I Master dell’area Design: entra in classe

I Master promuovono l’interdisciplinarità e lo scambio di conoscenze, affiancando lo studio e la ricerca al lavoro e organizzando attività extracurriculari.

Con questa pagina vogliamo presentarti un’anteprima di quello che sarà il tuo percorso nei Master in Design  – Innovation, Strategy and Product, in inglese presso IED Milano, riconosciuto dal Miur come Master di Primo Livello, e in Food Design Project Experience, in italiano presso IED Roma. Ti raccontiamo le storie degli studenti che ti hanno preceduto, i loro progetti, le loro esperienze, le persone e le aziende con cui sono entrati in contatto.

Buon viaggio!

design

MIGLIORARE LA VITA DELLE PERSONE: LE IDEE DEGLI STUDENTI

6 clienti, 6 brief, 10 designer e 10 diversi percorsi personali: non sono i singoli progetti, ma la varietà di progetti a rappresentare la vera essenza del Master di Primo Livello in Design – Innovation, Strategy and Product di IED Milano. Ascolta le storie degli studenti che ti hanno preceduto e scopri di più sugli stage che hanno avuto l’opportunità di svolgere durante il corso e sui Progetti Finali che hanno sviluppato (Lingua inglese).

UPCYCLING PER CLASE AZUL

Gli studenti del Master in Design di IED Milano, per la loro prima progettazione, hanno collaborato con Tequila Clase Azul, azienda messicana che opera nel mercato premium del beverage. L’azienda ha chiesto loro di presentare concetti di upcycling, soluzioni di design per riutilizzare la bottiglia di tequila trovando nuovi possibili utilizzi. Un progetto fortemente improntato alla sostenibilità e al rafforzamento dell’immagine del brand.

Storie di successo: Attila Veress

attilaveress

Attila Veress, diplomato prima al Triennale in Product Design e poi al Master in Design, ha collezionato una serie di esperienze presso importanti aziende italiane ed estere. Ha iniziato lavorando prima a Milano come Product Designer per Gordon Guillaumier e come Furniture Designer presso 3B, successivamente si è trasferito a Monaco, per lavorare nell’ufficio stile di BMW. Successivamente ha fatto ritorno in Italia, dove ha lavorato per Fratelli Guzzini e TVS, fino ad aprire uno studio proprio. Guarda il video

OPEN LECTURE: PAOLO ALBANI

Durante il corso di Metodologia della Progettazione, guidato dalla docente Laura Fiaschi, gli studenti del Master in Design – Innovazione e Prodotto per l’Alto Artigianato, presso IED Firenze,  hanno avuto l’occasione di partecipare a una open lecture di Paolo Albani, scrittore, poeta visivo e performer, autore di repertori enciclopedici per Zanichelli e Quodlibet che trattano di lingue immaginarie, scienze anomale, libri introvabili, istituti anomali, mattoidi e comici involontari.

In questo video ci parla del suo lavoro, del metodo progettuale e del rapporto tra uomo e oggetti.

un progetto dall'alto valore sociale

Ginevra Franchi e Davide Piersanti, studenti IED Milano, considerano il design uno strumento utile al miglioramento della vita delle persone, specialmente in aree in difficoltà. Ecco perché sono andati in Senegal e hanno costruito un sistema per desalinizzare l’acqua utilizzando l’energia solare, così da supportare l’attività agricola della comunità.
Guarda sotto la gallery della loro esperienza in Africa! Qui anche la pagina Facebook del progetto.

IMPARARE DAI PROFESSIONISTI: GUMDESIGN

italian-stories

La piattaforma specializzata in artigianato Made in Italy Italian Stories ha intervistato Gabriele Pardi e Laura Fischi, Coordinatori del Master in Design – Innovazione e Prodotto per l’Alto Artigianato di IED Firenze. Con lo studio Gumdesign, portano in aula ogni giorno la loro esperienza progettuale. Leggi l’articolo!

collaborazioni

Alcune delle aziende e delle istituzioni con cui hanno collaborato gli studenti:

Milano: Ferrarelle, Midea, Tecnargilla, Verallia, Ceres, TVS.

Torino: Arup, Officine Arduino, Hyperloop Transportation Technologies Inc.

Firenze – Fab Lab Toscana, Artex, Fondazione TEMA – Tecnologie per i Beni Culturali e l’Artigianato, Source – Mostra Internazionale di Design Auto prodotto.

un brief pluristellato

Gli studenti del Master di IED Roma hanno partecipato a un workshop assistiti da un tutor d’eccezione, il pluristellato Chef di fama internazionale Heinz Beck, con l’obiettivo di progettare un nuovo piatto e una nuova ricetta da inserire nel suo menù. Sfoglia la gallery per scoprire l’immagine di ispirazione fornita e alcuni dei progetti che ne sono nati. Leggi l’articolo qui.

ferrarelle design lab

Ferrarelle ha chiesto agli studenti IED Milano di reinterpetare la sua iconica bottiglia in plastica con l’obiettivo di coinvolgere i clienti nel riciclo della plastica. La sfida ha riguardato i temi della sostenibilità, riciclo e valori aziendali.

visiting presso 3m italia

3m
Durante il percorso didattico, gli studenti di Milano hanno avuto l’opportunità di essere ospitati a Pioltello, presso l’Innovation Center al Palazzo 3M Italia che si distingue per caratteristiche innovative nel campo della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente. Scopri di più.

dal Master al mondo del lavoro

Il Career Service supporta gli studenti nei contatti con il mondo del lavoro attraverso relazioni costanti con aziende, agenzie e liberi professionisti e un’attività personalizzata di supporto e monitoraggio. Già durante il percorso di studi gli studenti sono affiancati per la preparazione dei propri CV e portfolio con attività ad hoc. Hanno la possibilità di incontrare società esterne e partecipare a colloqui di selezione per l’attivazione di stage, tirocini formativi o collaborazioni una volta terminato il percorso di studi.

Ogni anno IED organizza inoltre i Career Days: incontri mirati con aziende e agenzie finalizzati alla selezione e ricerca di profili da inserire nei propri team. In queste occasioni gli studenti presentano direttamente il loro lavoro, mettendo in luce motivazioni, creatività e aspirazioni.

i master in italiano. clicca per la scheda corso

Food Design Project Experience

Roma | Master
Partenza: 11-01-2021

Richiedi Informazioni

i master in inglese. clicca per scheda corso

SCOPRI I MASTER IED

Fortemente improntati sulla cultura del progetto, i corsi Master IED forniscono conoscenze e strumenti avanzati, con l’obiettivo di formare figure professionali di alto profilo ed elevato grado di specializzazione. Consulta l’elenco aggiornato dei Master, erogati in italiano e in inglese: Master in Italia

presentazione del master

Guarda la presentazione del Master in Design – Innovazione e Prodotto per l’Alto Artigianato a cura del Coordinatore Gabriele Pardi. 

FOOD DESIGN MANIFESTO

manifesto

IED sposa il Food Design Manifesto, il decalogo curato dalla Commissione Food dell’ADI, Associazione per il Disegno Industriale, nato con l’obiettivo di fare chiarezza nel settore del cibo, nel rispetto delle risorse legate all’alimentazione e del miglioramento delle condizioni di vita universali. Nerina Di Nunzio, Direttore IED Roma, ha partecipato attivamente alla sua stesura e realizzazione nella Food Commission di ADI.

1. Il Food Design si occupa di progetto in campo alimentare

2. Il Food Design è una specifica area del progetto che si propone di produrre soluzioni efficaci per la fruibilità del cibo in precisi contesti e situazioni

3. Il Food Design si propone di dare forma alle interfacce e ai servizi nel modo più adeguato alle circostanze in cui il prodotto viene consumato

4. La producibilità e la serialità di un prodotto o di un servizio sono le condizioni per le quali un progetto può definirsi di Food Design

5. I principali criteri ai quali un prodotto edibile di Food Design deve sottostare sono: razionabilità, modularità e formato adeguati al contesto e agli strumenti con i quali verrà consumato

6. Un progetto di Food Design è realizzato per offrire un servizio ad una o più persone che manifestino determinati bisogni o per rendere più efficace un’azione legata al cibo attraverso uno strumento derivato dal progetto

7. Food Design significa progettare secondo le modalità tipiche del Design che, ben oltre la ricerca puramente formale o decorativa, implicano la ricerca per l’innovazione dei processi di produzione, distribuzione, consumo

8. Il Food Design è uno strumento privilegiato e particolarmente efficace per la riqualificazione e la promozione del Territorio attraverso la sua ricchezza enogastronomica

9. Il progetto di Food Design, per le sue peculiarità legate alla nutrizione, può rientrare nell’area del Social Design e contemplare collaborazioni con enti e associazioni no-profit

10. Un prodotto di Food Design viene studiato con l’unico scopo di generare benefici al suo Utente. Tutto il processo deve interagire per impedire che l’utente sia esposto a rischi derivati da cattiva progettazione o dalla non adeguata attenzione alle norme di conservazione, alla tecnologia produttiva, all’ergonomia e alla microbiologia legata agli alimenti.