti hanno documentato le principali mostre del territorio nell’ambito di Fo.To, kermesse dedicata alla fotografia a cura del Museo Ettore Fico.

Un progetto di fotogiornalismo sul tema caldissimo dell’immigrazione. Le fotografia, realizzate scegliendo la chiave “drammatica” e “crudamente realistica” del bianco e nero, sono state scattate in alcuni centri di accoglienza in Sicilia e Calabria da Giovanni Pulice, studente del Corso Triennale in Fotografia di IED Roma.

LA COSTRUZIONE DI UNA MANO

La costruzione di una mano è un Progetto di Tesi, realizzato da Bruna Pellegrino di IED Milano, che prende la forma di un libro fotografico e mette insieme architettura e still life coniugati attraverso uno stile minimale. Il lavoro muove dalla volontà di mettere in luce il valore del progetto di parificazione estetica e funzionale tra centro e periferie applicato alla città di Copenaghen.

Fahrenheit

Liberamente ispirato al romanzo di Ray Badbury, Fahrenheit è il progetto di tesi di Jacopo Paglione, studente in Fotografia di IED Roma, che ha reinterpretato una serie di celeberrimi romanzi, tra cui 10 piccoli indiani di A. Christie, Le città invisibili di I. Calvino, Alice nel paese delle meraviglie di L. Carroll. Per gli scatti ha scelto di utilizzare un formato super panoramico, in quanto elemento in grado di esaltare il concetto di narrazione.

TERMINI, ROMA

I colori, le ombre, i contrasti della metropoli, suggestioni visive che si trasformano in segni e geometrie. Termini, Roma è il lavoro sullo spazio urbano di Alessio Pellicoro, studente del 2° del corso Triennale in Fotografia presso IED Roma.

alumni di successo - fotografia e architettura

helen-binet

Tra le fotografe di architettura migliori del momento c’è Hélén Binet, diplomata in Fotografia presso IED Roma. Ha lavorato con i più grandi architetti al mondo, quali Zaha Hadid, Daniel Libeskind, Alvar Aalto.
Leggi l’articolo di Elle Decor Italia.

Guardare al futuro come imperativo categorico. Farlo con ottimismo, lasciandosi alle spalle il grigiore dello smog. Possiamo farlo da soli? O necessitiamo di un equilibrio tra più parti? La sinergia come risposta: permette di raggiungere un risultato sfruttando la reazione di due o più agenti. Ogni pezzo è fondamentale a questo equilibrio. E l’umano, in questa connessione tra le parti e i rispettivi compiti, non è poi così diverso dalla macchina. Cooperando, guarda avanti.
Il team H2politO è una realtà che rispecchia questa filosofia. Un team di giovani ingegneri che lavorano alla realizzazione di veicoli a bassissimo consumo. Colore e movimento, sono queste le chiavi di lettura attraverso le quali prende forma il progetto realizzato da Andrea Bianco e Lucrezia Goria, studenti presso IED Torino.

IED ALUMNI: ANNA DI PROSPERO

Anna di Prospero_Portrait
Anna di Prospero, classe 1987, si diploma nel 2011 in Fotografia in IED Roma e vince un programma Exchange presso la School of Visual Arts di New York. Nel 2008 viene selezionata per il Festival Internazionale di Fotografia “FotoGrafia-Roma”, con una mostra presso la galleria Gallerati. Nel 2009 partecipa al “FotoLeggendo Festival” e vince il “Prix Exchange Boutographies” che le vale la partecipazione al “Boutographies Rencontres Photographiques de Montpellier 10ème edition”. Nel 2011 è stata premiata come vincitrice della sezione People dell’ “IPA” 2011 e nello stesso anno ha ottenuto il titolo di “Discovery of the Year” dei prestigiosi “Lucie Awards”.
Sky Arte HD nella stagione 2014 di «Fotografi», le dedica una monografia, annoverata tra gli 8 protagonisti del Documentario che conta nomi del calibro di Oliviero Toscani, Lady Tarin, Valerio Bispuri, Giampaolo Sgura, Massimo Berruti, Fabio Lovino, Massimo Mastrorillo.

Sito ufficiale

Un progetto di Anna Matilda Kjell, IED Milano. La serie Mitt Jag ha l’obiettivo di comunicare ed esprimere la complessa condizione interiore del subconscio in maniera mediata, bilanciando costantemente la relazione tra soggetto e natura. Le immagini si presentano come paesaggi naturali in cui si può vedere fluttuare a mezz’aria una scultura astratta per dare forma a una condizione umana, facendola interagire con la natura.

La teatralità e la reinterpretazione sono alla base del progetto Mimesis, che prende ispirazione da alcune celebri opere del pittore Giorgio De Chirico. Si tratta di un progetto fotografico attraverso il quale si tenta di coniugare arte e moda, realizzato da Priscilla Pallante, studentessa in Fotografia presso IED Roma.

 

Zooming on India - Steve McCurry ospite di IED per una lectio magistralis

mc-curry
In occasione della presentazione del suo ultimo lavoro, Steve McCurry è stato ospite di IED Milano con una lectio magistralis rivolta agli studenti dei corsi in Fotografia di IED Milano. Un’occasione unica per conoscere l’India, una terra molto amata e studiata da Steve McCurry e per capire ancora di più le “prospettive” che deve saper sviluppare un fotografo professionista.

La formazione accompagna la carriera professionale

Ogni giorno, sia che si prosegua dopo gli studi nella libera professione o che si lavori in uno studio o in azienda, è richiesta una preparazione molto elevata e soprattutto trasversale. Per questo motivo IED consiglia anche ai suoi studenti di tenersi informati e aggiornarsi spesso, magari con corsi complementari a quelli seguiti nel triennio, facendo esperienze anche all’estero.

L’offerta dei corsi Master IED in primis, infatti, si sviluppa in 11 città, 3 nazioni, 2 continenti.
Consulta l’elenco aggiornato dei corsi Master, erogati in lingua italiana e in inglese: corsi in Italia | corsi in Spagna

Un aggiornamento quotidiano nella propria città è invece possibile grazie ai corsi di Formazione Continua. Fanno parte di questi corsi i Corsi di Specializzazione e i corsi di Formazione Avanzata, consultabili nelle specifiche offerte delle diverse sedi.

per diventare fotografo - corsi in italiano

Fotografia

Milano | Corsi Triennali e Post Diploma
Partenza: 14-10-2020

Richiedi Informazioni

Fotografia

Roma | Corsi Triennali e Post Diploma
Partenza: 14-10-2020

Richiedi Informazioni

Fotografia

Torino | Corsi Triennali e Post Diploma
Partenza: 14-10-2020

Richiedi Informazioni

per diventare fotografo - corsi in inglese

Photography

Milano | Corsi Triennali e Post Diploma
Partenza: 15-10-2020

Richiedi Informazioni

I COORDINATORI DEI CORSI

IED MILANO: ROBERTO TOMESANI e CARLOTTA CATTANEO CARTER

IED ROMA: ANTONIO BARRELLA

IED TORINO: BRUNA BIAMINO

Selezione progetti di tesi

Coordinatori: Mario Ermoli, Angela Madesani, Giancarlo Maiocchi, Sonia Marin, Marco Nero, Silvio Wolf - Autori: Tania Ayyad, Giulia Astesani, Alessandro Teoldi, Clio Squadroni.

GIULIO DI STURCO - UNO CHE HA FATTO LO IED

Giulio Di Sturco_portrait

Diplomato in Fotografia, oggi è un fotoreporter, diventato uno dei reporter inviati a New York per l’agenzia GraziaNeri. Ha lavorato prima in Canada, poi negli Stati Uniti. Come fotogiornalista, ha lavorato anche per l’agenzia Contrasto. Oggi ha base a Bangkok in Tailandia. Ha collaborato con alcune delle più note organizzazioni internazionali come Greenpeace, MSF, Unitaid, Nazioni Unite, WHO ed Action Aid. Si è aggiudicato due prestigiosi premi: il World Press Photo Award e il Sony World Photography Award, entrambi per un reportage realizzato in India. Pubblica su magazine italiani e stranieri come L’Espresso, Vanity Fair, Io Donna, The Daily Telegraph Magazine, Time Magazine, Marie Claire, Geo Magazine,The Sunday Times Magazine, Newsweek.

Sito ufficiale

DAVIS FACTOR in IED

In occasione del lancio di Smashbox, studio fotografico di Los Angeles e linea di makeup destinata al settore moda, un gruppo selezionato di studenti dei corsi di Fotografia in italiano e in inglese presso  IED  Milano incontra Davis Factor per condividere con il fotografo i loro lavori e apprendere, durante un shooting workshop, nuove tecniche fotografiche.

Progetto coordinato da: Cristina Baccelli, Mirella Canton, Sabina Sartori di Condénast e Carlotta Cattaneo Carter  di IED.

Studenti: Alessandra Bergamin, Nadia Charif, Clara Giaminardi, Clara Melchiorre, Giulia Pittioni, Ivo Sekulovski.

PIMP MY TEMPO 2.0 !

14 studenti IED del secondo anno dei corsi di Interior Design, Product Design, Graphic Design, Illustrazione e Animazione e Fotografia, dopo il successo della prima edizione di Pimp my Tempo, hanno lavorato per due mesi ad un contest creativo volto alla personalizzazione del nuovo pack del prodotto icona, Tempo Classic.

I lavori degli studenti una volta sviluppati sono poi passati al vaglio dei consumatori attraverso i social media e sono stati proprio gli utenti dei social a decretare il vincitore finale tra 4 finalisti.

Nel mese di giugno il lavoro di Alessandro Pigoni, studente presso IED Milano in Graphic Design, sarà distribuito su oltre 21 milioni di pacchetti di fazzoletti.